<![CDATA[the-mojos | Sherwood - La migliore alternativa]]> https://www.sherwood.it/tags/1779/the-mojos/articles/1 <![CDATA[on the road again - 2' puntata - antiproibizionismo negli USA]]>

seconda puntata di on the road again a cura dei mojos. Nel segno della ricerca, ci spingiamo negli anni '20 e '30 americani. in quegli anni contradditori di un america in pieno proibizionismo. ascolteremo artisti ed interpreti della musica di quegli anni bui. ascolteremo la voce di chi disobbediva alle leggi contro marijuanae alcolici. andremo a vedere cosa succedeva negli honkytonk e negli speakeasy,locali che sorgevano sul limite di quella illegalità che non ha fatto altro che alimentare le grandi mafie e far sudare di più chi in quel tempo aveva voglia di vivere, ballare e divertirsi!

La stagione è iniziata, sempre contro corrente, sempre sulla strada!

buon ascolto

the mojos - on the road again

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[on the road again - SURF]]>

altra puntata di On the road again dedicata alla ricerca di sottogeneri musicali che hanno fatto la storia. 

La surf music, partita dalle spiagge della california, dalla fine degli anni '50, in poco meno di 5 anni, si è sviluppata a macchia d'olio in tutti gli States. In poco più di dieci anni questi ritmi giovanili e sincopati, l'uso del reverbero e le sperimentali schitarrate si sono diffuse in tutto il mondo, creando un vero e proprio genere musicale, da approfondire, ascoltare e ballare a tutto volume.

Leave my woman alone (sigla)

Link Wray - Rumble (1958)

The Champs - Caramba (1958)

The revels - Comanche (1960)

Dick Dale and the Del Tones - Misirlou (1963)

Busting surfboards - the Tornadoes (1962)

The Ventures - The 2000 pound bee (1962)

The surfaris - Wipe out (1962-1963)

The rivieras - California sun (1964)

Los Belkins- Septima Patrulla (1966)

Van Morrison & Them - Baby please don’t go(1964)

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[On The Road Again: Puntata 1 - The Coasters]]>

Puntatona dedicata ai dei miti indiscussi degli anni '50 americani. Molte band hanno provato ariproporli nei decenni successivi e possiamo spingerci a definire la loro musica anticipatrice di molti generi intersecati in una matassa di r&b, suol e rock and roll.

Li scopriremo giovanissimi ed ironici. Li ascolteremo rimodellati dal duo Leiber and stoller. viaggeremo insieme a loro fino all'atlantic records. Scopriremo un nuovo modo di interpretare il sax con il loro yakety king curtis e ci divertiremo con la loro ilarità.

una prima puntata scoppiettante. sempre sulle strade, alla ricerca di chicche e perle rare!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[4° puntata di "On the road again"- Jimmy Castor Bunch]]>

super puntata sull'uomo più influente della musica funky. Un precursore . Un musicista incredibilmente eclettico e capace di svariare dai ritmi R&B al latin soul, creando un funk primordiale e unico nel genere. IL suo nome è Jimmy Castor e con la sua band forma i Jimmy Castor Bunch!

sigla : Leave my woman alone


I promise to remember- Jimmy and the juniors  1956

Hey Leroy, Your mama’s calling 1966

It’s just begun 1972

Troglodite (cave man)  RCA 1972

Bertha Butt Boogie (Butt of course..) 1974

It’s ok ( from the roots) 1975

Supersound (Supersound) 1975

King Kong (Supersound) 1975

Bom Bom (Supersound) 1975

E-man groovin’ (E-man groovin’) 1976

Maximum stimulation - (Maximum Stimulation) 1977

Don’t do that! (The Jimmy Castor Bunch) 1979

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[All You Can Dance - The Big Re-Opening al Cso Pedro]]>

Sabato 6 OttobreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


All You Can Dance
The Big Re-Opening



Tradizione vuole, da tempi immemorabili, che il primo sabato di ottobre riapra il Cso Pedro.
Tradizione vuole, da qualche anno, che si festeggi l'annuale riapertura con una serata #AllYouCanDance.

Quest'anno il primo sabato di ottobre il Pedro avrà già aperto i battenti da qualche giorno, ma un nuovo anno di attività negli spazi di via Ticino 5, il 31° per la precisione, va festeggiato in maniera adeguata.

Quindi vi aspettiamo, sabato 6 ottobre, per l'inaugurazione ufficiale della nuova fantastica stagione, con i nostri migliori dj resident più qualche ospite, che si prodigheranno tutta la notte per non farvi smettere di ballare un solo minuto!



Apertura cancelli ore 22.00
Ingresso 3 Euro



Line up:

Mainstage - 23.00 > 04.00


Olol Jackson Trash All Stars
(Trash)
www.facebook.com/ololjacksontrashallstars

 

Bad Vibes 
(100% d'n'b)
www.facebook.com/badvibesdnb

 

The Mojos
(Rock'N'Roll)
www.facebook.com/The-Mojos

 


Second Stage - 23.00 > 03.30

 

Electronic Fog
(100% Techno)
www.facebook.com/electronicfogrecords

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[All You Can Dance - The Big Re-Opening]]>

Sabato 07 OttobreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


All You Can Dance

The Big Reopening


Apertura cancelli ore 22.00

Ingresso 3 Euro

1987-2017 - 30 anni di occupazione

Pronti per un nuovo anno al Cso Pedro?

Noi non stiamo più nella pelle, e come ormai da tradizione inauguriamo la nuova stagione e il 30° anno di occupazione del centro sociale con la super festa danzante made in via Ticino 5: All You Can Dance.

Come al solito, avete a disposizione due sale aperte per scatenarvi nei balli che preferite, musica per tutti i gusti diversi dj e tanto divertimento!


Line up:


Mainstage - 23.00 > 04.00

BomChilom Sound(Reggae/Dancehall)
www.facebook.com/bomchilom

Bad Vibes(100% D'N'B)
www.facebook.com/badvibesdnb

The Mojos(Rock'N'Roll)
www.facebook.com/The-Mojos-466934233371721


Second Stage - 23.00 > 03.30

Electronic Fog(100% Techno)
www.facebook.com/electronicfogrecords

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Jack Cantina al Cso Pedro]]>

Sabato 3 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Jack Cantina & The Mojos

 

Shuffle night : 100% blues rock'n'roll and more.
Shuffle come il ritmo tenuto da chi suona questa musica,
shuffle come andatura strascicata che questo genere ti porta ad avere nel dancefloor.


Live Show:

Jack Cantina(Power folk, rock sciolto)
www.facebook.com/jackcantinashow

Aftershow

The Mojos(Rock, blues, R&B, soul, surf & more)
www.facebook.com/The-Mojos


Apertura ore 22.30 - Ingresso 3 euro


Jack Cantina
Jack Cantina nasce con i Magma Flux nel 2003, band dall'animo rock, ma che negli anni sperimenta diversi generi e sonorità ( influenze reggae, folk, western, pachanka). I Magma Flux si distinguono da subito nel panorama musicale veneto grazie alla loro verve artistica e coinvolgente, che diverte e sa far ballare le piazze.
Lo spirito viaggiatore porta il sound cantiniano dal 2008 ad oggi a toccare diversi angoli d'Italia e del mondo (Giappone)
Nel 2011 nasce il one man show di Jack Cantina, maturato dal 2008, quando comincia a suonare da solo come artista di strada. un one man show dinamico e teatrale costruito di palco in piazza, che propone brani inediti e reinterpretazioni sempre nuove dei grandi cantautori, italiani e stranieri con il quale si esibisce in diversi locali e piazze di tutta Italia.
Dopo la prima collaborazione del 2008 con la Phonachia production e il City Music di Lucca per il disco omonimo dei Jack Cantina e Magma Flux, finalmente nel 2013 esce “via del camper n. 0”, prodotto da Jack Cantina, registrato tra Volterra e Vicenza.
Un disco potente e bellissimo che raccoglie l'esperienza di dieci anni di attività di Jack Cantina e Magma Flux, partiti nel 2003 dal garage di un sogno adolescente ed arrivati adulti nel 2013 grazie ai palchi dei locali e festival più noti nel Nord Italia e alle tante partecipazioni ( Anima Caribe, mellow mood, Modena City ramblers, Zelig).
Nel 2015 esce l'ultimo disco: "Ci pensiamo Noi" che fa registrare 1000 copie distribuite in un anno e stacca i biglietti per il Giappone. Infatti a Ottobre Jack Cantina parte con la sua inseparabile Eloisa alla volta di Osaka, Kyoto e Fukuoka per un tour promozionale che presenta l'ultimo lavoro discografico ai fan del sol levante.

The Mojos
The Mojos è Dj set con chicche anni '50, miti del blues, soul, boogie, country, cult movie soundtracks, surf, calypso, rocksteady, afrobeat
..impossibile smettere di ballare anche solo per prendersi un drink al bar, perla dopo perla si resta incollati al floor per tutta la serata!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Il Teatro Degli Orrori a Sherwood 2016]]>

Sabato 16 Luglio 2016


Il Teatro degli Orrori

Vai alla Pagina Facebook

Vai al Sito Internet


Open act: Il Buio

Vai alla Pagina Facebook


Aftershow: The Mojos

Vai alla pagina Facebook


Sherwood Festival 2016
Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood16


Apertura cancelli: ore 19:00

Inizio Concerto: ore 21:00

1 € può bastare


Il Teatro Degli Orrori

Si è concluso i il tour invernale de Il Teatro Degli Orrori, durante il quale la band ha presentato live l’ultimo, omonimo album durante due intensi mesi, che hanno portato il gruppo a suonare in 22 città diverse, portando la loro carica ed il loro furore in tutta Italia.

“Il teatro degli orrori” (La Tempesta Dischi / Artist First) è un disco composto da dodici tracce che, come pugni, dipingono l’affresco di un’Italia allo sfacelo con disarmante ironia e sarcasmo. Un viaggio nella società italiana affrontato con la rabbia viscerale e lo struggente disincanto che contraddistinguono la band.

L’album si spinge verso un rock più definito ed essenziale ma anche più ricercato, sottolineando il nuovo corso intrapreso dal gruppo, dove spicca l’attenzione poetica ai testi che da sempre contraddistingue la scrittura di Pierpaolo Capovilla.


Il Buio

Ad inizio 2010 abbiamo registrato una manciata di canzoni all'Hate Studio di Vicenza con Maurizio Baggio e abbiamo poi deciso di non cercare né aspettare etichette. Ne è così uscito un LP 12”, stampato in tiratura di 300 copie numerate a mano (150 in rosso elettrico e 150 in blu trasparente) e distribuito assieme ad un coupon per scaricare la versione digitale del disco. Il disco è attualmente sold out.
A dicembre 2011 è uscito per CORPOC un 7” contenente due pezzi, “Via dalla realtà, 7” e “Inno generazionale di noi sfigati”, cover di Caso, registrato con Mojomatt Bordin (Mojomatics, Squadra Omega) all'Outside Inside Studio e mixato da Maurizio Baggio all'Hate Studio.
Entrambi questi dischi sono stati acclamati dalle maggiori riviste e webzine musicali come alcuni tra i lavori di spicco nell’ambito punk.

Nel luglio 2012 Il Buio è ritornato all’Outside Inside Studio per registrare il primo full lenght: anche in questo Mojomatt Bordin stava dietro al mixer. Il mixaggio è affidato a Maurizio Baggio all’Hate Studio mentre il mastering è curato da Carl Saff (Dinosaur Jr, Guided By Voices, Verse En Coma, John Fahey e molti altri) nel suo studio di Chicago

Il disco, “L’Oceano Quieto” è uscito l'1 marzo 2013 prodotto da Autunno Dischi, etichetta fondata e gestita dalla band stessa e distribuito da To Lose La Track/Audioglobe.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[On the road again 03-05-16]]>

tredicesima puntata di "On the road Again" di questa seconda stagione targata Mojos.

Tema della serata è il fantastico strumento inventato nel 1935 e che porta il nome del suo inventore: hammond. Un organo elettrico che ha sconvolto il mondo della musica dal jazz al blues, dalla musica prog inglese all' R&B. 

Scopriremo artisti del calibro di Jimmy Smith e Cherry Wainer. Ascolteremo i Deep Purple e Jackie Mittoo e proveremo a comprendere le mille sue sfaccettature e i tanti utilizzi che negli anni ne han fatto unostrumento quasi fondamentale per produrre buon sound.

Come sempre cercheremo di darvi un infarinatura generale e storica sempre con il nostro inconfodibile stile.

Qui sotto la tracklist, di lato il podcast scaricabile!

Enjoy!!!

Don backer trio - Misirluo

Dave Baby Cortez - hurricane

Cherry Wainer - Money

Paul Vance - Cleopatra

Jimmy smith - the cat

Lou Bennett - Watermelon man

Booker T - time is tight

Smoove - I'm a Man

Procol Harum - A whiter shade of pale

Iron butterfly - in a gadda da vida

Child in time - Deep Purple

Jackie mittoo - Ghetto organ

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sherwood Open Sunday 17.04.16]]>

La prima puntata di Sherwood Open Sunday è stata un successo, e nell'attesa delle prossime edizioni, ecco qua il podcast. Per chi se l'è persa, per chi c'era ma non era attento, per chi vuole rivivere una bellissima serata in compagnia di buona musica, buon vino e il meglio del palinsesto di Radio Sherwood.


Ecco la scaletta. Dal momento che la puntata è bella lunga, abbiamo segnato (indicativamente) i minuti a cui potete trovare i vari interventi:

02.45
Pilo de Checchi live
I Am The Light Of This World - Gary Davis

05.55
Intervista a Nino - #Overthefortress/Progetto No Border WiFi

10.45
Pilo de Checchi live
Ohio - Neil Young

17.35
Intervista a Mr. Robinson - L'isola di Mr. Robinson
Blast Ya - Barrington Levy

22.55
Pilo de Checchi live
Another Man Done Gone (Traditional)

32.30
Intervista ad Andrea - Diserzioni
Alone - Haelos

42.15
Intervista a Boz e Ludovica - Sherwood Foto/Sherwood Video

48.36
Pilo de Checchi live
Hesitation Blues (Traditional)

55.02
Intervista a Polisportiva Sanprecario e Palestra Popolare Galeano - Le Granate del Martedì
You'll Never Walk Alone - Gerry & The Pacemakers

1.04.32
Intervista a Salvo e Maria - Cenaforum Psicoattivo
Padova Wake Up 4/20

1.13.03
Pilo de Checchi live
4+20 - Stephen Stills

1.18.00
Intervento di Giamma - Crossover Zone

1.21.30
Intervista a Capitan Pastelli, Frescovo Reggente della città di Pastavium, con collegamente telefonico del Prostetnico Carlos Castiglia - Chiesa Pastafariana di Padova e Provincia

1.38.05
Pilo de Checchi & Sergio de Checchi live
Police Dog Blues - Blind Blake

1.43.20
On The Road Again dj set by The Mojos


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[On The Road Again 05 - 04 - 16]]>

Dodicesima puntata del programma radio targato "The Mojos". Questa volta torniamo in Italia per parlare di uno dei più eccentrici personaggi dei nostri amati anni '50: Ferdinando Buscaglione, in arte Fred!

La Sua storia, come la sua musica, dopo decenni è ancora affascinante e miticizzata. La morte prematura a soli 38 anni e nel pieno della carriera corona il mito e ne fa leggenda.

Polistrumentista di livello per la Torino dell'epoca, si crea a suon di show il personaggio di "duro" capace di fare ironia su temi spinti e trasgressivi. Fatica quindi ad avere successo fino a  quando nel '57 esplode la sua potenza di uomo di spettacolo: Cabarettista, cantante e attore. fred è ovunque, in TV ed al cinema, in teatro e nei locali notturni di tutta Italia.

Il Duro cade in un incidente stradale,e Fred diventa Storia...

Di lato il podcast scaricabile,

Qui di seguito come sempre la scaletta :

- Che notte (sigla)

- Teresa non sparare

- Porfirio Villarosa

 -Pensa ai fatti tuoi

- Che bambola

- 5.10.15 Hours (ruth brown)

- Giorgio (del lago Maggiore)

- Eri piccola così

- Il dritto di Chicago

- Si sono rotti i Platters

- Guarda che luna

- Buonasera signorina

- Whisky facile

- Tritolo twist (Fred Bullo)

Enjoy!!!!!!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[On The Road Again 22 - 03 - 16]]>

Puntatona numero undici di On The Road Again sulla storica etichetta Stax Records di Memphis. Rigorosamente soul Music from U.S.A. .

La puntata si sviluppa come sempre in ordine cronologico cercando di dare un'infarinatura di quella che è stata un'enorme produzione musicale di una delle più particolari etichette discografiche americane.

Il sound che scaturisce dai dischi targati Stax/Volt è eclettico, secco, crudo e straordinariamente profondo, sia nelle sue inflessioni jazz che in quelle funk, grazie al genio di Jim Stewart ( Produttore, direttore e fondatore insieme a Estelle Axton), di una sessione ritmica di spessore formata da Booker T & the MG's e una stratosferica sessione fiati composta dai mitici Mar -keys.

Aggiungiamoci i migliori nomi della scena afro-americana degli anni sessanta quali Otis Redding, Joe Tex, Wilson Pickett e Isaac Hayes solo per citarne alcuni e... ecco a voi una puntata stratosferica!!!!!

Qui di seguito la scaletta completa.

a voi un buon ascolto:

Wendy Rene - After Laughter Come Tears

Rufus Thomas & Carla - Cause i Love You

The Thriumps - Burnt Biscuits

The Mar-keys - Last Night

Booker T & MG's - Green Onions

Otis Redding - These arms of Mine

Gus Cannon - Walk Right in

Don Covay - Sookie Sookie

Sam & Dave - Hold on i'm coming

The Bar-kays - Soul finger

Aretha Franklin - SeeSaw

Soul Clan - Soul meeting


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Universal Sex Arena live al Cso Pedro]]>

Sabato 5 marzoC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - PADOVA

presenta:

 

Universal Sex Arena

 

Sabato 5 marzo venite a ballare al Cso Pedro, la serata è rock!

Tornano a trovarci gli Universal Sex Arena, con il loro eccezionale e coinvolgente live. Attenzione attenzione, è l'ultima occasione per vederli indoor in veneto prima dell'estate!
In apertura i Blue Shoe Strings, band garage blues padovana del collettivo Sotterranei, e dopo i concerti ci penseranno i The Mojos (direttamente dal programma On The Road Again qui su Sherwood.it) a farvi ballare!

Sul palco:

Universal Sex Arena
(La Tempesta)

Blue Shoe Strings
(Sotterranei)

Dj set:

The Mojos
(chicche rock from Radio Sherwood)

 

Apertura ore 22 - Ingresso 5 euro



Universal Sex Arena
Universal Sex Arena (La Tempesta Dischi) è la celebrazione del live nella sua dimensione più carnale, sul palco e soprattutto in mezzo al pubblico, sui banconi e in ogni anfratto raggiungibile da 30 metri di cavo.
Uno show tiratissimo senza etichette di genere e senza confini, un’attenzione spasmodica all’energia, al movimento, ai sorrisi e alla funzione liberatoria della Musica.
Ospite a La Tempesta al Rivolta III nel 2013 grazie ai riscontri del tour del 2LP autoprodotto Women Will Be Girls, la Universal Sex Arena entra ufficialmente a far parte del collettivo pordenonese con Romancitysm (2014), disco prodotto da Marco Fasolo (Jennifer Gentle / SubPop) e registrato completamente live su nastro in una autofficina.
Da ottobre 2014 in tour con La Tempesta Booking, nel 2015 la band è stata scelta dai Verdena per l’apertura di 4 tra le principali date del trionfale tour di Enkadenz Vol. 1 e 2.
Ad ottobre 2015 la prestigiosa apertura a Venezia per il tour mondiale dei P.I.L.
Probabilmente uno dei gruppi con maggiore impatto dal vivo in circolazione
(ROCKIT Live Report 2015)
"Ritengo ancora che una delle migliori cose che si possono dire di una band italiana è che "non sembra italiana", appunto. Progetto rischiosissimo, nelle intenzioni, ma magistrale nella realizzazione: e, a giudicare dai video su YouTube, dal vivo il tutto è ancora più travolgente. Il soul ai tempi dei rave parties: non lasciatevelo scappare."
(ROCK IT)

Blue Shoe Strings
I Blue Shoe Strings nascono a Padova nel giugno del 2012. Il nome della band è stato fortemente ispirato alla canzone "Highway 61" di Bob Dylan.
Ad un anno dalla formazione il gruppo presenta il primo lavoro di studio, il disco autoprodotto ''For A Bottle Of Coke''. Seguono apprezzamenti e critiche positive, tra cui quella di Rockit che indica il lavoro dei Blue Shoe Strings come uno dei migliori dischi dell'estate 2013. Il gruppo intraprende un'intensa attività live che li porta a dicembre 2013 a esibirsi in Inghilterra, in rinomati locali di Londra. A luglio 2014 partecipano a Sherwood Festival. A maggio 2015 aprono la prima edizione de La Tempesta Sotterranea a Padova ottenendo nuovi riscontri positivi sulla stampa locale:
“Il loro non é semplice blues, é qualcosa di travolgente. Un live impetuoso, che ti rapisce. In men che non si dica ti ha catturato, stai già bruciando all’inferno ma con la giusta colonna Sonora” (Polpetta Mag)
L' ‘essere Blues’ dei Blue Shoe Strings si manifesta al meglio nella dimensione live, con concerti travolgenti, distinguibili per il grande impatto sonoro, l'energia del gruppo e l'entusiasmo del pubblico. Si sono ad oggi esibiti a fianco di artisti nazionali ed internazionali come Lorelle Meets The Obsolete (Mex), Heymoonshaker (UK/NZ), Il Pan del Diavolo e Bud Spencer Blues Explosion (IT).
I Blue Shoe Strings sono tra i co-fondatori della realtà musicale underground dei Sotterranei a Padova.

The Mojos
Nato da passione condivisa da anni riguardo la musica autentica e piena di anima del periodo che va dagli anni '50 ai primi anni '80, nel 2012 Mattia Di Carlo e Pierluigi Gottardello hanno deciso di dar vita a questo progetto che consiste in un dj set atipico, con sonorità rigorosamente vintage, che va dal blues di Muddy Waters al calypso di Harry Belafonte, spaziando per il soul di Joe Tex e le sonorità sempre uniche dei Talking Heads, senza disdegnare pezzi italiani di mostri sacri come Peppino Di Capri o Fred Buscaglione... Tutto in continua evoluzione, esibizione dopo esibizione, grazie alla continua ricerca, dettata dalla passione più pura per tutto ciò che riguarda la VERA musica.
Nel 2015, oltre a continuare con dj set vari a Padova e limitrofi, arriva una grande novità per The Mojos: iniziano a condurre "On the road again", programma radiofonico di Radio Sherwood nel quale ripropongono le perle dei loro dj set assieme a tante altre, raccontandone contesto storico e curiosità. La prima stagione si conclude a Luglio e conta 10 puntate, che si possono ascoltare sulla loro pagina di mixcloud all'indirizzo www.mixcloud.com/mojos

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[On The Road Again 01-03-16]]>

Decima puntata di On The Road Again conndotta dai Mojos. Puntatona da sballo sulla musica rock di uno dei più grandi e completi artisti del panorama italiano: Edoardo Bennato.

La sua musica influenza e si fa influenzare da tutte le sonorità mondiali e spazia dal R&B fino al Deep-Blues, passando per il rock and roll e per quelle che anche lui ironicamente chiama "canzonette"!

 Bennato, di scuola partenopea, è capace di far ballare e riflettere nello stesso momento, unendo fantasticamente testi di protesta, voglia di libertà e ritmi incalzanti in un crogiuolo di emozioni da scoprire e riscoprire.

La puntata offre spunti di riflessione importanti sul nostro tempo e porta alla scoperta di un cantautore troppo spesso sottovalutato e considerato solamente per le sue "hit"!

Qui di seguito la scaletta e di lato il link per ascoltare e scaricare la puntata!

Enjoy

- Sono solo canzonette (sigla)

- Un giorno credi (Non farti cadere le braccia)

- Ma che bella città ( I buoni e i Cattivi)

- Uno Buono (I buoni e i cattivi)

- Meno male che adesso non c'è Nerone ( Io che non sono l'imperatore)

- Io che non sono l'imperatore 

- Affacciati Affacciati (Live alla Bocconi di Milano)

- Quante brave persone (La torre di Babele)

- Tu grillo parlante (Burattino senza fili)

- In prigione in prigione ( Burattino senza fili)

- Che combinazione ( Uffà Uffà)

- Il Rock di Capitano Uncino (Sono solo canzonette)

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[ On The Road Again 16-02-16]]>

Santana e La sua band, dalla metà degli anni sessanta, ha senza dubbio contribuito alla nascita ed alla diffusione del genere Latin Rock in tutto il mondo.

Il gruppo si forma a San Francisco nel 1966 come Santana Blues band, ma vista la natura e l'influenza latina dei suoi componenti, in poco tempo lo stile della band cambia radicalmente, trasformando e mescolando le esperienze blues in salsa latina e creando di fatto uno stile unico e mai ascoltato prima.

La band quindi cambia il nome in Santana, cambia stile e componenti, ed inizia la sua fantastica diffusione di esperienze live ("woodstock" addirittura prima dell'uscita del loro primo album) e di entusismanti incisioni che li catapulta nell'Olimpo degli Dei della musica mondiale.

Qui sotto la Track list della puntata.

Buon ascolto!!!!

Oye como va (Santana)

Soul Sacrifice (Santana)

Evil Ways (Santana)

Black Magic Woman (Abraxas)

Se acabo (Abraxas )

Everybody Everythig ( Santana 3)

Let it Shine ( Amigos, Santana)

Who do you love (Havana moon, Santana)

Flying Machine (War)

Nena ( Malo)

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[On The Road Again 02-02-2016]]>

Ottava puntata della seconda stagione di On The Road Again incentrata sull'immenso crogiuolo di sonorità che offriva la città per eccellenza della Lousiana, New Orleans.

Gli artisti di Crescent City variavano il loro groove dalla rumba al blues, dal calipso al jazz, dal mambo al funk, e quello che ne è venuto fuori è uno stile unico ed influente, chiamato poi new orleans R&B.

La puntatona si presenta ricca di chicche musicali tutte da ballare. Gli anni sono i '50, in perfetto stile mojos.

Questa è la scaletta! Buon ascolto !!!! 

Roy Montrell - Oooh wow

Roy Montrell - (Everytime i hear) that mellow saxophone

Fats Domino - Aint that just like a woman

Earl King - Come on

Bobby Mitchell - Goin' round in circles

Lloyd Price - Bad condiction

Professor Longhair - Mardi gras in New Orleans

Professor Longhair - Big Chief

Eddy Boe - Hook a sling

Huey "piano" Smith - Don't you just know it

Frankie Ford - Alimony

James Booker - Gonzo

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[On The Road Again 26-01-2016]]>

Settima puntata della seconda stagione di "on the road again", il programma dei Mojos Questa settimana si parla della 2 Tone Records e degli anni in cui il rocksteady Beat inglese la faceva da padrone, con band del calibro dei The Specials, The Madness, Bad Manners e tanti altri.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)