Password dimenticata?

Mercoledi 15 Giugno - Park Nord Stadio Euganeo - Padova

1 € può bastare

Mercoledì 15 Giugno 2016


Talco

Silent Town Summer Tour

www.facebook.com/talcopatchanka

www.talcoska.com


Open act:

Herman Medrano

& The Groovy Monkeys

www.facebook.com/thegroovymonkeys


Sherwood Festival 2016
Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood16


Apertura cancelli: ore 19:00

Inizio Concerto: ore 21:00

1€ può bastare


Talco

Parlando dei Talco è facile pensare ad una strada, che, allungandosi costantemente, arriva sempre più lontano fino a non vederne la fine, una strada che ormai la band percorre da 10 anni. Partiti dalle sale prove di Marghera, i Talco licenziano nel 2004 il primo disco “Tutti Assolti”, prodotto da Kob Records e Mad Butcher Records. “Un fulmine a ciel sereno nel punk italiano ormai in crisi”, scrivono le ottime recensioni del disco. La carica e l’immediatezza dell’album d’esordio, iniziano a farsi sentire dal vivo, da sempre piatto forte del gruppo, grazie ad alcuni concerti auto-organizzati all’estero e, soprattutto, nel 2005 a Berlino, al “Punkitalia Festival”, dove la band con la propria esibizione conquista il pubblico risultando la sorpresa della serata. Di lì parte una scalata che non solo permette ai Talco di bruciare le tappe e farsi conoscere in pianta stabile all’estero, ma anche di maturare – con i due dischi successivi “Combat Circus” (2006) e “Mazel Tov” (2008) - uno stile musicale più personale e maturo che il gruppo definisce punk-chanka: una miscela di punk, ska, folk che rimanda allo stile musicale della Mano Negra, ma con con una matrice più punk. Il tour di “Mazel Tov”, in particolare, regala ai Talco le chiavi per entrare sempre più in pianta stabile nel circuito dei festival, fino a divenire, con la chiusura della stagione, la punk band italiana più famosa in Europa. Assieme a brani come “Tarantella dell’ultimo bandito” e “La torre”, un brano in particolare, diventa un cavallo di battaglia del gruppo: “St. Pauli”. Con l’uscita del singolo del 2009, Talco e St. Pauli incrociano le proprie strade in un rapporto di collaborazione e stima reciproca che tuttora sussiste e accompagna il cammino della band, molto legata a quella tifoseria calcistica e non solo. Un curriculum ormai di tutto rispetto attira l’etichetta Destiny Records, nel 2010, che si dimostra interessata a una collaborazione, ristampando ormai gli esauriti “Combat Circus” e “Mazel Tov”, e, l’anno successivo, il nuovo album, “La Cretina Commedia”: qui il gruppo affianca alla punk-chanka, ormai un marchio di fabbrica del sestetto veneziano, una vena più cantautoriale nelle liriche, più ricercate e metaforiche. Il tour de La Cretina Commedia è un successo incredibile, dove la band in due anni macina sold-out in quasi tutti i locali tra Germania, Spagna, Est-Europa, Russia, Francia, esibendosi nei festival più importanti della scena europea accanto a icone del punk mondiale e non solo del punk. Nel 2012, la band torna in studio per registrare il disco che rappresenterà uno dei più grandi step per la propria carriera: “Gran Galà”. Il singolo “Danza dell’autunno Rosa”, diventa da subito una hit, e cavallo di battaglia della band, che vede aumentare ancora una volta i sold out nei propri instancabili tour, arrivando a toccare 200 date circa in due anni, e toccando anche paesi come il Giappone, in due sessioni di concerti strepitose durante il famoso Fuji Rock Festival.. Il 2014 è una data importante per il gruppo: i primi dieci anni di carriera. 10 anni nei quali i Talco hanno conseguito un successo fino a diventare una delle punk-ska-folk band più famose in Europa. Una storia ricca di eventi ed esperienze raccolta in un cd+dvd: un live a Iruna del 2013, e un documentario di interviste e immagini di repertorio che ripercorrono la storia della band. Il tour del “10 years” appena concluso è la testimonianza di quanto il gruppo abbia consolidato il proprio successo, allargando ancora il proprio territorio a nuove esperienze e festival inediti. E dopo un tour importante in cui cambiamenti gestionali inevitabili hanno portato il progetto a decollare come non mai, la band si ripresenta con un nuovo album, “Silent Town”, prodotto da Kasba Music, un nuovo step artistico che in dodici tracce recupera la potenza di Combat Circus e Mazel Tov affiancandola alle melodie de la Cretina Commedia e Gran Galà. L’album più completo e maturo dei Talco, un progetto che la band attendeva da anni e che ora avrà luce. Il nuovo tour è alle porte.


Herman Medrano & The Groovy Monkeys

The Groovy Monkeys nasce alla fine del 2009.
The Groovy Monkeys cresce nei primi mesi del 2010.
The Groovy Monkeys debutta in società il 17 aprile 2010.
The Groovy Monkeys sono 6 uomini e un DJ.
The Groovy Monkeys sono la band di un tal Herman Medrano.
Herman Medrano & The Groovy Monkeys

L’uomo lo conosciamo già: sono passati quasi vent’anni da quando Herman Medrano è entrato nella scena musicale veneta con le sue rime graffianti tipicamente in dialetto padovan-veneziano. Con gli anni non ha mai cambiato l’approccio, ma anzi ha via via consolidato la sua materia, ispessito la voce, non solo per raccontare come siamo fatti, ma soprattutto per denunciare il marcio che caratterizza molti strati della società contemporanea. Forse è proprio la sua critica attuale e frizzante che lo rende unico e sempreverde. Le sue provocazioni in rima, condite da un tagliente umorismo ed ironiche osservazioni, muovono la folla conquistando il pubblico dei cultori dell’hip-hop e non.

Solitamente accompagnato nel suo urban live da DJ Tech, storico DJ giocoliere di piatti e vinili, nel 2009 Herman decide di stupire il suo pubblico: oltre al maestro di scratch vuole delle scimmie musicanti. Nascono così i Groovy Monkeys, una vera e propria band composta da musicisti di rilievo nel panorama musicale veneto e non:

Diego Graziani: chitarra
Alessandro Lughi: Hammond, piano, synth
Leonardo Ardillica: tromba e cori
Yuri Argentino: sax
DJ Tech: turntables
Enrico Millozzi: basso
Ugo Ruggiero: batteria

Tutti provenienti da trascorsi e contesti differenti, danno vita a un mix di sonorità funky, rock e reggae di notevole livello. Ognuno, infatti, con il proprio talento, influenze e gusto musicale arricchisce il sound che diventa ottimo partner per i contenuti impegnati e pungenti del poeta di liriche Medrano.

Dopo quasi due anni di tour, che ha toccato varie località del Veneto con oltre 60 concerti, gennaio 2012 vede la pubblicazione del loro primo album, Simie, un doppio cd live che riassume il live show della band. Con l’uscita di Simie inizia anche la pre-produzione in studio del primo disco di inediti con la nuova formazione, Noseconossemo. Composto come da tradizione in lingua veneta, il nuovo album vanta numerosi ospiti: Caparezza, Piotta, Roy Paci, Sir Oliver Skardy, Natalino Balasso, Manu PHL, Dellino Farmer, El Giovanelo (John See a Day), ognuno dei quali partecipa cantando nel proprio dialetto di origine. Pubblicato il 30 aprile 2013 sotto etichetta La Grande Onda, distribuito in tutta Italia da Audioglobe.

Nel 2015 Herman e band si mettono al lavoro per la produzione di un nuovo disco, la cui uscita è prevista all’inizio del 2016. Il titolo dell’album sarà #gnente e includerà 13 brani. Non mancheranno gli ospiti, saranno 4 infatti i featuring.
Il 6 giugno 2015, viene presentato in anteprima un primo singolo estratto dell’album, Faghe un Video, con la partecipazione del Bullo (Rumatera) e accompagnato da un video che in meno di due settimane supera le 10.000 visualizzazioni su YouTube.

 
 

Sherwood Social:
www.facebook.com/festival.sherwood
www.facebook.com/sherwood.it

Twitter: @SherwoodPadova

Instagram: SherwoodFestival

Google +

Infoline Sherwood Festival: 335.1237814 (risponde solo dalle ore 13:00 alle 18:00)

 
 

Commenti

Per inserire un commento devi effettuare il login utilizzando il modulo in alto a destra.

Sei nuovo? Registrati subito utilizzando il modulo di iscrizione che trovi qui.

CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...