Password dimenticata?

Nu Italian Soul, la nuova onda del pop italiano

Vi portiamo alla scoperta della novità musicale più fresca del momento

21Luglio2020

Oggi parliamo di un nuovo sound che sta iniziando a farsi vedere nella scena italiana. Dopo itpop, trap colorata e fenomeni vari, forse questa è la volta del primo genere veramente particolare, dove immediatezza e qualità convivono senza fare a botte l'un con l'altro.

Il Nu Italian Soul si candida decisamente a divenire il vostro genere, o meglio Mood Musicale di questa strana estate 2020. Sonorità levigate, pettinate ma per niente fighette, anzi, piene di cuore, passione, sentimenti, carne, pulsioni e anche riflessioni liriche sul vissuto. Ce ne sta di tutto e per tutti. Questa nuova onda è una Sensazione, possiamo dirlo chiaramente.

Ma come nasce? Indietro nel tempo: siamo ad inizio 2010 è la musica pop italiana si trova in stato comatoso, i soliti quattro nomi devono fare tour in comunella per riempire le venue, i talent producono gente che finita la giostra vende meno dei quadri alla tv del pomeriggio e nuovi nomi, facenti parti della scena indie ma che già di per sé fanno pop, vengono fuori cambiando le regole del mainstream italiano. Calcutta, Cani, Giornalisti ecc...

Questo aggiorna il modo di ascoltare musica melodica, cantata, d’amor composta. Il pop nel suo senso più tipico.

Di pari passo i b-boy coi pantaloni bracaloni (cito i Simpson e Krusty) vengono sorpassati a destra dei trapper (Ghali, Sfera, DPG, la scena genovese) che innova il sound rimasto a 10 anni prima (tranne qualche raro caso, vedi zona Dogo) e finalmente il sound urban moderno si materializza anche in Italia come i cerchi nei campi di grano.

Questo permette agli ascoltatori e ancora prima agli artisti di avere una fetta di mercato musicale pronta a recepire un sound che unisce melodia, cantato a sonorità urban, situazione che all'estero era già apparsa venti anni prima… ma noi sappiamo che abbiamo tempi mediterranei. Queste sonorità sono quelle legate all’R’nb e al Nu Soul di D’Angelo e Erykah Badu, solo timidamente apparse con Sottotono e il corista dei Sottotono futuro Tiziano Ferro.

Poi zero. Nel mondo invece prendono scena nomi quali Solange Knowles, Janelle Monáe, Caro Emerald, SZA, 070 Shake, Lizzo, Frank Ocean, The Weeknd (tutti artisti distintisi anche a livello di diritti e impegno tra l’altro, segno che novità musicali e cambiamento sociale vanno ancora di pari passo se vogliono).

Finalmente anche qui arriva una nuova onda freschissima, figlia di un ascolto cambiato dove la scrittura pop è diversa, più legata ad elementi della realtà, e le strumentali hanno pasta urban.

Ma cosa differenzia la via italiana al Nu Soul rispetto al resto? Innanzitutto non vuole essere la definizione di un genere, ma una fotografia sottoforma di playlist di una particolare atmosfera che un gruppo di canzoni riesce a creare; da noi la melodia gioca un ruolo decisamente importante tanto quanto la resa sonora della strumentale, mentre all’estero è il groove d’essa a rimanere centrale.

Il viaggio è guidato da belle voci a tratti funky, a tratti elettroniche, a tratti rap mentre in altri dal sapore anni 80, per finire sul Lofi beat. Vi lasciamo scoprire questo flusso sonoro nella nostra playlist creata ad hoc

Tracklist:

ARASHI - Spiagge adriatiche
Frah Quintale - Amarena
cmqmartina - i wanna be your dancing queen
Violé Blanc - Goodbye
cecilia - Karma
Joan Thiele - Bambina
Lucia Manca - Respirare
Colombre - Crudele
chiello_fsk - Crema di buccia
Venerus - Love Anthem, No. 1
Friz - Babilonia
Subconscio - Notte
Belvedere - In una stanza
Rareș - Pallore
Funk Shui Project - Viaggio funk
Zay And The Brazzorv - Respira (feat. D-Verse)
Sid - ALTA MAREA
Tatum Rush - Chimera
LaHasna - 10 ORE

(Cover a cura di Andrea Liuzza)

 
 

Commenti

Per inserire un commento devi effettuare il login utilizzando il modulo in alto a destra.

Sei nuovo? Registrati subito utilizzando il modulo di iscrizione che trovi qui.

CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...