Password dimenticata?

Un ritratto graffiante e spietato dei radical-chic di casa nostra

Addio, monti - Michele Masneri

minimum fax, 2014

11 Marzo 2014

Addio, Monti, esordio narrativo di Michele Masneri, è senz'altro il caso letterario di inizio 2014, accuratamente alimentato già lo scorso anno da gustose anticipazioni nonché dalla coincidenza con l'Oscar vinto recentemente dalla Grande Bellezza di Sorrentino, che al libro è da più parti stato avvicinato.

E del resto il libro di Masneri non poteva certo passare inosservato nel panorama piuttosto desertificato della scrittura italiana contemporanea: impastando azzeccatamente una tecnica di "name dropping" à la Arbasino, l'autore ritrae con efficacia i lustrini che ricoprono il vuoto sentimentale ed emotivo dell'intellighenzia radical-chic romana responsabile della recente gentrificazione del rione Monti, con i suoi riti, le sue località di villeggiatura e le sue marche prestigiose a nascondere un desolante nulla umano. Fra i tavolini dei bar di Monti ed i suoi minimarket bio, fra aperitivi e improbabili postdottorati in diritto della navigazione, si dipanano le vicende di una compagine (molto maschile) di escort che hanno studiato alla LUISS, immobiliaristi rapaci, editoralisti economici marchettari, conduttori televisivi cocainomani in cerca di una riabilitazione professionale. Sullo sfondo, una Roma hype e beceramente provinciale, che sfrutta l'eredità di Pasolini per alzare le quotazioni al metro quadro delle case ma allo stesso tempo è sempre prigioniera di se stessa.

Addio, monti è un libro divertente e anche crudele nel mettere in luce i vizi della fauna radical-chic romana; allo stesso tempo, a partire dalla citazione manzoniana del titolo, Masneri strizza forse anche troppo l'occhio al lettore  "giusto" (anche dal punto di vista della connotazione sociale), quello che, al di là del tono beffardo, sorriderà a riconoscersi nei tic e nelle abitudini di chi ha la casa piena di Micromega impilati e compra i rustici da Panella.

Nel complesso, Addio monti è senz'altro uno dei libri di inizio 2014 più consigliati per capire una fetta dell'Italia degli anni Zero.

 
 

TITOLO: Addio, monti

AUTORE: Michele Masneri

EDITORE: minimum fax

COLLANA: Nichel

ANNO: 2014

PAGINE: 178

PREZZO: 14 €

 
 

Commenti

Per inserire un commento devi effettuare il login utilizzando il modulo in alto a destra.

Sei nuovo? Registrati subito utilizzando il modulo di iscrizione che trovi qui.

CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...