<![CDATA[lineup-main-stage-sherwood-festival-2014 | Sherwood - La migliore alternativa]]> https://www.sherwood.it/tags/1514/lineup-main-stage-sherwood-festival-2014/articles/1 <![CDATA[Alborosie a #sherwood14]]>

Venerdi 18 Luglio 2014


Alborosie

& The Shengen Clan Band

Aftershow (Second Stage)

BomChilom & Mr. Robinson


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14

Aspettando il Venice Sunsplash 2014


Prezzo biglietto: 20 €

Acquistalo in prevendita su www.sherwood.it a solo 1 € in più

Eviti le code
Ti assicuri l'ingresso anche in caso di Sold Out
È facile e sicuro

Clicca sul box giallo a destra

Info su Alborosie

Primo artista reggae italiano ad essere riconosciuto in tutto il mondo, Alborosie non è solo un cantante, ma anche un dotato musicista, arrangiatore e produttore, che suona praticamente tutto ciò che si ascolta nei suoi dischi. Molti dei suoi brani sono senza dubbio già classici del genere, e nonostante questo il giovane artista non smette di sperimentare nuove sonorità.
Vive in Jamaica, dove si è trasferito dopo l'esperienza italiana dei Reggae National Ticket. Nella terra di nascita del reggae ha realizzato la sua svolta musicale, autoproducendo con la sua etichetta Foward le hit “Herbalist”, “Kingston Town” e “Guess Who’s Coming To Dinner”.

L’album di debutto Soul Pirate (2008) si è imposto rapidamente destando l’attenzione della Greensleeves, che ha poi pubblicato il secondo album Escape From Babylon, seguito dal Dub Clash. Il suo quarto disco, 2 Times Revolution, è stato accolto con molto entusiasmo dai fan, a confermare il suo enorme successo: Alborosie è infatti il primo italiano ad aggiudicarsi il Mobo Awards 2011 a Glasgow per la categorie Best Reggae Act.
Il 3 maggio 2013 viene svelato in anteprima, il nome del suo nuovo album che celebra i vent'anni di carriera dell'artista: dal titolo Sound the System l'album viene presentato pubblicamente il 27 giugno, durante la prima tappa del tour 2013, che accompagnerà Alborosie in giro per il mondo. L'album, composto quasi totalmente dallo stesso Alborosie, presenta sonorità roots reggae e dancehall, vede partecipazioni di artisti importanti come Ky-Mani Marley, The Abyssinians e Nina Zilli.

&

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Estra a #sherwood14]]>

Giovedì 17 luglio 2014

Estra



opening act

Maria Roveran


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


1 € può bastare

Nel 2003 veniva pubblicato “A Conficcarsi in Carne D’Amore” l’ultimo lavoro degli Estra, un disco che celebrava dal vivo la band Trevigiana che fa parte, insieme a Marlene Kuntz, C.S.I. e Afterhours di un certa élite del rock italiano, un rock d’autore con la R maiuscola.
Negli anni ’90 e nei primi 2000, il sound e le composizioni degli Estra hanno contribuito a gettare le basi per tutta la scena indipendente nostrana che da li poi si è evoluta e cresciuta.
Questi quattro concerti servono a celebrare ed a re-incontrare la band, ascoltare brani già editi e scoprire pezzi inediti che verranno proposti esclusivamente in questi concerti, e che non si troveranno in nessun disco, ne dal vivo ne di studio.

Dal 2003/2004 in poi degli Estra non si è più sentito parlare, si diceva che la band fosse in pausa. Nel mentre è il suo leader, Giulio Casale, ad emergere attraverso la sua poetica e ricerca, con un’intensa attività teatrale dedita a Gaber, De Andrè e Fernanda Pivano. Una carriera aulica che ha indirizzato Casale verso il cantautorato e la pubblicazione di tre album da solista, adorati dalla critica musicale.

Quello degli Estra è il suono del tipico rock anni ’90, scarno, duro, epico, scuro e dinamico. Le chitarre in primo piano emergono e straziano, mentre il drumming e le linee di basso sono prepotenti ed incisive. In questo universo sonoro si incastra e spicca la voce di Casale, intensa, celebrativa capace di creare inni che dipingono perfettamente la generazione anni ’90 e sono decisamente attuali, anche quasi 2 decadi dopo essere state scritte.
Brani come “Vieni”, “Soffochi”, “Miele”, “Signor Jones” o “Risveglio” ascoltati ora se possibile guadagnano ancora più potenza e significato, oltre che suonare “di moda” visto il revival delle nuove rock band che stanno virando verso un sound anni ’90 come appunto era quel noise-rock ricercato degli Estra.

Nati nel 1991 gli Estra sono da sempre: Giulio Casale (voce), Eddy Bassan (basso), Nicola Ghedin (batteria) ed Abe Salvadori (chitarra) e dopo due album autoprodotti hanno, nel 1996, pubblicato il loro primo album “Metamorfosi” per una major (CGD/Warner). Seguono due album “Alterazioni” (1997) e “Nord-Est Cowboys” (1999), quest’ultimo realizzato con la partecipazione di Capossela e Benvegnù. Il quarto ed ultimo disco in studio fu “Tunnel Supermarket” (2001) co-prodotto da Giovanni Ferrario a cui è seguito un paio di anni dopo il doppio CD live “A Conficcarsi in Carne D’Amore” (2003) che al momento rimane l’ultima traccia sonora della band.

A distanza di dieci anni gli Estra tornano sul palco, per ripercorrere la loro carriera e suonare i brani che hanno contribuito a creare una scena italiana credibile che li vedeva alfieri del rock d’autore al pari di formazioni che negli anni non hanno mai abbandonato il palco come Massimo Volume, Afterhours, C.S.I. e Marlene Kuntz oppure altre realtà più underground degli anni ’90 come Ritmo Tribale, Scisma o La Crus.
Gli Estra sono una delle band più importanti del decennio a cavallo tra anni ’90 e anni 2000, questo “saluto” sarà una perfetta occasione per ritrovarli e per chi non li ha mai conosciuti, conoscerli ed amarli.


Estra:
Facebook

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Radar 14 Day one: Slowdive]]>


Mercoledì 16 Luglio 2014

Radar Festival - Day One

Sherwood Festival
Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14

Slowdive
"Reunion Tour"

Open act:

Brothers in Law

Be Forest

Soviet soviet

Prezzo biglietto: 25 € +  1 € costo servizio su sherwood.it (nel box giallo sulla destra)

Prevendite attive anche su www.Ticketone.it 

da Giovedì 20 Febbraio ore 12.00
Info: www.radarfestival.it


Apertura cancelli ore 19.00


Informazioni sulle band
:


Slowdive

Gli Slowdive suoneranno in Italia per il loro reunion tour il 16 Luglio nella prima giornata di Radar Festival a Padova, unica data in Italia.
La reunion degli Slowdive è l'evento del 2014, al pari di quelle fatte da Pavement e My Bloody Valentine.

Gli Slowdive sono Neil Halstead, Rachel Goswell, Nick Chaplin, Christian Savill e Simon Scott.
La band si è formata a Reading nel 1989 pubblicando tre album per la mitica Creation Records.
Gli Slowdive hanno definito il suono shoegaze divenendo un cult band nel giro di pochi anni.

Gli Slowdive durante il loro reunion tour suoneranno i brani estratti dai lavori pubblicati durante gli anni '90
e confermano di avere iniziato a lavorare su dei nuovi brani.

Radar Festival annuncia con questa importante data una nuova formula per il festival: una prima data di lancio presso il Park Nord Stadio Euganeo alla quale seguiranno, dal 23 al 26 luglio, quattro giornate di festival sempre a Padova al Parco delle Mura con un programma che verrà annunciato nelle prossime settimane e si prospetta essere una delle novità più interessanti dell’estate festivaliera italiana.

Gli Slowdive sono Neil Halstead, Rachel Goswell, Nick Chaplin, Christian Savill e Simon Scott. La band si è formata a Reading nel 1989 firmando per la Creation Records e ha pubblicato tre album, 'Just For a Day', 'Souvlaki', e 'Pygmalion'. Dal momento del loro scioglimento gli Slowdive sono diventati una della band più amate e citate dei primi anni '90, un vero e proprio fenomeno di culto e tra i maggiori esponenti della scena shoegaze insieme a Jesus and Mary Chain e My Bloody Valentine.

Il gruppo si è forma nel 1989 su iniziativa di Neil Halstead (chitarra e voce), Rachel Goswell (chitarra e voce), Christian Savill (chitarra) e Nick Chaplin (basso). Sin dagli esordi hanno caratterizzato il proprio sound per gli intrecci di chitarre, il delicato incedere del feedback e distorsioni che si posano su una sezione ritmica minimalista, a tratti appena accennata.
Nel 1990 gli Slowdive sono entrati a far parte del ricco roster della Creation di Alan McGee pubblicando l'EP 'Slowdive'. Nel mini album vengono delineate le caratteristiche principali del suono della band: lunghe sinfonie distorte a cui si sovrappongono gli intrecci vocali di Neil Halstead e Rachel Goswell.
Nel 1991 è uscito il secondo EP 'Morningrise' e a seguire il terzo 'Holding our Breath', di cui fanno parte i classici 'Catch the Breeze', 'Shine' e il rifacimento di 'Golden Hair' di Syd Barrett.

L'esordio sulla lunga distanza avviene nel Settembre 1991 con l'album 'Just for a Day', definito da molti critici come una pietra miliare dello shoegaze. L'anno successivo esce la raccolta 'Blueday' che raccoglie gli EP precedenti l'uscita delprimo full lenght ed entra in formazione il batterista Simon Scott, parte della line up classica degli Slowdive.
Il secondo LP 'Souvlaki' esce nel 1993 e il disco si avvale della presenza in due canzoni di Brian Eno.

La lavorazione del terzo album degli Slowdive è travagliata e lunga, dalla band escono durante le session di registrazione Chaplin e Savill. 'Pygmalion' esce nel (1995) ed è l'ultimo album targato Slowdive. Il disco si muove su coordinate vicine al post-rock dei Talk Talk. Per alcuni rappresenta il disco migliore della band inglese grazie alla magia di due brani come 'Crazy For You' e 'Blue Skied and Clear', quest'ultimo parte della colonna sonora di 'Doom Generation' di Gregg Araki.
Gli Slowdive si sciolgono durante il tour di supporto a 'Pygmalion', ma subito Neil Halstead e Rachel Goswell firmano con la 4AD dando vita ai Mojave 3. Più tardi, nel 2010, come Slowdive, il gruppo pubblica il download online di una raccolta di inediti, 'I Saw the Sun', e del Best of 'The Shining Breeze'.

Tra il 2013 e il 2014 si torna a parlare insistentemente degli SLOWDIVE e della loro reunion, dandogli finalmente lo status di band di culto che meritavano da anni alla pari con mostri sacri dell'indie rock come Pavement, My Bloody Valentine, Pixies e Jesus And Mary Chain.

Gli Slowdive suoneranno in Italia per il loro reunion tour il 16 Luglio al Radar Festival di Padova, unica data in Italia. La reunion degli Slowdive è l'evento del 2014, al pari di quelle negli anni scorsi di Pavement e My Bloody Valentine. Gli SLOWDIVE sono Neil Halstead, Rachel Goswell, Nick Chaplin, Christian Savill e Simon Scott.
La band si è formata a Reading nel 1989 e per la Creation Records ha pubblicato tre album. Gli Slowdive sono un vero e proprio fenomeno di culto, la band che ha definito il suono shoegaze. Gli Slowdive suoneranno i brani estratti dai loro album ed Ep pubblicati durante gli anni '90 e confermano di avere iniziato a lavorare su un un nuovo album di inediti.


Info Slowdive:

www.slowdiveofficial.com
www.facebook.com/slowdive
www.twitter.com/slowdiveband
www.instagram.com/SlowdiveOfficial


Brothers in Law

I Brothers in Law sono originari di Pesaro. Si formarono nel 2011 come duo, pubblicano un EP (s/t - Tannen Records), reclutano un batterista e poi pubblicano un altro singolo (“Grey Days” – We Were Never Being Boring).

Nel frattempo condividono il palco con band come Wild Nothing, Still Corners, Dum Dum Girls, Jacuzzy Boys, Neon Indian e altri.

Nel 2012 hanno registrato il loro primo (e autoprodotto) full-length, "Hard Times For Dreamers" (We Were Never Being Boring - 2013). L'album racconta la storia della loro vita, di ciò di cui si prendono cura e a cui tengono di più. Tra stridenti chitarre e riverberi polverosi, un suono brillante da oscuri anni adolescenziali, periferie e amore.

L'album è stato pubblicato anche nel Regno Unito da CF Records e in Giappone da Cocoheart.
Dopo essere stati invitati al SXSW Festival 2013 di Austin (Texas), si sono subito scritti a vicenda "questo è un sogno che si avvera!".

For fans of: My Bloody Valentine, The Jesus & Mary Chain, Be Forest


Info Brothers in Law:

brothersinlaw.bandcamp.com
www.facebook.com/brothersinlaw
www.myspace.com/brothersinlow

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Afterhours a #sherwood14]]>

Un ritorno, molto atteso, di una della formazioni più importanti della scena rock italiana.

Venerdì 11 luglio 2014

Afterhours

Hai paura del buio? Summer tour


opening act

Mondo Naif


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


Prezzo biglietto: 15 € + d.p.

Biglietti in vendita su  ticketone.it e sul nostro sito. Clicca sul box giallo a destra

Dopo il grande successo dell'ultimo tour degli Afterhours, dove la band guidata da Manuel Agnelli ha eseguito per intero "Hai Paura del Buio?", registrando 30.000 presenze totali in 11 date che hanno registrato il tutto esaurito, in seguito alla grande richiesta di biglietti, gli Afterhours torneranno on the road in estate per una serie di date in cui calcheranno i palchi più importanti del nostro paese e riabbracceranno un'altra volta il pubblico, presentando un nuovo spettacolo.
 
Ecco le parole di Manuel Agnelli:
 
"Dopo il riconoscimento di HPDB come miglior disco indipendente degli ultimi 20 anni da parte dei giornalisti e come miglior album indipendente degli ultimi 15 anni da parte del pubblico, abbiamo deciso di fare festa con tutti quelli che questo disco l'hanno amato e continuano ad amarlo e risuonarlo per la prima volta per intero dal vivo, seguendo la scaletta originale, arrangiato così come lo suonavamo nell’anno di uscita. Una performance che vogliamo rimanga davvero un evento speciale, per noi, per chi ci seguirà e che per questo motivo si limiterà esclusivamente a nove appuntamenti".



Mondo Naif

La formazione attuale nasce nell’aprile del 2008 a Monaco, dove Stefano (basso e voce) e Tex (chitarra) arruolano Carlo (batteria) nel loro progetto. Questo si concretizza a Montebelluna, Treviso. Nel 2009 realizzano il primo demo autoprodotto e omonimo. “Essere sotterraneo”, primo disco del trio trevigiano, è stato registrato al Go Down Studio (FC) e distribuito da Go Down Records. Raccolgono in questo lavoro il meglio della musica prodotta nell'instancabile melina tra sala prove e palco nei tre anni di concerti alle loro spalle. "Essere Sotterraneo" esprime un desiderio di far incontrare influenze stoner rock e psichedeliche con la migliore tradizione del rock indipendente italiano. Sfogo rabbioso e delay, Mondo Naif. Hanno condiviso il palco con artisti come Ministri, Zen Circus, Bud Spencer Blues Explosion, Aucan, Meganoidi, The Bastard Sons Of Dioniso, Bologna Violenta, Umberto Palazzo e il Santo Niente, Gazebo Penguins, Fuzz Orchestra, Elettrofandango.


Mondo Naif:
Facebook
Sito ufficiale

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[New York Ska Jazz Ensemble a #sherwood14]]>

Domenica 06 Luglio 2014

Sherwood FestivalPark Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


Aspettando il Venice Sunsplash 2014

New York Ska Jazz Ensemble

opening act

SKA-J
in "FURIO 30"

Dai "Neuro" agli Ska-J passando per i Pitura Freska

30 anni di musica, 30 anni di carriera


1 € può bastare

Apertura cancelli ore 19.00


Informazioni sulla band
:


New York Ska Jazz Ensemble

Direttamente dalla Grande Mela il nuovo tour estivo della band!

La prossima estate l'Italia ospiterà nuovamente la New York Ska Jazz Ensemble per una serie di appuntamenti estivi che partirà proprio dallo Sherwood Festival di Padova il prossimo 6 luglio.

La New York Ska Jazz Ensemble è un gruppo di musicisti eccezionali, di diverse estrazioni artistiche. Conosciuti a livello globale come i pionieri dello ska-jazz, il loro stile è stato imitato da migliaia di gruppi in tutto il mondo, dalla Russia di S. Pietroburgo a San Jose, in Costa Rica.

Nati a New York durante i tumulti dell'ondata ska degli anni '90, la band ha saputo integrarsi alla perfezione negli anni, producendo un suono che perfettamente si integra sia nella scena ska, che in quella reggae. Tutti i membri di questa incredibile ensemble hanno collaborato con importanti musicisti di tutti i generi, e questo fa sì che il livello di contaminazione del suono della New York Ska Jazz Ensemble sia unico ed inimitabile.

Le loro performance dal vivo sono incredibili e attraggono ascoltatori di ogni età ed estrazione culturale, coinvolgendo tutti i tipi di pubblico dai piccoli club di periferia fino ai palchi dei festival più prestigiosi.

Fin dalla sua nascita, la band ha pubblicato otto album in studio, due album live, un concerto live su DVD e numerosi brani in compilation ska e reggae. Tutte le registrazioni della band ricevono il plauso della critica, grazie all'altissima energia, ai brani originali e alle creative reinterpretazioni di brani jazz, così come il loro potente mix di dance hall, reggae e rock steady.

La New York Ska Jazz Ensemble è stata fondata nel 1994 da Freddie "RockSteady" Reiter, insieme a membri di The Skatalites, Scofflaws e Toasters, al culmine del successo dello ska americano, con l'intento di riunire e sviluppare musicalmente il genere, abbracciando le armonie jazz con l'improvvisazione tipica degli stili ska e reggae. Suonando insieme nel 1993 durante il tour dei Toasters, Reiter, Rick Faulkner e Jonathan McCain iniziarono a lavorare con  Devon James(Skatalites), Cary Brown(Skatalites) e Victor Rice (Scofflaws) per formare una "all star ska band" che potesse spingersi oltre i confini della musica ska. La loro prima apparizione pubblica ebbe luogo nel 1994 presso il Manhattan Center, di fronte ad una platea gremita, riscutendo immediato successo con il pubblico statunitense. Dopo due anni trascorsi esibendosi in regolarmente in giro per New York e gli Stati Uniti, l'ensemble ha portato i propri suoni all'estero, suonando per la prima volta in Germania in un tour di tredici date, nel 1996. In questa stessa occasione sono stati la prima ska band americana a suonare in Polonia, dopo la caduta del muro di Berlino. La loro prima esperienza europea ha attirato parecchia attenzione, tanto da permettere alla band di sbarcare anche in Sud America, visitare il Venezuela e fare il giro intero del Brasile.
La New York Ska Jazz Ensemble ha suonato in trentun paesi, e continua a girare il mondo diverse volte all'anno. Gli attuali membri della band sono provenienti da tutto il mondo ska e dalle comunità reggae, dove lavorano regolarmente con altri gruppi come Anthony B, Skatalites, Burning Spera, Lou Reed, Philly Joe Jones, Chris Potter, Ernest Ranglin, Monty Alexander, Sonny Rollins e molti altri ancora.
Continuano ancora oggi a spingere i confini dello ska-jazz oltre ogni confine, portando la loro musica ogni volta verso nuovi luoghi, e anche per la prossima estate hanno in programma gli immancabili appuntamenti italiani!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Perturbazione a #sherwood14]]>

Sabato 05 Luglio 2014

Perturbazione


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


1 € può bastare


I Perturbazione sono uno dei principali gruppi rock italiani dei nostri anni. Nati a Rivoli, alle porte di Torino, hanno segnato la musica nazionale grazie a una manciata di album fra i più significativi dell’ultimo decennio. Dopo gli esordi nel ‘98 (Waiting to Happen e 36) è arrivato il passaggio alla lingua italiana e con esso l’album della svolta: In circolo, uno dei dischi più rilevanti della contemporaneità nazionale. Considerato dal mensile “Rolling Stone” come uno dei 100 più belli di sempre della musica italiana, In circolo è stato da poco ripubblicato in una versione doppia e celebrativa per il decennale.

Canzoni allo specchio e Pianissimo Fortissimo completano una sorta di trilogia della “formazione” e contribuiscono ad affermare il nome della band nel panorama nazionale. Nel 2010 arriva Del nostro tempo rubato, l’album linguisticamente più maturo del sestetto piemontese. Titolari di una forte identità legata all’incrocio tra strumentazione rock (basso e chitarre elettriche, batteria) e classica (violoncello, pianoforte), nonché di molti progetti paralleli (Concerto per disegnatore e orchestra, Le città viste dal basso etc.) i Perturbazione incarnano ormai più una factory creativa che una semplice band.

Recentemente i Perturbazione sono rientrati a casa Mescal che ha pubblicato il 6 Maggio 2013 il nuovo e sesto disco del gruppo, prodotto da Max Casacci (Subsonica), intitolato Musica X e distribuito in allegato a XL di Repubblica; la band che sa magistralmente shakerare la canzone d’autore al pop strizzando l’occhio al rock e al contempo all’elettronica ha registrato 10 nuovi brani, per un nuovo percorso con specialissimi ospiti (I Cani, Erica Mou e Luca Carboni) e fresche suggestioni per un’esperienza che non mancherà di stupire neppure i più affezionati seguaci della band. A rappresentare tutto ciò, il primo singolo/video "La Vita Davanti" e un tour estivo che ha traghettato la band attraverso l’Italia mentre si organizzava la parte autunnale, che ha preso il via da una doppia tappa a Berlino e una a Bruxelles (17 / 18 / 19 Ottobre) dove i Perturbazione hanno presentato dal vivo Musica X sia come album che come nuovo singolo.

I Perturbazione con "L’Unica" e "L’Italia vista dal bar", hanno partecipato alla 64esima edizione del Festival di Sanremo (dal 18 al 22 Febbraio 2014) / 4° posto nel televoto sia nella 1° che nell’ultima serata – 6° nella classifica generale -  Premio Critica Radio/Tv/Web della Sala Stampa Lucio Dalla / Premio 100 Radio / Premio Blog Macchia Nera assegnato al Dopo Festival. A seguire, un lungo tour che li terrà impegnati per il resto dell’anno.


Perturbazione:
Facebook
Sito ufficiale

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Holi a Sherwood, il festival dei colori con dj Spiller e i Perturbazione]]>

Dopo l'annullamento di Holi a Sherwood dello scorso 14 giugno a causa del maltempo ecco la nuova data per l'appuntamento più colorato dell'estate.

Chi non avesse ancora richiesto il rimborso della prevendita acquistata per la data del 14 giugno può richiedere info a ticket@sherwood.it o usare lo stesso voucher per Electro Swing Circus in programma sabato 19 luglio.

Sabato 05 luglio

HOLI A SHERWOOD

Lanci collettivi di polveri naturali colorate, otto ore di puro sound e performance artistiche

Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14

Apertura cancelli ore 18.30

1 euro può bastare

Mainstage

 Dj Spiller

A seguire

Perturbazione

Il dj veneziano “Spiller”, che ha raggiunto le vette delle classifiche di Italia, Regno Unito e Australia per la hit "Groovejet (If This Ain't Love)" e che vanta collaborazioni di spessore tra cui Sophie Ellis-Bextor e i Royksopp.

Spiller Facebook

Le polveri colorate  fatta di amido di mais e coloranti naturali potranno essere acquistate all'ingresso del festival.

La polvere è completamente naturale e assolutamente sicura per le persone e l'ambiente.
In rari casi la polvere può portare a problemi respiratori dovuto alla sua finezza. Con accertati problemi respiratori ti consigliamo di indossare una maschera facciale e non respirare direttamente la polvere.

Non raccomandiamo la polvere alle persone asmatiche o con altri problemi allergici pre-esistenti.

Per la sicurezza di tutti noi non sarà possibile utilizzare colori portati da casa

I lanci collettivi saranno concentrati di fronte al palco principale. Dallo schermo laterale partiranno i countdown.

Orari lanci: 19.00 - 20.00 - 21.00 - 22.00 


Sherwood, il festival indipendente più noto a livello nazionale, per un giorno diventa una "foresta" a colori grazie all'Holi festival, un “arcobalenico” evento che sbarcherà a Padova sabato 5 luglio.

Dalle ore 18:00, la festa più colorata del mondo, il famoso festival dei colori “Holi”, arriva anche a Sherwood Festival. Nella tradizione indiana, Holi è la festa di primavera, una delle più antiche celebrazioni indù: nubi di polveri di pigmenti dai colori accesi ammantano i villaggi dell'India settentrionale segnando l'inizio della celebrazione. Per un giorno non esistono le caste, le differenze di età, sesso e status sociale, c’è spazio solo per il divertimento e la gioia più spensierata.

Le bombe di colori genereranno un cielo di colori indimenticabile fin dall'apertura: da prima del tramonto, per poi proseguire fino alle 22.00, dallo schermo del mainstage verranno programmati i countdown per lanci multicolor di gruppo.

Una manifestazione dai mille colori come quelli di cui vorremmo fossero colorate le nostre vite, la nostra società, il nostro mondo.


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Brunori Sas a #sherwood14]]>

Mercoledì 02 luglio 2014

Brunori Sas


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


1 € può bastare

Brunori Sas è Dario Brunori, cantautore della provincia cosentina, classe 1977.
Imprenditore mancato e neo-urlatore italiano, esordisce discograficamente nel 2003, con il collettivo virtuale Minuta, per cui firma tre brani in altrettante compilation tematiche.
Nel 2005 fonda con Matteo Zanobini e Francesca Storai la dream-pop band Blume, con cui pubblica l'album "In tedesco vuol dire fiore", che riceve un grande consenso in ambito indipendente e che viene premiato nel 2006 da una giuria di esperti in occasione del MEI (Meeting Etichette Indipendenti).
Sempre nel 2005 con Matteo Zanobini scrive e interpreta la indie-hit "90210" a nome di The Minnesota's e diventa autore di canzoni e musiche per alcune serie d’animazione televisive, collaborando attivamente a tutt'oggi con Andrea Zingoni, Rai Trade, Lanterna Magica e Melazeta.

Già con i Blume e con il collettivo Minuta, Dario sviluppa un percorso personale, riallacciandosi alla pura e semplice canzone all’italiana (da Gaetano a Graziani, da Ciampi a Santercole).
E' però nel 2009 che si affaccia all'universo cantautorale italiano, adottando il moniker Brunori Sas.

Pubblica così il suo album d'esordio “Vol.1”: un vero e proprio canzoniere italiano, fatto di brani semplici e diretti, filtrati attraverso sonorità retrò e pieni di quell'immaginario dei ricordi dei 30enni di oggi, ossia i primi anni 90.
Il racconto è squisitamente popolare: palloni bucati e ragazzi di provincia, il mare d'inverno e le cotte d'agosto.
Il consenso è unanime da parte di pubblica e critica specializzata.
Si aggiudica il Premio Ciampi 2009 come miglior disco d'esordio e la Targa Tenco 2010 come miglior esordiente.
Accompagnato da Simona Marrazzo (cori e percussioni), Dario Della Rossa (piano e tastiere), Mirko Onofrio (sax e fiati) e Massimo Palermo (batteria), percorre l'intera penisola con un acclamato tour di oltre 140 date, che lo porta a vincere l'ambito premio di KeepOn come miglior personaggio live della stagione.

A due anni esatti da Vol. 1 Dario Brunori torna con “Vol. 2: Poveri cristi”.
In questo lavoro lascia alle spalle la nostalgia e il racconto autobiografico e sposta lo sguardo verso le storie di vita altrui. I quasi due anni di tour regalano al nuovo disco una struttura più articolata (complice l'intervento della band e l'ospitata degli amici Dente e Dimartino); la scrittura è insieme amara e speranzosa, la forma canzone è melodica e all'italiana.
Il disco segna l'ingresso in pianta stabile nella band del violoncellista Stefano Amato ed inaugura Picicca Dischi: nuova etichetta discografica che Brunori fonda con Simona Marrazzo e Matteo Zanobini. L'accoglienza rivolta al secondo album è sorprendente.
Nel 2012 la sua canzone “Una Domenica notte” ispira l’omonimo lungometraggio di Giuseppe Marco Albano, in cui Dario e l'intera band compaiono anche in un cammeo.
E' autore nello stesso anno della colonna sonora di “E' nata una star”, ultima fatica cinematografica di Lucio Pellegrini, con protagonisti Rocco Papaleo e Luciana Litizzetto.

E' sua la produzione artistica dei lavori discografici di Maria Antonietta e Dimartino, primi artisti ad entrare nella scuderia di Picicca Dischi.
Alla stregua di Groucho Marx, con cui condivide l’amore per la battuta e il nonsense, baffi e occhiali caratterizzano l’immagine di Dario Brunori sin dagli esordi.

Proprio per emanciparsi ironicamente da questo stereotipo nasce nel 2013 il Brunori senza baffi, un tour teatrale in trio, in cui viene riproposto tutto il repertorio, e alcune cover, con un’attitudine più acustica e suggestiva. Il tour è ovunque sold-out e si chiude a settembre 2013, data in cui ufficialmente termina quello che a tutti gli effetti è stato un “never ending tour” di più di tre anni.

Calca il palco Petruzzelli di Bari per partecipare a Meraviglioso Modugno, evento inaugurale del Medimex, dedicato al compianto cantautore.
Caterpillar e Twilight, storiche trasmissioni di Radio2, utilizzano come contenuti speciali i suoi brani.
Suoi featuring sono in brani di Marco Notari, Nicolò Carnesi, i Gatti Mezzi. Partecipa al video “Passerà” di Eugenio Finardi.
Nello stesso anno entra a far parte del progetto musicale: Stazioni Lunari, format che porta la direzione artistica di Francesco Magnelli, in cui divide il palco con la padrona di casa: Ginevra Di Marco e con artisti quali Cristina Donà, Dente, Simone Cristicchi, Nada, il Coro dei Minatori di Santa Flora, Cisko, Max Gazzè, Enzo Avitabile.

Sostiene attivamente numerose campagne sociali: suona a favore dell'Unicef, di cui diventa ambasciatore calabrese, per Emergency al Teatro Valle Occupato, al Teatro Coppola di Palermo, nella città di Mormanno dopo le devastazioni del terremoto.
Sempre nel 2013 collabora con il rapper cosentino Kiave nel brano “Identità”.
Compare con un cammeo del film di Marco Caputo e Davide ImbrognoL'attesa” e il lungometraggio di Fabrizio Nucci e Nicola RovitoGoodbye Mr.President”.
Il 4 febbraio 2014 esce l’atteso terzo disco di inediti “Vol. 3 – Il Cammino Di Santiago In Taxi” a cui fa seguito, da marzo, il live Volume 3 Tour.


Brunori Sas:

Facebook
Youtube
Sito ufficiale

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Davide Vettori a #sherwood14]]>

Sabato 28 giugno 2014

Davide Vettori

Il cuore vibra tour (anteprime dal nuovo album)


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


1 € può bastare

Davide Vettori nasce nel 1981 a Treviso.
Nel 2012 pubblica l’album d’esordio ‘Visione Cosmetica’ (Garage Records/Audioglobe) tra elettronica e cantautorato italiano, con la produzione artistica di Tommaso Mantelli, collaborazioni con artisti quali Ilenia Volpe e Nicola Manzan (Bologna Violenta). Realizza personalmente il video d’animazione grafica del primo singolo ‘Morire a Metà’, che gli conferisce anche il titolo di artista ‘Just Discovered’ con MTV New Generation. Il secondo clip de ‘La Distrazione’ esce nel 2013 con un ep di remix in collaborazione con La Repubblica XL. Nella primavera 2013 pubblica la cover de ‘L’ultima luna’ (Lucio Dalla), con cui si esibisce presso il Music Italy Show di Bologna e vince il premio ‘Gli Eroi di Cartone’ indetto dal Meeting Etichette Indipendenti e Audiocoop.
Durante il primo anno di promozione dal vivo dell’album si esibisce in una sessantina di concerti ed ha potuto dividere il palco con artisti del calibro di Subsonica, Frankie Hi Nrg, Motel Connection, Bologna Violenta, Captain Mantell, Ex-Otago, Pink Holy Days e Aucan.
Attualmente in lavoro sul singolo ‘Il Cuore Vibra’, primo videoclip in arrivo per l’estate 2014, anteprima del nuovo album.



Davide Vettori:
davidevettori.it
garagerecords.it
Facebook
Twitter



Dj Set

Idga & Hanrich

Idga è un producer e dj padovano cresciuto a suon di post punk. Amante dell’idm, industrial e techno bass i suoi brani sono caratterizzati da sonorità scarne e trasversali: beat scuri, introspettivi e melodie mai banali fanno l’occhiolino al dancefloor.
Libero da schemi e con pochi fronzoli, si impiega nella costruzione del suono con la tecnica del musicista e l’orecchio del dj in grado di trovare i giusti tempi, variandone la ritmica, le linee, comprimendo o espandendo la visione di geometrie variabili, tentazioni clubber per nuovi moduli dance intelligence.

Soundcloud
Facebook


Hanrich
è un rapace progetto musicale tendenzialmente ambient-techno-isolazionista evocato da due musicisti visionari, al secolo: Riccardo Orlandi (alias SUPERNATU RAL) e Angelo Mazzetto (alias S-NiHill, alias ANGHELOST) il quale, nel suo vagare notturno, depreda samples e suoni qua e là per poi assemblarli in una sorta di Original Soundtrack audio che risulta all’ascolto a volte apocalittico e cinico e a volte cri(p)tico e reale.

Facebook

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Caparezza a #sherwood14]]>

E' con enorme piacere che annunciamo la data di Caparezza allo Sherwood Festival 2014.
Un artista a cui siamo molto legati e che ci sostiene da sempre.


Venerdì 27 giugno 2014

Caparezza


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14



Prezzo biglietto: 15 €

Biglietti ancora disponibili
al botteghino dalle ore 19.00


Il video del brano “Cover” anticipa
Museica
il nuovo album in uscita il prossimo 22 aprile



Caparezza ha pubblicato oggi (4 marzo 2014) su TeleCaparezza, il suo canale ufficiale di YouTube, il video di “Cover”, uno dei brani contenuti nel nuovo album d’inediti “Museica”, che sarà pubblicato da Universal Music il prossimo 22 aprile.

Caparezza, con il suo inconfondibile stile, racconta nel video le copertine di alcuni dei più grandi album della storia della musica, svelando sui titoli di coda la copertina del proprio album.

Il video è stato girato da Calu nel Mohave Desert, in California, dove l’artista pugliese si trovava per il mixaggio dell’album presso gli studi di Chris Lord Alge a Los Angeles e per la masterizzazione presso gli studi Gavin Lurssen.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Dub FX a #sherwood14]]>

E' con enorme piacere che annunciamo la data di Dub FX allo Sherwood Festival 2014.

Il beatboxer e musicista australiano che in pochi anni è passato dalle performance sulle strade delle città europee ai palchi dei più blasonati club e festival di tutto il mondo


Mercoledi 25 giugno 2014

Dub FX



opening act

Waterproof


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


Prezzo biglietto: 10 €

Acquistalo in prevendita su www.sherwood.it a solo 1 € in più

Eviti le code
Ti assicuri l'ingresso anche in caso di Sold Out
È facile e sicuro

Clicca sul box giallo a destra


Sei il 2013 è stato l’anno della conferma per Dub Fx, il 2014 potrebbe essere quello della consacrazione. “The sky is forever”.
Una storia rarissima, quella di Benjamin Stanford, in arte Dub FX. E una storia coronata da un successo tanto inimmaginabile – probabilmente per lo stesso protagonista – quanto globale e trionfale. Parte tutto dall’Australia, dalla sua città natale Melbourne: un ragazzo inizialmente appassionato di heavy metal e punk rock che all’improvviso scopre reggae, hip hop e drum’n'bass, restandone letteralmente folgorato. Fino a qui tutto normale, più o meno. La storia però si complica quando Stanford inizia a concentrarsi sulla pratica del beatboxing (detto in modo grossolano: creare da soli con la propria voce e i propri movimenti labiali il tappeto ritmico, le linee di basso e varie schegge sonore), diventandone ben presto un assoluto virtuoso.

Si complica ulteriormente, la storia, quando decide di abbandonare l’Australia per l’Europa, con l’idea precisa di fare l’artista di strada girovagando di stato in stato (risiederà anche in Italia, a Lucca). In poco tempo diventa una specie di leggenda metropolitana del busking: “Ogni giorno vendevo almeno un centinaio di cd, a dieci euro l’uno. Io stavo anche benissimo, poi però è arrivato il filmato…”. Il filmato in questione è quello firmato dal regista inglese Ben Dowden: la cronaca di una esibizione live di Dub FX, che una volta riversata su YouTube tocca qualcosa come venti milioni di visualizzazioni. Incredibile ma al tempo stesso inevitabile: la forza e la creatività dell’artista australiano sono qualcosa di dirompente.

Da quel momento in avanti la carriera di Benjamin si fa meno atipica e più convenzionale: le esibizioni a sorpresa per strada vengono (in parte) abbandonate a favore di veri e propri tour che mietono, regolarmente, sold out. L’anticonvenzionalità resta comunque ben presente nei suoi live set, sempre basati sulla sua quasi irreale abilità da beatboxer e sulla potenza musicale che sprigiona, un one man show che riesce a ricreare lo stesso impatto sonoro dei più grandi progetti drum’n'bass o dubstep (con varie digressioni reggae, dub e quant’altro). Cinque album alle spalle e uno nuovo (“Theory Of Harmony”) ora in uscita, Dub FX è diventato quasi involontariamente ed inconsapevolmente uno dei nomi più grossi nella scena delle ritmiche spezzate ad alto impatto sul dancefloor. Vederlo in versione live, è un’esperienza davvero unica. A testimoniarlo, i numeri da stella di prima grandezza. Lui, mai avrebbe pensato di diventarlo.



Waterproof

Waterproof D²nB: Didgeridoo, Drum and Bass.
Il quartetto nasce a Venezia nel 2012 dall'incontro di quattro musicisti interessati alla sperimentazione di nuove forme espressive. Nel giro di poco tempo, si affermano come uno dei più interessanti progetti in circolazione, con moltissimi concerti all'attivo sia in Italia che all'estero.

Da questa sete di novità scaturisce infatti un live set votato all'improvvisazione libera, sostenuta dalle pulsazioni Jungle, D'n'B, Dub e Techno. Una batteria, un contrabbasso, didgeridoo, beat-box e altre fonti sonore acustiche vengono processate in tempo reale con effetti, loopers e campionatori e trasformate in un'esperienza di ascolto e di ballo diversa dal comune.
Il pubblico quindi può vedere e sentire come i suoni vengono generati dagli strumenti, modificati e riutilizzati: si crea un legame fortissimo fra musicisti ed audience, perché l'uno influenza l'altro in uno scambio continuo.

Le performance di Waterproof D²nB non sono dischi su una piattaforma da DJ. Non ci sono tasto “play” da premere. Waterproof esiste solo quando suona: nessun brano viene prodotto né composto in studio, ma sempre e solo dal vivo durante una sessione di improvvisazione pura. Per queste ragioni nessun concerto è uguale al precedente, ed ogni brano è un lungo e potente flusso sonoro di fronte al quale è difficile restare fermi.
Che siano le tue orecchie e il tuo cervello a guidarti o che tu sia arrivato fin qui seguendo i tuoi piedi ed il tuo stomaco, Waterproof D²nB ti darà in abbondanza ciò che cerchi.


Waterproof:
waterproofdnb.net
Facebook
Soundcloud
Youtube

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Motus in "Alexis. Una tragedia greca" a #sherwood14]]>

Martedì 24 giugno 2014

Motus in "Alexis. Una tragedia greca"


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14

ore 21.00


1 € può bastare

Aexis ©Urška Boljkovac


Motus
nasce a Rimini nel 1991 fondato da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò. Ha sempre scolpito i propri progetti agendo e reagendo, come carta di tornasole, ai fatti - piccoli e grandi - del quotidiano, nutrendosi delle contraddizioni del contemporaneo, traducendole, facendone materia attiva di riflessione e provocazione.

Con le produzioni Occhio Belva (1994), Catrame (1996), O.F ovvero Orlando furioso (1998), Orpheus Glance (2000), il teatro in perenne trasformazione di Motus acquisisce una rilevante notorietà nazionale e estera. Vince il premio di produzione del Festival TTV di Riccione del ‘99. Nello stesso anno, la compagnia riceve il Premio Ubu Speciale, “Per la coerenza testarda e creativa di una ricerca visionaria nel ridisegnare spazi e filtrare miti” e il premio “Giovani talenti” dalla rivista Lo straniero diretta da Goffredo Fofi. Nel Novembre 2000 la Giuria dei Premi Ubu attribuisce alla compagnia il Premio Speciale al Progetto Prototipo. In relazione a questa esperienza Daniela ed Enrico curano una sezione del libro “Certi Prototipi di Teatro. Storie, poetiche sogni di quattro gruppi teatrali” a cura di Renata Molinari e Cristina Ventrucci per Ubulibri. Sempre nello stesso anno lo spettacolo Visio gloriosa, che debutta al Teatro Argentina di Roma, risulta vincitore del concorso "Sette spettacoli per un nuovo teatro italiano per il 2000”.

ll progetto Syrma Antigónes, avviato nel 2008, nasce dall'idea di condurre un'analisi del rapporto/conflitto fra generazioni assumendo la figura tragica di Antigone come archetipo di lotta e resistenza. Silvia Calderoni, che collabora assiduamente con la compagnia dal 2005, ne è intelligente e instancabile interprete, e riceve, nel 2010, il Premio Ubu come migliore attrice under 30. Dal progetto sono nati tre Contest: Let the Sunshine In (antigone) contest#1, Too late! (antigone) contest#2, Iovadovia (antigone) contest#3 e uno spettacolo Alexis. Una tragedia greca.

Alexis © Valentina Bianchi


Come trasformare l'indignazione in azione? Questa semplice ed enorme questione ci ha sospinti sulle tracce di Antigone, volgendoci indietro, all'ascolto della sua fulgida caparbietà, per riflettere sul presente. Si è lavorato per ricomporre in una drammaturgia originale gli eventi tragici, secondo una scrittura impregnata delle biografie ed esperienze personali degli attori coinvolti. Un percorso iniziato nel 2008 da cui sono nati tre contest, performance intese come confronti/dialoghi fra Antigone-Silvia Calderoni e tre diversi attori: Benno Steinegger-Polinice, Vladimir Aleksic-Creonte e Gabriella Rusticali-Tiresia, dal titolo Let The Sunshine In, Too Late! e Iovadovia.

Alexis si colloca alla fine di questo cammino pur presupponendone l'inizio: nell'agosto 2010 siamo stati in Grecia per rintracciare testimonianze dirette sull'uccisione, da parte di un poliziotto, del quindicenne Alexandros-Andreas Grigoropoulos (Alexis), avvenuta durante il nostro primo workshop di studio sull'Antigone: un "Polinice" con la maglietta dei Sex Pistols... Questo accadimento ci ha sospinto a muovere il progetto-Antigone sempre più dichiaratamente sul tema delle rivolte del contemporaneo.

Alexis © Pierre Borasci


Alexis è stato ucciso il 6 dicembre 2008 da una pallottola al petto dall'agente 37enne Epaminondas Korkoneas, un sabato sera come tanti a Exarchia, quartiere centrale di Atene, nelle vicinanze del Politecnico, noto per l'estenuata resistenza ai Colonnelli. L'episodio, é la miccia che provoca un'esplosione a catena, ed è facile, anche se discutibile, accostarlo ad altre rivolte che hanno investito le metropoli europee negli ultimi anni. La morte di Alexis ha sospinto molti altri adolescenti come lui a scendere nelle strade, ma non solo, alle proteste si sono uniti esponenti di tutte le fasce sociali greche, scatenando un'insurrezione popolare senza precedenti.

Il palco diviene luogo di una presenza corale, commovente, che agisce un testo polifonico e stratificato, dalla natura ibrida e fulminea: dialoghi, interviste, riflessioni solitarie, tentativi di traduzione dal greco, all'inglese e all'italiano, frammenti audio e video dalla rete, descrizioni di atmosfere e paesaggi, dichiarazioni politiche e testimonianze che abbiamo raccolto a Exarchia, per strada, nei centri sociali, nei caffè, fra gli artisti… Pezzi di un mondo che cade a pezzi… Citiamo un frammento di "Ics racconti crudeli della giovinezza" perché su questo percorso si inscrive Alexis, una tragedia greca, di oggi.



Motus:
Sito ufficiale

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Die Antwoord a #sherwood14]]>

Domenica 22 giugno 2014

Die Antwoord


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14

Apertura cancelli ore 18.00


Prezzo biglietto: 20 €


Acquistalo in prevendita
 su www.sherwood.it a solo 1 € in più

Eviti le code
Ti assicuri l'ingresso anche in caso di Sold Out
È facile e sicuro

Clicca sul box giallo a destra

(Se hai problemi con l'acquisto delle prevendite leggi questo articolo)


Altre prevendite attivate su:

www.ticketone.it 

www.vivaticket.it


Dettagli:


Uno dei progetti più atipici e perturbanti che abbiano percorso la scena musicale degli ultimi anni: i sudafricani Die Antwoord, formati dal rapper Ninja, dalla vocalist Yo-Landi Vi$$er e da DJ Hi-Tek, sono davvero un mondo musicale a parte, un'autentica scheggia genialmente impazzita nel pop contemporaneo.

La loro è una popolarità che nasce prima di tutto da un album autoprodotto uscito nel 2009 e messo in circolazione gratuitamente nel solo formato digitale (“$O$”, poi rieditato l'anno successivo anche in formato fisico), album accompagnato da una serie di video – primo fra tutti “Enter The Ninja”, ormai sui quindici milioni di visualizzazioni su You Tube – assolutamente folgoranti.


L'immaginario che caratterizza la band (o la “rap-rave crew ”, come loro amano definirsi) è infatti affilato e sfaccettato, e coinvolge sia la sfera audio che le loro scelte a livello di video e, semplicemente, di modo di porsi: in gioco ci sono tensione, adrenalina, cattivo gusto, pacchianerie e una strana forma di morbosità stemperata da una sottile (e tagliente) auto-ironia . Una confezione estetica di livello estremo, che ha sedotto anche registi di culto come Harmony Korine (che ha voluto lavorare con loro e per loro nel mediometraggio “Umshini Wam” presentato in anteprima al SXSW di Austin e facilmente reperibile in rete).


La loro è una esasperazione degli stilemi più volgari dell'hip hop immersa però in una specificità distante anni luce dai luoghi comuni del rap americano , se non per certi richiami al “white trash” di eminemiana memoria. Di sicuro, si tratta di uno dei prodotti più originali di sempre per quanto riguarda l'incrocio, oggi assai attuale, tra rap ed elettronica, anche e soprattutto perché rappresenta una critica dall'interno dei meccanismi artistici e sociali del pop mainstream: alle prime ingerenze della Interscope, la label che li aveva messi sotto contratto dopo l'esplosione di popolarità e che chiedeva un nuovo album sufficientemente “commerciale” e meno sguaiato ed inquietante, la band sudafricana ha infatti risposto andandosene sbattendo la porta.

Ten$ion” (2012 ), l'album della consacrazione, esce quindi per la loro etichetta personale, la Zef Records: una chiara dichiarazione d'intenti sulla consapevolezza della propria missione artistica. Scelta che, tra l'altro, pare non averli penalizzato in alcun modo – a distanza di un anno lo si può tranquillamente dire.


Sia chiaro: non è solo questione di buone idee, di video ben fatti, di immaginari accattivanti o intelligenti. Ninja è in realtà un veterano della scena hip hop sudafricana, da anni uno dei suoi membri più rispettati, e lo si vede bene dal vivo, dove la sua capacità di tenere il palco è davvero impressionante sia per padronanza tecnica che per quella scenica. L'interplay con Yo-Landi poi è tanto atipico quanto calibrato, e l'impatto ritmico così il decostruzionismo a colpi di sample e scratch sono una costante continua, grazie agli interventi di Dj Hi-Tek.

Dopo le trionfali date italiane della scorsa estate, con alle spalle un culto mondiale che non accenna a diminuire (e che viene gestito con grande intelligenza e sensibilità da parte della band stessa), ora i Die Antwoord tornano in Italia ancora più maturi, più forti, più consapevoli, più velenosi.



]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Altavoz De Dia a #sherwood14]]>

Sabato 21 giugno 2014

Altavoz De Dia 

Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14

Apertura cancelli ore 17.00

Ellen Allien

Alex Picone

Carola Pisaturo

Max D. Blas

& AltaVoz Dj's

 € 7 fino alle ore 21.00 e di €10 dopo le 21.00

Ritorna a Sherwood Festival per il settimo anno consecutivo AltaVoz De Dia, l'evento open air estivo di AltaVoz, l'happening di musica elettronica che si è diventato negli ultimi anni uno degli appuntamenti più importanti e stimati di tutta la penisola per gli appassionati del genere.

L'evento si terrà sabato 21 giugno e con questa edizione, AltaVoz De Dia diventa l'appuntamento più longevo tra le collaborazioni che Sherwood Festival ha portato avanti in tre decadi di storia.

L'ospite principale dell'edizione 2014 è la berlinese Ellen Allien, storica dj e produttrice d'oltralpe che rappresenta una pietra miliare della scena elettronica europea da oltre un decennio.

Nata a Berlino, classe 1969, Ellen Allien è la reginetta indiscussa del panorama elettro & minimal europeo. "Nel mio lavoro, la musica, la grafica, l’arte, i visual e la moda si incontrano e si fondono.’ ‘Techno è ciò che sono. Minimale, essenziale, profonda e ruvida allo stesso tempo. Direi che la techno ed io siamo cresciute insieme. Sensuali". ‘Cerco una dance che dia pieno piacere. Il corpo, la pancia e il cervello iniziano a oscillare e mi/ci tirano su. La musica è la droga - nient’altro!’. Questo è ciò che Ellen Allien, nata Ellen Fratz, dice di sé. Ed è tutto vero.

Ma per il pubblico dell’elettronica lei è anche una delle più (o forse l’unica) donna di successo sia del contesto artistico che di quello business. La scoperta del suo amore per il dancefloor avviene già nei primi anni ‘90, durante un soggiorno a Londra in pieno fenomeno acid house e deep techno. E tornata a Berlino, Ellen si impegna su mille fronti: lavora per un negozio di dischi, conduce un programma per una radio locale, e poi inizia come DJ nei club della sua città, destinata a diventare in pochi anni il centro europeo della techno e dell’IDM (intelligent dance music).

Nel giro di pochi anni, fonda anche l’etichetta discografica Braincandy, e poi lancia una serie di party chiamati Bpitch Control che la portano a fondare un’altra label, con lo stesso nome - label che oggi annovera nel suo roster decine di artisti di culto tra cui Paul Kalkbrenner, Apparat, Ben Klock, Seth Troxler e decine di altri artisti che negli ultimi anni hanno concorso a ridisegnare i canoni della musica elettronica.

Oltre a Ellen Allien, AltaVoz De Dia ospiterà Alex Picone, artista italiano, ma residente a Berlino da diversi anni, tra gli artisti italiani più in voga in tutta Europa. Divenuto famoso presso il grande pubblico grazie alle sue uscite sull'etichetta Cadenza di Luciano, ha confermato il suo talento grazie a produzioni su label come Bass Culture, Objazz, Mus e diverse altre etichette underground.

Per la prima volta inoltre AltaVoz De Dia ospiterà il dj set di Carola Pisaturo, giovane talento femminile, tra le artiste più richieste dell'ultimo anno grazie alle sue formidabili performances e alle sue produzioni per etichette quali Titbit, Claque Musique e Adjkunct.

A completare la line up della kermesse ci saranno inoltre i dj resident di AltaVoz capitanati da Max D. Blas, dj, produttore e tra i fondatori di AltaVoz sin dal lontano 2007.

I cancelli di AltaVoz De Dia si apriranno alle ore 17 ed il prezzo del biglietto sarà di €7 fino alle ore 21 e di €10 dopo tale ora.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Garrincha loves Sherwood]]>

Venerdì 20 giugno 2014

Garrincha loves Sherwood


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


1 € può bastare

Garrincha Loves è un festival itinerante che porta spasso per la nazione tutte le band dell'etichetta bolognese in un clima familiare e festoso. Questa estate toccherà Bari, Milano, Taranto, Genova, Bologna e per l'appunto Padova. All'interno dello Sherwood Festival.

Le band coinvolte saranno per l'occasione

Lo Stato Sociale

L'officina della camomilla

L'orso

Magellano

Tutti freschi di nuove pubblicazioni, incluso Brace che vi terrà compagnia durante i seppur brevi cambi palco.
 

Dottor Gonzo Dj

Una selezione tutta da saltare che spazia nella storia del Rock passato e presente, ma fedele alle sonorità psichedeliche degli anni '60..."cavalcavamo la cresta di un'altissima e meravigliosa onda"

Pagina Facebook



Sarà una festa bellissima di 4 ore, dalle 20 alle 24. Prima sarà trasmessa la partita sui maxischermi.

Sherwod Tv: Garrincha ama Sherwood, Sherwood ama la musica indipendente.
Incontri e scontri sulla scena musicale più bella che c'è.



L'evento Facebook a questo link
]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[99 Posse a #sherwood14]]>

Mercoledì 18 giugno 2014

99 Posse


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


1 € può bastare
 

La Storia non si ferma e non fa un passo indietro. Al limite si ripete, tiene il ritmo, si guarda indietro, ma la linea del tempo scorre inarrestabile in avanti. E così la storia dei 99 Posse corre e corre ancora dopo 20 anni con la stessa energia di un guaglione.

Il 25 marzo 2014 esce “Curre Curre Guaglio’ 2.0 – Non un passo indietro”, il nuovo disco dei 99 Posse distribuito Artist First, che ripercorre i grandi successi della loro prima discografia e una carriera da record. Come capitoli di un gran bel film, ammirato da milioni di persone negli ultimi vent’anni e che ha vinto parecchi premi, riempiendo cuori e popolando spazi immensi, i 99 Posse dimostrano di essere “padroni del [loro] tempo per poterlo cambiare”, sperimentando il remake di 14 canzoni che hanno scosso gli animi e segnato la musica italiana. Nella tracklist evince che la stessa canzone è interpretata più volte ma da attori diversi, in modo da proporre diverse prospettive sullo stesso brano, per restituire una visione più ampia, più aperta, quindi più interessante della stessa canzone. E così rinascono con audaci e fresche sonorità nuovi modi di cantare “Curre curre guaglio”, “Ripetutamente”, “O’ documento”, e altri brani registrati, risuonati e rinnovati negli arrangiamenti e nei testi, insieme a celebri artisti, amici dei 99 Posse e con loro protagonisti in questo nuovo disco in prossima uscita, che celebra e rivitalizza un album storico (200.000 copie vendute!). Le canzoni, irrorate di nuovo vigore rap, rock, elettronico o funky, sono addirittura rinominate per sottolineare il cambiamento apportato dalle numerose e importanti featuring con Alborosie, Mama Marias, Caparezza, J-Ax, Clementino, Pau (Negrita), Punkreas, Samuel (Subsonica), Banda Bassotti, Francesco Di Bella (24 Grana), Ensi, Signor K e Bonnot, Valerio Jovine, Enzo Avitabile e i Bottari, Roy Paci, e altri.

Oltre ai “remake”, i 99 Posse propongono in “Curre Curre Guaglio’ 2.0 – Non un passo indietro” anche 4 nuove canzoni su temi socialmente impegnati, che prolungano il lungometraggio musicale su cui continuare a correre.
Dal 25 marzo si continua a girare! “Curre Curre Guaglio’ 2.0 – Non un passo indietro” in tutti i negozi fisici e digitali!


99 Posse:
Facebook
Youtube
Sito ufficiale

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Annullato l'evento in programma oggi allo Sherwood Festival]]>

Nonostante ci avessimo sperato fino all'ultimo e abbiamo tentato in ogni modo di dar vita all'evento, a cause delle avverse condizioni climatiche che hanno reso impossibile il regolare svolgimento di Holi, il festival dei colori, la cui apertura era stabilita alle ore 17.00, ci vediamo costretti ad annullare anche i set di Gramatik e di Dj Antares Color.

Il festival rimane comunque aperto con l'esibizione dei No One Knows nel second stage (Drum'N'Bass) e a mezzanotte la proiezione della partita dei mondiali Inghilterra-Italia nello spazio coperto Cinestreet.

Ingresso 1 € può bastare

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Confermato Gramatik e rinviato Holi Festival]]>

Ci abbiamo provato fino all'ultimo momento ma le condizioni meteo in questo momento ci sono avverse.

A malincuore rinviamo Holi, il festival dei colori e Dj Spiller a date che comunicheremo nei prossimi giorni.

Rimane invece CONFERMATA per questa sera L'ESIBIZIONE DI GRAMATIK E DJ ANTARES COLOR.

Dalle 23.00 in poi 1 euro può bastare.

Alle 24.00 la proiezione della partita Italia-Inghilterra (ricordiamo che oltre che sul mainstage viene PROIETTATA ANCHE AL COPERTO).

Alle 24.00 la proiezione della partita Italia-Inghilterra.
L'apertura cancelli per questa sera è prevista alle ore 19.00. Il prezzo del biglietto è 10 euro.

Chi non volesse usufruire del biglietto per la serata verrà rimborsato.

Per il rimborso delle prevendite acquistate sul sito di sherwood inviare una mail a ticket@sherwood.it con la ricevuta di pagamento.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[HOLI A SHERWOOD, il festival dei colori con Gramatik, dj Spiller e dj Antares Color]]>

Sabato 14 giugno

HOLI A SHERWOOD

Lanci collettivi di polveri naturali colorate, otto ore di puro sound e performance artistiche

Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14

Apertura cancelli ore 17.00

Mainstage

Gramatik

Dj Spiller

Antares Color

Second Stage

No One Knows


Performance di Tessuti Aerei con la Compagnia di Danza Le Rivoltelle

In Sherwood Tv: Speciale India con il documentario Riverside Rendezvous sul Kumbh Mela (PopEye Production), Stefano Beggiora (docente di Storia dell'India a Ca' Foscari) e Marina Forti (Autrice de Il cuore di Tenebra dell'India)

Indian light con Barbara Zoletto, Roberta Righetti e Diego Beretta 

Alle 00.00 proiezione su maxi schermi della partita Inghilterra VS Italia


Prezzo biglietto: 10 €

 Dalle ore 23.30 1 euro può bastare

Acquistalo in prevendita su www.sherwood.it a solo 1 € in più

Eviti le code
Ti assicuri l'ingresso anche in caso di Sold Out
È facile e sicuro

Clicca sul box giallo a destra

 

Le polveri colorate  fatta di amido di mais e coloranti alimentari potranno essere acquistate all'ingresso del festival.

La polvere è completamente naturale e assolutamente sicura per le persone e l'ambiente.
In rari casi la polvere può portare a problemi respiratori dovuto alla sua finezza. Con accertati problemi respiratori ti consigliamo di indossare una maschera facciale e non respirare direttamente la polvere.

Non raccomandiamo la polvere alle persone asmatiche o con altri problemi allergici pre-esistenti.

Per la sicurezza di tutti noi non sarà possibile utilizzare colori portati da casa

I lanci collettivi saranno concentrati di fronte al palco principale. Dallo schermo laterale partiranno i countdown.

Orari lanci: 18.00 - 19.00 - 20.00 - 21.00 - 22.00 

Sherwood, il festival indipendente più noto a livello nazionale, per un giorno diventa una "foresta" a colori grazie all'Holi festival, un “arcobalenico” evento che sbarcherà a Padova sabato 14 giugno.

Dalle ore 17:00, la festa più colorata del mondo, il famoso festival dei colori “Holi”, arriva anche a Sherwood Festival. Nella tradizione indiana, Holi è la festa di primavera, una delle più antiche celebrazioni indù: nubi di polveri di pigmenti dai colori accesi ammantano i villaggi dell'India settentrionale segnando l'inizio della celebrazione. Per un giorno non esistono le caste, le differenze di età, sesso e status sociale, c’è spazio solo per il divertimento e la gioia più spensierata.

Le bombe di colori genereranno un cielo di colori indimenticabile fin dall'apertura: da prima del tramonto, per poi proseguire fino alle 22.00, dallo schermo del mainstage verranno programmati i countdown per lanci multicolor di gruppo.

Una manifestazione dai mille colori come quelli di cui vorremmo fossero colorate le nostre vite, la nostra società, il nostro mondo.

Protagoniste di Holi a Sherwood saranno le sgargianti e variopinte esplosioni di colori, ma anche la musica. Otto ore di puro sound, performance artistiche ed effetti speciali: fino a mezzanotte sul main stage per poi proseguire sul second stage.

L'ospite speciale per questa prima edizione sarà Gramatik nella sua prima ed unica data italiana: Dj, poeta e produttore sloveno ora di base a New York, con il suo Swing-Hop miscela sapientemente Swing, Hip Hop, Funk, Soul e Jazz. La sua carriera ha preso il largo senza pubblicità, esclusivamente grazie al talento personale. 
Gramatik, in contraddizione con il retroterra sovietico della sua terra, finisce con facilità a parlare di filosofia: la strada, la diversità e l’underground sono i propulsori culturali della trilogia “Street Bangerz” come dI “Beatz & Pieces”, in download gratuito sul sito dell’etichetta Pretty Lights.
L'ultimo album "The Age Of Reason", uscito ad inzio anno, in pochissimi mesi è stato scaricato oltre 2 milioni di volte ed ha accresciuto notevolmente l'hype attorno all'artista, i cui show stanno registrando sold out in tutto il mondo.

Gramatik Facebook


Altro guest il noto dj veneziano “Spiller”, che ha raggiunto le vette delle classifiche di Italia, Regno Unito e Australia per la hit "Groovejet (If This Ain't Love)" e che vanta collaborazioni di spessore tra cui Sophie Ellis-Bextor e i Royksopp.

Spiller Facebook



In apertura di serata Antares Color, il talentuoso triestino che dall’ormai collaudata scuderia Nano Rec.. Produttore eclettico, nato nell'ambiente hip hop, si è affermato nelle dj battle, vincendo campionati italiani e piazzandosi 4° al mondiale ITF 2005. Da diversi anni è un compositore che spazia dalla house music alle produzioni più hip hop.

Antares Color Facebook



Sarà presente anche il trio padovano No One Knows che dal 2010, accompagnati dal producer Bosh e dal dj Alex Trash, hanno fin da subito imposto il loro stile personale grazie a tracce originali e remix presenti in lavori di etichette come Dim Mak, Freakz Me Out, Black Seeds, Subculture, Shake Your Ass Records.

No One Knows Facebook



Le Rivoltelle

Le Rivoltelle Facebook



Ce n’è proprio per tutti a questo Holi a Sherwood: anche i “malati di pallone” avranno la loro soddisfazione, infatti da mezzanotte, dopo il dj set di Gramatik, verrà proiettata la partita di calcio Inghilterra VS Italia sul maxi schermo del main stage. Let’ s fun!

Ingresso 10 euro e dalle ore 23.30 1 euro può bastare.
Apertura cancelli ore 17.00.

Holi a Sherwood è una produzione Sherwood e Catch a Fire

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[The Zen Circus a #sherwood14]]>

Venerdì 13 giugno 2014

The Zen Circus



opening act

GramLines

a seguire


Momo dj set


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


1 € può bastare

Il Circo Zen, da Pisa. Otto album ed un Ep all’attivo, quasi diciott'anni di onorata carriera e più di mille concerti. Hanno riportato lo spirito padre del folk e del punk al moderno cantautorato con Andate Tutti Affanculo (2009) un successo -vero- di pubblico e critica che li ha consacrati dopo anni di duro lavoro. Hanno collaborato con Violent Femmes, Pixies e Talking Heads in Villa Inferno (2008). Si sono costruiti una credibilità condivisibile da pochissimi altri artisti nostrani grazie all’attività live più incessante, urgente e di qualità che si possa immaginare. Hanno confermato e moltiplicato il proprio pubblico con Nati Per Subire (2011).

Dopo un 2013 sabbatico che ha visto il cantante Appino portarsi a casa una Targa Tenco con l’album solista Il Testamento ed il batterista Karim Qqru alle prese col post punk e l’hard core del suo progetto La Notte Dei Lunghi Coltelli, oggi più che mai gli Zen si confermano come una certezza del rock indipendente Italiano, portabandiera indiscutibili della musica libera da vincoli: zero pose, zero hype ma solo tanto, tanto sudore. Questa attitudine è stata premiata nel tempo da un pubblico affezionato, sempre più transgenerazionale ed in esponenziale crescita: il terzo disco completamente in Italiano infatti, Canzoni contro la natura (2014) debutta in top ten nella classifica Fimi/Gfk ed al primo posto su quella di Itunes. Un altro tassello di una storia che non accenna a fermarsi e riparte per un’altro never ending tour


The Zen Circus:

Facebook
Youtube
Sito ufficiale
Sito Fan




GramLines

In collaborazione con Sotterranei


I GramLines presentano il 7 Dicembre 2012 il loro primo EP "Burning Lights" registrato a Settembre 2012 al True Colours Studio di Mauro Santinello a Padova: la line-up originaria comprende Francesco Campaioli, Francesco Aneloni, Stefano Bejor, Damiano Dalle Pezze e Raffaele Rossi al basso. Nei mesi successivi si dedicano alla promozione del nuovo lavoro mediante una stagione concertistica in Veneto proponendo oltre 20 concerti e vendendo autonomamente oltre 500 copie.
A Giugno 2013 tornano in studio, questa volta allo Studio 2 di Vigonovo, collaborando con Cristopher Bacco e Francesco Bruni per il loro nuovo lavoro, il cui nome viene deciso quasi un anno dopo: "Coyote". Il nuovo bassista è Alberto Pavinato.
A Settembre 2013 partecipano al contest Altichierock Festival con altre 30 band da tutto il Veneto, aggiudicandosi il primo posto e un buono da 1000 € per nuove registrazioni.

Bandcamp
Facebook

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[#sherwood14: tutti i live a 1 euro]]>

Mercoledì 11 giugno

España Circo Este +
Fast Animals And Slow Kids

Gli España Circo Este, gruppo sbarcato sui palchi italiani dopo essere nato nel Sud del Mondo, rappresentano una vera e propria carovana musical/circense dal sound unico e originale, fra sacro e profano, fra balkan e reggae/patchanka.

Il progetto "Fast Animals And Slow Kids" nasce a Perugia alla fine del 2007 come una di quelle cose che si fanno per passare il tempo in inverno.
Dopo aver conquistato Appino e tutta la famiglia Zen Circus, registrano a Febbraio 2011 il loro primo disco intitolato "Cavalli" e nel Novembre 2012, registrano mattina e sera i pezzi che andranno a comporre il loro secondo album ufficiale: “HYBRIS”.



Giovedì 12 giugno

Monaci del Surf

Per le strade di Torino si aggira un gruppo di personaggi vestiti in kimono nero e mascherati come “luchadores” messicani. Nessuno sa esattamente la loro storia, o meglio, ognuno ne sa una diversa: sono ex sacerdoti in cerca di una nuova spiritualità, sono atei in fuga, sono musicisti disperati, sono mascherati perché non possono farsi riconoscere, sono membri dei servizi segreti; qualunque sia la verità, sono conosciuti come Monaci del Surf. Nel 2012 esce il loro primo disco e non potevano che scegliere la INRI come etichetta discografica, sotto l'alta supervisione di Metatron. Cosa ci dobbiamo aspettare nei prossimi mesi dai Monaci del Surf? Seguiteli!



Venerdì 13 giugno

The Zen Circus

Il Circo Zen, da Pisa, ha riportato lo spirito padre del folk e del punk al moderno cantautorato con Andate Tutti Affanculo (2009), collabora con Violent Femmes, Pixies e Talking Heads in Villa Inferno (2008).
Hanno confermato e moltiplicato il proprio pubblico con Nati Per Subire (2011) e dopo un 2013 sabbatico, il terzo disco completamente in Italiano, Canzoni contro la natura (2014) debutta in top ten nella classifica Fimi/Gfk ed al primo posto su quella di Itunes. Un altro tassello di una storia che non accenna a fermarsi e riparte per un’altro never ending tour.



Domenica 15 giugno

The Pains Of Being Pure At Heart

Nuovo album e nuovo tour per una delle band più amate della scena indie pop americana che con "Days of Abandon" consolida il suo posto nel panorama musicale internazionale! L'inizio di un nuovo percorso evolutivo per la band, che sgomita per innalzare ancora di più l'asticella della qualità e non essere una meteora, ma per collocarsi saldamente come i Pavement della loro generazione.



Mercoledì 18 giugno

99 Posse

La Storia non si ferma e non fa un passo indietro. Al limite si ripete, tiene il ritmo, si guarda indietro, ma la linea del tempo scorre inarrestabile in avanti. E così la storia dei 99 Posse corre e corre ancora dopo 20 anni con la stessa energia di un guaglione.
Il 25 marzo 2014 esce “Curre Curre Guaglio’ 2.0 – Non un passo indietro”, il nuovo disco dei 99 Posse distribuito Artist First, che ripercorre i grandi successi della loro prima discografia e una carriera da record.



Venerdì 20 giugno 2014

Garrincha loves Sherwood

Garrincha Loves è un festival itinerante che porta spasso per la nazione tutte le band dell'etichetta bolognese in un clima familiare e festoso. Questa estate toccherà Bari, Milano, Taranto, Genova, Bologna e per l'appunto Padova. All'interno dello Sherwood Festival. Le band coinvolte saranno per l'occasione: Lo Stato Sociale
L'officina della camomilla
L'orso
Magellano
Tutti freschi di nuove pubblicazioni, incluso Brace che vi terrà compagnia durante i seppur brevi cambi palco.



Martedì 24 giugno

Motus in "Alexis. Una tragedia greca"

Motus nasce a Rimini nel 1991 fondato da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò. Ha sempre scolpito i propri progetti agendo e reagendo, come carta di tornasole, ai fatti - piccoli e grandi - del quotidiano, nutrendosi delle contraddizioni del contemporaneo, traducendole, facendone materia attiva di riflessione e provocazione.
ll progetto Syrma Antigónes, avviato nel 2008, nasce dall'idea di condurre un'analisi del rapporto/conflitto fra generazioni assumendo la figura tragica di Antigone come archetipo di lotta e resistenza. Silvia Calderoni, che collabora assiduamente con la compagnia dal 2005, ne è intelligente e instancabile interprete, e riceve, nel 2010, il Premio Ubu come migliore attrice under 30. Dal progetto sono nati tre Contest: Let the Sunshine In (antigone) contest#1, Too late! (antigone) contest#2, Iovadovia (antigone) contest#3 e uno spettacolo Alexis. Una tragedia greca.



Giovedì 26 giugno

Jack Jaselli

 

Jack Jaselli è un cantante, chitarrista e autore nato a Milano e cresciuto girando il mondo. La sua carriera musicale è un caso unico in Italia e rappresenta una nuova realtà di concreta indipendenza: senza l’appoggio di
alcuna casa discografica, management o agenzia di booking, Jack ha infatti registrato il suo primo disco "It's Gonna Be Rude, Funky, Hard" in una cantina, promuovendolo dal vivo con più di 80 date l’anno ed entrando con ben tre
singoli nella classica “ear one” dei brani più trasmessi dalle radio.
Verso la fine del 2013, in concomitanza con la partenza del fitto tour invernale nelle principali città italiane, è stato diffuso il video di un altro brano estratto da "I Need The Sea Beacuse It Teaches Me": "Closer", singolare cover del celebre brano dei Nine Inch Nails.



Sabato 28 giugno

Davide Vettori

Davide Vettori nasce nel 1981 a Treviso. 
Nel 2012 pubblica l’album d’esordio ‘Visione Cosmetica’ (Garage Records/Audioglobe) tra elettronica e cantautorato italiano, con la produzione artistica di Tommaso Mantelli, collaborazioni con artisti quali Ilenia Volpe e Nicola Manzan (Bologna Violenta). Nella primavera 2013 pubblica la cover de ‘L’ultima luna’ (Lucio Dalla), con cui si esibisce presso il Music Italy Show di Bologna e vince il premio ‘Gli Eroi di Cartone’ indetto dal Meeting Etichette Indipendenti eAudiocoop
Durante il primo anno di promozione dal vivo dell’album si esibisce in una sessantina di concerti ed ha potuto dividere il palco con artisti del calibro di SubsonicaFrankie Hi NrgMotel ConnectionBologna ViolentaCaptainMantellEx-OtagoPink Holy Days e Aucan
Attualmente in lavoro sul singolo ‘Il Cuore Vibra’, primo videoclip in arrivo per l’estate 2014, anteprima del nuovo album.



Domenica 29 giugno

Sherwood Hip Hop Day

5ta Edizione dell'appuntamento estivo con "la giornata" per antonomasia dedicata interamente alla cultura, musica e danza Hip Hop nel suo habitat naturale la strada, come mezzo per riappropriarsi della propria identità e forma libera e diretta di comunicazione. Musica e colonna sonora indipendente, dalla forte identità multiculturale, con un radicato senso d'appartenenza alla propria comunità, un movimento che comunica attraverso un linguaggio universale.



Martedì 01 luglio

Sotterranei

Il coccodrillo sotterraneo spunta anche a Sherwood!
L'1 Luglio sarà una giornata interamente dedicata all'attitudine underground del fare musica, quella senza compromessi, quella genuina, a diretto contatto col pubblico. Una serata all’insegna dei Sotterranei, una scena nata grazie alla cooperazione e alla collaborazione tra band. Due band fondatrici, Elephant e Blue Shoe Strings, introdurranno l’esibizione del duo Blues-Rock anglo-neozelandese HeyMoonShaker.



Mercoledì 02 luglio

Brunori Sas

Brunori Sas è Dario Brunori, cantautore della provincia cosentina, classe 1977. Pubblica il suo album d'esordio “Vol.1”: un vero e proprio canzoniere italiano, fatto di brani semplici e diretti, filtrati attraverso sonorità retrò e pieni di quell'immaginario dei ricordi dei 30enni di oggi, ossia i primi anni 90.
A due anni esatti da Vol. 1 Dario Brunori torna con “Vol. 2: Poveri cristi”.
In questo lavoro lascia alle spalle la nostalgia e il racconto autobiografico e sposta lo sguardo verso le storie di vita altrui.
Il 4 febbraio 2014 esce l’atteso terzo disco di inediti “Vol. 3 – Il Cammino Di Santiago In Taxi” a cui fa seguito, da marzo, il live Volume 3 Tour.



Giovedì 03 luglio

Nyū

Nyū è una formazione electropop che nasce dalle ceneri di diversi gruppi che poco avevano a che fare con l’elettronica e, a ben pensarci, pochissimo col pop. Il quintetto incide presso Hate Studio il suo primo EP per l’esordio in live, la scorsa estate, e senza sottilizzarsi troppo in questioni del tipo “dargli un titolo” nel giro di pochi mesi rimbalza da un palco all’altro, non prima di essersi imbattuto in un inquietante tizio mascherato che non proferisce parola e si aggira furtivo fra il pubblico proiettando le sue inquietudini a mo’ di visual, in ogni occasione.



Venerdì 04 luglio

Fermenti Sonori

All'interno di Fermenti, il festival dei birrifici indipendenti, la musica ed ilteatro invaderanno le strade dello Sherwood Festival. Sei cantautori e due spettacoli teatrali vi accompagneranno all'interno della giornata.



Sabato 05 luglio

Perturbazione

I Perturbazione sono uno dei principali gruppi rock italiani dei nostri anni.
Nati a Rivoli, alle porte di Torino, hanno segnato la musica nazionale grazie a una manciata di album fra i più significativi dell’ultimo decennio.
Pubblicano il 6 Maggio 2013 il nuovo e sesto disco del gruppo, prodotto da Max Casacci (Subsonica), intitolato Musica X e distribuito in allegato a XL di Repubblica.
Con "L’Unica" e "L’Italia vista dal bar", hanno partecipato alla 64esima edizione del Festival di Sanremo (dal 18 al 22 Febbraio 2014) / 4° posto nel televoto sia nella 1° che nell’ultima serata – 6° nella classifica generale -  Premio Critica Radio/Tv/Web della Sala Stampa Lucio Dalla / Premio 100 Radio / Premio Blog Macchia Nera assegnato al Dopo Festival.
A seguire, un lungo tour che li terrà impegnati per il resto dell’anno.



Martedì 08 luglio

Shyrec 10th Anniversary

Shyrec 2004/2014. L'etichetta indipendente, con base operativa nel veneziano, festeggerà i primi 10 anni di attività, martedì 8 luglio 2014 sul second stage dello Sherwood Festival. Nata come molte delle piccole realtà dalla passione di un gruppo di amici, si caratterizza fin dalla prima produzione ("Happy birthday, Eveline!!!" dei bolognesi Eveline) come un organico atipico, il cui metro di selezione è il solo e totale innamoramento dei progetti incontrati: Wora Wora Washington, Kill Your Boyfriend, Speedy Peones, The White Mega Giant, Zabrisky, Eveline, solo per citarne alcuni.

"La nostra musica, le nostre produzioni, possono anche non piacere. Per noi si tratta solamente di tutto quello che passando attraverso le orecchie, si è poi depositato dentro al cuore".

Shyrec non è solo produzione musicale, è una realtà che segue le band in tutto il loro percorso: è anche agenzia di booking, ufficio stampa, promoter e non solo, è soprattutto pura passione!!!
I 10 anni di attività saranno l'occasione anche per spiegare, capire e mostrare il ruolo di promozione culturale che contraddistingue l'etichetta veneziana, e le etichette indipendenti in generale, perché di questo si tratta: promuovere e produrre musica oggi, più di ieri, significa fare cultura attiva. Per cui, citando le parole del baldo Onga, fondatore della prestigiosa Boring Machines, fatte proprie da Made in Pop, nota newsletter curata dal buon Checco Merdez



Mercoledì 09 luglio

Bologna Violenta
Godblesscomputers

Bologna Violenta è un progetto di Nicola Manzan, trevigiano classe 1976, violinista e polistrumentista che negli ultimi anni ha lavorato in studio e dal vivo con molte band del panorama musicale italiano e internazionale.
Tra gli altri, ha collaborato anche con Justin K. Broadrick nell'ultimo album degli Jesu ("Everyday I get closer to the light from which I came" - Avalanche Recordings) e con Gautier Serre per il prossimo EP di Igorrr.
Dal 2006 ad oggi Bologna Violenta si è esibito in Italia, Francia, Belgio, Olanda, Germania ed Inghilterra (con la partecipazione nel 2012 al Glimps Festival di Gent e nel 2013 all’Eurosonic Noorderslag di Groningen).

Lorenzo “Godblesscomputers” Nada è un collezionista di suoni concreti, li esplora, cataloga, seziona, e ricompone con suoni di sintesi. 
Italiano di origine vede il suo battesimo artistico durante una sua residenza berlinese. Nel 2012 escono “The Last Swan” (autoprodotto) e il suo seguito “Swanism” (Fresh yo! label), entrambi sviscerano la tematica della bellezza estetica e della rinascita e gettano le basi seminali per la collezione di rework dei Beastie Boys, “Lost in Downtown” (Fresh yo! label). Al rientro in Italia esce il primo disco in vinile “Freedom is O.K.” per la berlinese Equinox Records. Un alternarsi di texture organiche e ritmiche impazienti, silenzi e pathos: ed è proprio questo mix perfetto che lo ha portato ad esibirsi sui più prestigiosi palchi, quali Club 2 Club a Torino e Robot Festival a Bologna.



Giovedì 10 luglio

Osteria dei Pensieri

L'Osteria dei Pensieri nasce nel territorio della Riviera del Brenta nell'estate 2009 dall'incontro di cinque musicisti provenienti da differenti esperienze e storie musicali ed artistiche. Laura Pizzol (Voce, Tastiera), Marco Galliolo(Chitarra elettrica, Chitarra classica), Thomas Callegaro (Violino, Concertina, Organetto, Benjolin), Claudio Costantini (Basso elettrico, percussioni),Stefano Pontellato (Batteria).
In un clima compositivo che si potrebbe definire laboratoriale, simile a quello delle piccole botteghe artigianali, prendono vita brani le cui influenze sonore sono da ritrovarsi nella tradizione cantautorale nostrana e in qualche fuga centrifuga verso sonorità d'oltreconfine.



Martedì 15 luglio

Green Records 20th Anniversary

 

Green Records compie 20 anni di attività e li festeggia con un contest
di skate e un concerto hc/punk presso il Sherwood festival dove suoneranno i veneziani Danny Trejo. In questi vent'anni Green Records a Padova è sempre rimasta attiva nella produzione delle bands locali e nel sostegno delle attività legate allo skateboard. Per l'occasione verrà allestita una mini halfpipe che
si potrà utilizzare liberamente anche nei giorni che precederanno l'evento.



Giovedì 17 luglio

Estra

Nel 2003 veniva pubblicato “A Conficcarsi in Carne D’Amore” l’ultimo lavoro degli Estra, un disco che celebrava dal vivo la band Trevigiana che fa parte, insieme a Marlene Kuntz, C.S.I. e Afterhours di un certa élite del rock italiano, un rock d’autore con la R maiuscola.
Negli anni ’90 e nei primi 2000, il sound e le composizioni degli Estra hanno contribuito a gettare le basi per tutta la scena indipendente nostrana che da li poi si è evoluta e cresciuta.
Questo “saluto” sarà una perfetta occasione per ritrovarli e per chi non li ha mai conosciuti, conoscerli ed amarli.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[España Circo Este + Fast Animals and Slow Kids a #sherwood14]]>

Mercoledì 11 giugno 2014

España Circo Este


Sherwood Festival 2014

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood14


1 € può bastare



 

Gli España Circo Este, gruppo sbarcato sui palchi italiani dopo essere nato nel Sud del Mondo, rappresentano una vera e propria carovana musical/circense dal sound unico e originale, fra sacro e profano, fra balkan e reggae/patchanka.
La storia di questo gruppo ha dell’incredibile, merito di un live, pazzo, colorato e tiratissimo: in meno di due anni gli ECE hanno all’attivo oltre 200 concerti dal Salento fino al Piemonte, hanno calcato i palchi più ambiti d’Italia (Sherwood Festival, Venice Festival, Rivolta, Deposito Giordani, Palearizza, Apartaménto Hoffman, ...), hanno condiviso il palco con alcune delle band più storiche o più in vista del momento (Modena City Ramblers, Nobraino, Lo Stato Sociale,...), collezionato vendite incredibili per un gruppo emergente che non usufruisce in alcun modo di una distribuzione classica o digitale (oltre 2000 le copie vendute ai soli concerti del primo E.P, “Circo Este Ciudad”, registrato da Roberto Mandia, fonico di Vinicio Capossela e Baustelle), e vantano già l’importante partecipazione alla colonna sonora di una delle web serie italiana più apprezzate del 2012, “Days”, diretta e prodotta da Flavio Parenti (Un medico in famiglia, To Rome With Love di Woody Allen, Un Matrimonio di Pupi Avati, Un medico in famiglia…) e che vede protagonisti con loro artisti del calibro di Luca Ferrari dei Verdena.
A dicembre 2013 è partito il Il Bucatesta Tour, in collaborazione con Sherwood.it, che ha visto e vede tuttora nei palchi di tutta la penisola i giovani funamboli argentini a far saltare e impazzire la gente come solo il Circo Este sa fare. Instancabili e girovaghi, killer da palco e musicisti senza freno. 30 date in appena tre mesi, e molte molte altre previste per la prossima primavera/estate, per quello che si preannuncia come uno dei tour più divertenti e seguiti dell’anno.


España Circo Este:
Facebook
Youtube


Fast Animals And Slow Kids

Il progetto "Fast Animals And Slow Kids" nasce a Perugia alla fine del 2007 come una di quelle cose che si fanno per passare il tempo in inverno. I quattro personaggi coinvolti (Aimone Romizi, Alessandro Guercini, Alessio Mingoli e Jacopo Gigliotti) vanno ancora al liceo e suonano in band locali. Fanno canzoni in inglese e provano il lunedì sera nella sala prove in cui lavora il batterista. In questa veste riescono a fare tre concerti ottenendo grandi pacche sulle spalle dai loro amici più cari; uniche presenze a tali eventi.
Alla fine del 2009, finito il liceo ed alle prese con agonizzanti pomeriggi all'università, i quattro decidono di rispolverare con maggiore convinzione i Fast Animals And Slow Kids. Ed è così che arrivano i primi pezzi in italiano, i primi concerti importanti e le prime soddisfazioni. Registrano il loro primo ep "Questo E' Un Cioccolatino" (stampato grazie all'aiuto di Luca Benni dell'etichetta umbra To Lose La Track) e nel corso del 2010 aprono i concerti a gruppi del calibro di Zen Circus, Il Teatro degli Orrori, Futureheads e Ministri, di passaggio nella loro città. Riescono a partecipare al celebre contest Italia Wave Love Festival e addirittura a vincerlo.
Iniziano i primi minitour "spaccaossa" autogestiti, che li portano, in giro per il Bel Paese (ricordiamo di questo periodo, la memorabile trasferta Catanzaro-Bergamo). Dopo aver conquistato Appino e tutta la famiglia Zen Circus, registrano a Febbraio 2011 il loro primo disco intitolato "Cavalli", prodotto, appunto, da Andrea Appino e pubblicato dall'etichetta Ice For Everyone, di proprietà degli Zen. Il disco, uscito nel Novembre 2011, forte di un suono "abrasivo", dovuto principalmente alla registrazione e mixaggio di Giulio Ragno Favero del Il Teatro Degli Orrori, riscuote il successo di critica e pubblico, portando i F.A.S.K. di nuovo in tour, prima a seguito degli stessi Zen Circus, poi da soli, nei migliori locali della penisola e nei migliori festival estivi.
A differenza dei loro primi tour, dietro queste date c'è la professionalità di Locusta Booking ed il lavoro del fonico Andrea Marmorini ( chitarrista dei seminali La Quiete) che garantisce quel suono granitico che ben conosce chi ha avuto l'occasione di assistere ad un concerto della band perugina.
Nel frattempo, tra un concerto e un altro, i Fast Animals ascoltano tanta nuova musica e lavorano a nuove canzoni. Realizzano una decina di pezzi e decidono di andare i registrare i provini nella casa vacanze della famiglia di Aimone, di fronte al lago di Montepulciano e a pochi chilometri da quello di Chiusi, al confine tra Umbria e Toscana. I risultati sono così soddisfacenti da convincere la band a registrare lì il loro nuovo album.
Ed è così che nel Novembre 2012, con Andrea Marmorini e Jacopo Gigliotti alla produzione, apparecchiature prestate da amici e conoscenti e tante nuove idee, si rinchiudono al Macchione (la casa vacanze della famiglia Romizi), e
registrano mattina e sera i pezzi che andranno a comporre il loro secondo album ufficiale: “HYBRIS”.
HYBRIS uscirà il 18 Marzo 2013 grazie al supporto di Woodworm (una famiglia più che un’etichetta), Audioglobe e Toloselatrack (Vinili). I Fast Animals and Slow Kids non vedono l'ora che l'ascoltiate. E questa volta non avrete scuse per non farlo: il disco sarà in free download.


Fast Animals And Slow Kids:
Facebook
Youtube
Sito ufficiale

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Biglietti per lo Sherwood Festival 2014]]>

Sul sito di Sherwood è attiva la vendita ON LINE dei tickets di ingresso.

biglietti sono acquistabili dagli utenti a solo 1 € in più.

Per acquistare i ticket è necessaria la registrazione (anche con login federato Facebook Google) e seguire la procedura indicata. 

Gli utenti, al termine dell'operazione, dovranno stampare un voucher che consegneranno in un ingresso dedicata per ritirare il biglietto e accedere immediatamente all'area concerti.

Se riscontrate dei problemi durante la fase di acquisto, scrivete aticket@sherwood.it


Perchè acquistare i biglietti on line
direttamente sul sito di Sherwood?

Perchè eviti le code usando gli ingressi dedicati;
Perchè ti sei assicurato l'ingresso anche in caso di sold out;
Perchè spendi solo 1 € in più a differenza degli altri circuiti;
Perchè è facilissimo sicuro.

Clicca sui box gialli qui a destra.


I box a lato compariranno quando saranno attive le prevendite;

I biglietti saranno anche disponibili al botteghino.

 
 

Se hai problemi puoi:

- scrivere una mail a ticket@sherwood.it
- chiamare l'infoline: 335 1237814

 
]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)