<![CDATA[la-tempesta-al-rivolta | Sherwood - La migliore alternativa]]> https://www.sherwood.it/tags/931/la-tempesta-al-rivolta/articles/1 <![CDATA[La Tempesta al Rivolta V]]>

Sabato 05 Dicembre 2015Centro Sociale RivoltaVia F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)


La Tempesta al Rivolta V

www.latempesta.org


Apertura cancelli 18.00

Ingresso 15 €


N.B. Non saranno disponibili prevendite, biglietti acquistabili solo al botteghino il giorno del concerto dalle ore 18.00

Giunge alla quinta edizione il festival invernale della Tempesta. Quest’anno si alterneranno su due palchi Il Teatro degli Orrori, Bachi da Pietra, Yakamoto Kotzuga, Aucan, Erio, Godblesscomputers, Management del Dolore Post-Operatorio e Garrincha Sound System (con Teppa Bros, Lo Stato Sociale dj set e COSTA! dj set). Ci sarà anche uno spazio dedicato alle produzioni di fumetti indipendenti chiamato Fumetti Fantasmi con ospiti Dr. Pira, Ratigher, Filosa, Davide Toffolo e altri da annunciare, la musica in questo spazio sarà selezionata da Enrico Sist aka Señor Tonto. La locandina del festival è come sempre frutto del lavoro di Alessandro Baronciani: per la prima volta un ragazzo, sullo sfondo Marghera, le stesse fiamme avvolgono testa e ciminiere. Il Rivolta è uno spazio fondamentale e storico per la libertà di pensiero e d’azione sociale del nordest. Quest’anno non ci sarà prevendita. Ai primi mille ingressi verrà regalato un cd compilation dell’etichetta.


Hangar

Aucan 01:00 - 02:00

Il Teatro degli Orrori 22:40 - 00:00

Bachi da Pietra 20:40 - 21:40

Management del Dolore Post-Operatorio 19:00 - 20:00


Nite Park

Garrincha Sound System 02:00 - 04-00

Yakamoto Kotzuga 00:00 - 01:00

Godblesscomputers 21:40 - 22:40

Erio 20:00 - 20:40


Open Space

Fumetti Fantasmi / Black market delle autoproduzioni


Il Teatro degli Orrori presenterà dal vivo il suo nuovo album omonimo, uscito per la Tempesta il 2 ottobre. La formazione solidificata a sei elementi, le nuove dodici canzoni e i vecchi inni ci faranno scatenare sotto il palco come non ci fosse un domani.


I Bachi da Pietra presenteranno invece il loro nuovo album Necroide uscito il 25 settembre, classificabile come disco black metal ma anche come disco folk. Sono solo in due sul palco, Succi e Dorella, ma spaccano per dieci.


Anche gli Aucan saranno sul palco del Rivolta per presentare il loro nuovo lavoro discografico, intitolato Stelle Fisse, in uscita il 25 novembre in collaborazione con la londinese Kowloon Records. Il ritorno al live vero e proprio con batterista al suo posto dopo qualche anno di dj set è una gioia per chi li ha amati ai tempi di Black Rainbow e per chi ama il feeling elettronico ma anche quello più rock.


Ad aprire le danze sarà il Management del Dolore Post-Operatorio, giusto per darsi subito una scossa. Il loro ultimo album è I Love You, uscito per la Tempesta l’8 aprile 2015. Potrebbe esserci un regalo, chiamiamola sorpresa di Natale.

Il giovanissimo produttore veneziano Yakamoto Kotzuga ha pubblicato per la Tempesta il suo bellissimo album Usually Nowhere e non mancherà di farci viaggiare con la mente durante il suo spettacolo.


Godblesscomputers è da poco entrato nel roster della Tempesta, che ha pubblicato il suo ultimo album Plush and Safe, un concept album di musica elettronica. Dopo aver calcato moltissimi palchi sarà al Rivolta per farci muovere piedi e pensieri.


Erio, dopo due 45 digitali, arriva al debutto il 5 novembre con Für El, sempre per la Tempesta.
La sua voce sublime e la sua scrittura internazionale sono state incise da Paolo Baldini, il risultato è eccezionale. Ora è il momento dei primi live, che saranno sicuramente molto emozionanti.


A chiudere la serata Garrincha Sound System. La Tempesta chiama sempre un gruppo amico a scegliere i dischi, questa volta si tratta addirittura di un collettivo formato da Teppa Bros, Lo Stato Sociale e Costa! Teppa Boys sono Albi e Bebo, rispettivamente bassista e beat maker nonché autori e fondatori della band bolognese Lo Stato Sociale. Propongono una selezione di legna, acrobazie e marcezza dal 2002, con particolare attenzione per la pompa inaudita, la botta costante e il muoviculo. Non sanno cosa suoneranno prima di farlo e non se lo ricorderanno dopo. Costa! invece è una band composta da Matteo Costa Romagnoli, fondatore di Garrincha Dischi, e dai suoi quattro fratelli spirituali. Il sound generato dai cinque è quello di un reggaebilly genuino, sempre in bilico tra gli anni '50 dei classiconi da ballare ed il suono tipico della Giamaica. I Costa! Da un anno a questa parte hanno pubblicato diversi singoli e 45 giri. Quando non suonano mettono i dischi per fulminanti dj set.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Erio - El's Book ( La Tempesta)]]>

Erio, dopo due 45 digitali, arriva al debutto il 5 novembre con Für El, sempre per la Tempesta. 
La sua voce sublime e la sua scrittura internazionale sono state incise da Paolo Baldini, il risultato è eccezionale. 

Non perdetelo Live a La Tempesta al Rivolta V

Ecco l'ultimo videoclip:

Video by: cūra
Directed by: Matilde Sambo, Furio Ganz
Costume designers: Gregorio Nordio, Giovanni Nordio
Sculpture: Atelier 3+10, Marija Markovic, Zhongqi
Location: Fondazione Querini Stampalia, Verdevivo

Song produced and mixed by Paolo Baldini at Alambic Conspiracy Studio, mastered by Simone Squillario at Dub The Demon Studio.

Lead and backing vocals: Erio
Synth and synth arrangement: Erio
Electric guitar and electric guitar arrangement: Giulio Frausin
Bass and bass arrangement: Paolo Baldini
Beat and beat concept: IOSHI
Organ and organ arrangement: Erio
MS-20: Federico “Tich” Gava


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Il Dolce Mondo della Tempesta al Rivolta]]>

sabato 06 Dicembre 2014


Il Dolce Mondo

della Tempesta al Rivolta

 

 Un progetto fotografico dolcissimo, proposto dai fotografi di Sherwood Foto, una garanzia insomma!

Come per ogni edizione della Tempesta, i nostri fotografi si sono ispirati all'originale copertina dell'evento per ricavarne un progetto fotografico dove coinvolgere il pubblico e questa volta trasportarlo in un nuovo, dolcissimo mondo!

E dopo aver fluttuato tra coloratissime caramelle, un dolcissimo premio ad aspettare gli improvvisati naviganti... millemila marshmallow ad addolcire ancora di più questa quarta edizione della Tempesta al Rivolta.


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Un viaggio attraverso La Tempesta al Rivolta IV]]>

"Ho solo vent’anni ma davanti a quei palchi riesco a cogliere l’importanza della musica, che salva, unisce e motiva questa mia generazione in balia della tempesta".

Il Centro Sociale Rivolta si trasforma in un piccolo micromondo di musica durante la notte del 6 Dicembre, quasi fosse una frazione di Marghera non segnata sulle cartine geografiche e racchiusa tra muri colorati da graffiti e scritte.

I cancelli aprono alle 18 sotto un cielo piovoso e all’interno ci sono quattro palchi per questa IV edizione: Hangar, Nite Park, Open Space e La Rivoltella. Per quasi una decina di ore si vaga tra diverse location, atmosfere e generi. La Tempesta risulta eterogenea nelle sue scelte, si passa dal reggae al rock più spinto, dal blues al folk.

In questa oasi di musica ognuno si sente al sicuro, vulnerabile ma se stesso, come di fronte a ogni concerto migliore. Non serve parlare, basta chiudere gli occhi e ondeggiare la testa a ritmo. Ogni spettatore è un’onda che forma il mare del pubblico, dando origine a un acquatico flusso di empatia e condivisione emotiva, che si mischia con la scia delle luci del palco.

Il mio viaggio attraverso La Tempesta è stato caotico, elettrizzante e intenso. Al mio arrivo vengo catapultata nel mondo tetro e psichedelico di Capovilla. E’ nero negli indumenti, nelle attitudini, nelle sonorità. Un attimo dopo, davanti agli Universal Sex Arena, sono negli anni ’70. Capelli lunghi e sudore, chitarre distorte e pubblico che salta. Poi il Pan del Diavolo, energico duo di chitarre e voci che trasporta in un luogo senza tempo.

Torno al Nite Park ed è la volta dei Management del dolore post-operatorio. Pubblico in delirio, stage diving vari, grida, poghi. Eterni adolescenti che si divertono come pazzi su quel palco, che sudano e suonano con foga assorbendo l’energia dalla folla.

Di nuovo al main stage, ascolto qualche pezzo dei Mellow Mood e poi mi dirigo all’Open Space in attesa del terzo e ultimo turno dei Tre Allegri Ragazzi Morti. In realtà non sono tre ma quasi una ventina, con la formazione originaria affiancata dalla Abbey Town Jazz Orchestra che coi suoi fiati trasforma i brani più noti, da “Il Mondo Prima” a “La faccia della luna”, in una deliziosa e nuova forma.

Facciamo un salto dai Fine Before You Came e poi gran finale con gli Zen Circus.

Ho solo vent’anni ma davanti a quei palchi riesco a cogliere l’importanza della musica, che salva, unisce e motiva questa mia generazione in balia della tempesta.

Sara Berardelli

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta IV]]>

Sabato 6 dicembre 2014

La Tempesta al Rivolta IV

Centro Sociale Rivolta, Marghera (Ve)
via F.lli Bandiera, 45

Apertura cancelli 18:00
Ingresso €18,00

Orari

Info

Facebook

Quest’anno non ci sarà prevendita.
Venite presto, ci staremo tutti.

Mellow Mood

The Zen Circus

Tre allegri ragazzi morti + Abbey Town Jazz Orchestra

Il Pan del Diavolo

Fine Before You Came

Pierpaolo Capovilla

Management del Dolore Post-Operatorio

Cosmetic

Paolo Baldini DubFiles

Universal Sex Arena

Beatrice Antolini

Dadamatto

Brunori Dj Set

Arriva alla quarta edizione il festival invernale de La Tempesta al Rivolta. Anche quest’anno il desiderio è quello di fare una festa gigantesca tutti assieme per vivere una giornata indimenticabile. La locandina di Alessandro Baronciani trova una Tempesta un po’ più trasognata del solito: suona la tromba mentre fluttua nello spazio circondata da dolciumi e stelle. I cancelli apriranno alle 18:00 e come sempre varrà la pena arrivare puntuali, lecca lecca e dolciumi verranno regalati ai primi mille ingressi per addolcire fin da subito ogni amarezza.

Il cartellone è davvero ricco. Ci saranno i Mellow Mood, il gruppo reggae Friulano che sta girando il mondo col suo ultimo album Twinz. Ci saranno i tre rockers di Pisa Zen Circus in versione buskers e siamo sicuri ci scalderanno acusticamente il cuore.

Tre allegri ragazzi morti e Abbey Town Jazz Orchestra ci riporteranno a “Quando eravamo swing!”, ovvero le canzoni più belle del trio mascherato di Pordenone eseguite insieme all’eccezionale big band (tra le altre cose) del Summer Jamboree di Senigallia. 

Il Pan del Diavolo ci spingerà dentro al suo ultimo album FolkRockaBoom e chissà se ne usciremo più. Ci saranno i Fine Before You Came e quando ci sono loro siamo sempre felici perché possiamo gridare davvero a perdifiato. Pierpaolo Capovilla ci farà ascoltare dal vivo i brani di Obtorto Collo, il suo primo album solista pubblicato da La Tempesta il 27 maggio scorso. Ci sarà anche il Management del Dolore Post-Operatorio, uno dei gruppi preferiti della Tempesta: che sia l’inizio di una nuova storia d’amore? I Cosmetic presenteranno proprio al Rivolta il loro nuovissimo album Nomoretato. Paolo Baldini DubFiles chiuderà il festival e ci farà ballare col suo spettacolo al mixer e con i suoi ospiti illustri, ve lo ricordate quant’è stato bello l’anno scorso? Anche gli Universal Sex Arena avranno un nuovo disco in tasca da presentare, trattasi del freschissimo Romancitysm, da non perdere.

Altrettanto freschi di pubblicazione per La Tempesta, i marchigiani Dadamatto ci faranno ascoltare dal vivo il loro bellissimo Rococò. Beatrice Antolini presenterà invece il suo ultimo EP Beatitude, sarà lei a dare il via al festival e questo è un altro ottimo motivo per arrivare presto.

Come ogni anno ci sarà un ospite speciale a selezionare i dischi per farci ballare, un artista che non è su Tempesta ma che La Tempesta ama: quest’anno è il momento ok per Dario Brunori e siamo così felici che non vediamo l’ora arrivi il 6 dicembre. Ad inizio novembre pubblicheremo ogni altra informazione, come gli orari delle esibizioni e i palchi, che quest’anno saranno quattro.

Evviva.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[CHIUSO! // La Tempesta : Biglietti Omaggio]]>

Sabato 6 dicembre 2014 - Centro Sociale Rivolta, Marghera (Ve)


La Tempesta al Rivolta IV : Biglietti Omaggio

 

Info sull'evento : articolo / facebook

 

In occasione della quarta edizione de La Tempesta al RivoltaSherwood.it mette in palio 4 biglietti omaggio.

Partecipare al contest è semplice, solo tramite i pulsanti qui sotto condividete questo articolo sul vostro social network preferito ed infine mandate una mail con i vostri dati (nome, cognome) a contest@sherwood.it con oggetto

"Contest La Tempesta"

i vincitori verranno contattati via mail

 

CONDIVIDI ►►►►     ◄◄◄◄ CONDIVIDI 

+

MAIL con i tuoi dati a >> contest@sherwood.it


I vincitori sono stati estratti, segui Sherwood.it e scopri i prossimi Contest.


Scadenza Contest // ore 12.00 del 05 Dicembre 2014

Locandina La Tempesta al Rivolta IV
]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta III: le interviste di Sherwood.it]]>

La Tempesta è passata, ma noi ne sentiamo già la mancanza!
Musica, concerti, esibizioni, djset e tanto altro.. Ai nostri microfoni sono intervenuti vari artisti.

Ecco qui alcune delle interviste realizzate da Sherwood.it durante la magica serata della Tempesta al Rivolta il 7 dicembre 2013!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[#ALLACCESSTEMPESTA]]>

All Access Photo insieme alla Tempesta Dischi collaborano per realizzare una documentazione collettiva del festival La Tempesta Al Rivolta sabato 7 dicembre al Centro Sociale Rivolta di Marghera, Venezia.

Per partecipare ricordati di inserire l’hashtag #allaccesstempesta alle tue foto su instagram. Le foto verranno pubblicate in tempo reale sulla pagina facebook di All Access Photo e una selezione verrà inserita all’interno del sito stesso.

Di seguito alcuni esempi di cosa ci piacerebbe vedere nelle vostre foto.

Tu che fotografi come ti prepari per il festival
Tu che fotografi l’arrivo al festival
Tu che fotografi l’incontro con i tuoi amici
Tu che fotografi il palco Tempesta
Tu che fotografi il palco International
Tu che fotografi mentre bevi una birra
Tu che fotografi mentre torni a sentire i concerti
Tu che fotografi mentre poghi
Tu che fotografi mentre canti
Tu che fotogafi la tua band preferita
Tu che fotografi quella Tempesta che ti gira attorno
Tu che fotografi e fotografi

Tu sei pronto a fotografare?
#allaccesstempesta

All Access Photo and La Tempesta Dischi will collaborate together to give you a collective report on music festival ‘La Tempesta Al Rivolta’, to be held on 7 December at Centro Sociale Rivolta in Marghera, Venice.

In order to participate please remember to add the hashtag #allaccesstempesta to your Instagram pictures. The photographs will be released in real time on the All Access Photo Facebook page and a selection of the pictures will be published on the website.

Here below, a few examples of what we would like to see in your photographs.
We need pictures of YOU as:

You prepare for the festival
You arrive at festival venue
You meet up with your friends
You take pictures of the La Tempesta stage
You take pictures of the International stage
You drink a beer
You go back to the gig area
You pogo
You sing
You shoot your favorite band
You shoot the entire Tempesta, the storm revolving around you
You take pictures non-stop

Ready to snap?
#allaccesstempesta

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta III]]>

Sabato 07 DicembreCentro Sociale RivoltaVia F.lli Bandiera, 45, Marghera (VE)

La Tempesta al Rivolta III

La terza edizione invernale del Festival della Tempesta si svolgerà al Centro Sociale Rivolta di Marghera, Venezia, sabato 7 dicembre 2013.

Apertura cancelli ore 17.00

Massimo Volume

Il Teatro degli Orrori

Tre Allegri Ragazzi Morti

Bachi da Pietra

Magda Clan (Circo contemporaneo)

Kristal and Jonny Boy (Svezia)

Hardcore Tamburo

Dente DJ Set

Universal Sex Arena

Dub Files (Paolo Baldini meets Mellow Mood)

Green Like July

The Sleeping Tree

Altro presentano Sparso

Ingresso 15 €

Biglietto in prevendita a 15 € + 1 € costo servizio
nel box giallo sulla destra

Live streaming su sherwood.it a cura di IpseDigit

MASSIMO VOLUME

La Tempesta 01:00-02:00 · I Massimo Volume hanno da poco pubblicato Aspettando i barbari, il loro sesto album in studio, un lavoro che ha colpito il pubblico e la critica per l'intensità delle musiche e per la profondità delle liriche. È dal vivo che si può godere a pieno della loro bravura. Gli intrecci chitarristici di Egle e Stefano, la precisione della sezione ritmica Vittoria ed Emidio, che nel frattempo elegantemente ci racconta la nostra vita. Palco grande, non perdeteveli.

IL TEATRO DEGLI ORRORI

La Tempesta 20:35-21:35 · In attesa che il laboratorio più viscerale del rock 'n' roll nostrano torni alla produzione di nuovo materiale, eccolo dal vivo in tutta la sua potenza e magnificenza. In quella che sarà una delle poche apparizioni della stagione, Il Teatro degli Orrori pescherà le canzoni nei tre album pubblicati da La Tempesta dal 2007 ad oggi. Siete pronti?

TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI

La Tempesta 22:45-23:45 · Tre allegri ragazzi morti chiudono proprio al Rivolta un anno fortunato. Più di ottanta concerti dall'uscita de Nel giardino dei fantasmi: i club d'inverno e le piazze d'estate, gli stadi con Jovanotti e le capitali europee de La Guerra Lampo tour. Fine anno, fine tour, già quasi pronti per festeggiare nel 2014 i vent'anni di esistenza.

BACHI DA PIETRA

La Tempesta 18:00-18:30 · Succi e Dorella non scherzano. Recentemente premiati per il miglior tour dell'anno, apriranno le danze del festival alle 18:00, quindi vi conviene arrivare presto. Con Quintale, il loro quinto album, hanno conquistato grandi e piccini. Pietra per tutti, insomma.

MAGDA CLAN 
Circo contemporaneo

Spazio Brocante 21:35-22:05 e 23:45-00:15 · Da qualche anno Roberto Magro organizza un bellissimo festival di circo contemporaneo nella provincia di Pordenone. Il festival si chiama Brocante, ed è un appuntamento eccezionale per la qualità degli spettacoli delle compagnie provenienti da mezzo mondo. Saranno quindi tre gli appuntamenti da lui firmati, due con la compagnia Magda Clan (21:35-22:05 acrobatica ed equilibrismo, 23:45-00:15 mano a mano e manipolazione d'oggetti) e uno con Kristal and Jonny Boy.

KRISTAL AND JONNY BOY (Svezia)

Spazio Brocante 19:30-20:00 · Kristal e Jonny Boy sono un duo svedese: un miscuglio assurdo di canzoni pop da fm, teatro, danza contemporanea e festa di carnevale. Jonny Boy imbraccia la chitarra e con alcuni marchingegni ai piedi si occupa di tutto l'aspetto musicale dello spettacolo, truccato col cerone e conciato come fosse uscito da un film di Tim Burton. Lei, in costume e truccata, si scatena e balla mentre canta le canzoni, sempre alla ricerca di oggetti di scena come ali d'angelo e maschere. Da non perdere.

HARDCORE TAMBURO

La Tempesta 19:00-19:30 · Chi conosce La Tempesta conosce gli Hardcore Tamburo. Nonostante il disco (Kleiner Mann) sia un gran bel documento, è dal vivo che si capisce al meglio l'intensità del progetto. Bidoni di metallo usati come percussioni da un manipolo di uomini in passamontagna che coordinati come nuotatrici acrobatiche randellano come boscaioli. Uno spettacolo suggestivo e coinvolgente.

DENTE (Dj Set)

La Rivoltella 00:15-01:30 · Dente è un amico e il suo dj set di grandi classici italiani dei cinquanta, sessanta, settanta non ti permetterà di stare fermo...

 

 

  

UNIVERSAL SEX ARENA

International 22:05-22:45 · Gli Universal Sex Arena ci hanno colpito con la bellezza del loro primo disco Women Will Be Girls e per l'attitudine estremamente rock 'n' roll dal vivo. È per questo che ve li proponiamo nel nostro festival in tutta la loro energia.

 

Dub files (Paolo Baldini meets Mellow Mood)

International 02:00-04:00 · Paolo Baldini (musicista e produttore dai lunghi dread) ci farà ballare grazie alle tecniche del dub, maltrattando un mixer sul palco. Con lui i Mellow Mood e altri ospiti che si alterneranno al microfono. Un esperimento di cui sappiamo già il risultato: sarà una figata.

GREEN LIKE JULY

International 20:00-20:35 · Il più americano dei gruppi italiani, come qualcuno li ha definiti in occasione della recente pubblicazione di Build a Fire. Melodie perfette, scrittura elegante, non ci rimane che goderceli dal vivo per apprezzarne anche il sudore.

 

THE SLEEPING TREE

International 18:30-19:00 · Painless è appena uscito e ha raccolto innumerevoli apprezzamenti. Già, perché quando un ragazzo (Giulio Frausin, bassista dei Mellow Mood) con la sua chitarra riesce a creare atmosfere così delicate e definite, non c'è altro da fare che applaudire.

ALTRO
PRESENTANO SPARSO

La Rivoltella 22:05-22:45 · Gli Altro coglieranno l'occasione del Festival per presentare il loro ultimo lavoro intitolato Sparso, che sarà una sorta di raccolta degli ultimi 45 giri più altro materiale inedito. La garfica sarà curata da Alessandro Baronciani e diventerà sicuramente un pezzo da collezione. Ah, suoneranno a terra, come ci si aspetta da un gruppo punk. Altro punk.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[RACCONTAgli SHERWOOD FOTO]]>

Cosa vuol dire scattare fotografie per Sherwood.it?

I nostri fotografi danno una risposta a questa domanda, raccontandovi con le loro immagini e parole il percorso che li ha impegnati durante il 2012.

Il primo racconto che vi presentiamo è quello di Martina Manganello, la nostra fotografa più in erba. Lei ha iniziato a scattare per noi a giugno, con il festival di quest’anno. Il resto della storia ve lo racconta lei.

MONTAGGIO DI SHERWOOD FESTIVAL, 9 GIUGNO 2012.

Da pochi giorni è iniziato il montaggio di Sherwood Festival nel Parcheggio Nord dello Stadio Euganeo. È l’inizio del mio percorso con Sherwood Foto, appena finisco scuola vado a fare i primi scatti. Mi sento un pesce fuor d’acqua, non conosco nessuno, non so come muovermi e ho paura di fare delle foto orribili. Inizio a girare per tutto il parcheggio e a incrociare i primi volti delle persone con le quali condividerò circa un mese della mia estate, dopotutto non va così male, anzi, gran parte delle mie preoccupazioni sono svanite.

Questa foto l’ho scattata all’ora di pranzo, quando i lavori si sono fermati e abbiamo mangiato tutti assieme.

PRIMA SERATA DI SHERWOOD FESTIVAL, 15 GIUGNO 2012.

Si inizia! È la prima sera di Sherwood Festival e ad aprire ci sono i Muleta seguiti dagli Zen Circus. Decido di sfidare il buon senso facendo per quasi tutta la serata foto ad un’iso spropositata, la maggior parte degli scatti non si salva.

Lezione del giorno: mai sopravvalutare!

IL TEATRO DEGLI ORRORI, 16 GIUGNO 2012.

È la seconda serata del Festival, suonano il Teatro degli Orrori e in apertura i Putiferio. Questa è una delle foto a cui sono più affezionata, perché l’ho scattata quand’ero sottopalco per la prima volta in vita mia e mi fa pensare a tutte le preoccupazioni che mi assalivano pochi minuti prima che iniziasse il live.

ITALY SUPPORTS TACHELES, 4 LUGLIO 2012.

Durante Sherwood Festival è stato fatto un progetto per sostenere il Tacheles a Berlino, una galleria d’arte moderna autogestita da artisti provenienti da paesi diversi, chi voleva poteva farsi una foto con il cartello di supporto. Mi è particolarmente piaciuto rendere partecipi persone che non conoscevano il Tacheles. Il bello di Sherwood è che non è solo concerti e serate con gli amici, ma si interessa anche di quello che accade nella realtà sociale.

THE FLAMING LIPS, 10 LUGLIO 2012.

Ormai Sherwood Festival sta per finire ed è arrivato il concerto che attendo di più: i Verdena seguiti dai Flaming Lips. I Flaming Lips sono pazzeschi e durante il loro live scatto questa foto che ritengo sia una delle migliori foto fatte durante il Festival.

VINICIO CAPOSSELA, 2 NOVEMBRE 2012.

L’estate e Sherwood Festival sono finiti a differenza della mia collaborazione con Sherwood Foto, che prosegue. Il primo evento a cui partecipo è la data zero del Rebetiko Gymnastas tour di Vinicio Capossela. Sono piena di energie e non vedo l’ora di fare foto, non potevo chiedere un ritorno migliore!

LA TEMPESTA AL RIVOLTA, 8 DICEMBRE 2012.

È arrivata anche la Tempesta al Rivolta per una serata di pura musica. Ad aprire la serata ci sono gli Hard Core Tamburo che a ritmo dei loro tamburi-bidoni iniziano a scaldare il Rivolta. Si respira molta energia positiva e la voglia di fare scatti è tanta!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta, ovvero Dei Fantasmi]]>

Sono passate ormai due settimane ma pubblichiamo con molto piacere questa recensione scritta da Piergiorgio Svaluto per Sherwood.it.

La Tempesta al Rivolta, seconda edizione. L'anno scorso si celebrava il decennale dell'etichetta - o meglio del collettivo di artisti e lo abbiamo chiamato un mezzo ventennio. Quest'anno siamo invischiati in una risacca di putrefazione. Lo stato delle cose che ci tocca abitare è quello della decomposizione, ma allora chi fabbrica arte e cultura deve anticipare i tempi e farsi ciò che viene dopo il cadavere: spettro, fantasma.

Così questa edizione è stata piena di fantasmi: quelli del giardino dei Tre Allegri Ragazzi Morti, che hanno presentato il loro nuovo lavoro, giustamente definito un disco etnico di un'etnia che non esiste.

Sono fantasmi i Ninos du Brasil che sbagliano la grammatica ma allestiscono una performance delirante, colorata, esplorativi di nuovi mondi- una sorta di cartografi a venire.

Sono fantasmi gli Hardcore tamburo che aprono la serata e fanno del rumore uno strumento di critica.

Fantasma sopravvissuto a Moltheni è Umberto Maria Giardini che passeggia su un tappeto di hammond e da lì sviluppa fraseggi di chitarre post-rock e le consuete venature di cantautorato in un live davvero interessante.

Fantasmi seppellitori di una tradizione musicale che ha guardato all'armonia come fine sono gli Aucan e il loro contraltare d'oltralpe Niveu Zero - con un dj set della saldezza del marmo, ma inciso con la precisione degna del “rovinismo piranesiano”.

I Mellow Mood, che oltre al reggae un po' adolescenziale mostrano la capacità suonare un dub fondamentalmente etereo e extra-terreno.

Poi ci sono le certezze: I Pan del Diavolo, ancora una volta “Elvis redivivi”, ma con più cupezza - una cupezza da ultimi giorni, che già si ascolta in controluce in Piombo, polvere e carbone.

E il Teatro degli orrori, con Capovilla che sembra sempre di più lo spettro che si aggirava per l'Europa nella seconda metà dell'Ottocento secondo Marx, una scaletta della consueta potenza e la conclusione con il pezzo strumentale intitolato Rivolta: un programma di intenti.

Tutto questo sullo sfondo essenziale di un'organizzazione, ancora una volta, impeccabile da parte dei ragazzi del Rivolta.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - Appino]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53da779ef41d6_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53da779ef41d6") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53da779ef41d6 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53da779ef41d6") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - Dente]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d90a4390b04_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d90a4390b04") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d90a4390b04 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d90a4390b04") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - Hardcore Tamburo]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53dcfab8cc535_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53dcfab8cc535") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53dcfab8cc535 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53dcfab8cc535") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - Ninos du Brasil]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53daab2778f28_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53daab2778f28") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53daab2778f28 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53daab2778f28") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - Umberto Maria Giardini]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d9210c41a14_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d9210c41a14") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d9210c41a14 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d9210c41a14") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - Il Teatro degli orrori]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d9f4e03e779_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d9f4e03e779") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d9f4e03e779 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d9f4e03e779") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - I Tre Allegri Ragazzi Morti]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53da500e3f123_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53da500e3f123") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53da500e3f123 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53da500e3f123") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - Il Pan Del Diavolo]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d85ca9d14ce_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d85ca9d14ce") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d85ca9d14ce .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d85ca9d14ce") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta - I Mellow mood]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7b4eafce5_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7b4eafce5") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7b4eafce5 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7b4eafce5") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tutti i Live de la Tempesta al Rivolta]]>

In questo articolo potete rivedere, attraverso i video della Sherwood WebTv, tutti i concerti de

La Tempesta al Rivolta 2012
8 Dicembre 2012
Rivolta PVC (Marghera - Venezia)


Hardcore Tamburo

Il Pan Del Diavolo

Tre Allegri Ragazzi Morti

Mellow Mood

Il Teatro degli Orrori

Umberto Maria Giardini

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tutte le interviste de La Tempesta al Rivolta]]>

In questo articolo potete rivedere tutte le interviste realizzate dalla Sherwood WebTv a

La Tempesta al Rivolta 2012

8 Dicembre 2012
Rivolta PVC - Marghera (Venezia)

Intervista a Nikky di Radio Dj(Tropical Pizza)

Un "fan" della tempesta che è salito sul palco, alla chitarra, per suonare un pezzo assieme ai Tre Allegri Ragazzi Morti

a cura di Claudia Gardin

Intervista ai Tre Allegri Ragazzi Morti
Introduzione a La Tempesta al Rivolta
e
presentazione del nuovo disco: Nel giardino dei fantasmi

a cura di Momo e Marco Bidin

Intervista agli Hardcore Tamburo
"Gli Hardcore Tamburo sono qualcosa di difficile da spiegare, sono da vedere"
Percussioni di primitivismo industriale

Il 15 Gennaio 2013 uscirà Kleiner Man il loro primo album
per l'etichetta La Tempesta

a cura di Claudia

Intervista ad Appino
Uscirà il 15 marzo 2013 per La Tempesta il suo album solista: Testamento

Dal vivo, Appino, sarà accompagnato da Giulio Ragno Favero e Franz Valente del Teatro degli Orrori e da Rodrigo D’Erasmo, violinista degli Afterhours

a cura di Renee

Intervista ad Umberto Maria Giardini
Dopo aver lasciato il suo progetto precedente Moltheni,
Umberto Maria Giardini ha da poco pubblicato per La Tempesta
il suo nuovo album: La dieta dell'imperatrice

a cura di Marco Bidin

Intervista ai Ninos Du Brasil
Nicolò Fortuni e Riccardo Mazza ai microfoni della WebTv.
Il nome Ninos Du Brasil nasce da un errore sintattico.
Ci hanno regalato una performance epilettica.

a cura di Renee

Intervista ai Mellow Mood
Il gruppo reggae di Pordenone ci racconta com'è nata la collaborazione
con La Tempesta

a cura di Marco Bidin

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta: tutte le fotografie dei live di SherwoodFoto]]>

Hardcore Tamburo

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a972c0de_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a972c0de") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a972c0de .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a972c0de") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Umberto Maria Giardini

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a972ff5b_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a972ff5b") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a972ff5b .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a972ff5b") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Il Pan Del Diavolo

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a9732a58_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9732a58") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a9732a58 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9732a58") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Appino

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a973554a_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a973554a") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a973554a .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a973554a") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Tre Allegri Ragazzi Morti

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a9738060_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9738060") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a9738060 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9738060") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Ninos Du Brasil

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a973b310_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a973b310") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a973b310 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a973b310") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Mellow Mood

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a973e9bb_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a973e9bb") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a973e9bb .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a973e9bb") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Iori's Eyes

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a9740cf7_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9740cf7") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a9740cf7 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9740cf7") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Il Teatro degli Orrori

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a9743015_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9743015") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a9743015 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9743015") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Aucan Dj Set

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a974532f_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a974532f") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a974532f .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a974532f") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Niveau Zero

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a9747640_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9747640") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a9747640 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a9747640") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Dente Dj Set

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a974997d_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a974997d") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a974997d .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a974997d") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Il Genio Dj Set

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a974bca5_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a974bca5") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a974bca5 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a974bca5") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Interviste agli artisti de La Tempesta

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53db7a974dfb6_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a974dfb6") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53db7a974dfb6 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53db7a974dfb6") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Ogni adolescenza]]>

È ora di tirare le somme - oggi in italiano.

Con lunedì ho concluso la mia prima esperienza di insegnamento ad un workshop di fotografia in collaborazione con La Tempesta e Il Rivolta. Un workshop è diverso da una lezione. Lo dice la parola stessa, c’è del “work” da fare. Ci si sporca le mani. Cecilia Ibañez mi ha coinvolto in questa esperienza che lei gestisce ormai con grande disinvoltura da anni. Lei la Tempesta l’ha vista crescere da vicino. Io invece l’ho vista crescere da “utente”.

Questa è la grande differenza. E di questo volevo scrivere.

Sono nato a Pordenone, ho scoperto la musica della mia città ad adolescenza inoltrata, sono arrivato un pelo tardi, credo. La prima volta che ho ascoltato La Testa Indipendente dei TARM ero al mare, stavo aspettando la corriera per tornare verso casa. Non ci potevo credere che gente così vicina a me potesse parlarmi tramite la musica, di cose che sentivo così mie. Faceva sembrare tutto ancora più vicino, ancora più forte.

Come molti altri coetanei sono andato anche a ritroso nella scena di Pordenone, riscoprendo Futuritmi, Tampax e tutti gli altri. Ma il fascino più grande (o forse è meglio chiamarla sindrome da fratellino minore) l’ho vissuto guardando al Post-Great Complotto.

Ieri viaggiando con Cecilia in macchina ci siamo ritrovati ad ascoltare un intervista a Davide Toffolo su Radio 2, dove qualcuno ha definito i TARM un fenomeno sociale.  Io sono d’accordo, e credo anche che tutto il movimento delle band da loro supportate e prodotte in questi anni si stia definendo come tale. La Tempesta non è solo un’etichetta, è finalmente il nome che possiamo dare al movimento nella sua interezza.

Provo riverenza per questa scena, ho deciso di guardarla per quanto mi è possibile sempre dal”esterno. Ho paura che se mi avvicino troppo potrebbe sparire la magia. La pelle d’oca. E allora la distanza rimane, mi avvicino ogni tanto, scatto qualche foto. Ma poi torno a casa e rimango ad ascoltare.

Grazie Cecilia, grazie Davide, grazie Enrico, grazie Luca. Grazie a tutti quelli che fanno vivere La Tempesta. Nei prossimi giorni inizieremo a pubblicare le immagini che hanno prodotto i ragazzi del workshop - alcuni bellissimi lavori. Tornate a leggerci.

Qui sotto una piccola anteprima delle immagini della serata. Hard Core Tamburo, Umberto Maria Giardini e Pan del Diavolo.


"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53ddfef87c3b0_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53ddfef87c3b0") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53ddfef87c3b0 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53ddfef87c3b0") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[TARM, Teatro degli orrori, Zen a La Tempesta del Rivolta: «Chi la dura la vince»]]>

«Grazie alla Tempesta, diventata una realtà così importante per la musica. Chi la dura la vince. E grazie anche al Rivolta». Così Pierpaolo Capovilla, introducendo La canzone di Tom, ha chiuso l’adrenalinico set del Teatro degli Orrori, giunto al culmine di una serata incredibile, imperdibile appuntamento annuale con gli artisti della Tempesta dischi, approdato anche quest’anno al Rivolta di Marghera.

La band veneziana oggi ha giocato in casa, e l’Hangar sembrava esplodere, da tante persone presenti, da tanta emozione e adrenalina. Tutta la giornata è stata un successo: due palchi, nove concerti, quattro dj set e uno spettacolo teatrale. Noi non siamo purtroppo riusciti a seguire tutto (anche perché ad un certo punto, vista la quantità di gente, fare la fila ai cessi escludeva la possibilità di correre a sentire il reggae dei Mellow Mood, salvo mettersi a ballare tra una sala e l’altra con le canzoni del dj set rocchettaro e un po’ tamarro de Il Genio), ma cerchiamo comunque di dare un resoconto di questo ricco appuntamento.

Abbiamo iniziato con Umberto Maria Giardini (ex Moltheni), che ha suonato i brani del suo nuovo album, La dieta dell’imperatrice: abbandonato il nome d’arte, accompagnato da nuovi musicisti (chitarra, batteria, hammond), Umberto sa sempre emozionare. La sua è una poesia avvolgente e vibrante, che si attacca al cuore. I Pan del Diavolo, a cavallo delle due chitarre acustiche, hanno scaldato la platea col loro folk pestato e carico. Il tempo di arrivare al secondo palco, il Nite Park, che la saletta è già strapiena per l’esibizione di Appino, voce e chitarra degli Zen Circus. Qui ha presentato in anteprima Il Testamento, suo primo lavoro solista, a fianco di Giulio Ragno Favero e Franz Valente de Il Teatro degli Orrori.

Per quello che siamo riusciti a sentire dal fondo della sala, i brani sono nervosi, elettrici, arrabbiati. Resta la curiosità di sentire il disco, che uscirà a Febbraio. Altro set notevole è stato quello dei milanesi Iori’s Eyes. Le loro sonorità sperimentali, una vocalità che sembra arrivare da un altro pianeta, hanno incantato i presenti. La grande attesa è stata però per i Tre Allegri Ragazzi Morti, freschi di uscita del bellissimo Nel giardino dei fantasmi: l’emozione è alta, palpabile. Dopo due brani tratti dal penultimo album, i nostri ci hanno suonato sei “fantasmi” Per I cacciatori, la nostra preferita, la band è stata raggiunta da Nikki di radio dj alla chitarra elettrica. Ma la pelle d’oca è arrivata con le tre canzoni che ci hanno regalato in chiusura: Il mondo prima, con tutto il Rivolta che cantava a squarciagola, Il principe in bicicletta e Occhi bassi. Che dire, dopo una serata così emozionante ce ne siamo tornati a casa con tante note nel cuore (e col fumetto gigante di Davide Toffolo sotto il braccio). Grazie Tempesta, grazie Rivolta.

Silvia Pelli

Scaletta Tre Allegri Ragazzi Morti Tempesta Rivolta
puoi dirlo a tutti.
La faccia della luna
la mia vita senza te
i cacciatori con nikki
e poi si canta
la via di casa
bugiardo
la fine del giorno
il mondo prima
il principein bicicletta
occhi bassi

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta è fiorita]]>

Fa freddo, ma almeno per qualche giorno ancora, a scaldarci, ci pensa La Tempesta al Rivolta.

Grazie a tutti coloro che si sono adoperati per la sua riuscita e a tutti quelli che hanno sfidato il freddo e la neve per riscaldarci.
E' stato un incontro meraviglioso.

A breve on line foto e video.
Per non dimenticarla.
#tempestarivolta

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sherwood e La Tempesta: al Rivolta 8 ore di diretta]]>

Segui tutti i concerti de La Tempesta al Rivolta grazie alla WebTv di Sherwood.

Dalle ore 18.00 su www.sherwood.it comincerà una lunga diretta streaming video che vi terrà compagnia fino alle fine delle esizioni live.

2 palchi, 9 telecamere, 6 conduttori, 18 cameraman, 5 registi, 4 fonici, 5 maxischermi.
La WebTv sta dando i numeri.

Il collettivo fotografico SherwoodFoto avrà, in sala Open Space, una postazione per il progetto La Gente della Tempesta.

I twitt con l'hashtag #tempestarivolta verranno proiettati su maxi schermo in sala Open Space.

Il palinsesto della diretta
da La Tempesta al Rivolta:

Sala OPEN LIVE

Dagli studi della WebTv di Sherwood
interviste alle band de La Tempesta al Rivolta

ore 18.00 Apertura con Marco Bidin e Momo. Ospiti Enrico Molteni e Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti - La Tempesta)

ore 18.10 Harcore Tamburo intervistati da Claudia

ore 18.15 Umberto Maria Giardini intervistato da Marco Bidin

or 18.25 Iori's eyes intervistati da Ivan Grozny

ore 18.35 Tre Allegri Ragazzi Morti intervistati da Momo

ore 18.45 Il Teatro degli Orrori intervistati da Ivan Grozny

ore 18.55 Niveau Zero intervistati da Marco Biasio

ore 19.35 Interviste ai DJ Dente e Il Genio di Claudia

ore 19.45 Intervista ai Mellow Mood di Marco Biasio

ore 19.50 Intervista ad Appino di Reneè

ore 19.55 Intervista ai Pan del diavolo di Marco Biasio

ore 20.00 Ninos du Brasil di Reneè

Sala HANGAR

I concerti in diretta

Hardcore Tamburo 19:00 / 19:35

Umberto Maria Giardini 20:05 / 20:45

Il Pan del Diavolo 21:20 / 22:00

Tre allegri ragazzi morti 22:30 / 23:15

Mellow Mood 23:45 / 00:30

Il Teatro degli Orrori 01:15 / 02:00

Sala NITE PARK

I concerti in diretta

Pubblico Teatro 19:35/20:05 - 20:45 /21:20

Appino 22:00 / 22:30

Ninos Du Brasil 23:15 / 23:45

Iori's Eyes 00:30 / 01:15

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta. La compilation in free download]]>

L'8 dicembre il Centro sociale Rivolta di Marghera (VE) aprirà le sue tre sale per la seconda edizione invernale de La Tempesta al Rivolta

Dalle 19.00 le band e i djset si alterneranno sul palco di sala Hangar, Nite Park e Sherwood Open Live fino a tarda notte. 

Sherwood.it con la sua WebTv
seguirà tutti i concerti de La Tempesta al Rivolta.

Una lunga diretta streaming video
su www.sherwood.it dalle 18.00

"C'è una parola", spiegano gli organizzatori, "che lega i tre collettivi che organizzano questo appuntamento, La Tempesta, Sherwood e il centro sociale Rivolta. Questa parola è: indipendenza".

Per festeggiare l'appuntamento La Tempesta regala, scaricabile dal sito di XL di Repubblica, una compilation in free download scaricabile a questo link

Venite? Facciamo fiorire la Rivolta. #tempestarivolta

LA TEMPESTA - Tracklist

01. Ninos Du Brasil - Abacaxi Nax Coxas (da Muito N.D.B.)
02. Hardcore Tamburo - Move And Fight (da Kleiner Mann)
03. Aucan - Spl (Niveau Zero RMX) (da Black Rainbow Remixes)
04. Iori’s Eyes - The Merging (Parker Madicine RMX) (da Double Soul Reloaded)
05. Mellow Mood - Twilight Dub (da Bun Vampaya)
06. Tre Allegri Ragazzi Morti - La fine del giorno (Canto n.3) (da Nel giardino dei fantasmi)
07. The Zen Circus - Nel paese che sembra una scarpa (da Nati per subire)
08. Giorgio Canali & Rossofuoco - La solita tempesta (feat. Angela Baraldi) (da Rojo)
09. Il Pan Del Diavolo - Libero (da Piombo, polvere e carbone)
10. Cosmetic - Scisma (da Conquiste)
11. Bachi da Pietra - Paolo il tarlo (da Quintale)
12. Umberto Maria Giardini - Il sentimento del tempo (da La dieta dell’imperatrice)
13. Il Teatro degli Orrori - Lezione di musica (da Dell’impero delle tenebre)


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[I Cacciatori. Una canzone a fumetti di Tre allegri ragazzi morti]]>

È questo il regalo che riceveranno le prime mille persone che entreranno al Rivolta sabato 8 dicembre 2012. Un fumetto (gigante!) realizzato da Davide Toffolo su una nuova canzone tratta da Nel giardino dei fantasmi (secondo alcuni la più bella): I Cacciatori.

I cancelli del Rivolta apriranno alle 18:00, troverete tutte le informazioni che vi servono andando sul sito www.latempesta.org. Da oggi anche gli orari delle esibizioni dei gruppi.

La prevendita è sul sito www.sherwood.it (nel box giallo sulla destra)

Lo ripetiamo perché ci sembra importante: per chi viene da lontano il treno è una bella comodità, il Rivolta dista 10 minuti a piedi dalla Stazione di Mestre.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta: vinci i biglietti]]>

"Indovina il Titolo!"

Sherwood mette in palio 5 ingressi gratuiti per La Tempesta al Rivolta!
Partecipare è semplice, leggi le regole qui sotto e... INDOVINA!

Scopo del contest?
Identificare i titoli delle canzoni ed i relativi artisti tra quelli che parteciperanno alla serata. 

Ricordiamo la Line Up:

Il Teatro Degli Orrori

Tre Allegri Ragazzi Morti

Umberto Maria Giardini

Il Pan del Diavolo

Mellow Mood

Appino

Iori's Eyes

Hardcore Tamburo

Ninos Du Brasil

Niveau Zero

Aucan DJ Set

Pubblico Teatro

Il Genio DJ Set

Dente DJ Set

Modalità di partecipazione:
Invia una mail a foto@sherwood.it con oggetto della mail "INDOVINA IL TITOLO: LA TEMPESTA".

Nel corpo del testo invece scrivi i tuoi dati (nome, cognome, numero di telefono e mail alla quale vuoi essere ricontattato), i titoli delle canzoni e i relativi artisti.

Chiusura contest:
Venerdì 7 dicembre ore 00.00

Le foto:

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8be237967e_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8be237967e") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8be237967e .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8be237967e") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Se più di 5 persone indovineranno tutti e 7 i titoli, i vincitori verranno estratti casualmente. Nel caso in cui, invece, non vi saranno almeno 5 vincitori, si selezioneranno i vincitori seguendo una classifica ordinata in base alla vicinanza alla soluzione.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Streaming video La Tempesta al Rivolta: open call]]>

L'8 dicembre 2012 al Centro sociale Rivolta di Marghera abbiamo il piacere di ospitare l'annuale appuntamento invernale con La Tempesta.

3 palchi su cui si esibiranno 10 delle band prodotte da questo collettivo di artisti, 4 sale, uno shop, 3 dj set, uno spettacolo teatrale, un workshop di fotografia.

Come per la scorsa edizione Sherwood.it garantirà lo streaming video della serata che verrà reso disponibile sul nostro sito e su latempesta.org.

Sono moltissime ore di diretta da due palchi e nell'intervallo tra i live realizzeremo le interviste agli artisti. Abbiamo bisogno di un sacco di attrezzatura per gestire lo streaming ma soprattutto avremo bisogno di operatori e registi.

Se hai competenza in questo settore e hai voglia di darci una mano contattaci a info@sherwood.it.

Facciamo fiorire la rivolta

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta. Comunicato stampa]]>

La Tempesta al Rivolta


Sabato 8 dicembre 2012


Ingresso: €15,00

CS Rivolta PVC

via Fratelli Bandiera, 45
 - Marghera, Venezia



Apertura cancelli alle 18:00

Per info:

www.latempesta.org

La Tempesta, il collettivo d'artisti che qualcuno chiama etichetta discografica indipendente, è lieta di annunciare la seconda edizione invernale del suo festival. L'evento si terrà sabato 8 dicembre 2012 al CS Rivolta PVC di Marghera, Venezia, dalle 18:00 in poi. Tre palchi per dieci concerti, cinque dj, uno spettacolo teatrale e altro ancora.
Prosegue così il rapporto tra Tempesta, il Rivolta e Sherwood, visto il successo dell'edizione 2011. L'idea della Tempesta è mantenere itinerante l'edizione estiva del festival e fissa, al Rivolta, quella invernale.

Da evidenziare il set di Tre allegri ragazzi morti che presenteranno dal vivoil loro nuovo disco intitolato "Nel giardino dei fantasmi", in uscita su CD, LP e download digitale venerdì 7 dicembre 2012.
Al festival ci sarà anche l'esordio solista dal vivo di Appino (The Zen Circus) con una band di lusso (Giulio Ragno Favero e Franz Valente de Il Teatro degli Orrori) ad annunciare l'imminente pubblicazione del proprio debutto discografico.
Umberto Maria Giardini (conosciuto finora come Moltheni) presenterà il suo nuovo disco “La dieta dell'imperatrice", che ha riscosso un ottimo riscontro di critica e pubblico.
Ci sarà inoltre la possibilità di vedere i Ninos Du Brasil, progetto musicale del controverso e chiacchierato artista Nico Vascellari.
Ci saranno gli Aucan in versione DJ Set accompagnati dal loro amico francese Niveau Zero.
Nella lunga lista di attrazione sul cartellone compaiono anche Il Teatro degli Orrori in una delle loro ultime esibizioni a chiusura del lungo tour di presentazione de Il mondo nuovo, il loro ultimo album.
E poi ancora Il Pan del Diavolo, di nuovo in duo, con il bellissimo album "Piombo, polvere e carbone".
Poi gli strabilianti Mellow Mood, gli Hardcore Tamburo (anche loro a presentare il disco di debutto), gli Iori's Eyes (freschi di pubblicazione del disco di remix di Double Soul), ed un nuovo spazio DJ set dove gli invitati d'eccezione (Dente, Dellera ed Il Genio) ci faranno divertire e ballare.
Ci sarà anche Pubblico Teatro, una compagnia teatrale moderna composta da due ragazze, che presenterà Save Your Wish, uno spettacolo incentrato sulla Tempesta e sui temi della Tempesta.
Come forse sapete già, il Rivolta è a due passi dalla Stazione dei treni di Mestre, le occasioni per dormire e mangiare sono molte, Venezia è una delle città più belle del mondo. Quindi è un'occasione speciale da non perdere.

Info prevendite:

15 € in prevendita al Rivolta (Mercoledì e Giovedì dalle 18.00 alle 20.00, Venerdì dalle 20.00 alle 24.00 e  Sabatodalle 17.00 alle 24.00)

oppure on line su Sherwood.it (box giallo a destra):
15 € + 1 € costo del servizio

15 € al botteghino dalle ore 18.00 l'8 dicembre 2012
dalle ore 17.00 l'8 dicembre 2012

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Music Photography workshop]]>

Workshop fotografico

La Tempesta al Rivolta

A cura di 

Cecilia Ibañez e Mattia Balsamini

L’obiettivo è quello di sviluppare un progetto fotografico all’interno del festival La Tempesta al Rivolta. Questo progetto sarà guidato dai fotografi Cecilia Ibañez e Mattia Balsamini nella sua intera pianificazione e svolgimento.

Il workshop comprende tre fasi di lavoro.

La prima fase

è un’introduzione alla costruzione di un progetto fotografico nella quale verranno analizzate le diverse fasi del lavoro: progettazione, ripresa ed editing.
In questa prima fase si introdurranno anche le principali tecniche di elaborazione digitale delle immagini fotografiche.

La seconda fase

è pratica. I partecipanti svilupperanno un progetto fotografico all’interno del festival La Tempesta al Rivolta.

La terza ed ultima fase

prevede l’analisi del materiale fotografico prodotto dai partecipanti. L’obiettivo di questo incontro è quello di migliorare il proprio linguaggio visivo sviluppando le capacità critiche e mettendo in pratica gli argomenti che riguardano l’editing e la messa in sequenza del materiale scattato.

I principali argomenti trattati nel corso

Introduzione alla costruzione di un progetto fotografico
I differenti momenti della sua realizzazione: progettazione, ripresa, editing
L’importanza della documentazione e dell’investigazione nella costruzione di un lavoro fotografico

La lettura dell’immagine fotografica

I diversi aspetti da tenere in conto per la documentazione di un festival
L'importanza nella scelta della macchina fotografica
L' atteggiamento del fotografo
I principali riferimenti stilistici nella fotografia musicale

La gestione del flusso di lavoro

La selezione e la catalogazione degli scatti.
La lavorazione del file grezzo in camera raw, la post-produzione con Photoshop per ottimizzare sia i tempi di lavorazione che la qualità del risultato, fino alla gestione del formato per i vari utilizzi: in particolare per web e stampa.
Programma del corso

Il workshop prevede la trattazione e l’approfondimento dei seguenti argomenti:


→ 1° Incontro / Giovedì 6 Dicembre 2012

Durata: dalle ore 18 alle ore 21
Location: Centro Sociale Rivolta, via F.lli Bandiera, 45 / Marghera (Venezia)

Introduzione al workshop
Presentazione dei docenti e dei partecipanti

Gli argomenti:

Progetto Fotografico
Introduzione alla costruzione di un progetto fotografico
I differenti momenti della sua realizzazione: progettazione, ripresa, editing
L’importanza della documentazione e dell’investigazione nella costruzione di un lavoro fotografico

L’immagine Fotografica
Lettura dell’immagine fotografica
Breve introduzione alla composizione fotografica

Le diverse situazioni di cui tener conto per la documentazione di un festival
L'importanza nella scelta della macchina fotografica
L'atteggiamento del fotografo
I principali riferimenti fotografici di fotografia musicale


→ 2° Incontro / Venerdì 7 Dicembre 2012

Durata: dalle ore 18 alle ore 21
Location: Centro Sociale Rivolta, via F.lli Bandiera, 45 / Marghera (Venezia)

I principali argomenti trattati saranno:
Introduzione ai principali elementi di selezione e post-produzione fotografica.

Adobe Bridge
Selezione, catalogazione ed organizzazione del proprio materiale fotografico
Rating e classificazione funzionale dei file
Utilizzo ed importanza dei Metadata

Adobe Bridge + Camera Raw
Il Raw: introduzione al formato
Passaggi dello sviluppo in camera Raw
Operazioni in batch per ottenere continuità nel look di un set di immagini
Provini a contatto in pdf / preparazione all'editing della selezione finale

Photoshop / Strumenti e tecniche di post produzione
Livelli di regolazione
Maschere di livello
Metodi di fusione
Gestione e manipolazione creativa del colore
Utilizzo delle curve per schermature e bruciature, contrasto ed effetti di colore
Simulazione della grana analogica
Il bianco e nero digitale
Preparazione dei file per la stampa e per gli utilizzi web

Presentazione del concept scelto dai partecipanti, sul quale verrà sviluppato il proprio progetto da realizzare all’interno del festival.
Analisi e discussione delle proposte.
Pianificazione e coordinazione del team di lavoro durante la giornata del festival.


→ 3° Incontro / Sabato 8 Dicembre 2012

Durata: dalle ore 18
Location: Centro Sociale Rivolta, via F.lli Bandiera, 45 / Marghera (Venezia)

Durante questa giornata i partecipanti scatteranno all’interno del festival La Tempesta al Rivolta.
I loro lavori saranno seguiti da entrambi gli insegnanti.


→ 4° Incontro / Lunedì 10 Dicembre 2012

Durata: dalle ore 18 alle ore 21
Location: Centro Sociale Rivolta, via F.lli Bandiera, 45 / Marghera (Venezia)

Analisi ed editing del lavoro svolto dai partecipanti durante il giorno del festival.

Note generali

Il workshop è rivolto a tutti coloro che abbiano una conoscenza basilare del mezzo e della ripresa fotografica.

Attrezzatura necessaria per la partecipazione al workshop:
Una macchina fotografica che scatti in formato RAW (non è imprescindibile che la macchina sia reflex).
Un portatile con Adobe Photoshop e Adobe Bridge CS (CS3,CS4,CS5. È sufficente una delle ultime versioni, non necessariamente la più recente).

Iscrizione

Per informazione sulla quota e la modalità d’iscrizione spedire una e-mail a:
info.ceciliaibanez@gmail.com / mattia@mattiabalsamini.com

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta]]>

Sabato 08 Dicembre 2012Centro Sociale RivoltaVia F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)

La Tempesta al Rivolta

(#tempestarivolta

Sherwood.it con la sua WebTv
seguirà tutti i concerti de La Tempesta al Rivolta.

Una lunga diretta streaming video
dalle 18.00
su www.sherwood.it

Line Up

Il Teatro Degli Orrori
Tre Allegri Ragazzi Morti
Umberto Maria Giardini
Il Pan del Diavolo
Mellow Mood
Appino
Iori's Eyes
Hardcore Tamburo 
Ninos Du Brasil
Niveau Zero
Aucan DJ Set
Pubblico Teatro
Il Genio DJ Set
Dente DJ Set

 

Apertura cancelli Ore 18.00

Ingresso: 15 €

Ai primi mille ingressi un regalo speciale, il fumetto/canzone

I Cacciatori appositamente realizzato da Davide Toffolo

15 € in prevendita al Rivolta (Mercoledì e Giovedì dalle 18.00 alle 20.00, Venerdì dalle 20.00 alle 24.00 e Sabato dalle 17.00 alle 24.00)

oppure on line su Sherwood.it:
15 € + 1 € costo del servizio (box giallo sulla destra)

15 € al botteghino dalle ore 18.00 l'8 dicembre 2012

Per info:

www.latempesta.org

Facciamo fiorire la rivolta

Vi informiamo che nella Sala Hangar, dove si svolge il concerto, non si può fumare

All’interno del Centro Sociale Rivolta puoi trovare:

Hosteria, Creperia, Bar&Cocktails, Libreria, palestra e servizio guardaroba

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta: orario dei concerti]]>

La Tempesta Al Rivolta

8 Dicembre 2012

Rivolta PVC

Torna anche quest'anno al Rivolta il festival dell'etichetta più bella che c'è

Puoi acquistare i biglietti in prevendita su www.sherwood.it
Clicca sul box giallo qui a destra.

Sherwood.it con la sua WebTv
seguirà tutti i concerti de La Tempesta al Rivolta.

Una lunga diretta streaming video
dalle 18.00
su www.sherwood.it

Ai primi 1000 che entreranno a La Tempesta al Rivolta uno splendido regalo:
un fumetto inedito e in formato extra large realizzato da Davide Toffolo.

 

Di seguito l'orario dei concerti:

Sala HANGAR

Hardcore Tamburo 19:00 / 19:35

Umberto Maria Giardini 20:05 / 20:45

Il Pan del Diavolo 21:20 / 22:00

Tre allegri ragazzi morti 22:30 / 23:15

Mellow Mood 23:45 / 00:30

Il Teatro degli Orrori 01:15 / 02:00

Sala NITE PARK

Pubblico Teatro 19:35/20:05 - 20:45 /21:20

Appino 22:00 / 22:30

Ninos Du Brasil 23:15 / 23:45

Iori's Eyes 00:30 / 01:15

Aucan DJ / VJ Set 02:00 / 03:00

Niveau Zero 03:00 / 04:00

Sala OPEN LIVE:

Il Genio DJ set 23:00-00:00

Dente DJ set 00:00-01:15

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Della coscienza e della tempesta]]>

"Io sono l'Impero alla fine della decadenza, che guardapassare i grandi Barbari bianchicomponendo acrostici indolenti inaureo stilein cui danza il languore del sole”
(Paul Verlaine).

La Tempesta al Rivolta inizia come una cena in cui mangi sia pasta sia pizza: non è tributo all'amido, ma un tributo alla sezione ritmica e ai testi espressionisti: sul palco c'è Il Cane, due batterie, un basso e le parole. Le parole che fanno parte della nostra tradizione cantautorale, ma prima ancora poetica, come la pasta e la pizza fanno parte della tradizionale dieta mediterranea. Le parole vittima dell'abbrutimento televisivo ed elettorale di un popolo degradato dai consumi. Le parole che mancano e con esse le coscienze e allora si riempie il vuoto con il vuoto di un trapianto di cuoio capelluto: “nulla è dove la parola manca” scriveva il poeta tedesco George. D'altra parte qualcosa è e lo si deve pur dire e “c'è forza nelle tue parole/ sopra le portate lasciate a metà e i tovaglioli usati […] sapevi di trovare l'uragano”, così il grido cadenzale di Emidio Clementi dei Massimo Volume. E noi abbiamo trovato la forza nelle parole che da dieci anni escono dalle nuvole torve de La Tempesta. Dieci anni. Che sono la metà di un ventennio. Che sono sopravvissute a un ventennio (breve, ma pur sempre tale). Parole oblique, randage. Parole che sono disseminazione in cui nulla si realizza, perché, al contrario tutto vi accade. E allora Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli Orrori, in questa occasione giù-dal-palco parla delle parole di Céline e dice “esse sono la rivolta” e Cèline stesso ci dice che sono fatte “per esprimere i veri sentimenti della miseria […] per permettere all'operaio di dire al padrone che detesta: tu vivi bene e io male, tu mi sfrutti e giri su un macchinone, ti farò fuori...” (in Céline e l'attualità letteraria, SE, Milano 2001, p. 134). Parole disperate perché “la disperazione è una forma superiore di critica/ per ora la chiameremo felicità”: così Leo Ferrè rivive in Vasco Brondi. Per avere una coscienza nella lacerazione. Per fare esperienza della coscienza, traccia cinerea di una vita che “non ammette se non l'incenerazione in corso, di cui essa resta il monumento più o meno taciuto” (Derrida J., Ciò che resta del fuoco, Sansoni, Firenze 1984, p.11).
Cenere o fuoco fatuo: è questo che siamo?

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tutte le foto de La Tempesta al Rivolta]]>

Per vedere tutte le foto scattate dai nostri fotografi clicca qui.
Oppure vai sulla pagina Facebook ufficiale di SherwoodPhoto o su quella di Sherwood.it

Il Cane

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d899667a51f_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899667a51f") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d899667a51f .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899667a51f") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Sick Tamburo

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d899667c077_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899667c077") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d899667c077 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899667c077") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Bachi da Pietra

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d899667e3dd_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899667e3dd") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d899667e3dd .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899667e3dd") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Giorgio Canali & Rossofuoco

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d899667fef6_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899667fef6") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d899667fef6 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899667fef6") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Massimo Volume

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8996681a4f_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8996681a4f") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8996681a4f .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8996681a4f") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

A Classic Education

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d89966835a7_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d89966835a7") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d89966835a7 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d89966835a7") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Le Luci della Centrale Elettrica

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8996686486_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8996686486") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8996686486 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8996686486") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Gionata Mirai

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8996689b34_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8996689b34") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8996689b34 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8996689b34") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

The Zen Circus

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d899668b68c_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899668b68c") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d899668b68c .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d899668b68c") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta live report]]>

Sta per cominciare La Tempesta al Rivolta ed ancora una volta la pioggia ci accompagna.
Non può non spaventare dopo il disastro di fine Giugno che ha visto a Codroipo artisti come i Tre Allegri Ragazzi Morti, Le luci della centrale elettrica, gli Zen Circus costretti a cantare sotto le esedre per salvarsi dalla tempesta, per salvare il concerto.
Al Rivolta di Marghera l’intera troup di Sherwood, però,  si sta preparando al peggio e al meglio: dalla mattina ci sono tecnici del suono e delle luci, c’ è la web tv, ci sono tutti i fantastici collaboratori che lavorano per accogliere gli artisti e qualche centinaia di ragazzi che dalle cinque varcheranno i cancelli.
Dall’aria che si respira pare di tornare per un attimo allo Sherwood Festival: la stessa gente, la stessa voglia di impegnarsi, la stessa voglia di divertirsi.

Ad aprire la serata è Matteo Dainese, da anni impegnato dietro la batteria di Ulan Bator, di Jutterbugs e di tanti altri gruppi : si fa chiamare Il cane e oggi canta e suona il primo disco pubblicato dall’etichetta La Tempesta (Metodo di Danza), un misto fra elettronica e acustico gestito con curiosa eleganza. L’ ultima canzone si chiama Dune e ricorda, racconta Matteo, quando si va in spiaggia e si guardano le dune di sabbia e quelle della tua bella. Si è già totalmente a proprio agio al Nite Park, una delle due sale che ospiterà i dodici gruppi.

L’ atmosfera rimane ancora rilassata fino all’arrivo de I Melt sul palco: è il trio vicentino ad agitare la folla grazie al brit pop di “La bella bambina” al punk di “Raccontami il tuo inverno” all’ acustica “Non mordo più”. Il nuovo disco della band Il nostro cuore a pezzi racconta allora le passioni e le inqiuetudini divise e condivise dal trio, Teo, Teno e Diego, racconta, con un tono spigliato,con un rock un po’ più agitato, di quel cuore rotto in mille pezzi che vive e resiste ai momenti bui.

Pausa.

Nite Park si svuota per lasciare il tempo ai tecnici di preparare gli strumenti ai Bachi da Pietra: intanto in sala Hangar, i Sick Tamburo hanno iniziato a suonare. Nascono dalle ceneri dei Prozac +, da cui la stessa cantante Elisabetta Imelio proviene. Sono graffianti, decisi, indossano passamontagna neri e suonano le chitarre elettriche in modo aggressivo e minimalista. I loro testi sembrano più parlati, urlati che cantati, come in “Dimentica” e “Il mio cane con tre zampe”, ma i loro testi sono teneri, come se sotto le loro divise si nascondesse un’ altro mondo, un’ altra musica da scoprire. E’ il loro rock, la loro elettronica.

A Nite Park dunque, i Bachi da Pietra cominciano il loro live energetico: sono una batteria e una chitarra, Bruno Dorella e Giovanni Succi. Giovanni suona scalzo, seduto immobile sul suo sgabello, mentre Bruno impugna la chitarra come un’ arma e s’agita per tutto il palco. Anche loro come molti artisti dell’etichetta provengono da esperienze con altri gruppi (come Wolfango e Madrigali Magri) per realizzano con La Tempesta il loro progetto solista; collaborano anche con i Massimo Volume, che ringraziano e che a breve suoneranno in Hangar.

Sono quasi le nove e mezzo e l’ atmosfera è caldissima; fuori ha già smesso di piovere, i collaboratori possono finalmente tirare un respiro di sollievo, ma il traffico pare dilatarsi costantemente: in Osteria, qualcuno ordina un tiramisù, mentre in Open Space un passante è placcato dai fotografi per diventare la nuova “Faccia da Tempesta” e un qualunque fan compra una maglietta della sua band preferita ai banchetti degli artisti.

Intanto, però, in sala Hangar si prepara il concerto più atteso della serata, i fondatori dell’etichetta: Enrico Molteni, Davide Toffolo e il resto della ciurma. Sono i Tre Allegri Ragazzi Morti e vengono dal Friuli dove nel 2000 (a Pordenone) fondarono l’ etichetta e dove quest’estate (a Codroipo) raccolsero la folla sotto la pioggia per raccontare con una chitarra, sopra una panca, le loro canzoni. Sono la colonna portante dei gruppi, il gruppo che porta il nome dell’etichetta.
Il loro live è eccezionale: Davide è travestito da enorme scimmia, probabilmente morirà di caldo dentro quel costume, ma è agitatissimo. Urla a squarciagola l'adolescenza raccontando la guerra e l’amore dei nostri anni più difficili, mentre gli altri lo seguono, accaldati ed eccitati allo stesso modo sotto le loro maschere, di fronte ad un pubblico che esplode.

E’ poi il momento di Giorgio Canali & Rossofuoco e l’atmosfera non si è per nulla raffreddata. Lui è semplicemente un grande: è un rocker arrivato direttamente dagli anni ’80.
Rojo nasce da un’ istinto esplosivo e immediato, dalla voglia di raccontare, raccontarsi, bestemmiare e da un materiale musicale che già Rossofuoco pare avesse pronto per Giorgio, come lui dice. Inizialmente doveva chiamarsi “L’ album rosso” ma la scelta della lingua spagnola è legata ad affetti che ha lasciato a Madrid e che in fondo, si nascondono sotto i suoi testi. Basta provare ad ascoltare.

La serata scivola rapidamente, come la nebbia sopra Venezia: l’atmosfera pacata dei Massimo Volume, l’indie- rock di A Classic Education e i concerti ‘cheunamezzoraètroppopoco’ di Le Luci della Centrale Elettrica e degli Zen Circus.
E’ una partita a ping pong tra un palco e l’ altro: è praticamente impossibile seguire tutti i gruppi; forse solo i pochi appassionati ci riescono. Per i fan, invece, è un occasione da sfruttare: aspettano che la sala si svuoti per occupare le prime file e garantirsi una buona visione anche quando si fa ormai fatica a passare.
In conclusione, ci sono i Gionata Mirai e, a seguire, i deejay set di Momo (ormai noto deejay di Radio Sherwood) e Nikki (Radio Deejay) per continuare ancora insieme la notte.

E’ stata una grande serata per l’ etichetta, una vittoria di fronte alla tempesta scampata, una rivincita per la delusione di quest’estate:
Credo ancora che una canzone possa cambiare, possa cambiare qualcosa” confessa Enrico Molteni (fondatore dell’etichetta e bassista dei Tre Allegri Ragazzi Morti) da una breve chiacchiera a fine serata ed è forse da questa piccola idea che è nato un nuovo modo di fare musica, una canzone, una storia.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Gente della Tempesta]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53dfad33b0028_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53dfad33b0028") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53dfad33b0028 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53dfad33b0028") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53dfad33b4227_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53dfad33b4227") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53dfad33b4227 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53dfad33b4227") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53dfad33b80a6_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53dfad33b80a6") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53dfad33b80a6 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53dfad33b80a6") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La Tempesta al Rivolta I]]>

Sabato 3 Dicembre
@ Rivolta Pvc
Via F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)

La Tempesta, il collettivo d'artisti che qualcuno chiama etichetta discografica indipendente, è lieta di presentare la prima edizione invernale del suo festival.

Sabato 3 Dicembre 2011, dalle 18.00, La tempesta al Rivolta.
Due palchi, uno in sala Hangar e uno in Nite Park, in cui si alterneranno:

Sala A - Hangar

20.10-20.50 Sick Tamburo
21.20-22.05 Tre Allegri Ragazzi morti
22.45-23.30 Massimo Volume
00.10-00.55 Le Luci della Centrale Elettrica
01.15-02.00 The Zen Circus

SALA B - Nite Park

19.00-19.30 Il Cane
19.40-20.10 I Melt
20.50-21.20 Bachi da Pietra
22.05-22.45 Giorgio Canali & Rossofuoco
23-30-00.10 A Classical Education
00.10-00.55 Momo dj
00.55-01.15 Gionata Mirai
01.15-02.00 Momo dj
dalle 02.00 Nikki

Scarica qui il programma completo in pdf 

 Biglietti € 15  

Su www.sherwood.it la diretta streaming video di tutti gli eventi! 

Nato come appuntamento estivo, il festival della Tempesta annovera i successi del 2009 a Milano e del 2010 a Ferrara. Nel 2011 il maltempo ha impedito lo svolgimento completo dell'evento organizzato nella splendida location di Villa Manin a Codroipo, Udine. Anche per questo motivo La Tempesta ha deciso di rilanciare il festival entro il 2011 agevolando l'ingresso delle persone che non sono riuscite a fruire a pieno quella che lo scorso 23 luglio è stata una festa a metà. 

Chi si presenterà col biglietto strappato di Villa Tempesta all'ingresso del Rivolta il 3 dicembre 2011 entro le 19:00 entrerà gratuitamente, dopo le 19:00 al costo ridotto di €10,00. L'ingresso per tutti gli altri sarà di €15,00. I cancelli apriranno alle 17:00.

La Tempesta trova quindi sinergia col Rivolta, un spazio storico e importante per la libertà di pensiero e d'azione sociale del nordest. Due sale recentemente insonorizzate e provviste di riscaldamento vedranno l'alternarsi dei gruppi del collettivo Tempesta dalle 18:00. Ci saranno i tradizionali banchetti dei gruppi ed uno spazio ristoro interno.

Gli orari dei set verrano comunicati a novembre.

Non ci sono prevendite, i biglietti saranno acquistabili all'ingresso. Il Rivolta è molto capiente e facile da raggiungere; si trova in via Fratelli Bandiera 45 a Marghera, a poche centinaia di metri dalla Stazione dei Treni di Mestre, Venezia.

La Tempesta al Rivolta verrà trasmessa in streaming video sul sito di Sherwood.

Aggiornamenti ed eventuali modifiche verranno riportate per tempo su questa pagina.

Dopo La Tempesta niente sarà uguale.

 

Biglietti € 15 
(Non ci sono prevendite, i biglietti saranno acquistabili direttamente all'ingresso)

Eri a Villa Tempesta? Chi si presenterà col biglietto strappato di Villa Tempesta entro le 19.00 entrerà gratuitamente, dopo le 19.00 al costo ridotto di € 10.

Info utili
Dove
CS Rivolta PVC è uno spazio importante e storico per la libertà di pensiero e d’azione sociale del nordest. Si trova a poche centinaia di metri dalla Stazione dei Treni di Mestre.

Indirizzo
Via Fratelli Bandiera 45, 30175 Venezia
Apri in Google Maps

Due sale
I concerti si terranno in due sale (Hangar e Nite Park) recentemente insonorizzate e dotate di riscaldamento 

Cibo & varie
Ci saranno i tradizionali banchetti merchandise dei gruppi ed uno spazio ristoro interno

Dormire
Portale turismo Venezia 

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)