<![CDATA[lineup-main-stage-venice-sherwood-festival-2013 | Sherwood - La migliore alternativa]]> https://www.sherwood.it/tags/1230/lineup-main-stage-venice-sherwood-festival-2013/articles/1 <![CDATA[Jammarea e Terabona]]>

Domenica 25 agosto 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (VE)

Jammarea (Pizzica/Taranta)

e

Terabona

1 € può bastare

Jammarea - Pizzica/Taranta

Gli Jammarea nascono una sera dell’estate 2010 tra le calli e i campi di Venezia con l’incontro tra Davide Sodero (chitarra) e Davide Gagliardi (tamburello), i quali quasi per gioco, iniziano a suonare brani di pizzica, coinvolgendo nella danza sempre più persone.

Subito dopo vengono coinvolti anche i chitarristi Elio Colamatteo, il quale già componeva con Davide Sodero musiche per un altro progetto, e Marco Bassi, libero pensatore giudecchino, partecipi entrambi ai sepoina groove in Giudecca e inoltre il tamburellista salentino purosangue Giorgio Vincenti.

Insieme con il nome “Mizzica non solo Sud” per affrontare il primo concerto alla giornata “Venezia non ha paura” in campo San Giacomo da l’Orio il 10 settembre, la settimana dopo con il virtuoso Victor Nebbiolo di Castri (violino) e la creativa Silvia Galluccio (voce) tre giorni di concerti al Festival delle Arti Giudecca-Sacca Fisola. Il nome definitivo del gruppo Jammarea esce in gennaio 2011. In marzo si aggiungono poi il maestro Duccio Recia De Rossi (tromba) e Patrizia Riccio Veclani (basso).
Da qui comincia l'avventura: 40 concerti in 9 mesi per strade e campi, locali e teatri, scuole e circoli, matrimoni e feste varie.

Il progetto nasce dalla riscoperta e interpretazione di brani della tradizione del Sud dai quali prendono suggestioni ed arrangiamenti per la creazione dei loro brani in uno stile originale.
Il gruppo ha base nelll’isola della Giudecca dove trova terreno fertile per la propria evoluzione musicale grazie all’indipendente fermento culturale presente.

Terabona

I Terabona salpano da Venezia e navigano per il Mediterraneo, alla riscoperta dei suoi ritmi e dei suoi canti... danzate o briganti,tarantate e ninette!!!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Gli Sportivi e Elli De Mon]]>

Venerdì 23 agosto 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (VE)

Gli Sportivi

Open act:

Elli De Mon (onegirlband)

1 € può bastare


Aftershow (Secon stage)

Dj set Ciuffo Kid (Rock)

Lorenzo Petri (chitarra e voce) e Nicola Zanetti (batteria) sono Gli Sportivi.
Il loro traguardo è quello di spingere al massimo il rock’n roll ed il blues minimale in un’atmosfera densa di energia positiva, canzoni d’amore che puzzano di vecchi Fender, adrenalina, voci sature e suoni vintage.

Da qualche tempo il duo si esibisce ai party più cool d’Italia offrendo un live carico di energia travolgente e di passione che fa tornare indietro nel tempo.
Registrano i loro pezzi in analogico, ed incidono il loro primo singolo “Gimme Gimme Your Hand” su un 7” rosso fiammante, una scelta nata dalla volontà di mantenere sonorità d’altri tempi, ma spinte fino al limite.

A Novembre 2012 esce il primo album “Black Sheep” per FLUE records.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Trash de Dia]]>

Sabato 31 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano (Porta Gialla)
Mestre (VE)

Trash de Dia

Il gran finale del Venice Sherwood Festival 

Bancarella del Terrone (Napoli)

In Trash we trust

DJ set '60, '70, '80, '90

Open act:

De Ranghen (Trento/Schio)

1 € può bastare


Bancarella del Terrone:

Dalla Disco music anni Settanta/Ottanta passando per le sigle dei cartoni animati giapponesi costellati da uomini coi capelli blu ed eroine in tutine di lycra che ci hanno fatto sognare. Attraversando il variopinto panorama musicale partenopeo fino alle nostalgiche melodie delle indimenticabili perle di saggezza della musica italiana degli anni Settanta. Immergendo mani e pensieri nei capelli cotonati delle icone e delle meteore che hanno fatto indimenticabili gli anni Novanta.
La Bancarella del Terrone è una crew partenopea che si fa portatrice sana di fenomeni musicali di ieri e di oggi, passando per la rete web o per le reti private del tubo catodico. Per ascoltare l’inascoltabile in libertà e senza pregiudizi da finti intellettuali, perché in fondo siamo tutti gente ‘e munnezza! Trash, diciamo.
Bancarella del Terrone, orgogliosamente partenopei, orgogliosamente meridionali.

De Ranghen:

De Ranghen nasce dalla volontà e detreminazione di esaltare lo slogan come forma nuova e divertente di dissenso e sfogo … musicazione di cori da corteo e da stadio, intervallati da stacchetti teatral-musicali.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Il Management del dolore post-operatorio]]>

Sabato 24 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano - Porta Gialla
Mestre (Ve)

Il Management del dolore post-operatorio

Aftershow

Momo DJ

1 € può bastare

Management del dolore post-operatorio

I poeti maledetti? bleah!
La finta rabbia, la finta bava, la finta sbornia, le finte frecce.
Tutto finto o tutto vero, chi si conforma pure dall'altro lato, quello alternativo, per sembrare più alternativo.
La risposta a tutto questo è
Il Management del dolore post-operatorio
la soluzione all'inconveniente di essere nati .
Nati in questo mare di mezzibusti scolpiti per questo o quest'altro mito inventato dall'industria del cinema americano.

I quattro da Lanciano (CH), una piangente cittadina medievale,
hanno indossato le vesti del giullare
per ridere e sputare!

Si fracassano in un incidente d'auto, fanno due conti con il dolore e l'inefficienza degli ospedali italiani e si rendono conto, semmai non fosse abbastanza, che così non va, che si sono stancati.

Ma lo sbuffo più grande, più totale, il più annoiato "AUFF!!" del loro disco d'esordio che li ha portati a suonare in tutt’Italia - compreso Berlino e lo Sziget festival di Budapest - è diretto verso di loro= Questi maledetti, che siano maledetti!
Prima di produrre il disco con MArteLabel hanno vinto numerosi premi: Italia Wave, Primo Maggio Tutto l’Anno, Il Rock è Tratto, UPLOAD di Bolzano, alla cui direzione c'è il Sig. Cristiano Godano dei Marlene.

Nel 2010 vincono il “Premio produzione al festival MArteLive ” ed entrano quindi nel roster dell'etichetta MArteLabel. L’anno seguente inizieranno le registrazioni del primo album sotto la direzione artistica di Manuele MAX STIRNER Fusaroli, ed ora, sono disposti a disboscare le montagne, con il taglio della mano.

Luca Romagnoli (voce), Marco Di Nardo (chitarra), Luca Di Bucchianico (basso) e Nicola Ceroli (batteria)

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Aldo Tagliapietra “40° Anniversario live 1973-2013”]]>

Lunedì 26 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (Ve)

Aldo Tagliapietra

"40° Anniversario live 1973-2013"

1 € può bastare

Aldo Tagliapietra, ex leader del gruppo veneziano Le Orme, presentazione del nuovo album dal titolo: "L'angelo rinchiuso"; data di uscita: 3 settembre 2013.

“40° Anniversario live 1973-2013” è stato allestito per la celebrazione del quarantennale dell'album più famoso delle Orme divenuto un capolavoro della storia del prog italiano: "Felona e Sorona" appunto uscito in Italia nel 1973. Sul palco - accompagnato dalla sua band di musicisti - Aldo Tagliapietra esegue il concept inedito dal titolo “L’angelo rinchiuso” scritto in occasione di questo anniversario e la versione integrale e originale di “Felona Sorona”.

Lo spettacolo, che si è svolto in anteprima il 12 giugno scorso, durante la serata conclusiva del Fasano Jazz Festival e che ha visto la partecipazione straordinaria di David Jackson, ha avuto un ottimo riscontro di pubblico.

Aldo Tagliapietra festeggia quest’anno un importante traguardo, i 50 anni di carriera. Nel 1963 infatti vinse il primo Concorso per cantautori a Venezia. Quale migliore occasione per omaggiare lui, artista di prim'ordine veneziano, e la sua carriera musicale.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Wora Wora Washington]]>

Venerdì 9 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (Ve)

Wora Wora Washington
Noise machines, space machines, showers of synths, a hail of drums come round u-bends.

Open Act

AUTUMN'S RAIN

AUTUMN'S RAIN

Aftershow:

Dj Checco Merdez

1 € può bastare

Al 2008 sono entrambi impegnati in diversi progetti musicali, ma capiscono che manca loro qualcosa che viene disperso. Insieme decidono di abbandonare tutto il resto e ripartire e concentrare le loro idee utilizzando l’elettro come nuova musa ispiratrice: un pianeta fatto di migliaia di note, frequenze, forme d'onda, da capire, domare, conoscere, comprendere, miscelare ed emettere.

Per ricercare i suoni che ronzano loro in testa, i due raccolgono insieme strumenti vintage a macchine di ultima generazione. Costruiscono pedalini ed effetti nuovi; distruggono per poi ricomporre i loro stessi strumenti: un esempio tra gli altri è la stupenda batteria segata, levigata, ricomposta e poi triggerata il cui suono sbalordisce ogni sound-engineer perché miracolosamente “pompa un casino!!”.

In una manciata di settimane compongono sei pezzi che registrano e mixano self-made. Iniziano a collaborare con la Music-Poetess Giulia Galvan. Gli Wora vengono ulteriormente spinti da nuove ispirazioni ad interpretano i suoi racconti raffinati.

Con il 2009 viene incasellata l’ultima delle tessere del mosaico, Matteo Scarpa. Con lui il progetto non solo si arricchisce di tonalità new wave e noise, ma diventa definitivamente bilanciato l’equilibrio elettrico-melodico. La formazione è completa: Basso, Chitarra, Batteria, GrooveBox, Digital&Analog Synth, due voci e molto sudore salgono sul palco dei Wora Wora Washington; i tre esplodono l’energia inglobata nei loro pezzi e fanno saltare il loro nuovo pubblico.

Nel 2009 gli Wora suonano sul Main-Stage dell’Italia Wave Love Festival e poco dopo pubblicano il loro primo lavoro, “Techno Lovers”, che riscuote un ottimo successo tra pubblico e critica (“uno dei migliori dischi di electro-indie-rock usciti negli ultimi tempi”, Emanuele Salvini, Rockerilla).

Seguono due anni intensi, un centinaio di concerti tra Italia e Germania, tre videoclip, l’invito a festival importanti, supporter a band del calibro dei Who made Who, Wire e Killing Joke.

La critica si dimostra sempre più impressionata, gli addetti ai lavori sempre più interessati; crescono di numero i loro fan che ai loro concerti vanno per ballare, saltare, per muovere il culo a ritmo di beat&music e sempre con gli occhi incollati al palco.

Nel 2011 concedono le loro tracce per la creazione di remix. Una fruttifera e divertente collaborazione con alcuni appassionati dj, che viene pubblicata in free download sul loro Soundcloud e che si balla in pista.

Fine 2011. Giunge il momento per il lavoro ad un nuovo progetto, “Radical Bending”; gli Wora Wora Washington scalciano e prendono la loro nuova radicale posizione. “Radical Bending” è inteso come il cambiamento radicale e super-ammiccante: l’ esplosione che viene convogliata in una curva improvvisa, in un effetto di glissando, trasformando joule in decibel, energia shiftata in una potente carezza melodica.

Aprile 2012 - Esce “Radical Bending”. Come il precedente album gli Wora lavorano sulla ricerca del suono perfetto, stavolta elevando il tasso di battiti e melodie con nuovi software e macchine sempre più complesse e interconnesse. Macchine del rumore, macchine spaziali, piogge di synth e grandinate di drum machine pavimentano le otto curve mozzafiato del disco, le otto tracce e le otto storie raccontate. Gli Wora Wora Washington ampliano così a 360° gradi il cromatismo utilizzato per colorare la loro musica: propongono brani dove ampi respiri e passi di danza sincopati si inseguono, si raggiungono, si fondono, con naturalezza, senza alcun forzato esercizio di stile. Sono in tre ma sembrano in dieci.

Ascoltarlo ad un volume basso è impossibile. “Radical Bending” è musica dedicata a chi crede ancora che esista del “nuovo” e che ci si possa ancora far trasportare a occhi apertissimi dalle emozioni. Si parte diritti lungo il percorso di un pentagramma per ritrovarsi frastornati e divertiti ad una nota più alta all’arrivo.

Info AUTUMN'S RAIN:

Gli AUTUMN'S RAIN nascono nel 2004 a Venezia formati da i fratelli Andrea e Luca e dall'amico Daniele. La band non ama etichettare la propria musica, se vogliamo definirla per genere possiamo dire rock. Dopo esibizioni nei posti più disparati, dopo gioie e delusioni cominciano a muoversi verso la vasta realtà musicale cercando di apprendere il più possibile da tutto e tutti, facendo tesoro di ogni esperienza. Il loro scopo primario è far conoscere la loro musica al maggior numero di persone, il resto è secondario.

Nel 2009 gli Autumn's Rain festeggiano il superamento della soglia dei 110 concerti suonati in tutto il TriVeneto e non è finita qui, registrano un demo/EP di 6 pezzi con Davide Perucchini (fonico dei Verdena).
Nel Gennaio 2012 è uscito il loro primo disco distribuito da Go Down Records in italia, all'estero e nella piattaforme digitali assieme al video-clip del primo singolo "Too loud"; seguito da un Tour promozionale nel nord Italia. La band si trova attualmente impegnata alle registrazioni del nuovo album con la nuova formazione che vede Gianluca Favero al Basso.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Go Down Festival]]>

Mercoledì 7 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (Ve)

Go Down Festival

On stage:

The Fastback 
(21.00-21.30)

Underdogs(21.45-22.15)

Glincolti(22.30-23.10)

OJM (23.25-00.15)

1 € può bastare

Per l'occasione tutti i cd go down a 5 euro e vinili a 10 euro

OJM

Gli OJM sono dal 1997 una delle band stoner/rock'n'roll più amate e conosciute d'Italia, con alle spalle una lunghissima serie di concerti sia in Italia che all'estero, e collaborazioni d'eccellenza: Paul Chain, Brant Bjork, Michael Davis, Dave Catching. Nascono come stoner rock band dalle sfumature molto personali e concretizzano il loro sound nei primi due album Extended Playing & Heavy.

Nel 2003 il loro sound vira in sonorità più rock'n'roll e garage; pubblicano lo split con gli inglesi Gorilla e "sfornano" una album più leggero: The Light Album edito per Go down Records.

Nel 2004 cambiano formazione, collaborano con Brant Bjork incidendo il 7" I got time, e presto trovano un produttore d'eccezione: Micheal Davis dei MC5 con il quale registrano Under the Tunder. Dopo due anni passati sui palchi italiani e esteri immortalano il lungo Under the Thunder Tour in un disco live: "Live in France", seguito da un breve tour chiamato OJM & Eeviac Rock Show. Nel 2009 cambiano nuovamente formazione e registrano "Volcano" con alla produzione e al mixaggio Dave Catching, album che esce nel 2010 seguito da un lungo tour terminato nel 2012.

GLINCOLTI

Glincolti, indigeni locali veneti, da un paio d'anni compiono scorribande musicali sul territorio nazionale.
Nati nel 2008 per divertimento dall'amicizia tra il chitarrista Alessandro Tedesco (ex OJM) e il batterista Roberts Colbertaldo, per strada raccolgono un bassista, Andrea Zardo, e un altro chitarrista, Federico "Jek" Iacono, con l'intento di terrorizzare nuovi audioascoltatori e videoamatori.

La band si distingue fin da subito per l'assenza della parte vocale, sostituita da spezzoni strumentali carichi di espressività capaci di sostituire la stessa.
Registrano quindi nella primavera 2009 in primo album, "Visti & Imprevisti" autoprodotto e distribuito dalla Go Down Records, caratterizzato da chitarre taglienti e riff settanteschi arricchiti dalla potente ma raffinata sezione ritmica lasciando molto spazio all'improvvisazione.

Dopo quasi 2 anni di tour e stagioni concertistiche alla fine del 2010 viene pescato il quinto elemento, Alessandro Brunetta (sassofoni,clarinetto,armonica a bocca e tastiere) detto "Bruno", polistrumentista amante del rhythm and blues e del progressive rock capace di dare un tocco più "nero" alla band.

All'inizio del 2012 viene registrato il secondo album intitolato semplicemente "Glincolti" che vede la presenza di Enrico Gabrielli (Calibro 35, Mariposa, Afterhours) al flauto traverso, organo, clarinetto basso e percussioni.

UNDERDOGS

UNDERDOGS

Potente e versatile trio marchiato "desert rock" che già si è fatto apprezzare in tutta Italia e all'estero dal 2005 ad oggi grazie a live intensi e granitici come pochi altri sanno fare, e che li ha visti spalla di band internazionali del calibro di Nebula, Josiah, Colour Haze, OJM, The Answer, Brant Bjork; headliner di eventi e festival rock tematici come Pietra Sonica, Rock&Doc, Sweet Leaf Music Fest, MAXIMUM FESTIVAL, e presenti in compilation sulla scena underground italiana come "The heavy psych italian sounds" e "Desert Sound".

Attualmente in tour per supportare l'ultimo disco Revolution Love (per la GoDownRecords), seguito ufficiale del fortunato esordio "Ready to burn" , a cui era seguito "Dogs Without Plugs", riuscitissimo E.p. di 7 tracce totalmente unplugged autoprodotto e distribuito gratuitamente per in fan in free download.

Revolution Love è un disco intenso e variegato, che pur mantenendo l'amore per lo stoner kyussiano degli esordi inserisce nuovi spunti melodici di derivazione grunge e alcune ritmiche "speedy" rubate al punk e al noise (tanto caro ai 'dogs da tempi non sospetti..), brani molto più "underdogsiani" insomma, ma senza lasciare a bocca asciutta gli amanti del FUZZ, ancora presente a tonnellate!!
Nuovo disco e nuova line-up (alla batteria Alberto "TREVI" Trevisan, nuovo rullo compressore), gli Underdogs sono rientrati in pista per ripartire furiosi, bruciarvi in partenza, farvi assaggiare nuova polvere!!

THE FASTBACK

The Fastback

Siamo i THE FASTBACK, band veneziana nata nel 2010.

La band è formata da quattro elementi: Lello voce e chitarra ritmica, Kele chitarra solista, Mav17 basso e Cipo alla batteria.

Proponiamo un hard rock di matrice punk che prende ispirazione da band come i THE MISFITS, SOCIAL DISTORTION e HELLACOPTERS tanto per citarne alcune. I testi delle nostre canzoni prendono per lo più spunto dalle trame di vecchi horror cult movie degli anni 70 e 80 e con la musica cerchiamo di ricrearne le atmosfere. La band ha già pubblicato un E.P. "Thunderized" nel dicembre del 2010 che ci ha dato la possibilità di esibirci dal vivo in praticamente tutti i locali rock del veneto e non solo. A febbraio 2013 è invece stato pubblicato ufficialmente il nostro primo full lenght intitolato "Nero 3:33" che con l'appoggio della GODOWN RECORDS verrà distribuito anche oltreconfine.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Orchestra Jazz del Veneto]]>

Giovedì 29 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano - Porta Gialla
Mestre (Ve)

Orchestra Jazz del Veneto

1 € può bastare

Inizio spettacolo ore 21.30
Apertura cancelli ore 19.00

Maurizio Camardi: direttore

Pietro Tonolo: sax soprano e tenore
Michele Polga: sax contralto
Ettore Martin: sax tenore e arrangiamenti
Giovanni Masiero: sax baritono

Gastone Bortoloso: tromba
Gianluca Carollo: tromba e flicorno
Beppe Calamosca: trombone e fisarmonica
Luca Moresco: trombone basso

Marco Ponchiroli: pianoforte
Michele Calgaro: chitarra
Marco Privato: contrabbasso
Tommaso Cappellato: batteria

Presentazione
Il progetto di costituzione di un'orchestra stabile di jazz della Regione Veneto nasce dall'idea di Maurizio Camardi – presidente e socio fondatore della Scuola di Musica “Gershwin” di Padova nonchè direttore musicale della Gershwin Jazz Orchestra e della European Music Orchestra - di riunire in un organico stabile i più importanti musicisti jazz dell'area veneta coinvolgendo all'incirca una trentina di artisti che poi si esibiranno in organici differenti a seconda dei vari repertori con l'obiettivo di diffondere il movimento jazzistico veneto e i suoi artisti più rappresentativi su tutto il territorio nazionale e anche all'estero.

La volontà di costituire un'orchestra stabile di jazz parte da alcune considerazioni fondamentali.

Innanzitutto l'interesse crescente intorno alla musica jazz con il movimento jazzistico italiano, e veneto in particolare, che mai come in questo periodo hanno raggiunto risultati importanti sia in termini di produzione musicale dei nostri artisti (alcuni dei quali molto richiesti anche all'estero) sia in termini di gradimento del pubblico con rassegne e festival jazz che registrano ottimi risultati di presenze.

In secondo luogo la particolare attrattività della musica jazz che, come forse nessun altro genere musicale, è in grado di catturare l'interesse di un pubblico molto vasto ed eterogeneo e di trovare spazio in programmazioni molto differenti: dai piccoli club ai grandi teatri, dai musei ai giardini estivi, dai piccoli chiostri alle grandi piazze. Indubbiamente negli ultimi anni è cresciuto il numero di rassegne e festival jazz e da questo punto di vista il Veneto rappresenta una realtà molto vivace nel panorama nazionale.

Il progetto ha il Patrocinio e il Contributo della Regione Veneto.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Groove studio Night #2: Captain Mantell & more]]>

Mercoledì 31 Luglio 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (Ve)

Groove studio Night #2

1 € può bastare

Il Groove studio di Casale sul Sile (TV) continua a festeggiare i 10 anni di Rock 'N Roll  presentando la creme dei gruppi peggiori della sala prove.
Se ti piace la buona musica... stai a casa!

ON STAGE

Captain Mantell

Nella nuova versione rock 'n roll per la prima volta con il sax di ZAGS!
www.captainmantell.com

Vetro

Vetro

Il vero scabroso hc di Venezia
facebook.com/vetrohc

Hobos

Hobos

Homeless trash
facebook.com/hobosband

Svertexx

Svertexx

I divi dell' hard (porno)-rock
facebook.com/Svertexx

Cagnara

Cagnara

Musica scadente per animali e oggetti
facebook.com/cagnaraband

A seguire in Second stage

Dj Set Ciuffo

in collaborazione con ZERO PARE
facebook.com/zeropare

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Daft Punk Celebration Night]]>

Sabato 17 agosto 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (Ve)

ore 21.30

Daft Punk

Celebration Night

Dj/live performance feat Duft Punk's &

friends' discografy

Set by: PutanoHoffman

1 € può bastare


2013, l'anno dei Daft Punk. Il duo francese, cult assoluto per djs-produttori-pubblico, é stato capace di ridefinire disco dopo disco il concetto di elettronica e club culture, spaziando dall'italo disco al funk, dall'electro alla IDM, dalla techno al french touch da primato.

"Random Access Memories", il loro ultimo lavoro, in pochi mesi ha polverizzato ogni record di vendita, downloads e ascolti. Un ritorno trionfale, zeppo di collaborazioni (Pharrel Williams, Giorgio Moroder, Panda Bear degli Animal Collective, Julian Casablancas degli Strokes, Nile Rodgers), già entrato fra le pietre miliari del decennio.

In un Dj/Live set da 2 ore e mezza curato da Putano Hoffman ripercorreremo tutte le tappe della discografia dei Daft inframezzate dai pezzi degli artisti che li hanno ispirati (Chic, Kraftwerk etc), per cui sono stati ispirazione (Justice, Soulwax etc) e da tutti i produttori amici (Chemical Brothers, Mr Oizo, FatBoy Slim, Prodigy, Kanye West etc).

Una vera e propria Celebration Night in onore dei DAFT PUNK e di tutti gli dei dell'Olimpo elettronico.
Lose Yourself To Dance

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Offlaga Disco Pax]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/festival.sherwood
www.facebook.com/sherwood.it

Twitter: @SherwoodPadova

Google +



Venerdì 26 Luglio 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Area Pattinodromo - Mestre (Ve)
#sherwood13


Offlaga Disco Pax




1 € può bastare
Apertura cancelli ore 19.00

After Show:
Dj set The Mojo's



Informazioni sulla band:


Offlaga Disco Pax è un collettivo neosensibilista formatosi nell'anno dispari 2003 composto da Enrico Fontanelli (basso, elettrotecniche, premeditazioni grafiche, pensiero debole), Daniele Carretti (chitarre, basso, piano, mutuo quinquennale) e Max Collini (voce, testi, ideologia a bassa intensità).

Nonostante una leggenda metropolitana li collochi nella vicina Cavriago gli ODP sono in realtà tutti e tre di Reggio Emilia. Il trio si caratterizza fin da subito per le sonorità che uniscono l’elettronica analogica a basso e chitarre, sonorità accompagnate da testi in italiano declamati anziché cantati in modo classico.

Narrazioni vere o verosimili dall’ambientazione molto identitaria, sia dal punto di vista territoriale che ideologico. La formula, semplice quanto peculiare, ha inaspettatamente portato a una rapida affermazione del gruppo sulla scena non solo indipendente.
Dopo avere vinto da perfetti sconosciuti l'edizione 2004 del Rock Contest di Firenze, storica manifestazione organizzata dall’emittente toscana Controradio, nel marzo 2005 hanno dato alle stampe il loro fiero comizio di esordio: Socialismo Tascabile (Prove Tecniche di Trasmissione), uscito per Santeria/Audioglobe.
Infinito il tour che ne è seguito (160 concerti in venti mesi), oltre diecimila (!) le copie vendute fino ad oggi e molti i riconoscimenti ottenuti: miglior gruppo indipendente per il MEI 2005, Premio Piero Ciampi per il miglior disco d’esordio 2005, Premio “Fuori dal Mucchio” sempre come migliore esordio 2005. Il video di “Robespierre” ha vinto il premio Fandango come miglior Video Indipendente e il Premio Video Italiano come miglior video del 2005 e per MTV Italia sono stati “Best New Act 2005”.


Dopo la pubblicazione gli Offlaga Disco Pax hanno iniziato a lavorare al loro secondo album, “Bachelite”, uscito nei negozi nel febbraio 2008 ancora per Santeria - Audioglobe. L’album Bachelite (Santeria/Audioglobe) ha dalla sua uscita superato le seimila copie vendute, è stato stampato anche in vinile su doppio LP curato da Unhip records, ha generato due video (Ventrale e Onomastica), l’ Onomastica Ep (12” Santeria/Audioglobe, disponibile solo in vinile), un documentario sulla sua gestazione (“OfflagaDiscoPax” di Pierr Nosari uscito nel 2010 anche in DVD) ed è stato accompagnato da oltre 40.000 (quarantamila) presenze ai concerti, presenze che testimoniano il grande seguito che il gruppo di Reggio Emilia si è conquistato nel corso della sua breve storia.

Il tour di Bachelite si è concluso a novembre 2009 alla soglia dei cento concerti con cinque esibizioni in alcuni dei più grandi Centri Sociali Occupati italiani. Il tour, che era iniziato nel febbraio 2008, ha portato gli ODP in ogni dove, dal piccolo circolo alla grande arena e ha riservato diverse sorprese. Tra queste una decina di concerti accompagnati dal trio d’archi parigino Ginko Narayana ed eventi di grande rilievo come Italia Wave 2009, dove allo stadio di Livorno i tre reggiani, sempre assieme al trio d’archi, hanno aperto l’unica data italiana di Kraftwerk ed Aphex Twin.

Dopo avere ridotto nella prima parte del 2010 le esibizioni dal vivo il gruppo ha registrato un brano inedito (Isla Dawson) per la compilazione “Materiali Resistenti 2010” (Venus), disco uscito contemporaneamente all’omonimo evento/concerto del 25 Aprile 2010 a Carpi dove gli ODP hanno avuto ospite sul palco Massimo Zamboni con cui hanno dato vita a una sentimentale cover di “Allarme” dei Cccp davanti a migliaia di persone in una piazza gremita all’inverosimile. L’anno pari 2010 è stato poi concluso con un tour molto particolare, il “Prototipo Tour”.
Nell’occasione hanno rivisitato il loro repertorio riarrangiando i brani con il solo apporto di alcune tastiere Casio primigenie e il tour è stato accompagnato dall’uscita del “Prototipo Ep” una autoproduzione in cd disponibile solo in edizione limitata ai concerti dove sei canzoni tratte dai primi due album del gruppo sono state nuovamente registrate in questa sorprendente versione.

Nel 2011, durante la gestazione dei nuovi brani, il gruppo ha partecipato al Traffic Festival di Torino sonorizzando dal vivo nella sala del cinema Massimo un film muto restaurato del 1911: “I Mille”, pellicola che ricostruì l’avventura garibaldina in salsa decisamente filosavoiarda e la cui nuova colonna sonora a cento anni di distanza è stata interamente composta per l’occasione da Enrico Fontanelli e Daniele Carretti.

Il 6 Marzo 2012 esce il loro terzo album ufficiale, “Gioco di Società”, marchiato a fuoco col numero di catalogo Odp #155 e distribuito da Venus.
Registrato nel novembre 2011 al Bunker di Rubiera da Andrea Rovacchi, il terzogenito si compone di nove tracce, la prima delle quali è una breve introduzione strumentale all’album, concepito come un classico 33 giri in vinile: lato A, lato B e durata canonica di quarantadue minuti, minuto più, minuto meno.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Alborosie & Mellow Mood]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/venicesunsplash.org
www.facebook.com/festival.sherwood

Twitter: @venicesunplash

 

Venerdì 19 Luglio 2013
Venice Sunsplash
Venice Sherwood 2013
Parco San Giuliano - Mestre (VE)
www.venicesunsplash.org


Alborosie

& The Shengen Clan Band

Unica data per il Nord-Est

 

open act:

Mellow Mood

 

Second Stage:

Rebel Rootz

(Trento)

Pidduck & The Cooltones

(Vicenza)

 Apertura cancelli ore 18.00

Ingresso 20 €

Biglietto in prevendita a 20 € + 1 € costo servizio

Disponibile anche abbonamento 19 Luglio + 23 Luglio
a 30 € + 1 € costo servizio

nel box giallo sulla destra


Info su Alborosie

Primo artista reggae italiano ad essere riconosciuto in tutto il mondo, Alborosie non è solo un cantante, ma anche un dotato musicista, arrangiatore e produttore, che suona praticamente tutto ciò che si ascolta nei suoi dischi. Molti dei suoi brani sono senza dubbio già classici del genere, e nonostante questo il giovane artista non smette di sperimentare nuove sonorità.

Vive in Giamaica, dove si è trasferito dopo l'esperienza italiana dei Reggae National Ticket. Nella terra di nascita del reggae ha realizzato la sua svolta musicale, autoproducendo con la sua etichetta Foward le hit “Herbalist”, “Kingston Town” e “Guess Who’s Coming To Dinner”.

L’album di debutto Soul Pirate (2008) si è imposto rapidamente destando l’attenzione della Greensleeves, che ha poi pubblicato il secondo album Escape From Babylon, seguito dal Dub Clash. Il suo ultimo capolavoro 2 Times Revolution è stato accolto con molto entusiasmo dai fan, a confermare il suo enorme successo: Alborosie è infatti il primo italiano ad aggiudicarsi il Mobo Awards 2011 a Glasgow per la categorie Best Reggae Act.

Attualmente è chiuso nel suo studio a produrre nuove sonorità per il prossimo album in uscita.

Info su Mellow Mood

Se c’è una realtà reggae che, negli ultimi anni, si è imposta a livello italiano ed internazionale, questa è senza dubbio costituita dai Mellow Mood.
Una band che ha compiuto grandi progressi, a partire da quando ha partecipato alle finali di Italia Wave 2008 nelle vesti di singolare alfiere della reggae music in una manifestazione spesso votata al rock.
Un anno dopo, ad ulteriore conferma della validità dei nostri, il Rototom Sunsplash – il festival reggae più grande al mondo – li incorona come miglior band reggae d’Italia e come terza migliore band europea.
Il 2009 è anche l’anno del debutto discografico. “Move!”, prodotto da Paolo Baldini (Africa Unite, The Dub Sync, Tre Allegri Ragazzi Morti, ecc.), vende più di 6.000 copie senza una distribuzione ufficiale. Inizia un lunghissimo tour che vede i Mellow Mood esibirsi sui palchi più importanti d’Italia e d’Europa.
Prestigiosi passaggi radiofonici, importanti collaborazioni con Africa Unite e Tre Allegri Ragazzi Morti, una miriade di dubplate per i soundsystem di tutta la penisola, tutte testimonianze di un consenso in forte crescita. Il pubblico della rete premia il video di “Dance inna Babylon” con più di un milione di visualizzazioni.

A fine 2011 esce “Inna Jail”, brano ipnotico e potente, che anticipa il secondo disco.

Il 18 maggio 2012, ancora una volta con la produzione di Paolo Baldini, i Mellow Mood pubblicano il nuovo album, intitolato “Well Well Well”, per l’etichetta indipendente La Tempesta International.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sir Oliver Skardy & Ska-J]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/venicesunsplash.org
www.facebook.com/festival.sherwood

Twitter: @venicesunplash


Sabato 20 Luglio 2013
Venice Sunsplash
Venice Sherwood 2013
Parco San Giuliano - Mestre (VE)
www.venicesunsplash.org


 "Reggaentore Night"

Il Redentore Reggae di Venezia

 

Sir Oliver Skardy

& Fahrenheit 451

Presentazione del nuovo disco "Ridi Paiasso!"

 

open act:

Ska-J

 

Second Stage:

Ca'Reggae

(Venezia)

Patois Brothers

(Venezia)

 

Ingresso libero!!!

 

Info su Sir Oliver Skardy

L’icona del reggae della laguna veneziana Sir Oliver Skardy torna con un nuovo disco dal titolo emblematico, Ridi paiasso! (Planet Records - alma music / distribuzione Artist First): il nuovo lavoro discografico, disponibile nei negozi tradizionali e in nei migliori digital store, si presenta con l’immancabile e tagliente ironia dei testi, le contagiose vibrazioni degli arrangiamenti e la freschezza dei ritmi da ballare che catapultano l’ascoltatore in un mondo in levare tra reggae, dancehall e raggamuffin.

Il disco, realizzato insieme ai Fahrenheit 451 e prodotto da Paolo Baldini (produttore degli Africa Unite e Mellow Mood), vede la straordinaria partecipazione di ospiti del calibro di Elio, Paolo Belli, Natalino Balasso, Nevruz, Mr. T-Bone, Luca Masseroni (Tre Allegri Ragazzi Morti) e tre ex Pitura Freska Francesco Duse, Valerio “Voleno” Silvestri e Marco “Furio” Forieri (Ska J).

Ridi paiasso! è un disco che nella migliore tradizione di Skardy tocca, dando le sue originali opinioni al riguardo, molti temi di attualità: dall’Europa dei banchieri che pensano al proprio tornaconto, al proibizionismo e perbenismo che spesso sono una maschera per difendere i propri interessi e la mafia; dal“modello cinese” che ci danneggia nella sua declinazione italiana, all’invettiva contro l’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi e la casta in generale; dalle contese sindacali con la Fiat della FIOM, alla cultura erotica dei versi di Giorgio Baffo, poeta veneziano del Settecento.

Info su Ska-J

Gli Ska-J compiono 10 anni, 2002-2012. Ecco i numeri: 12 dischi, oltre 600 concerti, 20mila album venduti, più di 300mila clicks su YouTube ed oltre 10 mila downloads da iTunes. Tre le nuove uscite discografiche per l’anno del decimo anniversario: a Marzo il best of ‘Cielo…mio marito!’ che raccoglie i brani più amati, a Settembre il nuovo album di inediti ‘Socco’ uscito, anticipato durante la lunga tournée estiva di oltre 30 concerti e dal video-clip dell’omonimo singolo ‘Socco’.

A dicembre il secondo volume della serie natalizia, ‘Aspro dal Ciel’, che segue il successo del 2011 ‘Descanta Claus e i discanti di Natale’ con diverse migliaia di copie vendute in poche settimane a ridosso delle festività. Tanto agitatori di giovani folle quanto frequentati dal pubblico del jazz e della world music, la band veneziana è tra le pochissime realtà nazionali ad essere inserite nei cartelloni dei festival jazz quanto nei festival reggae, nel locale underground o nei teatri. La loro musica si fonda sull’alchimia creata fondendo i ritmi jamaicani con quelli afroamericani, la canzone italiana con l’armonia jazzistica. Riducibile a ska- jazz, come suggerisce il nome, ma anche molto di più. Nel 2009 un sondaggio del MEI (Meeting degli Indipendenti), colloca “Santamarta” degli Ska-j all’ottavo posto tra le canzoni dialettali più amate degli ultimi 20 anni.

Roy Paci in un intervista del Corriere della Sera del 2008 ha definito gli Ska-J come la migliore formazione di ska-rocksteady-jazz italiano. Hanno inoltre prestato la loro sezione fiati Jova & Giovani Leoni, side-project di Lorenzo Jovanotti. Fino a primavera 2013 sono impegnati per il tour invernale del nuovo disco ‘Socco’, affiancando i primi concerti del nuovo progetto ‘Ska-J Play Standards’.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Lion D & Jah Sun + Anima Caribe]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/venicesunsplash.org
www.facebook.com/festival.sherwood

Twitter: @venicesunplash

 

Domenica 21 Luglio 2013
Venice Sunsplash
Venice Sherwood 2013
Parco San Giuliano - Mestre (VE)
www.venicesunsplash.org


Lion D& Livity Band

Presentazione del nuovo disco "Bring Back The Vibes"


Jah Sun& Livity Band

Presentazione del nuovo disco "Rise As One"


 open act:

Anima Caribe

 

Second Stage:

Ultima Fase & The Riddim Shooters Band

(Rovigo)

Pharmakos

(Venezia)

 

1 € può bastare


Info su Lion D

Lion D, il cantante italo-nigeriano rivelazione della scena reggae europea, sta conquistando sempre più estimatori in tutto il mondo: nel 2012 si è esibito per la prima volta negli Stati Uniti ottenendo un grande successo di pubblico.
Il suo singolo 'Soundboy a Go Dead' prodotto dall'etichetta francese IrieItes Rec sta spopolando in Francia e il suo ultimo singolo e videoclip con Skarra Mucci 'Nuh Ramp' lo stanno suonando tutti i soundboy dalla Germania, Austria, Spagna, Regno Unito.

L'eco dei suoi live show di ottima qualità musicale e carichi di energia è arrivato anche nell'Europa dell'Est dove è stato chiamato ad esibirsi in Romania, Albania e Polonia, dove sta uscendo in un'edizione speciale del suo ultimo album 'Reap What You Sow'.
Il suo nuovo album 'Bring Back The Vibes' vede la partecipazione di imporanti musicisti giamaicani come Gappy Ranks, Skarra Mucci e Lee Jeff, armonicista dei Wailers.

Il suo stile ripercorre tutti generi del reggae, dal dj style al new roots fino alla moderna dancehall, senza mai tralasciare l'importanza del messaggio. Le sue canzoni, scritte in un perfetto patwa giamaicano, affrontano temi come giustizia sociale e spiritualità, senza trascurare tematiche più semplici come il divertimento e la positività, come vuole la tradizione del roots giamaicano, Lo stile melodico e allo stesso tempo ritmico delle sue canzoni lo rendono apprezzabile anche da un pubblico più commerciale, ma le sue caratteristiche principali restano la coerenza con il reggae e il forte impatto sul pubblico, che, ad ogni live show in dj set o con la band, rimane impressionato dall'energia trasmessa attraverso la sua voce.


Info su Jah Sun

Jah Sun si è imposto velocemente come uno dei principali artisti reggae californiani del 21° secolo. La sua musica e il suo messaggio si sono diffusi in tutto il mondo sulle note dei ganja anthems, inni ad una scelta di una vita conscious, consapevole. Al centro della sua musica i valori di positività, amore e rispetto: Jah Sun diffonde il suo messaggio di one love & unity in una grande varietà di stili musicali, dalle esplosive rime hip-hop alle dolci ballate roots reggae, raggiungendo il cuore di chiunque.

Jah Sun è un artista reggae  Californiano innovativo, il cui messaggio di speranza ha conquistato il pubblico di tutto il mondo. Fino ad oggi ha pubblicato due album, che hanno entrambi ricevuto importanti premi dalla critica, e ognuno dei quali caratterizzato da alcune registrazioni dei migliori artisti reggae mondiali, tra cui Peetah Morgan, Alborosie, Stevie Culture, Perfect, J-Boog and Gentlemen. Come assegnatario di numerosi premi, tra cui il Positive Vibrations Reggae Awards 2012 con "Battle of the Dragon! Album Internazionale dell'anno, la musica di Jah Sun senza dubbio continuerà ad ispirare la sua base di fan sempre crescente.

Secondo Justine Amadori Ketola di Reggaeville, le canzoni di Battle of the Dragon vengono da "una fonte di conoscenza che Jah Sun ha ricevuto dall'insegnamento Rastafari ma ha anche la vibrazione positiva di tutte le pratiche spirituali, un senso di unità e di positività che mantiene le vibrazioni elevate". Dopo l'uscita di questo album Jah Sun ha fatto il giro non solo degli Stati Uniti ma anche dell'Europa, tra cui Svezia, Spagna e Italia.
L'impatto che la "Battle of the Dragon" ha avuto sui fan è fenomenale. Due delle canzoni dell'Album sono state prelevate dai distributori Extreme Music e Superpop che si specializzano in collocamento TV e film. Una canzone dall'album "Where is your Love" è stata presentata in un episodio del fortunato programma televisivo "Glee". Anche se è passato più di un anno dal suo rilascio, le canzoni di "Battle of the Dragon", così come le canzoni dei suoi album precedenti continuano a essere ascoltate su stazioni radio a livello nazionale.

Il singolo "Foundation" feat. Kabaka Pyramid ha preceduto l'uscita del nuovo album Rise As One, prodotto dall'etichetta italiana Bizzarri Records: l'album è arricchito dalle partecipazioni del calibro di Sizzla, Richie Spice, Chronixx.

Info su Anima Caribe

Gli Anima Caribe sono una band Reggae di impronta New Roots di Vicenza, composta da sette elementi: Claudio “Lobo” Lo Bosco alla Voce e Chitarra Ritmica, Simone “Mr. Satoishi” Guerretta alle Tastiere/Voce, Nicola “Biz” Bisognin alle Tastiere e Sinth. Alberto “Paps” Papalini alla Batteria, Alessandro “Toldo Man” Bertoldo al Basso, Alessio “Cioppa” Zordan alle Percussioni, Matteo “Ritenuoli” Lazzari alla Chitarra Solista/Voce.
Il gruppo si forma intorno alla fine del 2004, dall’unione di tre amici e dalla loro grande passione per la musica Reggae.
Dopo un breve periodo di lavoro in studio, il gruppo comincia a proporre il proprio reperto-rio dal vivo. Grazie ad una scaletta composta da brani del passato e da quelli più recenti della musica giamaicana, la band muove i suoi primi passi nei locali e nei festival della zona. Bob Marley And The Wailers, Peter Tosh, Aswad, Burning Spears, Luciano, Steel Pulse, Morgan Heritage, Israel Vibration sono solo alcuni degli artisti che fin dall’inizio influenzano lo stile della band e grazie ai quali i concerti si trasformano in vere e proprie DanceHall in perfetto stile giamaicano.
Il 2007 rappresenta un anno cruciale per gli Anima Caribe: dopo tre anni trascorsi cercando di definire il proprio stile, il gruppo comincia a comporre brani propri, tracciando così gli inizi di quel percorso che porterà la band alla pubblicazione del loro primo cd autoprodotto.
Nel frattempo si moltiplicano le serate Live e, a seguito delle numerose richieste da parte del pubblico, fra il 2008 e il 2009, con alle spalle 2 cd “Live” promozionali tratti delle loro esibizioni dal vivo, la band decide di rinchiudersi in studio per la loro prima produzione.
Con le radici ben piantate nell’originale “roots reggae”, contaminazioni del “dub” più radicale e qualche strizzatina d’occhio al “raggamuffin” delle moderne dancehall, la band dà vita a Zion Rules, sette brani inediti più una dub version, che racchiudono lo sforzo e il messaggio della band vicentina.
Nel 2011, grazie alla collaborazione con Alberto Angeli e ACNmusic, la band torna in studio (Green Villas Production) per la registrazione del secondo album. Nasce In Tempo Reale, importante produzione per i 7 vicentini, che così accettano la sfida delle liriche in italiano e dei suoni più decisi e moderni del “new roots” contemporaneo.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Brusco + Skarra Mucci]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/venicesunsplash.org
www.facebook.com/festival.sherwood

Twitter: @venicesunplash

 

Lunedì 22 Luglio 2013
Venice Sunsplash
Venice Sherwood 2013
Parco San Giuliano - Mestre (VE)
www.venicesunsplash.org


Brusco

Presentazione del nuovo disco "Tutto Apposto"

 

open act:

Skarra Mucci

 

Second Stage:

The Rebel Lions

(Pordenone)

Sam Fall Mistic

(Venezia)

 

1 € può bastare


Info su Brusco

Giovanni Miraldi nasce a Roma il 4 gennaio 1974. Incomincia la sua carriera entrando a far parte di La Villa Ada Posse, un collettivo in cui Giovanni è noto come Papa G. Nel 1993 Villa Ada pubblica il suo primo demo in cui figurano due brani di Papa G: "Banale" e "Stretti stretti". Tre anni più tardi esce "Musically", disco autoprodotto. Nel settembre del 2000 Giovanni, che nel frattempo cambia nome in Brusco, decide di intraprendere la carriera solista: conosce Francesco Lancia, il produttore dell'etichetta L9, con cui l'artista (in collaborazione ai due produttori musicali Mr Perez e Macro Marco), realizza un mini cd nel giugno del 2001. L'anno successivo è quello del successo con il brano “Sotto i raggi del sole” che riprende il successo di Edoardo Vianello "Abbronzatissima".

Nell'autunno dello stesso anno è la volta di "Si fa presto a dire Brusco", che contiene il brano “Ti penso sempre”,cantato insieme a Valeria Rossi.

Nel 2006 è la volta di "Amore Vero", seguito da una serie di singoli e da "Take Off Vol. 1 & 2" pubblicati tra il 2009 e il 2010.

“Fino all'alba” è l'ultimo lavoro uscito nel 2011.

In uscita nel 2013 il nuovo lavoro che si chiamerà "Tutto Apposto"


Info su Skarra Mucci

Skarra Mucci è oggi conosciuto e acclamato come uno dei più caldi e incalzanti artisti dancehall live in Europa. Dopo una serie di registrazioni, featuring e dub plates sulla scena locale e internazionale e nelle classifiche, è pronto per il decollo. Skarra Mucci è un artista nato in Giamaica e noto come uno dei più versatili singers della sua generazione. I passaggi costanti tra soul, gospel, reggae-dancehall, rap e r&b lo rendono incomparabile e il flusso della sua lirica inesauribile e la creatività rendono il suo stile unico, facendogli ottenere l’appellativo “lyric millionaire”. Skarra Mucci si è esibito in tutto il mondo e ha condiviso il palco con le voci più note del pianeta. Il suo modo di interagire col pubblico è incredibile e spontaneo e la sua voce tocca l’anima. È un artista che ognuno di noi dovrebbe vedere almeno una volta nella vita. Skarra Mucci ha inciso centinaia di singoli e features, tra questi: Emmer No, Rhymes After Rhymes, Bounx It Pon Me, Mad Again, Without Love, Higher Grade, Danger, Never Change, Sunshine, All My Life e molti altri.

A marzo del 2007 è uscito il suo primo album come solista, “Rise & Shine”, seguito da “912” a.k.a. Hot Like Fire nel 2009 e, a settembre del 2010, “Skarrashizzo”. Dopo anni di esibizioni con bands quali Dread Colors, Ganglords e Dee Buzz sound come front man, attualmente è disponibile con dj o band. Ad Aprile del 2012 è uscito l'ultimo album dal titolo "Return of The Raggamuffin.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Busy Signal & Hi Voltage Band + Sisyphos]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/venicesunsplash.org
www.facebook.com/festival.sherwood

Twitter: @venicesunplash

 

Martedì 23 Luglio 2013
Venice Sunsplash
Venice Sherwood 2013
Parco San Giuliano - Mestre (VE)
www.venicesunsplash.org


Busy Signal

& Hi Voltage Band

 

Open act:

Sisyphos Alpine Reggae System

Vincitori Italian Reggae Contest 2013

Finalisti European Reggae Contest 2013

 

Second Stage:

Catch A Fyah

Vincitori Arezzo Wave Friuli 2013

(Pordenone)

The Cialtrons

(Padova)

 

Dancehall Area:

BomChilom

(Padova)

Wildcat Sound

(Ragusa/Venezia)

 

Ingresso 15 €

Biglietto in prevendita a 15 € + 1 € costo servizio

Disponibile anche abbonamento 19 Luglio + 23 Luglio
a 30 € + 1 € costo servizio

nel box giallo sulla destra


Info su Busy Signal

Vero nome Reanno Gordon è nato il 24 gennaio 1982 nella comunità di Brown’s Town, regione di St. Ann, in Jamaica, cresciuto, con 3 fratelli ed una sorella, da madre di fede cristiana, molto devota.
Come per moltissimi altri cantanti giamaicani, la carriera musicale di Reanno comincia come corista di chiesa: pur se elogiato per le sue capacità vocali, si crearono spesso situazioni di vero imbarazzo quando durante le funzioni sostituiva le liriche innarie con le proprie parole.
Ancora adolescente si trasferì con la famiglia a Kingston. Studiando, risparmiava i soldi del pranzo per comprare musicassette di Pop, tutto quello che poteva: da Madonna a Withney Houston a Jay Z ed Eminem, era sempre rimproverato perché batteva senza sosta “riddims” sul banco in classe.
Di notte spesso sbucava fuori casa per andare ad ascoltare i suoi sound system preferiti, Renaissance e Bass Odyssey, era affascinato dalle voci degli mc’s che rimbombavano dalla montagna di casse. La sua tenacia lo portò a crearsi i contatti giusti con diversi sound system importanti, facendo una prima fondamentale esperienza di crescita artistica registrando dubplates ed alcune produzioni.
E’ con il suo primo album “Step Out” etichetta Greensleeves, che si presenta all’attenzione del pubblico e della critica internazionale. Busy collabora e si circonda di tutti gli artisti che gli hanno fatto da mentore ai tempi delle sue prime esibizioni, creando un’ associazione chiamata 'The Alliance', con Bounty Kille artista di punta. Questo consorzio divenne ben presto molto famoso, creando una serie infinita di hits per varie etichette e regalando shows indimenticabili nei più importanti festival mondiali.

Con l’uscita di “Loaded” per la VP Records, Busy è citato come capofila di una rivoluzionaria, nuova scena di artisti dancehall. E’ nell’album la bellissima “Jail”, un duro ricordo del breve periodo di detenzione trascorso negli Stati Uniti; esperienza che segnerà fortemente la sua vita, portandolo ad essere più riflessivo ed a scegliere la musica come suo unico percorso di vita.

Se i primi 2 album lo spingono rapidamente al successo è con “D.O.B.” che Busy Signal si posiziona tra le star della dancehall. Busy decide di lavorare con i giovani promettenti nuovi producers giamaicani, tra cui va citato l’indiscusso hitmaker del momento, il ventenne Stephen ‘Di Genius’ McGregor.
Busy Signal è un artista poliedrico, capace di melodiare un Reggae drop, abilissimo nel fast Soca style, virtuoso della Salsa, maestro del Jamaican Hip Hop, superstar della Dancehall. Non si definisce in un solo genere musicale, perché come lui stesso dice “io accorporo gente che mi ascolta e gente del ghetto che mi ascolta”.

 

Info sui Sisyphos Alpine Reggae System

Dalla sua fondazione nell’anno 2002 la band altoatesina Sisyphos é costantemente impegnata a creare un proprio stile musicale mischiando diversi generi su uno sfondo Reggae. Col passare degli anni questo giovane gruppo é riuscito a dimostrare sia la propria capacitá strumentale che la propria capacitá nell’ impressionare il pubblico con uno show sorprendente ed energetico. Cominciando come complesso di cover rock formato da 4 componenti, sono poi lentamente passati al reggae passando a una nuova formazione composta da 8 membri attiva dal 2008 e col tempo la loro musica si é trasformata in uno stile unico che combina nuove tecnologie ed effetti elettronici accompagnati da influssi jazz e rock mischiata a dub, dancehall e elettronica, che garantiscono serate di puro divertimento.

All’apice della loro presenza sul palco in alto Adige contiamo due importanti festival regionali: “Zugluft-Festival ” e “Emergency Festival” in cui hanno scaldato gli animi in una festa di beneficenza e solidarietà. Ma questi giovani musicisti non si sono limitati a far sentire la propria voce solo all’interno della regione, ma hanno oltrepassato il confine suonando nelle città di Innsbruck e Vienna in Austria in cui hanno suonato in vari Club e Festival come: Reigen, Klub Ost, Gasometer, Praterfest 1.Mai, Donauinselfest – FM4 Stage e il Frequency Festival.

Il gruppo riuscì anche ad organizzarsi, con le proprie forze, una tournée di 6 concerti in Spagna nella quale hanno avuto la possibilitá di partecipare a due eventi importanti di grandi dimensioni: il concerto nel club “EL Loco” a Valencia e all’ Adveniment de la Sardina sulla spiaggia di Alicante. Attualmente la loro voce si è fatta sentire con forza anche in Italia suonando al Witersplash 2013 di Margera e aggiudicandosi la finale italiana del Rototom European Reggae Contest e imponendosi così come miglior gruppo Reggae italiano uscente 2013.

Le cose piu importanti per questi 8 ragazzi del cittadina di Vipiteno sono innanzitutto il divertimento e l’unitá creatasi fra di loro negli anni che non lasciano spazio a l’egoismo di una singola persona, ma che li porta a fondersi in un unico spirito. Cercando di trasmettere questi sentimenti e stati d’animo al loro pubblico proveranno sempre a sperimentare cose nuove fondendo stili sempre piú diversi portando un messaggio di pace e fratellanza.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bandanera Afrobeat]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/festival.sherwood
www.facebook.com/sherwood.it

Twitter: @SherwoodPadova

Google +



Mercoledì 24 Luglio 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Area Pattinodromo - Mestre (Ve)
#sherwood13


Bandanera Afrobeat




open act:

Jennifer Cabrera


After Show:

Dj set Trash Gio & Cesco


1 € può bastareApertura cancelli ore 19.00

Info sugli artisti:

Bandanera Afrobeat

Nasce nel 2010 a Venezia quando il saxofonista Guglielmo Pagnozzi, veterano della scena jazz nazionale ed internazionale, e il batterista senegalese Moulaye Niang, musicista, artista e creatore di perle, decidono di unire le loro esperienze musicali per dar vita ad una afrobeat band.

Con un repertorio interamente dedicato al ballo, che comprende brani originali e cover di Fela Kuti, Manu Dibango e Osibisa, il risultato è un sound dal travolgente impatto ritmico arricchito dalle torrenziali improvvisazioni del sax e della chitarra e da momenti di psichedelia-ipnotico-rituale.

Music is the weapon.


Jennifer Cabrera Fernàndez

Nata a Poza Rica de Hidalgo Veracruz, Messico.
Sudia danza classica e neoclassica presso la "Academia Danza Arte" diretta da Norma Chengue.
Laureata Danza Contemporanea presso "Unidad de Artes" Facultad de Danza Contemporanea, a Xalapa, Veracruz, tecnica di Martha Graham.
Studia canti, danze e ritmi di tradizione mesoamericana con il Maestro Enrique D'Flon Kuhn.
Partecipa alla danza tradizionale messicana "La danza del Sol" organizzata in gemellaggio culturale con i Monaci Tibetani.
Allieva e ballerina di Yocasta Gallardo e Estela Lucio.
Prima ballerina, cantante e percussionista dei gruppi "Son de Cuero" e "Clave Nueva".
Ballerina performer e percussionista del maestro Leo Colorado.
Ballerina e attrice del gruppo teatrale musicale "Macalacachimba".
Performer per scultori e pittori.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Herman Medrano & The Groovy Monkeys]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/festival.sherwood
www.facebook.com/sherwood.it

Twitter: @SherwoodPadova

Google +


Sabato 27 Luglio 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Area Pattinodromo - Mestre (Ve)
#sherwood13


Herman Medrano & The Groovy Monkeys




open act:

Big Mike & Dj Rumble





Afteshow:

Dj set: Soul Riot

1 € può bastare
Apertura cancelli ore 19.00



Informazioni:

Noseconossemo: non ci conosciamo!
Un viaggio nei dubbi, nella costruzione artificiosa delle nostre rassicuranti sicurezze e dei comportamenti alla base dei percorsi volontari e coscienti che ci portano alla scoperta di noi stessi e degli altri, nonché dei mondi dove ci muoviamo. Ogni brano porta in sé un tassello di quell'enorme bagaglio di "non conosciuto" e "inaspettato" che emerge proprio da noi stessi.

Questo primo lavoro di inediti, che esce a fine aprile sotto l'etichetta "La Grande Onda", mantiene il gusto sagace dei precedenti lavori di Herman Medrano, e si arricchisce delle intriganti sonorità che i Groovy Monkeys costruiscono: funk e rock, ska e reggae, fino alla musica elettronica e balcanica.

I brani come da tradizione sono in lingua veneta, ma la grande novità sono gli ospiti: Caparezza, Piotta, Roy Paci, Sir Oliver Skardy, Natalino Balasso, Manu PHL, Dellino Farmer, El Giovanelo.
Una combinazione di personalità uniche e molto diverse tra loro duettano con Herman nella loro lingua madre, arricchendo di sfumature linguistiche i brani, rendendo questo progetto accattivante e unico nel suo genere.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Natalino Balasso in "Stand Up Balasso"]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/festival.sherwood
www.facebook.com/sherwood.it

Twitter: @SherwoodPadova

Google +



Domenica 28 Luglio 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Area Pattinodromo - Mestre (Ve)
#sherwood13


Natalino Balasso
in

Stand Up Balasso




Prezzo biglietto: 10 €


Acquistalo in prevendita
 su www.sherwood.it a solo 1 € in più

Eviti le code
Ti assicuri l'ingresso anche in caso di Sold Out
È facile e sicuro

Clicca sul box giallo a destra


Apertura cancelli ore 19.00

A seguire in Second stage

Trio scaleno

Trio scaleno

Il Trio Scaleno ricerca, rielabora ed esegue dal vivo il repertorio italiano degli anni '30 e '40, trasformando gli arrangiamenti orchestrali in un essenziale riadattamento in cui il jazz manouche si fonde con un più provinciale folk italiano.


Dettagli Natalino Balasso:

Un comico, un microfono, una luce.
Uno spettacolo da stand up comedian americano anni ’70, senza fronzoli.
Balasso raccoglie in questo spettacolo pezzi, monologhi e tirate comiche dei suoi ultimi 10 anni sui palcoscenici di tutt’Italia. Non c’è nessun filo conduttore, non c’è una storia, c’è tanta comicità, si tratta infatti di uno spettacolo “da ridere”.
Giochi di parole e ragionamenti assurdi, tirate indignate contro il mondo e interpretazione dei difetti di tutti, insomma in questo spettacolo sono raccolti tutti gli espedienti dell’Arte della Commedia delegati alla parola pura.
In sintesi: un comico, un microfono, una luce.


Nota biografica:

Attore, comico e autore di teatro, cinema, libri e televisione, debutta nel 1990 in teatro, nel 1998 in televisione, nel 2007 al cinema e pubblica libri dal 1993.
Scrive e rappresenta numerosi spettacoli tra cui la commedia Dammi il tuo cuore, mi serve (2003) i monologhi Ercole in Polesine (2004), La tosa e lo storione (2007), L’Idiota di Galilea (2011), Stand Up Balasso (2011) e insieme a una giovane compagnia rappresenta Fog Theatre (2009) un colossal teatrale di dieci spettacoli da lui scritti.

Interpreta spettacoli per la regia di Gabriele Vacis, Libera Nos (2005), Viaggiatori di pianura-tre storie d’acqua (2008), Rusteghi –i nemici della civiltà (2011) e per la regia di Paolo Valerio e Piermario Vescovo La bisbetica domata (2009).
Con Jurij Ferrini interpreta Aspettando Godot (2012) per la regia dello stesso Ferrini. Recita nella commedia tratta dal film di Pietro Germi Signore & Signori (2013) per la regia di Piergiorgio Piccoli.

Pubblica una raccolta di racconti: Operazione buco nell’acqua (Sperling & Kupfer 1993) e tre romanzi: L’anno prossimo si sta a casa (Mondadori 2004), Livello di guardia (Mondadori 2007), Il figlio rubato (Kellermann 2010).

Nel 2012 pubblica Dio c’è ma non esiste (Editori Riuniti 2012). Al cinema lavora con Gianni Zanasi Non pensarci, con Carlo Mazzacurati La giusta distanza e La Passione, con Massimo Venier Generazione mille euro, con Federico Rizzo Fuga dal call center.

Per la televisione recita nella fiction Padri e Figli (G.Zanasi e G.Albano) e nel film Il segreto dell’acqua (R.De Maria).

Il canale di RAI 5 trasmette gli spettacoli Fog Theatre (novembre 2012), Dammi il tuo cuore, mi serve (giugno 2012), Ercole in Polesine (febbraio 2011).

E’ autore e interprete di apprezzati video comici a sfondo sociale pubblicati sul canale “Telebalasso” di youtube.

Collabora con il Fatto Quotidiano.it

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Good Old Boys: Kaos + Dj Craim & Colle Der Fomento]]>

Venerdì 2 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano (Porta Gialla) - Mestre (Ve)
#sherwood13


Good Old Boys

Kaos One, Danno, Masito, dj Baro, dj Craim5 amici - 4 giradischi - 3 rappers - 2 Djs - un unico live


Open act:

K273 (Karma 22, AzotOne, Dj Zonta)


1 € può bastare
Apertura cancelli ore 19.00



Informazioni:


"Good Old Boys, ovvero Kaos, Danno, Masito, Dj Baro e Dj Craim.

Insieme.

Tre rappers e due djs, ma soprattutto cinque amici, cinque fratelli che spesso hanno percorso la stessa strada, sono saliti e scesi dagli stessi palchi, hanno scaldato e mandato in distorsione gli stessi impianti, bruciando gli stessi microfoni, mettendo a dura prova le stesse puntine e gli stessi mixer.


Dopo tutti questi anni, costruire qualcosa di nuovo insieme era inevitabile.
Così è nata l’idea di mettere in piedi uno “show comune”, dove verranno presentati
vecchi e nuovi successi di entrambe le formazioni in una veste inedita, con una scaletta che li vedrà presenti sul palco tutti e cinque contemporaneamente dall’inizio alla fine del live.”


(Danno)


Good Old Boys


propone un concerto incentrato sulle rispettive produzioni dei due team.
Reinterpretate durante un live inedito che per tutta la sua durata vedrà Danno, Masito & Kaos calcare assieme il palco.

Alle loro spalle Dj Baro & Dj Craim tesseranno assieme le fila dello show.
Sin ad incontrarsi per un “back to back” sui tecnici.
Che lascerà poi spazio ai featuring storici ed agli inediti live.

Aftershow:

Move on fam! Showcase

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Marlene Kuntz]]>

Sabato 3 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Porta Gialla - Mestre (Ve)
#sherwood13

Marlene Kuntz
3D3 Tour
 Ingresso 1 € può bastare

ATTENZIONE:

L'organizzazione dello Sherwood Festival
ha deciso di abbassare il prezzo del biglietto
alla cifra simbolica di 1 Euro
,
secondo la formula anti-crisi dell'offerta libera
(1 Euro può bastare).

Questo per permettere ai veneziani rimasti in città e ai turisti, presenti numerosi nella regione in questo periodo, di godere liberamente degli spazi del Parco San Giuliano di Mestre e di assistere ad un concerto di alto livello, come quello dei Marlene Kuntz, praticamente gratis (rispetto alla pur bassa cifra, prima fissata, di 10 euro + diritti di prevendita).

La scelta è in continuita' con quella adottata per i tre grandi e imminenti spettacoli live a ingresso gratuito del Venice Sherwood Festival:

Deproducers (10 Agosto)
Giuliano Palma (15 Agosto)
Orchestra Jazz del Veneto (29 Agosto)


N.B. I biglietti acquistati in prevendita verranno interamente rimborsati.
Contatteremo tutti per fornire ulteriori dettagli sulle modalità di rimborso.


Apertura cancelli ore 19.00



A seguito delle numerose conferme di alto gradimento per uno spettacolo particolare in formazione ridotta (Luca Bergia, Cristiano Godano, Riccardo Tesio), i Marlene Kuntz hanno deciso di continuare a proporlo in tutte quelle situazioni estive che permetteranno di creare la stessa, intensa atmosfera dei live invernali, eseguiti in situazioni più intime quali Teatri e piccoli club.
 

Canzoni eseguite nella loro forma originaria o letture di testi con sottofondo ammaliante, creeranno l'ossatura di un concerto dal fascino particolare e originale.


Lo spettacolo prende forma attraverso brani di repertorio, cover (una versione mozzafiato di un famoso pezzo dei Nirvana), e momenti che sapranno elettrizzare i presenti, tra chitarre acustiche, chitarre elettriche, letture, percussioni varie, pattern, pad e amplificatori nuovi.


All’attività live continua, collaterale, il lavoro in studio, il gruppo ha recentemente annunciato la pubblicazione del nuovo album di inediti previsto entro l’autunno.


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Deproducers - Il planetario live (Ingresso gratuito)]]>

Pagine Facebook:
www.facebook.com/festival.sherwood
www.facebook.com/sherwood.it

Twitter: @SherwoodPadova

Google +



Sabato 10 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Porta Gialla - Mestre (Ve)
#sherwood13


Deproducers

Il planetario live


Musiche per conferenze spaziali


con:
Cosma, Casacci, Maroccolo, Sinigallia

e con il fisico:
Fabio Peri

In collaborazione con il Comune di Venezia


Ingresso GratuitoApertura cancelli ore 19.00

Aftershow:

Dj set Frito Rebelde


Il progetto
:

4 musicisti, 4 produttori con percorsi diversi ed importanti. Insieme per condividere un’idea, il primo capitolo di un progetto di ricerca: Musica, con entusiasmo e libertà . la Scienza come poesia.

Dall’incontro di 4 produttori del calibro di Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia e Max Casacci nasce un progetto innovativo e coinvolgente, un connubio senza precedenti tra musica e scienza.


Deproducers
è una sorta di collettivo, al quale ha collaborato anche il superproduttore Howie B e lo strabiliante batterista Dodo Nkishi, che si ripropone di musicare dal vivo conferenze scientifiche raccontate in maniera rigorosa ma accessibile.

Planetario, il primo capitolo di questa “collana”, unirà la musica alle conferenze spaziali dell’astrofisico e direttore del Planetario di Milano Fabio Peri.

L’idea di Deproducers nasce da Vittorio Cosma, che decide di coinvolgere alcuni dei musicisti che più stima in un progetto che faccia incontrare musica e scienza.


Una mattina, con l’idea di Deproducers in testa, decide di entrare nel Planetario di Milano, dove incontra il direttore Fabio Peri, uno scienziato con un occhio di riguardo verso la musica. L’empatia è immediata, e il professore viene subito coinvolto nel progetto.

L’Astrofisico illustrerà le meraviglie del cosmo e il mistero della sua nascita, le costellazioni e la loro mitologia, il rapporto tra l’Uomo e l’Infinito, il tutto veicolato da un’incredibile capacità di coinvolgere il pubblico con un linguaggio semplice ed accessibile.

Con lui, i 4 produttori insieme alla batteria di Dodo Nkishi ed alla direzione “cosmonautica” di Howie B stenderanno un tappeto sonoro dal vivo che trascinerà l’ascoltatore dritto nel centro della volta celeste, rendendo il concerto un vero e proprio viaggio intergalattico.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Giuliano Palma Orchestra]]>


Giovedì 15 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Porta Gialla - Mestre (Ve)
#sherwood13


Giuliano Palma Orchestra

Nuova formazione, stessi successi per il tour estivo



Ingresso gratuitoApertura cancelli ore 19.00

In collaborazione con il Comune di Venezia



Informazioni:

Dopo la straordinaria esperienza a Zelig che lo ha visto impegnato per 10 puntate nel programma comico più seguito d’Italia come resident band, Giuliano è ora al lavoro sul nuovo disco di inediti.

Il primo singolo, la cui uscita è prevista per l’estate, è stato presentato proprio all’interno del format televisivo.
Potete ascoltare il brano “Come ieri


L’artista torna nella dimensione live dagli inizi di giugno con la stessa formazione di Zelig, la Giuliano Palma Orchestra, una line up originale, composta da professionisti provenienti da diverse radici musicali che apporteranno ai successi di Giuliano una nuova veste e presenteranno i nuovi brani: immancabile nelle piazze italiane.


Biografia:

È nel 1999 che inizia la carriera solista di Giuliano Palma quando si separa dai Casino Royale e si dedica a tempo pieno a quello che fino ad allora era stato un side-project: i Bluebeaters.

L’idea è quella di una live band, di un supergruppo formato da amici appassionati di rocksteady giamaicano e soul americano che suonano per divertirsi, ridando nuova linfa vitale a meravigliosi brani sconosciuti al grande pubblico.

Cantante, leader, interprete dalla voce soul e ispiratore, oltre che responsabile della scelta delle cover.
Cinque album all’attivo con i Bluebeaters ed uno da solista supportati da innumerevoli concerti – la loro vera essenza - in tutta la penisola rendono Giuliano Palma una garanzia del panorama italiano, gli assicurano un crescente riscontro di pubblico e ben 3 dischi d’oro.


L’ultimo album “Combo” (Universal, 2009) segna una svolta: deviazioni, migrazioni di suoni e di stile. Dai grandi generi al grande pubblico. Evoluzione, insomma, e quattro-canzoni-inedite, a conferma delle potenzialità espressive della coppia Giuliano Palma - Fabio Merigo (chitarrista, produttore, compositore, o per dirla con Giuliano «un maestro di musica») in quanto a scrittura. Un risultato moderno, contemporaneo, dove la voce di Giuliano Palmadiventa ancora più intensa, capace di creare suggestioni, immagini e fascino.


Nel 2012 Giuliano presta la sua voce al brano dei Club Dogo, P.E.S, che diventa rapidamente una hit e guadagna il disco di platino digitale.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)