Password dimenticata?

QB on air nel pieno del Carnevale

Con le frittelle gluten free perché "Semel in anno licet insanire"

11 Febbraio 2013

Un talk show gastronomico sempre in movimento

E' un mondo difficile: abbiamo appena riposto le luminarie e piantato l'abete in giardino ed eccoci alle prese con il Carnevale, il carnem levare, ovvero l'abolizione della carne, che indicava il banchetto d'addio alla carne con il quale si apriva la Quaresima, periodo di astinenza e digiuno. Questa settimana, per il diciasettesimo appuntamento della stagione, con Gil, l'amico musicista gastrocurioso, abbiamo preso la macchina del tempo e siamo andati a vedere come negli ultimi duemila anni si è festeggiato il Carnevale.

Anche se inserito in due periodi molto importanti per la cristianità, l'Avvento, con il Natale, e la Quaresima, con la Pasqua, di “religioso” il Carnevale non ha nulla, anzi nella notte dei tempi (come anche nelle notti dei tempi correnti) ogni occasione andava bene per festeggiare anche in momenti dell'anno in cui si sarebbe dovuti stare un po' più riflessivi. Perchè? Beh, nell'antica Roma il mese di febbraio – da februare, purificare – essendo un periodo di passaggio tra una stagione agricola ed un'altra, serviva come espiazione per le anime dei defunti: a tutto ciò si univano i Lupercali, ovvero i riti legati alla fecondazione (un po' come i pane e vin dell'epifania, dove l'anno vecchio se ne va e ci si prepara al risveglio fecondo della natura).

Già Ovidio scriveva a proposito di questi riti, quasi iniziali, che comunque prendevano ispirazione dai Saturnali, dove Dionisio o Bacco o Liber Pater e le Vestali o Baccanti avevano le idee ben chiare: scherzi e lazzi, carri mascherati e soprattutto tavole imbandite di ogni ben di dio. E nessuno ne veniva escluso nel senso che era considerato un obbligo per ogni singolo componente della comunità partecipare a questi riti propiziatori: ogni singola defezione sarebbe ricaduta su tutti gli altri.
Un modo diverso di “sacrificarsi” per gli altri: divertiti con noi e tutti godremo della buona sorte!

Ma torniamo alla puntata radiofonica: in audio ascolterete una ricetta storica delle frittelle, o fritola venexiana, mentre ho pensato che un esperimento gluten free con mandorle e uvetta poteva essere gradito.

Fritelle gluten free con mandorle ed uvetta

Ingredienti
120 gr Maizena (o fecola), 120 gr di farina di riso, 80 gr di uvetta, 80 gr di mandorle in scaglie, 40 gr di zucchero a velo, 2 uova bio, 8 gr di lievito per dolci, un limone non trattato, latte crudo, un pizzico di sale, zucchero a velo per decorare, un pizzico di sale, olio di semi per freggere (ho usato quello di soia), un bicchierino di vino passito.

Procedimento
Nella planetaria con la frusta a foglia lavorare la maizena, il lievito, il pizzico di sale, un cucchiaio d’olio evo e tanto latte freddo quanto sarà necessario per ottenere una pastella densa (versatelo a filo mentre la planetaria è al minimo). Lasciar riposare la pastella coperta per un paio d’ore a temperatura ambiente.
Mettere in ammollo l’uvetta nel passito e tostare le mandorle per qualche minuto in una padella antiaderente.
Riprendere l’impasto e sempre con il movimento della frusta al minimo inserire le uova, una alla volta, lo zucchero a velo, la scorza grattugiata del limone, l’uvetta scolata ed asciugata, le mandorle tostate e la farina setacciata: mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto, versarne nell’olio bollente a piccole cucchiaiate. Far dorare le fritelle in ogni lato, asciugare dell’olio in eccesso e decorate con lo zucchero a velo.

E la playlist della puntata di questa settimana? Eccola, per una puntata tutta da ascoltare e da gustare!

Glenn Miller - American Patrol
Rem - Losing My Religion
KC & The Sunshine Band - That's The Way I Like It
Johnny Cash- Ring Of Fire
Les tetes raides - Les Roseaux

La Cucina di Qb va in onda su Radio Sherwood il lunedì alle 15.00, il mercoledì alle 18.30 e il venerdì alle 14.30

 
 

Links Utili:
www.lacucinadiqb.com

 
 

Commenti

Per inserire un commento devi effettuare il login utilizzando il modulo in alto a destra.

Sei nuovo? Registrati subito utilizzando il modulo di iscrizione che trovi qui.

CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...