Con questo bellissimo progetto Claudio Tesser ci porta alla (ri)scoperta dei classici antichi e attuali della storia del pensiero filosofico in un lungo appassionante viaggio dove emergono concetti di valenza universale.

ReadBabyRead_695_Sophia_bis_14

Sophia e l’amore per la sapienza (14)

16 Maggio 2024

Con questo bellissimo progetto Claudio Tesser ci porta alla (ri)scoperta dei classici antichi e attuali della storia del pensiero filosofico in un lungo appassionante viaggio dove emergono concetti di valenza universale.

 

ReadBabyRead #695 del 16 maggio 2024

Sophia e l’amore per la sapienza

Selezione di brani da opere della storia del pensiero filosofico
a cura di Claudio Tesser


Il Sutra del cuore
Il sermone del fuoco
Elargizione della grazia
Inno della creazione
Mandukya Upanishad
Isa Upanishad
Vangelo di Giovanni: Prologo; La testimonianza di Giovanni; Le nozze di Cana
Eraclito: Il divenire; L’anima umana e la sua profondità; L’unità e il contrasto degli opposti; Lògos, saggezza, ignoranza 
Plotino: Il bello
Solone: La giustizia e l’ordine della pólis
Vitruvio: Regole e simmetria in architettura
Esiodo: La nascita del cosmo
Parmenide: Il proemio del poema sulla natura; Gli attributi dell’essere
Platone: La lettera VII: Politica e filosofia; La teoria classica delle idee; L’allegoria della caverna
Rainer Maria Rilke: Il libro d’ore
Giorgio Colli: La follia è la fonte della sapienza

[RIPROPOSTA]

(14a e ultima parte)



per info su F. Ventimiglia e C. Tesser:

Sito web
Lettura e altri crimini

ReadBabyRead podcast su iTunes

iTunes podcast


ReadBabyRead podcast su Spotify

Spotify podcast

voce: Francesco Ventimiglia



Sophia e l’amore per la sapienza

Una volta, si dice, c’erano le Pizie e le Erinni, i saggi e i sapienti e gli oracoli, poi, il logos da misterioso e aleatorio è diventato accogliente di ragione e di linguaggi mentre gli dei cominciarono e nascondersi e poi a andarsene assieme ai loro ambasciatori e interpreti; qualcuno scomparve del tutto altri si rifugiarono in grotte sempre più profonde e inaccessibili, nelle nubi delle altissime vette, nei fiumi e nelle foreste misteriose, nei sotterranei  e nei silenziosi deserti.

Allora gli uomini si struggevano d’amore per la sapienza, lontana, allontanata e cantata dai poemi. Le menti migliori di ogni generazione si impegnarono nel corteggiamento portando doni e sistemi  e voli di ingegno, mazzi di fiori e castelli in aria. I secoli trascorrono lenti, tragici e generosi e uomini audaci di spirito e pensiero avvezzi alle lotte silenziose coi demoni  continuavano a mettersi nel grande gioco e accumulavano i mattoni per costruire archi e volte e torri vertiginose di quell’edificio multiforme che è la filosofia, il pensiero filosofico. 

Lungo tutti i tempi attuali, trascorsi o lontanissimi Sophia spesso ha fatto capolino accanto, dentro o sotto l’epopea gloriosa del pensiero e del linguaggio. L’uomo si è specchiato in vari specchi e pozzi e pozzanghere perfino nella mota dell’autocrazia  e della dittatura, l’uomo suo malgrado ha danzato, ha corso a perdifiato e si è rinchiuso in torri d’avorio e palazzi indecenti, l’uomo ha molto pensato, la sapienza si è molto nascosta pur essendo anche ovunque e rivelandosi ai cuori e ai cervelli che sapessero coglierla e accoglierla. 

Una volta si dice che veggenti e sapienti (veri) consigliassero i potenti (spesso ci rimettevano la vita come pure i primi filosofi che erano veri e propri guerrieri) e ora dove li mandiamo i potenti, che non hanno neppure orecchie, da chi? Una mezza idea ci sarebbe…

Così abbiamo pensato di dedicare un numero imprecisato di puntate e in modo non proprio ebdomadario a Sophia e Filosofia giusto per il gusto di ritrovare vecchie compagnie e tanti stimoli. Non abbiamo un piano preciso né una scaletta da anticiparvi; senz’altro cominceremo con gli antichi ma non è detto che non ritornino anche in seguito o che i contemporanei nel frattempo non facciano capolino anche perché il filo che seguiamo può essere un tenue richiamo personale, un po’ nascosto… 

Come apparirà dall’ascolto la filosofia strettamente detta è soprattutto un affaire occidentale mentre la sapienza scaturisce da ogni dove e in ogni luogo e in particolare quando prende le tinte del misticismo tende ad accomunarsi e divenire un tutto folgorante. Parafrasando la celebre frase del libro di Ermete Trismegisto “La tavola di smeraldo” (attribuito a un sapiente dell’antico Egitto ma in realtà frutto del pieno medioevo, ma si sa, l’antico ha sempre autorevolezza e appeal) “ciò che sta in alto sta anche in basso” potremmo dire che tutti gli uomini sono un solo uomo.

Buon ascolto

Claudio Tesser
Francesco Ventimiglia

P.S.: ci scusiamo per l’approssimazione delle pronunce antiche e straniere per le quali abbiamo adottato dei compromessi che ci sembravano accettabili.


Le Musiche, scelte da Claudio Tesser

Soto Zen SchoolHannya Shingyo
Tony ScottThe Murmuring Sound Of The Mountain Stream [Tony Scott/Shinichi Yuize]
Tony ScottAfter The Snow The Fragrance [Tony Scott/Shinichi Yuize]
Matana RobertsAll Is Written [Matana Roberts]
Matana RobertsThe Good Book Says [Matana Roberts]
Matana RobertsClothed to the Land, Worn by the Sea [Matana Roberts]
Matana RobertsAlways Say Your Name [Matana Roberts]
Matana RobertsNema, Nema, Nema [Matana Roberts]
OMAddis [Al Cisneros, Chris Hakius/Al Cisneros, Emil Amos]
OMPilgrimage [Al Cisneros, Chris Hakius]
OMHaqq al-Yaqin [Al Cisneros, Chris Hakius/Al Cisneros, Emil Amos]
John ColtraneIndia [John Coltrane]
John ColtraneAcknowledgement [John Coltrane]
Ras Michael & The Sons Of NegusRun Come Really [Ras Michael]
Jon HassellCharm (Over 'Burundi Cloud') [Jon Hassell]
Brian EnoNeroli  [Brian Eno]
Pink FloydWish You Were Here [David Gilmour]
Kamasi WashingtonSeven Prayers [Kamasi Washington]
James BlakeTimeless [James Blake]
Brad MehldauParanoid Android [Radiohead]
RadioheadCodex [Radiohead]
RadioheadFeral [Radiohead]
David BowieBlackstar [David Bowie]
Charlemagne PalestineStrumming Music [Charlemagne Palestine]
Frank ZappaLittle Umbrellas [Frank Zappa]
Ella Fitzgerald & Louis ArmstrongSummertime [DuBose Heyward-Ira Gershwin-George Gershwin]
Chor Des Norddeutschen Rundfunks, Helmut FranzLux Aeterna [György Ligeti]
Gerd ZacherOrgan Study #1, "Harmonies" [György Ligeti]
Leonard CohenTreaty [Leonard Cohen]
Led Zeppelin, Dazed and confused [Jack Holmes]
Grateful Dead, Dark star [Hunter/Garcia]
Brad Mehldau, Moon river [Mercer/Mancini]
Thelonius Monk, Crepuscule with Nellie [Thelonius Monk]
Thelonius Monk, 'Round Midnight [Thelonius Monk]
Thelonius Monk, Pannonica [Thelonius Monk]
Brad Mehldau, Someone to Watch Over Me [Ira Gershwin/George Gershwin]
Brad Mehldau & Renée Fleming, Your First Word Was "Light" [Mehldau/Rilke]
The Jimi Hendrix Experience, Wodoo Chile [James Marshall Hendrix]
Kamasi Washington, Claire de Lune [Claude Debussy]

 
 

Copertina:
Carmelo Bene legge brani da “La sapienza greca” di Giorgio Colli. Il video è tratto dal filmato "Modi di vivere - Giorgio Colli: una conoscenza per cambiare la vita", realizzato nel 1980 per RAI 2 da Mauro Misul, per la regia di Marco Colli.

 
 

    audio

loading... loading...