Password dimenticata?

Mercoledì 4 Luglio - Park Nord Stadio Euganeo - Padova

A cura dell’Ass. Ya Basta! Êdî Bese!

 

Martedì 4 Luglio 2018

Presso lo stand Sherwood Books & Media:

- Sherwood Open Minds -


Speciale elezioni presidenziali in Messico

A cura dell’Ass. Ya Basta! Êdî Bese!

 


Sherwood Festival 2018 Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood18



Apertura cancelli: ore 19.00

Inizio della trasmissione in diretta radio: ore 19.30

 


Il 1° luglio in Messico si voterà per il nuovo presidente della Repubblica. Un momento cruciale nella storia del paese, stritolato dagli ultimi 12 anni di guerra al narcotraffico, voluta da Felipe Calderon (del PAN) e proseguita da Enrique Peña Nieto (del PRI), rappresentanti dei partiti da sempre al potere in Messico. Una guerra che non è al narcotraffico ma è una guerra civile e ha prodotto 35 mila desaparecidos e oltre 200 mila morti.
Queste elezioni hanno visto per la prima volta il tentativo dell’EZLN, in collaborazione con il Congreso Nacional Indigena di incunearsi all’interno della politica ufficiale. Un tentativo che si è fermato in febbraio, quando le regole imposte dai los de arriba, hanno di fatto escluso la candidata indigena Marichuy dalla contesa elettorale. Con la rubrica “Sin bajar la mirada” su Globalproject.info abbiamo seguito fin dall’ottobre di due anni fa il percorso dell’EZLN e del CNI, cercando di approfondire le ragioni, le motivazioni, i pro e i contro di una scelta definita dallo stesso SupGaleano “assurda”.

Tutti i sondaggi danno in netto vantaggio Andrés Manuel Lopez Obrador (al terzo tentativo di diventare presidente dopo le due sconfitte del 2006 e del 2012 causa brogli degli avversari). Il portavoce di MORENA (Movimiento de Regeneración Nacional) questa volta dovrebbe farcela, a meno di incredibili ma non improbabili recuperi miracolosi dei candidati avversari. La linea politica di AMLO è molto dibattuta in Messico, soprattutto in questi ultimi mesi in cui ha metaforicamente virato verso il centro, con alleanze a dir poco discutibili; parte dei movimenti non lo appoggia ma forse è l’unica speranza per il paese che si arrivi alla fine di questa spirale di violenza, morte e sparizioni forzate.

Per raccontare questo momento da vicino, l’associazione Ya basta! Êdî bese! ha organizzato nel mese di luglio il viaggio “La voz de los de abajo”: il viaggio attraverserà le giornate post elettorali, raccontando le reazioni della società civile e dei movimenti, cercando di dare voce a chi durante questo periodo elettorale si sente escluso, ma non per questo ha smesso di costruire percorsi di lotta e ad opporsi a un sistema brutale creando forme alternative di vivere.


Ne discutiamo con:

Christian Peverieri (associazione Ya basta! Êdî bese!), Camilla Camilli (associazione Ya basta! Êdî bese! in diretta dal Messico), Enrico “Carota” Roberto (Lo Stato sociale, Garrincha loves Chiapas)



Ogni giorno dalle 19 alle 20 appuntamenti in diretta con Radio Sherwood e TG Sherwood

 
 

Sherwood Social:

Facebook: festival.sherwood

Instagram: Sherwood_Festival

Twitter: @SherwoodPadova

Youtube: sherwoodweb

Spotify: http://bit.ly/SHFSpotify


Le foto del festival le trovate su sherwoodfoto


Infoline:

Chiama al 335.1237814 (Risponde dalle ore 13:00 alle 18:00)


Per info sulle prevendite: 
ticket@sherwood.it


Per info generali: 
info@sherwood.it

 
 
 

Commenti

Per inserire un commento devi effettuare il login utilizzando il modulo in alto a destra.

Sei nuovo? Registrati subito utilizzando il modulo di iscrizione che trovi qui.

CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...