<![CDATA[punkreas | Sherwood - La migliore alternativa]]> https://www.sherwood.it/tags/346/punkreas/articles/1 <![CDATA[No-Salvini Night: Punkreas, Derozer, Danny Trejo]]>

Sabato 17 NovembreCentro Sociale RivoltaVia F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)
www.facebook.com/rivoltamarghera


No-Salvini Night


Punkreas

www.facebook.com/punkreasofficial

Derozer

www.facebook.com/derozerofficial

Danny Trejo

www.facebook.com/dannytrejohc


Dopo il live DJ-Set con:

Giorgio Ciuffo

www.facebook.com/giorgio.ciuffo

Ingresso 10 € - No prevendite


Orari

22.30 Danny Trejo

23.30 Derozer

01.00 Punkreas

a seguire Giorgio Ciuffo DJ-Set


Vi invitiamo ad arrivare presto, all'interno del Rivolta saranno attive l'Osteria e la Pizzeria dove potrete gustare ottime pizze e piatti, preparati con materie prime di qualità selezionate da produttori locali, accompagnati da ottime birre artigianali e vini del territorio.


Come arrivare al Rivolta dalla stazione dei treni di Mestre:

Uscite dal sottopasso della stazione di Mestre (direzione di Marghera - uscita verso il binario con il numero più alto), proseguite per 100 mt. e svoltate a sinistra in Via Carrer, dopo 150 mt. attraversate Via Rizzardi, prendete Via Bellinato e tenendo la destra proseguite per 150 mt. fino ad arrivare in Via Durando, girate a sinistra e proseguendo per 100 mt. vi troverete in Via F.lli Bandiera, girate a destra e proseguite finché sulla vostra sinistra troverete il Centro Sociale Rivolta (15 min. a piedi).

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Punkreas allo Sherwood 2018]]>


Sabato 30 Giugno 2018

Punkreas

"InEquilibrio Tour"

Vai alla Pagina FB

Vai al sito


Opening act:

The Atom Tanks

Vai alla Pagina FB


Aftershow // Second Stage:

Putano Hoffman - "In Utero 90s Party"

Vai alla Pagina FB


Sherwood Festival 2018
Park Nord Stadio Euganeo
Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood18


Apertura cancelli: ore 19.00

Inizio concerto: 21.00

1 € può bastare


Il 23 marzo è uscito "InEquilibrio", il primo di due EP della band di Parabiago per l’etichetta Garrincha Dischi, in collaborazione con Canapa Dischi

“InEquilibrio” è il primo di due EP, la prima parte di un lungo viaggio.

Un viaggio che inizia paradossalmente col fermarsi, col respirare, per ricordarci chi siamo, chi eravamo e chi vogliamo essere – “Fermati e respira”. La prima scommessa è che le nuove generazioni facciano meglio della nostra – “Conto su di te” – senza lasciarsi irretire dalle pericolose mistificazioni di chi vuole utilizzare paura e precarietà per metterci uno contro l’altro. Oggi come ieri, i muri innalzati da chi predica divisione ed esclusione dovranno essere abbattuti per guidare la storia verso un domani che, per i nostri figli, è già presente – “U-Soli”.
A noi non resta che spogliarci di tutto quello che sa di già visto o già sentito – “Inequilibrio” – non prima però di una sana e purificante incazzatura di orwelliana memoria – “Due minuti di odio” – per non partire lasciando conti in sospeso, per viaggiare più leggeri, perchè il percorso è ancora lungo.

Presto la seconda parte di questo viaggio, un secondo EP, altre cinque canzoni.

“InEquilibrio” è stato registrato e coprodotto da Olly Riva (Shandon) presso il Rocker Studio di Mario Riso (Rezophonic). Olly è un amico di vecchia data dei Punkreas, ma questa è la prima volta che lavorano insieme e la coesione per la lunga amicizia è tutta nel risultato.

Così la band racconta il lavoro con Olly:

“E’ incredibile come spesso la soluzione migliore sia spesso più vicina di quanto si pensi. E non si riesce a riconoscerla perché troppo vicina per metterla a fuoco. Olly ha lavorato per esaltare l’attitudine e il carattere del nostro sound lavorando unicamente sui dettagli. Senza mai stravolgere, mettendo l’accento sulla nostra essenza live, inclusi i nostri difetti. Talvolta sembrava tenerci quasi più di noi a preservare ed esaltare la vera natura dei Punkreas”.

Una storia iniziata nel 1989, quesi trent’anni fa, e che oggi arriva al traguardo dell’undicesimo album.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Garrincha Loves Chiapas! al Rivolta]]>

Sabato 11 NovembreCentro Sociale RivoltaVia F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)

Garrincha Loves Chiapas!

www.facebook.com/garrinchadischi

Campagna di sostegno con ingresso concerto

www.tinyurl.com/GarrinchaLovesChiapas


Apertura cancelli ore 18.00

Inizio concerti ore 20.00


Ingresso 15 € - No Prevendite

I biglietti si acquisteranno direttamente in cassa all'apertura dei cancelli.


Ore 18.00
>> Aperitivo e Presentazione carovana "Le rotte dei ribelli" a cura dell'Associazione Ya Basta! Êdî Bese! https://tinyurl.com/RotteRibelli

Ore 18.30 >> Presentazione del libro del Subcomandante Galean "Ci sarà una volta" con ElementiKairos e Nodo solidale

Ore 19.30 >> Proiezione del documentario "Zapatismo y Revolución" di 20ZLN


Orari Live:

ore 20.00 Io e la Tigre
ore 20.30 EDO e i Bucanieri
ore 21.00 Brace
ore 21.30 I Botanici
ore 22.00 The Bluebeaters
ore 22.40 I Camillas
ore 23.10 Lo Stato Sociale
ore 23.50 Management del Dolore Post-Operatorio
ore 00.20 Punkreas
ore 01.00 Espana Circo Este

01.30 Dj-Set


Lo Stato Sociale

www.facebook.com/statosociale


Punkreas

www.facebook.com/punkreasofficial


España Circo Este

www.facebook.com/espanacircoeste


The BlueBeaters

www.facebook.com/thebluebeaters


Management Del Dolore Post-Operatorio

www.facebook.com/managementdeldolorepostoperatorio


Edo E I Bucanieri

www.facebook.com/SoloEdo


Io e La Tigre

www.facebook.com/IOelaTIGRE


I Botanici

www.facebook.com/ibotaniciband


I Camillas

www.facebook.com/icamillas


Brace

www.facebook.com/michiamobrace

Vi invitiamo ad arrivare presto, all'interno del Rivolta saranno attive l'osteria e la pizzeria dove potrete gustare ottime pizze e piatti preparati con materie prime di qualità selezionate dai produttori del territorio accompagnati da ottime birre artigianali.

Durante la serata saranno presenti banchetti informativi di varie associazioni e una mostra fotografica sul kurdistan a cura di Murat Bay.


Evento in collaborazione con:

20EZLN

www.facebook.com/20zln


Associazione Ya Basta! Êdî Bese!

www.yabastaedibese.it


Perchè un disco e due eventi per il chiapas?

Carota de Lo Stato Sociale e Matteo Costa Romagnoli, fondatore di Garrincha Dischi fanno un viaggio in Chiapas nel 2016 con il collettivo 20ZLN. I due registrano suoni, scrivono alcune canzoni con altri viaggiatori cileni incontrati in una casa comune a San Cristobal, registrano voci e parole nelle comunità ed appuntano le tante emozioni di questo viaggio. Una volta tornati a casa riordinano il tutto e quello che ne esce è ARTE al servicio del pueblo, un disco a cui poi hanno preso parte tanti altri amici innamorati del Chiapas.


Perchè il chiapas?

La nostra adolescenza è stata segnata da una figura con il passamontagna e con la pipa in bocca, che parlava di un mondo diverso possibile. Era il Sub. Marcos, uno dei subcomandanti Zapatisti. E in quelle terre siamo andati. Le terre di confine sono luoghi magnifici e magici ed è proprio al confine tra il Messico ed il Guatamela che storie, mondi, e persone diverse si sono incontrate e hanno trasformato il sogno di un mondo diverso in realtà. Il mondo ha conosciuto il sogno e il Chiapas, lo stato del Messico dove si realizza, grazie alle parole ed alle gesta dell' EZLN, che per esteso fa Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale. Era il 1 gennaio del 1994. Indigeni di origine maya prendevano in mano la loro vita e iniziavano per primi a dire che la globalizzazione neoliberista sarebbe stata un disastro per loro e per il mondo. 23 anni dopo gli zapatisti e le zapatiste sono ancora li, in Chiapas e costruiscono uno degli esempi del mondo diverso possibile, governano in maniera autonoma e indipendente dallo Stato Messicano una parte di paese. In 23 anni la globalizzazione ha mostrato tutta la sua violenza, creando diseguaglianze in ogni angolo del globo che troppo spesso generano risposte razziste e xenofobe e che invece in posti di confine come il Chiapas creano esperienze inclusive e rivoluzionarie, dove al centro sta l'essere umano e dove i documenti e i passaporti non sono importanti.


Perchè un altro mondo è possibile.

Con due eventi/concerti, assieme a 20ZLN, al Centro Sociale Rivolta ed a Laboratorio Sociale di Alessandria vogliamo dare un contributo economico alle comunità zapatiste per continuare a portare avanti la loro diversità. Tutte la band infatti non percepiranno alcun compenso per le loro performance. 10 band che si esibiranno su 2 palchi, senza interruzioni dalle ore 20 in poi: Lo Stato Sociale, Punkreas, The Bluebeaters, Management del Dolore Post-Operatorio, I Camillas, España Circo Este, Brace, Edo e i Bucanieri, Io e la Tigre, I Botanici.


Come continuare il progetto?

Ora l’idea è quella di finanziare la partenza di altri artisti in quelle comunità per il volume 2 di “Arte al servicio del pueblo”, che certamente portino un nostro contributo economico alle comunità disastrate dai recenti terremoti ma che, sopratutto, continuino questo scambio culturale, creando musica nuova, perché questo è quello che sappiamo fare: musica.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Punkreas al Rivolta]]>

Sabato 23 AprileCentro Sociale RivoltaVia F.lli Banidera, 45 - Marghera (VE)


Punkreas

Presentazione del nuovo disco

"Il Lato Ruvido"

www.facebook.com/punkreasofficial


Aftershow: Giorgio Ciuffo Dj-Set

www.facebook.com/giorgio.ciuffo


Apertura cancelli: Ore 22.00

Ingresso 5 Euro


Il nuovo disco verrà presentato al Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito di Milano il 22 aprile prossimo, il giorno dopo i Punkreas faranno una seconda data al Centro Sociale Rivolta a Marghera. A sostenere il progetto, un ‘consorzio’ di tre etichette indipendenti: Canapa Dischi, Rude Records e Garrincha Dischi e a distribuirlo Edel Italy/The Orchard. 12 canzoni al vetriolo, abrasive e dal suono travolgente, ma sempre melodicamente irresistibili come nella loro migliore tradizione.

Il disco vanta diverse collaborazioni e featuring importanti: Lo Stato Sociale nel brano In Fuga, Modena City Ramblers nel brano Modena – Milano, Tito Faraci, autore del testo in Picchia più duro e il giovanissimo rapper Shiva, in Va bene così. Sarà proprio il singolo realizzato in collaborazione con i ragazzi de Lo Stato Sociale ad anticipare l’uscita dell’album. Stay tuned.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Intervista ai Punkreas]]>

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Punkreas a Sherwood 2015]]>

Mercoledì 24 giugno 2015


Punkreas


Sherwood Festival 2015

Park Nord Stadio Euganeo

Viale Nereo Rocco - Padova
#sherwood15

Apertura cancelli: ore 19:00
Inizio Concerto: ore 21:00

1€ può bastare


In occasione dei 25 anni di attività, i Punkreas ripartono dalle origini, riportando sui palchi di tutto lo stivale il “Paranoia Domestica tour” che già 5 anni fa aveva infiammato i propri fan in occasione del ventennale.

Come per tutte le più grandi band il rapporto con il proprio pubblico è fondamentale e prezioso. Con questo tour i Punkreas vogliono omaggiare e ringraziare i loro sostenitori che da anni li seguono con calore e passione. La scaletta, infatti, conterrà le canzoni dei primi 4 album dei Punkreas:“Isterico”, “United Rumors of Punkreas”, “Paranoia e Potere” ed “Elettrodomestico”.

Un'occasione per il pubblico per rivivere insieme alla band canzoni come “Fegato centenario”,“Funny”, “Isterico” e “Mercato del niente”, oltre ai grandi classici di quegli album che hanno fatto la storia dei Punkreas. Ma non solo: un'opportunità per trasmettere quell'energia, quella vitalità e quella rabbia che li caratterizza anche ai fan più giovani.

Un tour per festeggiare e celebrare, insomma, una delle band che ha costruito la storia della musica italiana con passione e devozione.

Links utili:
Punkreas su Facebook: https://www.facebook.com/punkreasofficial
Il sito della band: http://www.punkreas.net/

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Punkreas Live]]>

Sabato 24 GennaioCentro Sociale RivoltaVia F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)

All'interno della 3 giorni per festeggiare i 20 anni del Rivolta


Punkreas

XXV Paranoia Domestica Tour
www.facebook.com/punkreasofficial

♦♦ 20 anni di Rivolta e 25 anni di Punkreas ♦♦

open act:

The Atom Tanks
www.facebook.com/TheAtomTanks

A seguire Dj-Set

Apertura cancelli ore 21.00
Ingresso solo 5 Euro


Punkreas - XXV Paranoia Domestica Tour

Per festeggiare i loro 25 anni di carriera, i Punkreas riportano sui palchi d’Italia il Paranoia Domestica Tour, tour che ha già avuto il suo successo 5 anni fa in occasione del ventennale e che riporta in scaletta brani dei primi quattro album: Isterico, United Rumors of Punkreas, Paranoia e Potere ed Elettrodomestico. Inoltre per questo compleanno i Punkreas hanno deciso di far ristampare i primi quatto album, sopracitati, che si troveranno nei negozi sia separatamente che in un unico cofanetto Punkreas XXV Paranoia Domestica ad un prezzo speciale e che sarà distribuito dal 20 febbraio 2015. All’interno delle prime 250 copie del cofanetto si potranno trovare dei coupon, per registrarlo a questa mail, che varranno come ingresso gratuito ad uno dei concerti del tour e come sconto sul pre-ordine del vinile di Paranoia e Potere, in uscita a marzo 2015.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[20 anni di Rivolta!]]>

23/24/25 Gennaio@ Centro Sociale RivoltaVia F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)

20 anni di Rivolta!

1995-2015: La lucha sigue


Venerdi 23 Gennaio


Ore 19.00

Aperitivo con degustazione di vini con gli
Amici canevisti

per info: http://bit.ly/1BuYglF

+ Dj-Set by AltaVozcon Max D. Blas Alessio Tonin

Ore 22.00

Presentazione del nuovo cd + dvd dei

Grimoon - "Vers la lune"www.grimoon.com

Il film "Vers la lune" è un audace progetto di cinema di animazione in cui si alternano - quasi - tutte le tecniche del cinema animato per un totale di circa 50.000 fotogrammi. Risultato di un anno di intenso lavoro, questo progetto dei Grimoon sfida i confini della fantasia e li porta oltre la galassia, esplorando nuovi territori visivi e musicali.
Tutto il lavoro legato ai video dalla costruzione dei set, dei personaggi, dell'animazione è stata possibile grazie al contributo del Centro Sociale Rivolta che ha offerto alla band ampli spazi dove poter portare a termine questo progetto.

Teaser: http://bit.ly/150rWLo
Teaser 2: http://bit.ly/1DHT2Ff
Making of: http://bit.ly/150s9OE

A seguire Dj Set

Ingresso gratuito


Sabato 24 Gennaio

Ore 18.00 - Dibattito

Vent'anni di Centro Sociale Rivolta:

"Da Villa Franchin a L.O.Co.,

piccola storia degli spazi sociali in città"

Gli attivisti ne discutono con:

Mitia Chiarin Giornalista de "La Nuova di Venezia"

Roberto FerrucciScrittore

Coordina:

Vittoria ScarpaCentro Sociale Rivolta

A seguire aperitivo

Dalle 22.00

The Atom Tanks(Ska, Treviso)
www.facebook.com/TheAtomTanks

Alle 24.00

Punkreas Live

"XXV Paranoia Domestica Tour"
www.facebook.com/punkreasofficial

Vai all'evento FB: http://on.fb.me/1wdjgXq

A seguire Dj Set con:

Giorgio Ciuffo

& many more ...


Ingresso solo 5 Euro


Domenica 25 Gennaio

Ore 15.00

Mercatino Contro la Crisi

usato, artigianato e produttori a km0

Ore 19.00 - Dibattito

"Qualcosa che brucia ancora"

con

Gianfranco Bettin

A partire dalla storia narrata nel romanzo "Qualcosa che brucia' di Gianfranco Bettin, spaccato della Marghera degli anni ottanta tra le ciminiere dei veleni e il dilagare dell' eroina ,attivisti del comitato Marghera Libera e Pensante, dell'Assemblea Permanente Contro il Rischio Chimico e del Centro Sociale Rivolta, discutono con l' autore delle trasformazioni avvenute nel nostro territorio in questi anni, delle lotte che lo hanno attraversato e di quale possibile futuro per questa comunità.

Ore 20.30

Pizza a KM 0 su prenotazione!

Ingresso gratuito


Durante la tre giorni potrete trovare :

- Mostra fotografica sui 20 anni del Rivolta
- Osteria con birre artigianali e vini locali
- Pizza a km0
- I nuovissimi dolci "Pasticcini&Sanpietrini"

Inoltre in Osteria potrete trovare il merchandising
con tantissimi nuovi materiali!

Per tutte le info: 20anni@centrosocialerivolta.org

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA["Polenta e Kebab": detonazione di click nella rete]]>

Finalmente on line il video dell'imbarazzo!
Dopo essere stato cassato dall'emittente "Dee Jay Tv", il nuovo video dei Punkreas gira vorticosamente nella rete, conquistando circa 40.000 visualizzazioni in poche ore ed un posto di tutto rispetto nella home page del sito del quotidiano  "La Repubblica".
Non male per un prodotto definito "politicamente inopportuno", che sta avendo un ritorno pubblicitario ragguardevole e a tutto vantaggio della nota punk band italiana.

Il video tratta con ironia la fenomenologia leghista, descrivendo con l’umorismo che ha  sempre contraddistinto la band di Parabiago, riti pagan-padani degni di un grottesque inarrivabile, gestualità protoceloduristiche tipiche della “Nassiùn” che non c’è e che fa concorrenza solo a Narnia e connessioni con aspetti poco attinenti alla tradizione tutta lumbard che tanto rivendicavano queste strane creature verdi.
Strappa sorrisi sotto i baffi l’interpretazione di Luca “Zulù” Persico dei 99 Posse, non a caso tra gli interpreti del video e del medesimo brano in questione, piace tutto il cast impreziosito da affettuosi “cameo” per intenditori e l’ottima regia di Stefano Poletti.

Dopo averlo guardato con piacere, rimane solo da chiedersi cosa sarebbe successo di tanto sconveniente se fosse andato in onda su “Dee Jay Tv”? Le risposte a questa domanda arrivano copiose dai fans nella rete, è una gara di ipotesi sarcastiche senza tregua.
Forse, un certo pubblico laureato sotto l’ aquila nera a due teste, non l’avrebbe semplicemente capito. 

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sotto la coperta, Linus nasconde la Polenta col Kebab]]>

La notizia è di quelle secche ed inequivocabili ed in pochi minuti (ormai le ore sono vintage, nell'era dei social network), viene diramata capillarmente nella rete. Attraverso un comunicato stampa ufficiale, i Punkreas dichiarano: " (...) il nostro nuovo video "Polenta e Kebab" è stato cassato da Dee jay Tv per motivi di carattere politico, ossia per i contenuti del testo della canzone ritenuti inopportuni". Polenta e Kebab è il secondo singolo estratto dal nuovo cd dei Punkreas "Noblesse Obblige", scritto circa un anno fa e pubblicato di recente, poco prima che esplodesse lo scandalo del partito della Lega Nord, travolta da un Trota e dai diamanti di Belsito. Coincidenza migliore non si poteva immaginare. Dev'essere stato questo che ha fatto tremare le stanze della direzione artistica dell'emittente DeeJay Tv, del gruppo "L'Espresso", gruppo editoriale che comunque non ha mai lesinato critiche ed asprezze nei confronti del malaffare nella politica italiana.

C'è da chiedersi dunque, perchè il testo di una canzone ora viene ritenuto inopportuno. Cosa rende inpportuno un pensiero, una riflessione, in un momento come questo, in cui non si può più affermare che sono solo illazioni o più direttamente accuse quelle che si rivolgono alla politica? Stiamo parlando di fatti comprovati, di situazioni talmente palesi che è difficile per i protagonisti stessi smentire o crearsi un credibile alibi difensivo. E quindi, come può una canzone che di fatto, visto che è stata composta mesi fa, mettere in imbarazzo chicchessia? Non si diceva che non c'è più nessuno che sa cantare il nostro tempo, che sa raccontarlo con la musica come accadeva nei mitici anni Settanta? E' questo il punto?
Se le ragioni che hanno portato alla decisione di non trasmettere in video questo brano sono condizionate dai contenuti che il testo dello stesso propone, c'è qualcosa di sbagliato.
Abbiamo quindi contattato il direttore artistico della testata televisiva, Alioscia Bisceglia, cantante dei Casino Royale, gruppo che nella sua storia ha sempre preso direzioni ostinate e contrarie a queste tendenze piaggeristiche nei confronti dei signori della politica. Artista che ha più volte condiviso il palco con gli stessi Punkreas, come nella recente occasione del concerto in Porta Ticinese a Milano, contro gli arresti degli attivisti No Tav. Alioscia ha preferito non rilasciare dichiarazioni o chiarimenti a proposito, nonostante il nostro insistente invito. Auspichiamo che nei prossimi giorni, voglia dare la sua versione dei fatti, come ha fatto Flaco dei Punkreas, che ci ha rilasciato questa intervista, qui proposta integralmente. 


a cura de La Billo e Ivan Grozny

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Intervista a Paletta dei Punkreas]]>

Portare a termine un’intervista con Paletta cercando di dare un’aria seria a ciò che si sta per fare, è da sempre un’impresa. Quando poi è telefonico il contatto viene per forza da ridere ad entrambi, perché come ricorda lui proprio all’inizio di questa chiacchierata, “una volta ero in macchina e mi hanno fermato per farmi la multa, un’altra volta mi chiami e i carabinieri assaltano la nostra camera d’albergo con i gas CS, oggi mi ritrovo, sempre in macchina, fermo non so neppure io dove, in una strada isolata dove non si vede a un metro. Speriamo non accada nulla...”

E’ proprio un personaggio, Paletta.
Noi di Sherwood siamo molto affezionati ai Punkreas, e li seguiamo da sempre. L’occasione di parlare del nuovo album ci consente di scoprire cosa è cambiato in questi anni per la band milanese che, ricordiamolo, lo scorso anno ha compiuto venti anni di attività, festeggiando con un tour che è stato un successo.

I ragazzi non sono affatto cambiati, sia per energia che per predisposizione a trattare certi temi, anche scomodi, piuttosto che altri, più frivoli. Ma lo fanno sempre alla loro maniera. Con ironia e schiettezza.

La copertina dell’ultimo lavoro, “Noblesse Oblige” li mostra tutti e cinque ripuliti come mai li abbiamo visti, ma è proprio Paletta che ci svelerà che alla base di tutto ci sta l’ennesima scherzosa provocazione.

Spazio in questa intervista al nuovo sito internet dei Punkreas, www.punkreas.net  , che permette di sapere davvero tutto su di loro, e in più da l’opportunità di potere ascoltare la loro musica direttamente.

N.B. I Punkreas suoneranno 17 Marzo al CSO Rivolta di Marghera.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Punkreas "Noblesse Oblige Tour"]]>

Sabato 17 Marzo
@ Rivolta P.V.C.
Via F.lli Bandiera, 45
Marghera (VE)

Punkreas

Noblesse Oblige Tour

Open act:

Amanti di Camilla

Scacciapensieri

Live video streaming su sherwood.it

Aftershow in sala Nite Park:

Momo
(Sherwood.it – New Age), Rock e dintorni

Ingresso 10 euro

Apertura cancelli ore 20.00

 

Le prevendite per tutti i concerti della nostra programmazione sono disponibili presso il Rivolta P.V.C. il Venerdi dalle 20.00 alle 24.00 e il Sabato dalle 17.00 alle 24.00. Infoline: 328.8240023

All'interno del Rivolta puoi trovare: libreria, birreria, hosteria, pizzeria e servizio guardaroba

È uscito il 31 Gennaio il nuovo attesissimo album dei Punkreas “Noblesse Oblige” (Edel), dopo 20 anni di indignazione e 4 anni di silenzio discografico.Da marzo la band partirà con un fortissimo tour sui migliori palchi d’Italia, e si riproporrà come un caso assolutamente unico nel panorama italiano.La migliore punk rock band d’Italia è pronta per performance al fulmicotone, nelle quali coinvolgerà il suo grande e vasto pubblico.

Noblesse Oblige è un'album fresco, che affianca la cattiveria e la rabbia delle precedenti pubblicazioni discografiche ad aperture più ragionate, ma non per questo meno pungenti. Un disco che guarda e racconta la realtà, il quotidiano, senza fermarsi alla semplice cronaca.Musicalmente il nuovo lavoro sarà ricco di sfumature ed anche di qualche sorpresa,con delle inaspettate ma assolutamente centrate aperture elettroniche e ritmiche che ampliano lo spettro del sound della band.E poi c’è questo nuovo amore per le ballate: una piacevole scoperta di qualche anno fa che ormai fa parte a pieno diritto del loro “bagaglio” artistico e che, con la ormai classica “Cuore nero”, ha trovato una grande risposta da parte del pubblico .rricchiscono il lavoro gli interventi di Luca “Zulu” Persico, frontman dei 99 posse in “Polenta & Kebab”, una canzone ironicamente dedicata ai leghisti, e della sezione fiati dei BlueBeaters in “La fine del mondo” e “Aperitivo”, due brani che promettono di scatenare coinvolgenti balli in levare.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Ray Gange ospite a When the Two Seven Clash]]>

Domenica 10 luglio dalle ore 23.30, When the Two Seven Clash, sarà impreziosita dalla presenza di ospiti d’eccezione.

Davanti agli occhi gelidi delle telecamere della web Tv di Sherwood, forse a causa di una strana coincidenza astrale, la trasmissione di musica punk e new wave sarà il luogo ideale in cui si incontreranno quattro persone che, apparentemente, poco potrebbero avere in comune, ma che tanto avranno da raccontarsi. Idee confuse?

Parleremo degli anni in cui Londra bruciava di punk, un’epoca in cui la musica ribelle era veramente ribelle e in cui la strada era il luogo dove incontrarsi per cercare di creare qualcosa e lo faremo con:

Ray Gange, attore in “Rude Boy”, il film dei Clash sui Clash.
Vero protagonista di questa scena esplosiva, ci racconterà la sua esperienza con i Clash, ricordando fatti, eventi ed aneddoti che hanno contribuito ad erigere la fama di quegli anni indimenticabili.

Ruvido, band manager dei Punkreas.
Spiegherà perché, senza dover attraversare la manica, qualche focolaio di rivolta era vicino anche a noi, a Milano e non solo.

Mendez, bassista dei Derozer.
Oltre ad averci dato l’opportunità di ospitare Ray, dirà la sua sui tempi e luoghi più vicini a noi.

Infine, in studio sarò presente io, Max, il più giovane ed inesperto ed in veste speciale di collante e filo conduttore tra questi personaggioni, proponendovi come sempre, buona musica.
Ah, stavamo dimenticando qualcuno, anzi qualcuna: se noterete qualche clamoroso errore durante la trasmissione, prendetevela pure con Madame Bilò alla regia.

Stay tuned and enjoy!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Punkreas aggrediti dai carabinieri con gas lacrimogeni]]>

Pubblichiamo integralmente il comunicato oggi diffuso dalla nota band Punkreas, in relazione ai fatti folli e ingiustificabili che si sono verificati, a loro danno, nella notte del 29 giugno, provocati dalle "forze dell'ordine".
Episodi come questo non rientrano in nessuna logica di civiltà e ragionevole operato delle forze dell'ordine, tese piuttosto ad abusare, ancora una volta e senza motivo, del loro potere.
Esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà ai Punkreas, band amatissima che non si è mai limitata a calcare i palchi come impresa fine a se stessa, ma che in tanti anni di attività ha sempre messo in luce attivamente gli aspetti oscuri, corrotti e repressivi di un certo sistema esistente.

Stendiamo il presente comunicato per rendere pubblica la gravissima situazione che ci ha visto involontari protagonisti nella notte tra il 29 e il 30 giugno 2011 presso l’Euro Hotel di Nichelino, alle porte di Torino .

Dopo il concerto dei Punkreas tenutosi presso il Free Music Festival di Nichelino, ci dirigiamo verso l’albergo insieme alla crew e ai rapper Anti L’Onesto e Dj Noko che hanno chiuso la serata e che viaggiano con noi.
Arrivati sul posto, attorno alle ore 02:00 constatiamo la presenza di militari in divisa – carabinieri – che presidiano l’entrata e immediatamente ci si approcciano con modi poco amichevoli.
Veniamo inoltre a conoscenza del fatto che l’albergo ospita un alto numero di carabinieri (70-100), presumibilmente destinati a servizio di O.P. in Val di Susa, dove il giorno precedente si sono avuti duri scontri con ampio uso di lacrimogeni contro i manifestanti.
Alcuni di noi, come da consolidata tradizione, si ritrovano nella camera di Paletta per parlare del concerto appena effettuato e fare gli ultimi saluti prima di raggiungere le rispettive stanze.
Dopo circa un’ora, il gruppetto si scioglie e restano nella stanza solo Paletta, Gagno e il fonico Gianluca Amen, che continuano a chiaccherare.

Quando sono circa le 03:30, senza aver avuto peraltro alcun avviso o richiamo né dalla direzione né dagli ospiti delle stanze confinanti, i 3 sentono dapprima bussare violentemente alla porta e subito dopo cominciano ad avvertire difficoltà respiratorie che in breve diventano sempre più pronunciate, unitamente a bruciore intensissimo a gola e occhi.
In breve, si rendono conto che qualcuno sta pompando gas urticante da sotto la soglia della porta della camera. Sentendo rumori e grida di sfida e di scherno dall’esterno, e nonostante la situazione sia resa anche più grave dall’impossibilità di aprire completamente la finestra della camera , i 3 decidono di non uscire, per timore di aggressioni fisiche.
Si chiudono momentaneamente nel bagno, sperando così – e con l’ausilio degli asciugamani bagnati – di limitare i danni e resistere a quello che sembra un vero e proprio assalto. Immaginatevi 3 persone chiuse in una camera satura di gas iniettato dall’esterno da un numero indefinito ma alto di militari che gridano di volersi vendicare di un tono di voce – a loro detta – troppo alto.

Nel frattempo qualcuno nelle stanze vicine sente qualcosa. Il primo ad affacciarsi è Anti, che subito si trova la strada sbarrata da tre militari in borghese, muniti di manganello .Il rapper viene schiaffeggiato, malmenato e spinto nel bagno. Gli viene intimato di non uscire dalla stanza e di “farsi i cazzi suoi”.
A questo punto si sveglia il band manager Ruvido che si rende subito conto della gravità della situazione e chiama immediatamente ambulanza e carabinieri di Nichelino.
Nel frattempo band e crew si compattano per affrontare la situazione.
Solo a quel punto, rendendosi conto di avere a che fare con persone che potrebbero godere di attenzione mediatica, i militari cambiano repentinamente atteggiamento tentando di minimizzare l’accaduto.
Appaiono graduati che si offrono insistentemente di trovarci dapprima delle nuove camere, poi addirittura un nuovo hotel.
Ovviamente rifiutiamo, raccogliamo i nostri bagagli e ripartiamo da Torino con destinazione casa.

Abbiamo deciso di rendere noto l’accaduto non solo perché di per sé vergognoso e meritevole di suscitare indignazione, ma anche perché abbiamo avuto la netta sensazione che le cose sarebbero precipitate ulteriormente se non avessimo dato velocemente l’impressione di avere immediati e sufficientemente influenti contatti esterni (agenzia, ufficio stampa, avvocato).

Per una lunghissima mezz’ora noi, e in particolare i 3 chiusi in camera ci siamo sentiti come devono essersi sentiti Uva, Cucchi, Aldrovrandi, e tanti, tantissimi, troppi altri finiti senza possibilità di difendersi nella mani di chi abusa del suo potere per scopi che nulla hanno a che vedere con l’ordine pubblico.

Punkreas & Crew

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)