<![CDATA[Padova | Sherwood - La migliore alternativa]]> https://www.sherwood.it/tags/935/padova/articles/1 <![CDATA[Calendario SOL // 17-18]]>

 

Calendario Sherwood Open Live
2017 - 2018

Ottobre

25/10 • SOL#16 • Patois Brothers + Toni BC • Reggae Acoustic Session

Novembre

01/11 • SOL#17 • Pieto Berselli • Duo Session

08/11 • SOL#18 • Al & Jay • FunkyReggaeBlues

15/11 • SOL#19 • Elli de Mon • OneWomanBand • Garageblues

22/11 • SOL#20 • Her Skin • Folk Songwriter

29/11 • SOL#21 • Blindur • Indie Folk-Rock

Dicembre

06/12 • SOL#22 • MET • Cantautorato

13/12 • SOL#23 • Alessandro Ragazzo • Guitarist • Songwriter

20/12 • SOL#24 • Ulisse Schiavo • Folk • Blues

Gennaio

10/01 • SOL#25 • Jeo Shamano • Acoustic Trip

17/01 • SOL#26 • PianoTàno • Reggae • Folklore Latino Americano • Rumba

24/01 • SOL#27 • Hit-Kunle • Tropical Rock

31/01 • SOL#28 • Giovanni Succi • Avant-Rock

Febbraio

07/02 • SOL#29 • Piccolo Digitale Mondo Antico • Cantautorato Psichedelico

14/02 • SOL#30 • Orange Car Crash • Psych • Ethno Folk

21/02 • SOL#31 • Sagra delle Cose Strane • Marimba, Piano & Classical xGuitar

28/02 • SOL#32 • Egle Somacal • Fingerpicking • Folk Strumentale

Marzo

07/03 • SOL#33 • Sista AWA • Special Acoustic Set

14/03 • SOL#34 • Gipsy Rufina • folk blues

21/03 • SOL#35 • Giorgio Gobbo • folk cantautorale

28/03 • SOL#36 • Frank Sinutre • electro sperimentale

Aprile

04/04 • SOL#37 • Veda Black • neo-soul & RnB

11/04 • SOL#38 • Verdiana Raw • pop-rock

18/04 • SOL#39 • Cesare Basile • folk-blues

25/04 • SOL#40 • 25 Aprile - Liberiamoci da Sessismo/Fascismo/Razzismo

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Cesare Basile • SOL#39]]>

 SOL#39


 

Mercoledì 18 aprile dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Cesare Basile •
folk / blues

evento Facebook -


***********************************************

Come di consueto si apre alle 20.00 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK, vinelli, cicchetti e pizze fatte dai ragazzi del Cso Pedro.


Intervista + Live puntuali dalle 21.30 alle 23.00
Ultimo giro di bar alle ore 00.00


Se non hai ancora la tessera Sherwood Open Live 2018, puoi compilare la richiesta di iscrizione online e ritirare il modulo da firmare direttamente all'ingresso.
Clicca qui : Iscrizione


••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Non conosci i Cesare Basile
Te la presentiamo noi!

Cesare Basile (Catania 7.2.64) suona e scrive canzoni dall'inizio degli anni ottanta.

Dopo "Tu prenditi l'amore che vuoi e non chiederlo più" che gli è valso una seconda targa dal Club Tenco - Premio Tenco per il miglior disco dialettale del 2015, Cesare Basile nel suo ultimo album ricade sul dialetto siciliano, che si fa lingua e suono, oscuro e vivo, arcaico e contemporaneo al tempo stesso.

Un mantra mediterraneo fatto di blues e di musica africana, di brani ipnotici spesso basati su uno solo accordo, di polifonie vocali e di controcanti femminili, di ossessive poliritmie percussive. Sono storie che parlano della volgarità del potere politico-economico che ci vorrebbe tutti schiavi e silenti a condurre una vita sana e regolare, senza responsabilità nelle scelte e con un mare di stronzate da consumare.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Verdiana Raw Trio • SOL#38]]>

 SOL#38


 

Mercoledì 11 aprile dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Verdiana Raw Trio •
pop / rock

evento Facebook -


***********************************************

Come di consueto si apre alle 20.00 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK, vinelli, cicchetti e pizze fatte dai ragazzi del Cso Pedro.


Intervista + Live puntuali dalle 21.30 alle 23.00
Ultimo giro di bar alle ore 00.00


Se non hai ancora la tessera Sherwood Open Live 2018, puoi compilare la richiesta di iscrizione online e ritirare il modulo da firmare direttamente all'ingresso.
Clicca qui : Iscrizione


••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Non conosci i Verdiana Raw Trio? 
Te la presentiamo noi!

La formazione in trio che si è consolidata nell'ultimo periodo del tour di 'Whales know the route' vede Verdiana Raw-voce e piano- affiancata da King Of the Opera alla chitarra e Andrea Cuccaro al basso. Con una struttura snella ma potente, oltre a proporre il repertorio del disco il trio ha collaudato un brano inedito di King Of the Opera e due cover a sorpresa mai eseguite in tour. 
Accompagneranno il concerto le proiezioni di Museo Art Brut, tratte dallo spettacolo 'La bambina dei no: Omaggio a Sarah Kane', le quali saranno il filo conduttore fra il primo ed il secondo tempo dell'evento.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Veda Black • SOL#37]]>

 SOL#37


 

Mercoledì 04 aprile dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Veda Black •
neo-soul / RnB

evento Facebook -


***********************************************

Come di consueto si apre alle 20.00
Ad aspettarvi troverete cicchetti e pizze fatte da noi da accompagnare a spritz, vinelli, birre artigianali CRAK ed alla speciale Sherwood Blonde Ale alla spina.


Intervista + Live puntuali dalle 21.30 alle 23.00
Ultimo giro di bar alle ore 00.00


Se non hai ancora la tessera Sherwood Open Live 2018, puoi compilare la richiesta di iscrizione online e ritirare il modulo da firmare direttamente all'ingresso.
Clicca qui : Iscrizione


••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Non conosci i Veda Black
Te la presentiamo noi!

Dietro lo pseudonimo VEDA BLACK si cela Corinne, cantautrice, produttrice e professional diva.
Nata in East London, VEDA BLACK è una musicista e cantante autodidatta, cresciuta ascoltando una varietà di stili musicali, dai Pink Floyd a Stevie Wonder, da Marvin Gaye ad Erikah Badu, e l'influenza di questi artisti si può ritrovare nei suoi brani: con testi schietti e dritti al punto la sua musica richiama elementi del soul classico, Hip Hop e 90's RnB che si fondono insieme per creare un alternative-soul con cui l'ascoltatore si sente familiare da subito.
Non nuova al pubblico italiano, VEDA BLACK è già stata ospite per il Record Store Day a Roma nel 2016 ed ha partecipato al Pas De Trai festival lo stesso anno in Sicilia, oltre ad aver aperto a Salmo in concerto e collaborato sia live che in studio con Davide Shorty.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Frank Sinutre • SOL#36]]>

 SOL#36


 

Mercoledì 28 marzo dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Frank Sinutre •
elettronica sperimentale

evento Facebook -


***********************************************

Come di consueto si apre alle 20.00
Ad aspettarvi troverete cicchetti e pizze fatte da noi da accompagnare a spritz, vinelli, birre artigianali CRAK ed alla speciale Sherwood Blonde Ale alla spina.


Intervista + Live puntuali dalle 21.30 alle 23.00
Ultimo giro di bar alle ore 00.00


Se non hai ancora la tessera Sherwood Open Live 2018, puoi compilare la richiesta di iscrizione online e ritirare il modulo da firmare direttamente all'ingresso.
Clicca qui : Iscrizione


••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Non conosci i Frank Sinutre
Te lo presentiamo noi!

Frank Sinutre è un progetto di musica elettronica nato nel 2011 che utilizza nei live strumenti elettronici autocostruiti come il reactabox (ispirato al celebre reactable consiste in un controller midi a forma di cubo luminoso, con all’interno una webcam ad infrarossi, che funziona leggendo delle immagini su dei cubetti che vengono appoggiati e mossi sul cubo) oltre che strumenti tradizionali (chitarra, vocoder, synth, basso, lap steel guitar etc).

Dal 2012 hanno suonato in 250 live gigs sparse in Europa.

Youtube:
http://www.youtube.com/channel/UC4HAxplF1kAD53XHmp-YYxw

Sondcloud:
https://soundcloud.com/frank-sinutre-music

Facebook:
https://www.facebook.com/FrankSinutre/

Web:
http://franksinutre.blogspot.it/

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[GASP! vol.3 • BeComics Edition]]>

 vol.3


 

dal 23 al 25 marzo

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• GASP! vol.3 •
BE COMICS edition

evento Facebook -


***********************************************

Tornano le autoproduzioni gagliarde a Radio Sherwood!
Questa è un edizione tutta speciale, realizzata in collaborazione con Be Comics - Padova, di cui Sherwood è radio ufficiale.

♥♥♥ LIVE RADIO ♥♥♥

#RadioSherwood trasmetterà dal vivo e in diretta tutti gli aggiornamenti su ciò che succede durante il Be Comics! - Padova 2018 al Centro Culturale Altinate San Gaetano con interviste e ospiti speciali.

La sera, tutti in Vicolo Pontecorvo 1/A per il GASP!
Cosa trovate:

AREA BANCHETTI & BAR:
23 e 24 Marzo - Dalle 19.00 alle 00.30

••• VENERDì 23 MARZO •••

DALLE 20 ALLE 22
Live radio DjSet by MR.ROBINSON.
La storica trasmissione reggae del venerdì sera in diretta dal vivo dal salone di Radio Sherwood

ORE 21.30
Performance di disegno dal vivo in gruppo


••• SABATO 24 MARZO •••

ORE 21.30
Officina Infernale presenta:
"Officina Infernale's the Nightstalker Black/White Session #06"
Esibizione dal vivo di tagli, ritagli, disegni, musica rumorosa e disgusti vari offerti da Andrea Mozzato.

AUTOPRODUZIONI PRESENTI (entrambe le sere)
Lise & Talami
McGuffin Comics
MalEdizioni
Studiopazzia
Elenā Sofyā
Eliana Albertini
Sbucciaginocchi
[in aggiornamento continuo]


♦♦♦ AREA MOSTRE ♦♦♦

AREA MOSTRE:
Dal 23 al 25 Marzo - Dalle 18

"ÈPOS e BRODOWSKY" 
Mostra di tavole ed originali tratte dai nuovi libri di Marco K Galli in uscita per#ProgettoStigma.

"CONNESSIONI"
Mostra a tema di illustrazioni realizzate dalle autoproduzioni partecipanti all'evento.

"DOPO LA MASSA"
Esposizione dei disegni realizzati dal vivo durante il "Live drawing di massa" tenuto durante il GASP! Volume2 del 4 febbraio 2018.

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Non conosci il BeComiscs?

l Be Comics è il festival internazionale del fumetto,del gioco e della cultura pop che arriva quest'anno alla sua seconda edizione che si terrà a Padova dal 23 al 25 marzo!
Tutte le info qui: https://www.becomics.it/2018/

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Giorgio Gobbo • SOL#35]]>

 SOL#35


 

Mercoledì 21 marzo dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Giorgio Gobbo •
folk cantautorale

evento Facebook -


***********************************************

Come di consueto si apre alle 20.00
Ad aspettarvi troverete cicchetti e pizze fatte da noi da accompagnare a spritz, vinelli, birre artigianali CRAK ed alla speciale Sherwood Blonde Ale alla spina.


Intervista + Live puntuali dalle 21.30 alle 23.00
Ultimo giro di bar alle ore 00.00


Se non hai ancora la tessera Sherwood Open Live 2018, puoi compilare la richiesta di iscrizione online e ritirare il modulo da firmare direttamente all'ingresso.
Clicca qui : Iscrizione


••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Non conosci Giorgio Gobbo
Te lo presentiamo noi!

Cantante, chitarrista, scrive canzoni che pubblica nei dischi della Bottega Baltazar; con i sodali della sua band realizza inoltre musiche per il teatro, il cinema, la danza.
Ha lavorato lunghi anni con gli adolescenti e con persone affette da disagio psichico, si ritiene profondo conoscitore di quasi nulla.
Rugbista per diletto (fino ad un infortunio un po' serio nel 2008). Oltre alla musica ama le montagne solitarie, le buone compagnie, i libri. Esercita da tempo immemorabile e con alterne fortune le attività di padre, concubino e circense. Giorgio Gobbo è sostanzialmente un contadino immaginario che suona la chitarra.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Gipsy Rufina • SOL#34]]>

 SOL#34


 

Mercoledì 14 marzo dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Gipsy Rufina •
folk blues

evento Facebook -


***********************************************

Come di consueto si apre alle 20.00
Ad aspettarvi troverete cicchetti e pizze fatte da noi da accompagnare a spritz, vinelli, birre artigianali CRAK ed alla speciale Sherwood Blonde Ale alla spina.


Intervista + Live puntuali dalle 21.30 alle 23.00
Ultimo giro di bar alle ore 00.00


Se non hai ancora la tessera Sherwood Open Live 2018, puoi compilare la richiesta di iscrizione online e ritirare il modulo da firmare direttamente all'ingresso.
Clicca qui : Iscrizione


••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Non conosci Gipsy Rufina
Te lo presentiamo noi!

Emiliano suona negli anni 90 in diverse bands tra Rieti,città da dove proviene, e Roma, tra le quali i “Redemption”, band punk-hc con la quale realizza diversi dischi e tournée in Europa e Giappone, ed i “The Bloodmakers”, band garage rock&roll che affianca in un tour italiano “Rick Blaze & The Ballbusters” (The last Johnny Thunders band).
Nel '99 Gipsy inizia un lungo periodo on the road che lo portera’ a viaggiare molto, facendo i lavori più disparati, vivendo tra Germania, Stati Uniti e nord Europa, lavorando imbarcato sulle navi tra Sud America e Africa, ancora lavorando come documentarista sulle isole del sud Pacifico, Polinesia e i Caraibi. E’ durante questi anni che registra su un Tascam a cassette il suo primo demo di quattro pezzi “Gipsy’s Broke”, con una chitarra acustica Kay, trovata in un Thrifstore, comincia ad esibirsi aprendo i concerti per l'amica-band psycho-country “Cowboys on dope” a Koeln e comincia a viaggiare con la sua musica. Nel 2007 esce “Name your Beast”, il primo album di Gipsy Rufina che include “The Green Highway at Its Best” e vecchie tracce scritte a Chicago come “By the Michigan”.
Inizia così una intensa attività live che porta Gipsy Rufina in pochi anni a suonare praticamente ovunque in Europa nel circuito della musica indipendente, attraversando il continente in lungo e largo, dal nord al sud come dalla Scozia o Lapponia ai Balcani, o da est ad ovest, come Ucraina e Bielorussia al Portogallo con lunghi tours di mesi suonando e viaggiando praticamente tutti i giorni.
Nel 2009 esce “End of Decade” per le svizzere Road Sweet Road e Bad Mood Records, Lp di 7 canzoni che consacra Gipsy Rufina nel panorama folk-punk europeo.
Nel 2011 escono i dischi split “Madame Fortuna” con J.Iivonen (Eelis,Finlandia) e lo split 7″ con l’amico inglese Tim Holehouse in cui Gipsy Pubblica il singolo “About the desert wind smashing my Camera down” (Risonanze rec). Mentre l’attività live prosegue il 2012 vede la musica di Gipsy Rufina anche come colonna sonora del Documentario RMHC di Giulio Squillacciotti. Alla fine del 2012 esce infine in nuovo disco di Gipsy Rufina, “Space Talking”, Lp 12″ autoproduzione, con la collaborazione di etichette indipendenti per la prima volta anche Italiane come “Fooltribe” e “Indipendead”, e etichette svizzere come “Risonanze Rec” e “Burning Sound”.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sista Awa • SOL#33]]>

 SOL#33


 

Mercoledì 07 marzo dalle ore 19.30

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Sista Awa •
Special Acoustic Set

evento Facebook -


***********************************************

Dopo l'apertura di stagione con i Patois Brothers vi proponiamo un'altra grande serata dai ritmi in levare, organizzata in collaborazione con gli amici di BomChilom Sound.
Questo mercoledì avremo sul nostro palco AWA FALL a.k.a Sista Awa con uno speciale set acustico che vi permetterà di scoprire, nel modo più diretto ed emozionale, la sua splendida voce.

Formazione
Awa - Lead vocal
Matteo Ghione - Percussioni e cori
Ermanno Fabbri - Chitarra e cori


Per l'occasione anticipiamo l'apertura alle 19.30
Ad aspettarvi troverete cicchetti e pizze fatte da noi da accompagnare a spritz, vinelli, birre artigianali CRAK ed alla speciale Sherwood Blonde Ale alla spina.

! IMPORTANTE !
In occasione della speciale serata, vi consigliamo di prenotarvi all'indirizzo qui sotto (no fb - no commenti)
Questa vi garantirà la possibilità di entrare fino alle ore 21.00 , dopo tale orario le prenotazioni non saranno più valide e andremo ad esaurimento posti.
Prenotazioni all'indirizzo ► openlive@sherwood.it ◄
(indicare proprio cognome, nome e per quanti si vuole prenotare)


Siamo pronti ad accogliervi dalle 19.30
Intervista + Live puntuali dalle 21.30 alle 23.00
Ultimo giro di bar alle ore 00.00


Non siete ancora iscritti a Sherwood Open Live 2018?
Compilate la richiesta di iscrizione online e ritirate il modulo da firmare direttamente all'ingresso.
Clicca qui : Iscrizione


••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Non conosci Sista Awa
Te la presentiamo noi!

Awa Fall Mirone, di origini italo-senegalesi, è voce di riferimento della black music italiana. Appena ventenne, la cantante bergamasca di origini africane possiede una voce e un carisma da fare invidia a molti artisti più rodati. Nel 2015, ancora diciottenne, realizza un disco reggae (dal titolo “INA DIS YA IWA”, uscito per Bonnot Music e distribuito da Goodfellas), e in collaborazione con la band savonese degli Eazy Skankers, che le ha permesso di esibirsi sui principali palchi del genere in Europa (Rototom, Overjam, One Love, etc). Nel 2016 intraprende una carriera solista che le permette di avviare diverse importanti collaborazioni nel panorama della black music italiana ed europea, e torna in studio per registrare le tracce di un nuovo lavoro discografico con il pluripremiato producer Bonnot (General Levy, Dead Prez, Assalti Frontali). Awa Fall (aka Sista Awa) è pronta per il suo nuovo tour internazionale, accompagnata dalla sua nuova reggae band, i Sound Rebels, composta dai migliori musicisti della scena, oppure accompagnata da DJ Bonnot per un live set che spazia dalla roots music passando per il dub fino ad arrivare alla jungle. Nel 2017 ha suonato al Dub Camp, Dub Gathering, all'Overjam e a tanti altri festival, toccando 9 paesi in neanche tre mesi.

- english -
Sista Awa was born in Bergamo, Italy, in 1996 from a Senegalese father and an Italian mother. Her musical journey began in 2010, starting to sing soul, blues and original reggae music. In 2014 Awa decided to start a new project as a solo singer. She met the Eazy Skankers band, one of most important reggae bands in Italy. They travelled together a lot, performing at the Overjam, One Love and Rototom Festivals. She released her first solo album, called "Inna dis ya Iwa" (released by Bonnot Music, Good Fellas / Southern distribution). Awa is now working on her new album with the multi-award winning producer Bonnot (General Levy, Dead Prez, Assalit Frontali) and she's ready for her international tour alongside her new reggae band, The Rising Tones or alongside DJ Bonnot for a live set that goes from the roots music, passing through dub music to the jungle!
She performed in 2017 at Dub Gathering, Dub Camp, Overjam and many other festivals to be confirmed, touching 9 different countries in only 3 months.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Egle Sommacal • SOL#32]]>

 

Mercoledì 28 febbraio dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Egle Sommacal •
fingerpicking • folk strumentale

evento Facebook -


***********************************************

Dopo due serate di sperimentazione e stranezze questo mercoledì vogliamo portarvi qualcosa di più rilassato ma che vi lasci con la testa tra le nuvole.
Direttamente dai Massimo Volume abbiamo il piacere di ospitare Egle Sommacal.
La chitarra acustica e il fingerpicking: un genere tra cielo e terra.

Come di consueto si apre alle 20.00 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vinelli, cicchetti e pizze fatte da noi.


Siamo pronti ad accogliervi dalle 20.00
Live puntuale dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro di bar alle ore 00.00 


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sagra delle Cose Strane • SOL#31]]>

 

Mercoledì 21 febbraio dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Sagra delle Cose Strane •
Music for Marimba
Piano and Classical Guitar

evento Facebook -


***********************************************

A noi di Sherwood Open Live , si sa, piacciono le cose strane.
Quindi ci siamo detti: "perchè non portare un gruppo che le cose strane le mettesse come punto di partenza per la loro musica?"
L'abbiamo trovato: mercoledì sul palco dell'Open Live troverete marimba, piano e chitarra a offrirvi tutta la stranezza di cui avete bisogno.

Come di consueto si apre alle 20.00 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vinelli, cicchetti e pizze fatte da noi.

Siamo pronti ad accogliervi dalle 20.00
Live puntuale dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro di bar alle ore 00.00 

• Compila la richiesta di iscrizione online e risparmi tempo all'ingresso.
Clicca qui : 
Iscrizione

•••••••••••••••••••••••••• 
Non conosci Sagra delle Cose Strane
Te li presentiamo noi!


Nato nel 2010 dalla collaborazione tra Francesco Russo (pianoforte) e Juan Martin Oyhenart Dublanc (chitarra classica), dopo alcuni anni di collaborazione in trio con il contrabbassista Alessandro Bizzarro, Sagra delle Cose Strane si ripensa nuovamente nel 2016 coinvolgendo il marimbista e percussionista Davide Zeta.

Il gruppo propone composizioni strumentali originali, dei pezzi-fantasia che si rifanno alle infinite soluzioni della forma canzone con svariate influenze derivate dallo studio del repertorio classico, dalla composizione di musica a tema (con o senza strumenti elettronici), dal jazz e dall’esplorazione di cantautorato e ritmi popolari, venendo così a collocarsi in un ideale punto immaginario che si trova a metà tra la musica accademica e la musica leggera.

Esce nel Febbraio 2018 il loro album "Fuga dalla Scatola”

Sagra delle Cose Strane è inoltre co-produttore assieme a Theama Teatro dello spettacolo “La Catasta” - ispirato al romanzo breve “Niente” di Janne Teller - per il quale compone ed esegue dal vivo le musiche originali ed è attualmente in programmazione in diversi teatri e spazi in Italia.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Orange Car Crash • SOL#30]]>

 

Mercoledì 14 febbraio dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Orange Car Crash •
Psych - Ethno Folk

evento Facebook -


***********************************************

Per questo Marcoledì avevamo voglia di proporvi una cosa un po' particolare, un po' diversa da quello che vi proponiamo di solito.
Avremo il piacere di ospitare gli Orange Car Crash che con ritmi tribali screziati di psichedelia ci porteranno su sentieri inesplorati della mente.

Come di consueto si apre alle 20.00 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vinelli, cicchetti e pizze fatte da noi.

Siamo pronti ad accogliervi dalle 20.00
Live puntuale dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro di bar alle ore 00.00 

• Compila la richiesta di iscrizione online e risparmi tempo all'ingresso.
Clicca qui : 
Iscrizione

•••••••••••••••••••••••••• 
Non sai chi sono i Orange Car Crash ? 
Te li presentiamo noi!

Orange Car Crash è il nuovo progetto di Andrea Davì, già batterista per Mamuthones, Lay Llamas e co-fondatore del collettivo musicale The Beautiful Bunker.
Il sound del gruppo parte da interessi di tipo etnomusicologico per poi spaziare attraverso le atmosfere più tipiche della psichedelia americana ed europea.
Il gruppo presenta pezzi inediti e pezzi tratti dall'album "Simple Music", uscito l'anno scorso per l'etichetta Americana Was Ist Das, proponendolo in una versione dal vivo per 7 elementi, dove la ricerca timbrica unita all'uso delle poliritmie diventa l'obiettivo del concerto.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Piccolo Digitale Mondo Antico • SOL#29]]>

 

Mercoledì 07 Febbraio dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Piccolo Digitale Mondo Antico •
Cantautorato Psichedelico

evento Facebook -


***********************************************

Catturati dal cantautorato italiano restiamo ancora qui a farci trasportare da quello più rock dello scorso live a quello più sperimentale dei Piccolo Digitale Mondo Antico.

Psichedelia e poesia lungo gli aspetti brutali dell'esistenza sino ad arrivare alla capacità, quasi insperata, di far fronte a tutto questo difendendo ancora una volta la vita.

Come di consueto si apre alle 20.00 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Siamo pronti ad accogliervi dalle 20.00
Live puntuale dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro di bar alle ore 00.00 

••••••••••••••••••••••••••
Non conosci il Piccolo Digitale Mondo Antico? 
Te li presentiamo noi!

Non sai chi sono i Piccolo Digitale Mondo Antico
Te li presentiamo noi!

La musica dei Piccolo Digitale Mondo Antico è alimentata da due tensioni, da una parte c'è un forte impulso cantautorale che si manifesta nell'importanza data alla stesura dei testi in lingua italiana e dall'altra l'uso dell'elettronica, i sintetizzatori e la drum machine che avvolgono il testo e lo completano arricchendolo di colori.

'Canzoni da lavanderia' demo del 2013, racchiude l'anima acustica e intimista del gruppo. 'La danza del Millepiedi', album del 2015 si impone invece con con un sound più marcato e dissonante e apre le porte al successivo cambio di formazione.
Le voci restano espressione di un delirio mentre le chitarre trovano compagnia, eco e risonanza nei suoni caleidoscopici del sintetizzatore e nel groove di drum machine e tamburi.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Giovanni Succi • SOL#28]]>

 

Mercoledì 31 gennaio dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Giovanni Succi •
Avant-Rock

evento Facebook -


***********************************************

Mercoledì vi dedichiamo un cantautore del cui pari, in Italia, ce ne sono veramente pochi.
Sicuramente lo conoscete già come frontman dei Bachi Da Pietra e nel suo progetto solista riprende ed enfatizza la capacità narrativa che lo contraddistingue.
Voce accogliente e vivide pennellate di momenti e luoghi: ecco cosa vi aspetta al prossimo Sherwood Open Live.

Come di consueto si apre alle 20.00 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Siamo pronti ad accogliervi dalle 20.00
Live puntuale dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro di bar alle ore 00.00 

••••••••••••••••••••••••••
Non conosci Giovanni Succi


Parole, musica, immagini. Voce e corde: Bachi Da Pietra, Madrigali Magri, Spam & Sound Ensamble, La Morte, Il Conte di Kevenhuller (audioblog),. Altrove eventualmente altro.

Madrigali Magri

Pubblica i primi lavori come autore di musiche e testi con lo pseudonimo di Giambeppe Succi e con il gruppo Madrigali Magri, formato da Valerio Rossi alla batteria e Nicoletta Parodi al Basso. I Madrigali Magri nascono ad Acqui Terme nel 1994, entrano in contatto con la Wallace Records di Mirko Spino nel 1999 e per questa etichetta usciranno tre album di canzoni: Lische (autoprodotto nel 1998), Negarville (2000, Wallace Rec.) e Malacarne (2002, Wallace Rec.). Nel 2003 esce il mini album Mini, pubblicato gratuitamente sul web. Tra il 2002 e i primi mesi del 2003 Succi porta dal vivo il “Malacarne Live Set Solo”, una ventina di date dalla Puglia a Parigi. Capitolo finale del progetto Madrigali Magri, tour per chitarra, voce e immagini (video realizzato da Francesca Fini). Negli stessi anni produce alcune colonne sonore per il teatro (passione collaterale coltivata per lo più nel ruolo di attore). Tra queste resta disponibile in download gratuito “L'Avaro”. 

Bachi Da Pietra 

Nel 2004 fonda con Bruno Dorella (Ronin, Ovo, ex Wolfango), i Bachi Da Pietra. Il gruppo si dà come scommessa quella di limitarsi all'uso di una chitarra e due tamburi registrando in presa diretta. L'album d'esordio Tornare nella terra (2005, Wallace Rec.), varrà la copertina del mensile Blow Up nel maggio 2005. Seguono gli album Non io (2007, Wallace Rec.) e Tarlo Terzo (2008, Wallace Rec.) che conquista attenzione anche da parte dei media ‘ufficiali’ con alcune interviste e passaggi su Radio Rai. Un brano di Non Io viene inserito nella colonna sonora di una fiction holliwoodiana, si tratta del singolo “Casa Di Legno”, nell'episodio finale della seconda stagione della serie di Sons Of Anarchy. Nel maggio del 2010 esce il live “Insect Tracks” (Wallace Rec., Boring Machines, Bronson Prod., EstragonLab, Rizoma Film), esperimento di tape recording anni ‘50, testimoniato da LP in vinile e DVD allegato. La registrazione, a cura di da Francesco Donadello (Giardini Di Miro) avviene presso il Teatro l'Arboreto di Mondaino. A novembre dello stesso anno esce “Quarzo”, quarto album in studio per i Bachi Da Pietra. Nel 2011 collaborano con i Massimo Volume ad uno split che propone una cover reciproca per ciascun gruppo e un inedito (per i BDP è “Stige 11”). QUINTALE il nuovo album, esce in LP e CD per WOoodWorm e La Tempesta l'8 gennaio 2013.

La Morte

Progetto di elettronica e voce con Riccardo Gamondi (Uochi Toki). Uscito per Corpoc e Anemic Dracula il 2 novembre 2012

Spam & Sound Ensamble

Progetto 2012 di elettroacustica di Ivan Rossi, insieme a Bruno Dorella (Bachi Da Pietra). In uscita a febbraio 2013.

Letture e conferenze

- Assalti Al Cuore 2009 Festival, Rimini: "Il fruscio della bestia in fuga. Terreni selvaggi di controcanti." Presentazione del progetto personale dedicato a Giorgio Caproni (www.caproni.org).
- Libreria Iobook, Senigallia, 25 giugno 2010: il testamento di Edoardo Sanguineti
- Libreria Modoinfoshop, Bologna, 21 gennaio 2011: "Chiudo sbaracco e mollo e stacco". Congedi a confronto (Edoardo Sanguineti e Giorgio Caproni).
www.caproni.org: nell'arco del 2011 fino al 2012 (centenario della morte di Caproni), audioblog a puntate settimanali de "Il Conte di Kevenhuller" (1986), esecuzione per sola voce.

Fotografia (pubblicazioni)

2010 "Michele racconta. Storia di una famiglia del vino in Piemonte" testi di Paola Gho e Giovanni Ruffa, volume fotografico sul mondo dell'enologia piemontese in collaborazione con Michele Chiarlo, Carlin Petrini (Slow Food) 

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Hit-Kunle • SOL#27]]>

 

Mercoledì 24 gennaio dalle ore 19:30

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Hit-Kunle •
tropical rock

evento Facebook -


***********************************************

È da un po' di tempo che non vi portiamo una band: questa è quella che fa per voi.
Nel freddo di fine Gennaio ci sarà un rock tribale, caldo e colorato che vi porterà nella Foresta Pluviale.
A fare da guida gli Hit-Kunle.


Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi

Live dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro ore 00.15

••••••••••••••••••••••••••
Non conosci gli Hit-Kunle? Te li presentiamo noi!

Tropical Rock!
Hit-Kunle è un melting pot di influenze in cui si miscelano il mondo afro-latin, il rock, il soul ed un pizzico di punk.
Dalla fusione tra il termine inglese "HIT" e quello yoruba (dialetto nigeriano) "KUNLE" si ottiene "Il colpo che riempie abbondatemente la casa".
Dal vivo è un trio composto da batteria, basso e chitarra/voce.
Le questioni fondamentali sono il groove e le vibrazioni positive.

New album : “In The Pot” 
"In the Pot" è l’album: una trama fitta di influenze che vorrebbe poter prescindere dalle definizioni, ma a dover proprio scegliere i ragazzi identificano la loro musica come Tropical Rock. Le loro composizioni attingono dal mondo afro-latin, così come dal soul, dal rock e dal punk, per un risultato all’insegna di un groove secco eppure immerso in atmosfere calde ed energiche. Musica vibrante e fervida per la quale è stato scelto un nome difficile da decifrare senza spiegazioni: il nome della band prende origine dalla fusione tra il termine inglese “HIT” e la parola yoruba (un importante dialetto parlato in Nigeria e in altri stati dell’Africa Occidentale) “KUNLE”, e
che dà vita al concetto che si potrebbe tradurre con "Il colpo che riempie abbondantemente la casa".

http://www.hit-kunle.com/
https://www.facebook.com/hit.kunle/

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[PianoTàno • SOL#26]]>

 

Mercoledì 17 gennaio dalle ore 20.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Piano Tàno •
reggae • folklore • latino americano • rumba

evento Facebook -


***********************************************

Ogni tanto, ormai l'avete capito, ci piace farvi delle sorprese e portarvi delle chicche poco note.
Quindi vi diremo poco: mercoledì si vola in Sud America con un cantautore argentino, Piano Tàno.

Come di consueto si apre alle 20.00 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianaliCRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Siamo pronti ad accogliervi dalle 20.00
Live puntuale dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro di bar alle ore 00.00 

••••••••••••••••••••••••••
Non conosci PianoTàno? Beh, non ti resta che venire e scoprirlo!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[GASP! vol.2]]>

 

Domenica 4 febbraio dalle ore 11.00

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• GASP! •
Gagliarde Autoproduzioni Sherwood Padova

evento Facebook -


A Radio Sherwood torna il G.A.S.P.!, il nuovo progetto di Sherwood per promuovere il medium fumetto e in particolare le autoproduzioni più gagliarde in circolazione!


• PROGRAMMA •

-Ore 11.00, 
Apertura spazi: troverete tanti banchetti di autoproduzioni gagliardissime!

-Ore 15.30,
"E ALLORA FALLO TU, CA**O"
Incontro su autoproduzioni, tecniche di stampa, formati e le possibili infinite combinazioni
con
Lise & Talami e Stefano Zattera.

-Dalle ore 17.30
"SPEED DATE"
Ogni venti minuti due autoproduzioni alla volta parleranno dei loro rispetivi progetti ai microfoni di #RadioSherwood.

-Dalle 18.00
"LIVE DRAWING DI MASSA"
Otto artisti alla volta si esibiranno in una performance di disegno dal vivo sul palco di #SherwoodOpenLive.

-Ore 23.00
Chiusura spazi.

AUTOPRODUZIONI PRESENTI:
-Stefano Zattera
-Officina Infernale
-Life File
-La Microteca
-McGuffin Comics
-Pangolino Press
-AnitaComics
-Ale+Studiopazzia
-Massimo Mantovani Art
-Vincenzo Turturro

[IN AGGIORNAMENTO]

**** in CONTINUO AGGIORNAMENTO ****

 

Per info e per partecipare come espositore scrivete a: gasp@sherwood.it

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Joe Shamano • SOL#25]]>

 

Mercoledì 10 gennaio dalle ore 18:30

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Joe Shamano •
acoustic trip

evento Facebook -


***********************************************

Vogliamo inaugurare quest'anno con un artista che ci ha conquistati. 
Fabio, in arte Joe Shamano, ci porta in una terra oscura fatta di Blues, Soul e atmosfere del profondo Sud accompagnato da una chitarra acustica e dalla lirica di unapedal steel.


Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali 
CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi

Live dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro ore 00.15

••••••••••••••••••••••••••

Non conosci Joe Shamano? Te lo presentiamo noi!


Joe porta con sè uno special acoustic set, ricco di ballad, spiritual songs, brani strumentali e qualche chicca in scaletta con brani di artisti che da sempre lo hanno influenzato come Tex Perkins, Mark Lanegan, Scott Weiland, David Bowie.

In questo set e' accompagnato da : 
Stefano Miozzo #pedalsteelguitar
Dave Marangoni #acousticguitar

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Ulisse Schiavo • SOL#24]]>

 

Mercoledì 20 dicembre dalle ore 18:30

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Ulisse Schiavo •
folk - blues

evento Facebook -


***********************************************



Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi

Live dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro ore 00.15

••••••••••••••••••••••••••

Non conosci Ulisse Schiavo? Te lo presentiamo noi!


Singer/Songwriter/Storyteller/Sincerity
Miscela di rabbiosa dolcezza, pizzica corde e apre l’occhio cieco dell’anima dannata.

Ulisse Schiavo è potente. One man band, voce, chitarra e cassa. Folk Blues caldo, nervoso, diretto e delicato. La musa dei suoi testi è l’esperienza. Racconta squarci della sua vita e riflette sulla nostra. A volte sono essi stessi a riflettersi sulla nostra.

Nell’Aprile 2014 vince la prima edizione del “Senza Spine – Fishmarket Acoustic Contest” come One Man Band. Nel 2015 il progetto di Ulisse si arricchisce, dal vivo, con la partecipazione di Alessandro Peron (chitarra) Enrico Maragno (basso, percussioni) e Gianluca Bortolozzo (batteria), divenendo elettrico e svelando la doppia natura della propria essenza artistica.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Alessandro Ragazzo • SOL#23]]>

 

Mercoledì 13 dicembre dalle ore 19:30

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Alessandro Ragazzo •
guitarist - songwriter

evento Facebook -


***********************************************

Ogni tanto ci piace proporvi delle serate dedicate alla chitarra, anzi, al chitarrismo e questo mercoledì vi portiamo Alessandro Ragazzo, talentuoso chitarrista del veneziano.
Lasciatevi sfiorare.


Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi

Live dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro ore 00.15

••••••••••••••••••••••••••

Non conosci Alessandro Ragazzo? Te lo presentiamo noi!

https://www.facebook.com/feyguitar/
https://www.youtube.com/user/FeyGuitar

 

Alessandro Ragazzo è un cantautore classe 1994 con alle spalle più di 250 live, svariate collaborazioni internazionali e diversi concorsi musicali vinti.
Ha studiato Chitarra Classica al Conservatorio B. Marcello di Venezia e Chitarra Jazz sempre nello stesso. Ha frequentato l’MMI con specializzazione Rock-Fusion studiando con Alberto Milani, Daniele Gottardo e Marco Andreoni. Studia canto con Giuseppe Lopizzo.
Tra gli altri ha studiato con Lino Rossi, Florindo Baldissera, Andrea Massaria, Angela Milanese..

Chitarrista, cantante e compositore, Alessandro Ragazzo ha calcato i più importanti palcoscenici italiani (Home Festival, Teatro Geox, Ferrock Festival, New Age Club, Suoni di Marca, Quirinetta, Astro Club..) aprendo a numerosi artisti di prestigio internazionale, da solista o con band, quali: Marky Ramone, Ian Anderson, Marillion, Patty Pravo, Giorgio Poi, Osc2x, Davide Shorty, Emily Wells e molti altri, coi quali ha avuto la possibilità di confrontarsi. Ha fatto parte della band Industria Onirica, il cui album è stato registrato a Milano e prodotto da Lele Battista. Parallelamente è stato componente di numerose band contribuendo alla nascita e crescita delle stesse tra cui La Febbre del Venerdì 13, Dan’s Apartment, The Rodriguez, Are You Real? ed Echoes. 

Dopo l'uscita ufficiale del suo primo Ep "Venice", disco del giorno su RockIt, presentato ufficialmente al Coin Store di Mestre, Alessandro inizia a suonare come solista con chitarra e Loop. 
I suoi brani sono classificati come Alternative Pop con influenze Rock.

Nell’Ottobre del 2016 Alessandro fa un mini tour per Londra che lo porta a suonare in diversi locali ed eventi della città ricevendo ottimi feedback.
Nel dicembre dello stesso anno partecipa ad un contest di Radio Popolare a Milano classificandosi secondo.

Il 24 Dicembre 2016 esce una versione Unplugged del suo Ep “Venice” con all’interno un inedito.
Nei Flux Studios di New York (Shakira, The do, David Crosby, Rolling Stones, Sean Lennon) ha registrato e prodotto il suo terzo Ep uscito l’8 Maggio 2017 per Nimiq Records.
Il videoclip del singolo “Freckles” è uscito in esclusiva per Panorama.it.

http://www.instagram.com/fey________________/
http://open.spotify.com/artist/5zcXt8JnA4jK1xjSd67aq2

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Aperiboogie]]>

 

Domenica 13 dicembre dalle ore 18:30

Sherwood
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• Aperiboogie •
l'aperitivo dei ballerini padovani

evento Facebook -


***********************************************

Ciao ragazzi, sta arrivando domenica e non sapete cosa fare come al solito???
Dopo aver girovagato tutto il giorno senza una meta, fermatevi a ballare con noi!!
I DOO-WOP BOOGIEDANCERS in collaborazione con SHERWOOD OPEN LIVE vi daranno la possibilità di concludere la settimana divertendosi tra amici, in compagnia di un buon aperitivo e dai cicchetti che lo staff Sherwood ci preparerà. Il tutto accompagnato dal boogie-woogie incalzante del nostro mitico dj AXEL WOODPECKER che con la sua incredibile selezione di VINILI avrà il compito di farci scatenare tra uno spritz e l’altro.
Alle ore 21:00 la festa continua con la nostra mitica PASTASCIUTTATA offerta dallo staff aperiboogie e sherwood !!!!

Quindi vi aspettiamo all’ ultimo aperitivo danzante del 2017 a Padova!!!!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[MET • SOL#22]]>

 

Mercoledì 6 dicembre dalle ore 19:30

Sherwood Open Live vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

MET
duo acustico

evento Facebook

***********************************************

Questo mercoledì cambiamo rotta: se fino ad ora vi abbiamo portato sempre degli artisti noti, questo giro vi facciamo conoscere qualcuno che non avete mai sentito.
MET è un progetto al femminile.
Una chitarra e due voci che vi parlano piano all'orecchio.
Sono blues, sono soul, cantautorali e intime.
Altro non vi diciamo, venite a sentirle per scoprile.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Live dalle 21.30 alle 23.00 
Ultimo giro ore 00.15

-------------------------------------------------------------------------------------------

Non conosci MET? Beh, questa volta vieni a scoprirle!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Blindur • SOL#21]]>

 

Mercoledì 29 novembre dalle ore 19:30

Sherwood Open Live vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

Blindur
indie folk-rock

evento Facebook

***********************************************

Di certo una dote dei Blindur è la spontaneità.
Quello che scrivono e che suonano non è per caso: parlano di sè delle loro esperienze, del loro modo di vedere le cose. 
E lo fanno con gli strumenti del musicista da strada: chitarra, cassa, banjo e sentimento, e lo fanno nella maniera più spensierata possibile.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live PUNTUALE alle ore 21.30 - facciamo sul serio!
Fine live alle 23.00 d'orologio - ahinoi il vicino è fiscale!

••••••••••••••••••••••••••

Non conosci i Blindur? Te la presentiamo noi!


https://www.facebook.com/Blindur/
https://www.instagram.com/blindurofficial/
https://www.youtube.com/user/blindurofficial
www.twitter.com/BlindurOfficial

Blindur è un duo nato nella primavera del 2014 da Massimo De Vita, cantautore, polistrumentista e produttore, e Michelangelo Bencivenga, polistrumentista. Il sound del duo si ispira alle atmosfere del folk e del post rock, con un piede a Dublino e l'altro a Reykjavík. L'amore per il Nord Europa permea tutto il lavoro della band, a partire dalla scelta del nome, una parola islandese. Per i testi il riferimento è sicuramente da rintracciare nella tradizione e la poetica del cantautorato italiano, con un occhio più attento a quello moderno.
Nonostante siano solo 2 i musicisti in scena, il suono è ricco e articolato e l'ampio set up (chitarre acustiche ed elettriche; banjo; glockenspiel; effettistica ed elettronica minimale; cassa, rullante e tamburello, il tutto rigorosamente a pedale) contribuisce a dare la sensazione di stare ascoltando una band composta da più elementi. Il trucco è semplicemente godersi il tutto ad occhi chiusi.
Il duo napoletano in tre anni di attività ha già collezionato circa 250 concerti tra Italia, Belgio, Islanda, Francia, Germania e Irlanda, prendendo parte ad importanti festival internazionali, ad esempio il Body&Soul Festival a Westmeath e l'Airwaves festival a Reykjavik. La band ha prodotto nel 2014 un Ep dal vivo presso gli studi di registrazione Casa Lavica e nel 2016 un mini album acustico "Solo Andata - Live in giardino"; il 13 gennaio 2017 è stato pubblicato per l'etichetta "La Tempesta dischi" l'omonimo disco d'esordio; vinto l'edizione 2014 del premio Donida, il premio Muovi la Musica 2014, il premio Nuova Musica Italiana 2015, il premio Pierangelo Bertoli 2015; il premio Fabrizio De Andrè 2015, il premio Buscaglione “Sotto il cielo di Fred” 2016 e il premio Tempesta Dischi sempre nell'ambito dell'edizione 2016 di "Sotto il cielo di Fred"; nel 2016 Blindur riceve il premio Discodays giovani nell'ambito della diciassettesima fiera del disco di Napoli. Inoltre la band è tra i 16 finalisti per l'edizione 2016 di Musicultura e tra i 9 finalisti per Musica da bere 2016. 
Nel 2016 Blindur è inoltre tra le 10 band rivelazioni dell'anno secondo la rivista Keepon.
Ha aperto i concerti di numerosi artisti del panorama indipendente italiano come Tre allegri ragazzi morti, Dellera, Dimartino, Giorgio Canali e Rossofuoco, Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Il disordine delle cose, Iosonouncane, Dente, Nobraino, Bandabardò, Sick Tamburo, Calcutta, Zen Circus.

Blindur ha collaborato in ambito internazionale con vari artisti come: Damien Rice, per il quale è stato open act e con cui ha duettato durante il suo primo concerto a Napoli; Johnny Rayge, con il quale ha realizzato un mini tour di 11 date in Italia nel novembre 2014; Blindur inoltre ha condiviso il palco con il poeta e cantautore canadese Barzin nella data napoletana del suo ultimo tour europeo; ha lavorato con Birgir Birgisson, storico fonico e produttore di Sigur Ros e non solo.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Her Skin • SOL#20]]>

 

Mercoledì 22 novembre dalle ore 19:30

Sherwood Open Live
vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

• HER SKIN •
folk songwriter

evento Facebook -


***********************************************

Continuiamo la nostra passeggiata nelle lande del Nord America, ma questa volta ci spostiamo nelle zone montuose degli Appalachi con HER SKIN, che dipinge il folk delle colonie in maniera delicatissima.
Siete mai stati accarezzati?


Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery e la speciale Sherwood Blonde Ale alla spina, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi

Inizio live PUNTUALE alle ore 21.30
Fine live alle 23.00 d'orologio

••••••••••••••••••••••••••

Non conosci HER SKIN? Te la presentiamo noi!
https://www.facebook.com/herskinmusic/
http://www.herskin.tumblr.com/


Her Skin è Sara Ammendolia. Ama i concerti, i libri, l'arte, i viaggi e il caffè. Non in questo ordine. Ha vent'anni e nasce e cresce tra Modena e la sua provincia. Scrive le sue prime canzoni nel 2013 ma le fa uscire dalla cameretta solo nel Settembre del 2015, con un ep registrato tutto in un giorno dal titolo Goodbyes and Endings. A Maggio del 2016 diventa co-fondatrice di Tempura Dischi e fa uscire il suo secondo ep Head Above the Deep, registrato e prodotto da Bruno Mari nella sua mansarda. Tra il 2016 e il 2017 Her Skin inizia a suonare il suo ep per tutta l'Italia con un tour che la porta fino in Sicilia e condivide il palco con artisti come Francesco Motta, Colombe, Bob Corn, Giorgio Canali, Zen Circus e Kele Okereke (Bloc Party).
Nella musica di Her Skin si sentono le atmosfere dei The Head and the Heart e di Cat Power, la malinconia di Laura Marling e gli arpeggi dolci di Iron and Wine, ma è tutto declinato in una direzione molto personale: l'atmosfera creata da Sara rilassa e conforta, e porta in luoghi lontani.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Elli de Mon • SOL#19]]>

 

Mercoledì 15 novembre dalle ore 19:30

Sherwood Open Live vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

Elli de Mon
onewomanband - garage blues

evento Facebook

***********************************************

A noi ce piace 'o Blues.
L'appuntamento di questa settimana è con Elli de Mon - onewomanband, e non ce ne sarà per nessuno.
Se vi piace il Blues, quello torrido e sudaticcio, è la serata che fa per voi.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianaliCRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live PUNTUALE alle ore 21.30 
Fine live alle 23.00 d'orologio

••••••••••••••••••••••••••

Non conosci Elli de Mon - onewomanband?

Te la presentiamo noi!

https://www.facebook.com/ellidemon.onegirlband/
https://ellidemon.bandcamp.com/

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Al & Jay • SOL#18]]>

 

Mercoledì 08 novembre dalle ore 19:30

Sherwood Open Live vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

Al & Jay
funkyreggaeblues

evento Facebook

***********************************************

Abbiamo deciso che Mercoledì vi faremo ballare, e quindi vi portiamo Al & Jay, duo funkyreggaeblues Veneziano che vi farà vibrare il bassoventre e muovere il culo!

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianaliCRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live PUNTUALE alle ore 21.30
Ingresso offerta libera

••••••••••••••••••••••••••

Non conosci Al & Jay? Te li presentiamo noi!

https://www.facebook.com/funkyreggaeblues/

Al & Jay sono un duo funkyreaggeblues nato dagli 'Zingari di via dei Randagi 23' e ha come fiamme danzanti Jay Zonta (voce, ukulele, chitarra, armoniche, kazoo) cantautore bassanese naturalizzato veneziano seguito da Alessandro Brunetta (sax tenore, clarinetto, pianoforte, armoniche) polistrumentista di Mussolente.

Foto di : Elisa Ceccon

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Pietro Berselli • SOL#17]]>

 

Mercoledì 1 novembre dalle ore 19:30

Sherwood Open Live vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

Pietro Berselli
duo session

evento Facebook

***********************************************

Novembre si apre cosparso di nebbia, e quale miglior modo di venirgli incontro se non facendoci cullare in una foschia onirica?
Sherwood Open Live festeggia il giorno di Ognissanti con Pietro Berselli, cantautore mezzo Padovano e mezzo Bresciano che ci ha raccontato del sogno e dell'offuscamento nel suo disco "Orfeo l'ha fatto aposta".

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live PUNTUALE alle ore 21.30
Ingresso offerta libera

-------------------------------------------------------------------------------------------
Non conosci i Patois Brothers? Te li presentiamo noi!



Non conosci Pietro Berselli? Te lo presentiamo noi!

https://www.facebook.com/pietrobersellilive/

Il progetto solista di Pietro Berselli, bresciano d’origine e padovano d’adozione, nasce nel 2014. L’intenzione fondamentale é quella di scrivere canzoni dove ciò che conta è la ricerca del suono, anche attraverso il testo. Il suono delle parole, infatti, è basilare quanto il loro significato e deve essere concepito allo stesso modo di ogni altra parte della canzone. Il risultato è un Cantautorato dalle sonorità Post Rock che con disillusa amarezza racconta situazioni, circostanze, momenti. La formazione si completa con Edoardo Della Bitta alla chitarra, Roberto Obici alla batteria, Marco Sorgato al basso e Francesco Aneloni alle tastiere. Esistono varie facce con cui il progetto si presenta live, sia con la band al completo che in set ridotto.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Patois Brothers + Toni BC • SOL#16]]>

 

Mercoledì 25 ottobre dalle ore 19:30

Sherwood Open Live vicolo Pontecorvo 1/A - 35121 Padova

Patois Brothers + Toni BC 

evento Facebook

***********************************************

Il 25 Ottobre Sherwood Open Live riapre le porte e si prepara ad una nuova stagione con una serata in grande stile.

Il tema della serata è la Giamaica e i due ospiti saranno i Patois Brothers, che avrete sicuramente visto allo Sherwood Festival e , a portarci la sua selecta di vinili, Toni BC di BomChilom Sound.

Come di consueto si apre tra spritz, vini e birre artigianali CR/AK, ma questa volta c'è di più, dalle 19.30 alle 21, ad accompagnare l'aperitivo, ci sarà un FREE BUFFET.

Apertura porte alle ore 19:30
Il live inizierà alle 21:30

ENTRATA LIBERA
Contributo associativo di 1€

-------------------------------------------------------------------------------------------

Non conosci i Patois Brothers? Te li presentiamo noi!



Patois Brothers sono una band nata nel 2010 a Venezia, Italia. Il loro nome indica un’ espressione lirico-musicale non standard: come il Patois trae origine da lingue diverse, la loro musica vuole essere qualcosa di originale tra le influenze delle diverse sonorità del Reggae. Dopo la pubblicazione del loro primo singolo ‘Politician’, nel 2014 la band inizia il suo primo tour che li porterà da subito ad esibirsi su palchi nazionali ed internazionali, come Overjam, One Love, Jamrock, e molti altri. Terminato il tour estivo, i Patois Brothers si dedicano alla registrazione del loro primo album ‘Mighty Ways’, in uscita a gennaio 2015. Con l’album, la band esprime forti messaggi sia nelle liriche, sia nella musicalità dei brani, esortando ad un positivo cambiamento sociale ed educazionale attraverso la musica.

***************************************************************************************
Non conosci BomChilom Sound? Te li presentiamo noi!

BomChilom nasce a Padova nel Ottobre 2004 e in poco tempo si afferma come uno dei sound più attivi del Nord-Est. La formazione, inizialmente fondata da Alex (Mc) e Pinecone (Selecta), si allarga nel 2006 con l'entrata nel sound di Toni (uno dei primi selecta Reggae di Padova), Peppo (Selecta, Collezionista di rarities) e Nevo (Sound designer, Ex producer dei “DozHenS”, storica formazione Hip Hop padovana). Nel 2009 entra nel sound Nino (Selecta, Sound engineer, ex membro di Vibrabbona) e nel 2013, con l'arrivo di Skinny B e Luca (Ex NoBorder), si completa la compagine attuale.

I vari background musicali dei componenti del sound, permettono a BomChilom di spaziare attraverso molteplici stili e sonorità, suonando dalla Foundation al Digital, passando per l'Hip Hop e arrivando fino al Bashment.

La yard storica del sound è fin dall'inizio il C.S.O. Pedro di Padova, che nel giro di pochi anni diventa una delle realtà più calde d'Italia, ospitando tra gli altri: Cocoa Tea & Frankie Paul, Junior Kelly, Aidonia, General Levy, David Rodigan, Stone Love, Freddie Krueger, Puma (LP International), Supersonic, King Turbo, Sentinel, Herb-a-lize It, City Lock, Luv Injection, Taranchyla (Outta Poison Dart), Warrior Sound, Tek-9 Europe, Ma Gash, G-Spot, Sud Sound System, Brusco, Villada, BoomDaBash, Mellow Mood, One Love Hi Pawa, Heavy Hammer, Gramigna, Mad Kid, Kalibandulu, Northern Lights, I-Shence e molti altri.

Nel 2010 BomChilom diventa resident sound anche del Centro Sociale Rivolta di Marghera (VE), dove organizza grandi eventi che vedono salire sul palco dello Spazio Sociale lagunare artisti del calibro di: The Skatalites, Lee Scratch Perry, Yellowman, The Gladiators, Johnny Osbourne, The Abyssinians, The Congos, Horace Andy, Alborosie & Friends, Luciano, Ward 21, Chuck Fenda, Gappy Ranks, Etana, Bunny General, Wayne Marshall, Mad Professor, General Levy, Mojo Morgan, Zion Train, Bass Odyssey, Massive B, David Rodigan, Supersonic e molti altri.

Il 05 Marzo 2011 BomChilom si aggiudica il “Go Hard or Go Home Soundclash”, al Pop Corn di Marghera (VE), battendo gli udinesi Red Storm e diventando di fatto il primo sound veneto ad aggiudicarsi un clash.

Per quanto riguarda la promozione di soundclash nel 2006 BomChilom, in collaborazione con Northern Lights, organizza al C.S.O. Pedro lo storico clash italiano “4th FarEast X-Mas War Clash”.che vede sfidarsi Villa Ada (vincitori del trofeo), I-Shence e GodZilla. Dopo 8 anni, nel 2014, BomChilom torna alla grande nella promozione di clash di spessore internazionale. Nel 2014, infatti, sempre al C.S.O. Pedro, prende vita il “Worries In The Area Soundclash”. La prima edizione vede contrapposti MaGash dalla Svizzera ed I-Shence, e proprio i perugini portano a casa la coppa. Nel 2015 il livello si alza e sul palco del Pedro si fronteggiano Warrior Sound dalla Germania e Young Hawk da New York e il trofeo vola Oltreoceano.

Dal 2012 al 2014, in collaborazione con Rasta Snob, BomChilom è promotore del Venice Sunsplash, festival estivo che si svolge al Parco San Giuliano di Mestre, che ha visto esibirsi nelle ultime edizioni artisti come: Beres Hammond, Tarrus Riley, Shaggy, Busy Signal, Alborosie, Horace Andy, Morgan Heritage, Mr. Vegas, Jah Sun, Sud Sound System, Mellow Mood, Skardy, Ska-J, Brusco e Lion D.

BomChilom ha selezionato musica nelle migliori yard italiane come: Roma, Torino, Milano, Firenze, Bologna, Udine, Trento, Trieste, Pescara, Catanzaro, Cosenza, Alessandria, Senigallia, Macerata, Arezzo ecc. 
Nel corso degli anni, inoltre, ha anche avuto la possibilità di suonare all'estero in Canada, Germania, Austria e Slovenia.

Dalla prima edizione partecipa al “Veneto Blaze”, serata promossa da Zion Cuts, che dal 2005 riunisce in un unico evento i sound e le crew Reggae, Dancehall e Dub del Veneto.

To be continued …

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Gionata Mirai + Piero de Checchi • SOL#15]]>

Mercoledì 26 aprile dalle ore 19:30

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

Gionata Mirai + Piero de Checchi

******************************************

Per il Gran Finale di questa stagione vogliamo proporvi una cosa un po' particolare.
Ci saranno due concerti di due musicisti che fanno del chitarrismo la loro forma espressiva.
Il Fingerpicking visto da due punti di vista diversi, quello Folk di Gionata Mirai e quello Blues di Piero de Checchi.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Ma c'è di più:
> dalle 19:30 alle 21 aperitivo con buffet con i nostri spunciotti tipici;
> vuoi vincere due biglietti del tuo artista preferito di questa edizione di Sherwood Festival? Se sarai tra i primi 50 a prendere da mangiare o da bere potresti essere tu il fortunato!

Inizio live 
Piero de Checchi: ore 21.15
Gionata Mirai: ore 22.15

Ingresso: 3€
Contributo associativo Sherwood Open Live 2017 : 2€ 

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

Non conosci Gionata Mirai? Te lo presentiamo noi!



https://gionatamirai.com/

Gionata Mirai è una delle figure cardine della scena indipendente italiana. E’ il 2005 quando la sua ricerca artistica, maturata in anni di militanza in alcune formazioni mantovane, giunge allo zenit creativo con la pubblicazione di The Swindler, folgorante esordio del power trio Super Elastic Bubble Plastic, di cui è fondatore e leader. L’armamentario post hardcore in possesso della band è impressionante, tagliente e difficilmente catalogabile al punto da attirare immediatamente l’attenzione della stampa specializzata che li incorona come una delle realtà più solide e promettenti della loro generazione. Sull’onda emozionale del debut album, l’anno successivo danno alle stampe il sequel Small Rooms, che ne consolida la cifra stilistica, ampliando vertiginosamente lo spettro in cui la scrittura di Mirai e soci si muove. I Super Elastic Bubble Plastic dal vivo sono ancor più devastanti e coinvolgenti che su disco, caratteristica che li porta a calcare i più importanti palchi della penisola in un estenuante tour di quasi duecento date in due anni, tra le quasi si segnalano le partecipazioni ai principali festival nazionali come l’Heineken Jammin’ Festival, nell’edizione imolese, il Goa Boa Festival a Genova, Rock in Idro a Milano, Coca-Cola Live Festival a Civitavecchia (con i Linea77 in apertura ai Korn) e molti altri. Sono anni d’inarrestabile creatività e Mirai inizia a crescere quella che sarà la sua creatura più celebre, luminosa e disturbante. Poco dopo l’uscita di The Swindler, insieme a Pierpaolo Capovilla, Francesco “Franz” Valente e Giulio Ragno Favero, dà vita al Teatro degli Orrori, ispirato al Teatro delle Crudeltà di Antonin Artaud. Dopo un breve periodo d’incubazione, nel 2007 rilasciano Dell’Impero delle Tenebre, manifesto di bellicosi intenti tra i più crudi e ispirati che si siano mai sentiti a queste latitudini. E’ l’inizio di un’ascesa vertiginosa al gotha del rock italiano che si consacra con la pubblicazione, due anni più tardi, di A Sangue Freddo, a cui seguirà un lunghissimo tour che toccherà i palchi di tutta la penisola. Nel frattempo Mirai trova il tempo di tornare ai Super Elastic Bubble Plastic e, nel 2008, dà alle stampe l’ultimo episodio della saga, Chances, il disco della maturità per il trio mantovano, che mette in luce una straordinaria vena compositiva, tra struggenti ballad, virate pop e sperimentazione.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Calendario SOL // 2017 // gen-apr]]>

 

Calendario Sherwood Open Live
2017 • gen-apr

Gennaio

18/01 • SOL#01 • Phill Reynolds • folk - blues

25/01 • SOL#02 • Dellera & De Rubertis

Febbraio

01/02 • SOL#03 • Francesco Basso • audioresistenza

08/02 • SOL#04 • Dutch Nazari feat. Sick&Simpliciter • hip-hop

15/02 • SOL#05 • Hd Holden • skunky folky beatbox

22/02 • SOL#06 • Mediterranean Ensamble • etno-jazz

Marzo

01/03 • SOL#07 • Tobjah (C+C=Maxigross) • Special Acoustic Set

08/03 • SOL#08 • Caso • cantautorato punk

15/03 • SOL#09 • Qalia • elettronica

22/03 • SOL#10 • The Giant Undertow • deep folk

29/02 • SOL#11 • Teatriò • jazz & swing

Aprile

05/04 • SOL#12 • Colombre • indie pop

12/04 • SOL#13 • Kalahysteri • american folk-pop

19/04 • SOL#14 • Lil'Alice • one-blues-gal-band

26/04 • SOL#15 • Gionata Mirai + Piero De Checchi • folk & blues fingerpicking

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Lil'Alice • SOL#14]]>

Mercoledì 19 aprile dalle ore 19:30

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

Lil'Alice


Una passeggiata tra i campi di cotone, l'ondeggiare di una zattera sul Mississipi; sono solo un paio di suggestioni che ci ha dato Lil Alice.
Mercoledì 19 Aprile per voi!

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live puntuale alle ore 21.30

Contributo associativo Sherwood Open Live 2017 : 2€ 

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

Non conosci Lil Alice? Te la presentiamo noi!


(Lil) Alice è cresciuta nelle lande nebbiose del Nord Italia, dove il sole non splende così spesso. Si interessa alla musica dall'età di 12 anni, affezionandosi ad artisti come Jimi Hendrix, Bob Dylan, Joni Mitchell, F. Battiato, F. de Andrè, PJ Harvey, che mai più abbandonerà. Inizia a suonare i primi accordi sulla chitarra da adolescente accompagnando alcune rock'n'roll band e solo successivamente, nel 2007, si concretizza l'idea di mettere in piedi un progetto solista cantautorale. In realtà, questo progetto nasce nel cuore da molto prima e si propone come un naturale evolversi dell' essere, in una continua ricerca di uno stile personale e che segua le onde delle emozioni.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Kalahysteri • SOL#13]]>


Mercoledì 12 aprile dalle ore 19:30

Sherwood Open Live vicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

Kalahysteri

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

“Le tempeste costringono gli alberi a far crescere le loro radici più in profondità” diceva Dolly Parton. Kalahysteri hanno fatto propria la lezione di Dolly: con i piedi ben piantati a terra e lo sguardo rivolto all'orizzonte, hanno composto 10 nuove canzoni, un viaggio che guida l'ascoltatore attraverso un universo parallelo, puntando dritto al cuore della musica pop.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live puntuale alle ore 21.30

Contributo associativo Sherwood Open Live 2017 : 2€ 

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••


Non conosci Kalahysteri? Te le presentiamo noi!





Astrid Dante (Miss Chain & The Broken Heels), Elisa De Munari (Elli de Mon) e Giusi Pesenti (Dry & Dusty, Grace O'Malley Quartet) mettono tutta la loro personalità, il loro background e la loro esperienza in questa nuova avventura chiamata Kalahysteri, un neologismo che significa "bella isteria": tre donne diverse e con esperienze spesso agli antipodi, tre caratterini niente male con cui neanche il diavolo in persona vorrebbe fare un patto!

Le canzoni di Kalahysteri sono nude e crude, intriganti e suadenti, profonde e sognanti. Il loro debut album è come una paletta colori che va dal blues al power pop, dal folk al rock'n'roll, il tutto mescolato in qualcosa di veramente nuovo: 10 moderne canzoni pop suonate con gli strumenti della musica tradizionale.

Il magazine newyorkese Impose, presentando in anteprima un brano dal debut album di Kalahysteri dice: 


"Their folksy combination of voice, guitar, double bass, and percussion are a true testament to their name. Especially in “Mountain,” they meld together their more traditional instruments with a haunting harmonies, and as the song progresses, the tempo and urgency of the song picks up, creating an alluring frenzy in the listener."

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Colombre • SOL#12]]>

Mercoledì 5 aprile dalle ore 19:30 

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

Colombre

Questa volta ci spostiamo un po' dalla solita programmazione e osiamo di più con i volumi.
Sarà la volta di Colombre, la nuova promessa del cantautorato #indieitaliano.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live puntuale alle ore 21.30

Contributo associativo Sherwood Open Live 2017 : 2€

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

Non conosci Colombre? Te lo presentiamo noi!





Pulviscolo è il primo album di Colombre, progetto che inaugura l’esperienza da solista di Giovanni Imparato – già voce, chitarra e autore dei brani della band indie-pop Chewingum e co-produttore del disco Sassi di Maria Antonietta che ha accompagnato live negli ultimi tour – in uscita il 17 marzo per l’etichetta Bravo Dischi.
Urgente e spontaneo fra chitarre, omnichord e tastiere di ogni genere, Colombre, che qualcuno ha già definito un Mac DeMarco in Hi-Fi, presenta il suo disco con una band d'eccezione; alle chitarre e alle tastiere Alfredo dal Portone, alla batteria Daniele Marzi (entrambi Extraliscio e Supermarket) e Lorenzo Pizzorno al basso.

Il nome Colombre è un omaggio al racconto di Dino Buzzati (Il Colombre), una favola moderna – protagonisti un marinaio e un mostro marino – che parla di coraggio e dell’incapacità di affrontare le proprie paure, di tuffarsi nelle ignote profondità del mare per scoprire cosa ci lega all’immobilità. Ed è proprio l’immobilità ciò da cui fugge Colombre che in queste otto tracce del disco mette a fuoco alcuni episodi significativi della propria storia recente, vuota il sacco e decide di aprirsi al futuro.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Teatriò • SOL#11]]>

Mercoledì 29 marzo dalle ore 19:30

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

Teatriò

**************************************************************************************************************

Mercoledì portiamo indietro le lancette al secolo scorso con un bagno nel jazz e nel swing anni '30 e '40.
Saranno con noi i Teatriò Acoustic Swing: quattro voci, chitarra, mandolino, mandola e contrabbasso.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live puntuale alle ore 21.30
Contributo all'entrata: 2€

Contributo associativo Sherwood Open Live 2017 : 2€

**************************************************************************************************************

Non conosci i Teatriò Acoustic Swing? Te li presentiamo noi!

http://www.teatrio.net/index.html

Svuotando un giorno un armadio per buttare vecchie cose che ormai non servono più ci sono capitati tra le mani dei vecchi 78 giri.
La curiosità di sentire cosa vi fosse inciso era forte: abbiamo preso un grammofono tutto impolverato dal fondo dell'armadio e dopo aver appoggiato il disco nel piatto, abbiamo girato la manovella …
Non capita spesso di poter risentire la musica che negli anni '30 '40 ha fatto sognare, ballare e innamorare i nostri nonni e forse anche i nostri genitori. Provando ad ascoltare con un orecchio diverso quei brani ci siamo resi conto che certe canzoni di quel periodo erano e sono un patrimonio di bellezza, semplicità ed, a volte, anche di ingenuità. Ne è nato un amore a primo … udito … ed abbiamo deciso di riproporre in versione quartetto quei brani.
Una chitarra, un mandolino, un contrabbasso, una voce femminile e l'uso di cori alla "Trio Lescano" e “Quartetto Cetra” porteranno indietro le lancette dell'orologio e torneranno a far rivivere le atmosfere di quegli anni.
Per rendere ancora più verosimile la nostra performance abbiamo pensato di utilizzare anche costumi di scena ed oggetti particolari quali megafoni, rumori di vecchi 78 giri, ecc.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[The Giant Undertow • SOL#10]]>

Mercoledì 22 marzo dalle ore 19:30

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

The Giant Undertow

*******************************************************************************************

Questo mercoledì abbiamo scelto di accompagnarvi nella discesa tra gli anfratti più in ombra della tradizione country.
The Giant Undertow sarà il vostro Virgilio, non ci sarà l'Acheronte ma il Mississipi, e la Selva Oscura sarà una distesa desertica costellata di cactus.
Deep Folk e Desert Blue saranno il sottofondo di questa cavalcata nel Profondo Sud.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live puntuale alle ore 21.30
Ingresso offerta libera

Contributo associativo Sherwood Open Live 2017 : 2€

*******************************************************************************************

Non conosci The Giant Undertow? Te lo presentiamo noi!



https://www.facebook.com/thegiantundertow/?fref=ts
https://thegiantundertow1.bandcamp.com/album/the-weak

Lor is an italian guy who composes music with few little guitars and a warm groggy voice. After years devoted both to noisy rehearsal rooms and flipping out in the countryside, he started to live and compose in very small flats in Bologna, with not even space for an amplifier. 

"The Weak", the first LP has been released September 2016 (In the Bottle Records, Indipendead, Shyrec, POpeVrecords, Death Roots Syndicate).

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Qalia • SOL#09]]>

 

Mercoledì 15 marzo dalle ore 19:30

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

Qalia

******************************************************************************************

La prossima serata si tinge di sintetizzatori: saranno con noi i Qalia con un'iniezione di synth pop!


Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live puntuale alle ore 21.30
Ingresso offerta libera

Costo tessera 2017 : 2€

******************************************************************************************

Non conosci i Qalia? Te li presentiamo noi!

http://www.qalia.it/
https://www.facebook.com/qaliaband/

“Sensation of empty spaces lives in our heart.”
Il progetto Qalia nasce ad Ottobre 2014 dalla volontà di sperimentare i legami che possono venire a crearsi tra elementi tecnologici ed umani.
Le singole esperienze coscienti, attraverso “I modi in cui le cose ci sembrano”, influenzano il nostro modo di vedere.
A Marzo 2016 si aggiunge Ale Michelazzo alla batteria. Qalia entrano in studio ad Agosto 2016 per produrre il primo Ep intitolato Ø /ph/ presso Bunkrwood Studio di Bassano del Grappa. Il 1 dicembre 2016 viene pubblicato “Ø” in tutte le piattaforme di streaming.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Caso • SOL#08]]>

Mercoledì 08 marzo dalle ore 19:30

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

 

Caso

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••

Ottava serata completamente a Caso !
Chitarra e voce, per un cantautorato punk che alterna parole sensibili a pezzi più rabbiosi, a volte suonati senza amplificazione in piedi ad una sedia.

Come di consueto si apre alle 19.30 per l'aperitivo tra spritz, birre artigianali CRAK Brewery, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Inizio live puntuale alle ore 21.30
Ingresso offerta libera

Costo tessera 2017 : 2€

••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••



Non conosci Caso? Te lo presentiamo noi!

Caso è Andrea Casali, ha 32 anni e vive a Bergamo.
Nel 2005, dopo avere suonato per molti anni la batteria in diverse formazioni hardcore-punk, decide di intraprendere l'esperienza solista: si sposta alla chitarra acustica, avanza di qualche metro sul palco e prova a raccontarsi con la sua stessa voce. Sono del 2006 le prime registrazioni casalinghe e i primi concerti. Nel 2009 esce autoprodotto Dieci Tracce e del 2011 è Tutti Dicono Guardiamo Avanti, dischi che hanno attirato l'attenzione delle più note riviste di settore e lo hanno portato a suonare su numerosi palchi sparsi in tutta la penisola.

CERVINO • 2015
(To Lose La Track / CORPOC / Audioglobe )
Quando Walter Bonatti, figura angolare dell’alpinismo italiano, con le mani gelate abbraccia la croce di ferro sulla vetta del Cervino dopo quattro giorni di scalata solitaria sulla parete Nord (la più impervia, la meno battuta), sente di aver compiuto l’impresa della propria vita, quella con l’articolo determinativo davanti. Più del Dru sul Monte Bianco su cui poi hanno istituito la Via Bonatti (indovinate perché), più del K2 dove era convinto di morire. Proprio di un’immagine del genere aveva bisogno Andrea Casali, in arte Caso, per delineare meglio il suo quarto album. Non per niente chiamato “Cervino”, la montagna delle montagne. Perché le condizioni di Bonatti erano insolite ed estreme in quel febbraio del 1965, così come lo sono state quelle di Caso nello scrivere, arrangiare e registrare “Cervino” cinquant’anni dopo: primo album elettrico, primo con una band alle spalle dopo una vita acustica e solitaria da cantautore post-punk. L’attenzione alle parole, le storie raccontate attraverso immagini e suggestioni, la vita vissuta tradotta in versi e accordi, rimangono invece tratti distintivi delle canzoni di Caso, dal 2009 ad oggi. Perché si cresce e si cambia, ma certi talenti se si coltivano vengono sempre buoni. Buoni per raccontare lo straniamento di chi ha trentanni e sente di non aver ancora trovato un posto del mondo, come in “Blu Elettrico” che apre il disco con lucida ed elegante rassegnazione, o in “Nettuno” e “Santo Patrono” che tracciano percorsi di vita diversi dai canoni tradizionali, non allineati, ma non per questo impossibili. E il timore e l’orgoglio con cui il protagonista di “Stanze Buie” vive la propria sessualità è la metafora perfetta per sintetizzare questo filo di Arianna che percorre il disco, per andare avanti e reagire come in “Atletica Leggera”. Ma lo straniamento non prevede necessariamente solitudine, e se già avere una band alle spalle può essere sintomatico, un altro concetto che torna spesso è quello dell’amicizia, quel parlarsi sotto ad un lampione sia di cose belle che di sfighe: così si affronta meglio un tradimento (“Buste”, una delle canzone maggiormente à la Buil To Spill di tutto “Cervino”) o un’occasione formale in cui ritrovarsi e riconoscersi (“Occhio Di Bue”). Ma una parte di Caso resta comunque quella del cantautore post-punk, e allora ben vengano gli episodi in solitaria, l’infanzia di “Denti Di Ferro” e “Lario”, ispirata ad uno dei ragazzini protagonisti della bellissima graphic novel “Morti Di Sonno” di Davide Reviati, autore della copertina stessa di “Cervino”. E infine, a chiudere il cerchio c’è “FM”, tre minuti e mezzo delicatissimi che parlano d’amore e di radio, di canzoni che passano di notte senza poter schiacciar replay per ascoltarle di nuovo. A differenza di “Cervino”, undici brani che sembrano accompagnare un viaggio, o una scalata, e che invogliano a ritornare sui propri passi, cercare un’altra via, riprendere da “Blu Elettrico” e ripartire con l’ascolto. Perché “Cervino” è l’ennesima tappa di un percorso in continua evoluzione, un percorso in cui Riccardo Zamboni alla chitarra, Gregorio Conti al basso e Stefano Zenoni alla batteria affiancano Caso, lo aiutano a piantare i chiodi nella roccia fino ad arrivare in cima. Al resto ci hanno pensato Andrea Cajelli a La Sauna Studio di Varese per le riprese e i mix, e Giovanni Versari per il mastering finale. Quello che ne viene fuori è un disco pieno di vita, che Caso sapeva non essere facile ma che voleva affrontare e scrivere esattamente così. Perché “come Bonatti quando abbraccia la croce che sta in cima (…), a volte penso che l’impresa più grande sia riconoscere il proprio Cervino”.


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[HD Holden • SOL#05]]>

Mercoledì 15 febbraio dalle ore 19:30

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/A, 35121 Padova

HD Holden

**********************************************************************************************

La quinta serata di Sherwood Open Live vedrà sul palco gli HD Holden, band nata tra Castelfranco Veneto e Bologna, un "progetto skunky folky beatbox post sbronz blues nato come one man band ed evoluto naturalmente come 'collettivo' di musicisti indipendenti.
Musica bastarda, originale, scritta sotto l'influsso di una luna dipinta nel blues."

Apriremo le porte alle 19.30 e per l'aperitivo vi proporremo spritz, birre artigianali CRAK Brewery, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi preparati da noi.

Il concerto inizierà ore 21.30
Ingresso libero

Costo tessera 2017 : 2€

***********************************************************************************
Non conosci gli Hd Holden? Ter li presentiamo noi!


Progetto skunky folky beatbox post sbronz blues nato come one man band ed evoluto naturalmente come 'collettivo' di musicisti indipendenti.
Musica bastarda, originale, scritta sotto l'influsso di una luna dipinta nel blues.
Cris (voce/chitarra) inizia la sua gavetta tra Castelfranco Veneto e Bologna dove viene a contatto con diverse realtà artistiche e musicali.
Tra anaillogicità ed elettronica inizia a sperimentare e registrare le prime canzoni DoItYourself suonando in vari locali felsinei collaborando con diversi musicisti provenienti da tutto il paese.
Tornato al nord registra il suo primo ep holdeniano-casalingo, "GreenSkinBlueBones" e incontra Spa [chitarra] tra nebbie e quercie estive, con il quale inizia a improntare i primi live in duo. 
Il progetto prende forma con Cippo [beatbox], conosciuto tra le foreste padovane, e il trio suona sempre più spesso in locali e realtà diverse.
A fine 2015 si aggiunge in pianta semi stabile Alessandro Bruno Brunetta, giovane sassofonista/organista il quale vanta diverse collaborazioni artistiche ed esperienze studio/live.
Attualmente collaboriamo con diverse realtà artstiche tra cui il progetto Cobrainals, danzatrici del ventre 'inusuali'.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Francesco Basso • SOL#03]]>

 

Mercoledì 1 febbraio dalle ore 19:30

Sherwood Open Livevicolo Pontecorvo 1/a, 35121 Padova

Francesco Basso Live

********************************************************************************************

Si chiama Francesco e scrive canzoni. Tutte insieme sono "Audioresistenza e altre storie", dove cerca di raccontare i nostri tempi per come li vive e li vede, con la sua vita dentro.

Dopo un lungo periodo di crescita e composizione, torna sui palchi qui a Sherwood Open Live.

Apriremo le porte alle 19.30 e per l'aperitivo vi proporremo spritz, birre artigianali CRAK Brewery, vini scelti accuratamente, cicchetti e piatti sfiziosi.

Il concerto inizierà ore 21.30
Ingresso libero
Costo tessera 2017 : 2€

-Non conosci Francesco Basso? Te lo presentiamo noi!


https://www.facebook.com/audioresistenza/?fref=ts
http://www.francescobasso.it/

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Phill Reynolds • SOL#01]]>

Mercoledì 18 Gennaio 2017

Sherwood - vicolo pontecorvo, 1 Padova

riapertura Sherwood Open Live con

Phill Reynolds live

*********************************************************************

Phill Reynolds, cantautore folk-blues che abbiamo avuto modo di apprezzare diverse volte allo Sherwood Festival.

Apriremo le porte alle 19.30 e per l'aperitivo vi proporremo spritz, birre artigianali CRAK Brewery, cicchetti e piatti sfiziosi.

Inizio concerto ore 21.30
Ingresso libero

Costo tessera 2017 : 2€

*********************************************************************
- Non conoscete Phill Reynolds? Ve lo presentiamo noi!

Silva Cantele all’anagrafe, vicentino di nascita e formazione, Reynolds guarda fin dal debutto alla musica popolare a stelle e strisce. L’ispirazione gli arriva da colonne della musica folk come Woodrow Wilson “Woody” Guthrie e Bob Dylan.

Dopo più di duecento concerti da solista (Reynolds è anche musicista con i “Miss Chain & The Broken Heels”), tra Stati Uniti ed Europa, questo “one man band” continua a proporre il proprio linguaggio da “cantastorie errante” capace di raccogliere un pubblico in costante crescita. «Phill Reynolds – dice di sé il cantautore vicentino – è nato artisticamente alla fine del 2010, grazie al mio entusiasmo rinnovato per la chitarra acustica». Usciti due Ep, un disco registrato col telefono, un progetto come “Threelakes” e l’album “Love and Rage”.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Report - Holi, Il Festival dei colori - 20 giugno‏]]>

Holi, il Festival dei colori, torna a Sherwood Festival per la seconda edizione e l'attesa per questo evento è palpabile: oltre ventimila sono le persone che su Facebook hanno cliccato: "Parteciperò". Si sa che è un dato indicativo e da prendere con le pinze, ma dà l'idea della portata della serata. Promosso con la classica formula 1 euro può bastare, l'evento vede l'apertura dei cancelli già poco dopo le 16 di un caldo sabato pomeriggio. All'interno del festival tutti hanno la possibilità di acquistare le bustine di polvere colorata (composta da prodotti completamente naturali).
I primi ad entrare sono i più giovani e per l'occasione è impossibile non notare come tra i vestiti il bianco (consigliato dagli organizzatori) vada per la maggiore, almeno prima di dare il via al valzer dei colori. Il primo lancio collettivo, annunciato più volte dal palco, è atteso per le 17.


Funziona così: sul maxi-schermo parte il conto alla rovescia ai 60 secondi e allo scadere tutti sono liberi di gettare in aria le loro buste di colore. Assisto al primo lancio divertito nel vedere come negli ultimi secondi la gente cominci a correre, scendendo in fretta e furia dalla collinetta, per avvicinarsi al palco. E' il momento clou e la prima nuvola di colore può alzarsi in cielo: giallo, arancione, rosa, azzurro e verde si mischiano regalando ad ogni persona sfumature diverse. Niente viene risparmiato: capelli, visi, occhiali, maglie e zaini. Ogni cosa assume un tono nuovo ed inedito.
La scena dovrebbe ripetersi a cadenza di ogni ora con l'ultimo lancio a concludere la serata a mezzanotte. In realtà non sarà proprio così, ma poco importa (un po' di imprevedibilità non guasta mai), dato che ogni lancio sembra coinvolgere ed entusiasmare sempre più persone. I presenti infatti aumentano a vista d'occhio e il divertimento sembra non avere fine. Non è ancora buio e mi rendo conto di quante cose siano già successe, di quanto lunga sarà ancora la festa e di come risulti sempre più difficile notare persone "pulite".


La musica proposta dai numerosi dj continua ad evolversi e ci intrattiene dal Main Stage come sempre fino alla mezzanotte. Tra i tanti in consolle: TY1, SYMBIZ SOUND, CATCH A FIRE SOUND, TEAM HYPE e RIVERBROS. In seguito, per chi non è ancora stanco, la festa prosegue con l'after-show al second stage.
Holi è una grande festa e riesce bene. Sherwood si conferma la migliore alternativa, soprattutto quando tra le numerose e variegate proposte culturali in programma, trova spazio anche un simile evento, dedicato alla socializzazione e alla condivisione di un divertimento sano, semplice e alla portata di tutte e tutti. Visto l'enorme successo di pubblico, una terza edizione nel 2016 è più che auspicabile.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Portello Wake Up! - Festa del Portello Solidale]]>


Mercoledì 29 aprilepiazza Portello, Padova



Portello Wake Up! - Festa del Portello Solidale


I ragazzi della Palestra Popolare Galeano e La Tana Dello Studente vi invitano ad una giornata di festa e socialità in Portello.

Vivendo questo quartiere ogni giorno sentiamo necessario creare interazione tra studenti, abitanti, lavoratori, bambini.. ­
Non crediamo che una città vuota e silenziosa sia sicura e rifiutiamo il concetto di degrado associato alle persone. 

Il degrado è dove si chiudono gli spazi e si rendono inospitali le piazze, per questo abbiamo pensato di concentrare in una grande giornata tanti progetti che quotidianamente attraversano il Portello e Padova, in un momento festoso.



Programma della giornata:

ore 16.00

Giochi per bambini e giocoleria, esibizioni sportive e lezioni di prova di Muay Thai, Pizzica e Balli Caraibici

ore 17.00

Laboratorio per principianti di fotografia digitale (porta con te la macchinetta) a cura di Sherwood Foto 

ore 18.30

Presentazione di Ritagli, reading e live drawing in musica presentato dalla rivista indipendente La Marionetta 

ore 19.30

Esibizione dei Massima Tackenza con il loro nuovo album


Durante la giornata presentazione di tanti progetti e attività: il Cenaforum Psicoattivo, le ripetizioni popolari e la scuola di italiano Liberalaparola, lo sportello per i problemi abitativi ASC Padova , il Coordinamento Studenti Medi Padova, il mercato dei produttori locali "Campi Colti", i progetti del Collettivo S.P.A.M., il nuovo numero della rivista "La Marionetta" sulla città, i progetti della polisportiva San Precario e le idee dell’associazione Carichi Sospesi.


#occupydegrado

Quante volte ci siamo guardati attorno e non abbiamo riconosciuto il quartiere? Quante volte abbiamo sentito parlare da parte delle amministrazioni comunali di lotta al degrado, portando soltanto ad un peggioramento della qualità delle vita del Portello?

La zona centrale di Piazza Portello è diventata uno spazio vuoto. Studenti, commercianti, residenti e migranti hanno convissuto negli anni rendendo vivo e dinamico il Portello, partecipato dal continuo scambio tra queste differenze. Dopo anni di crisi economica e di ordinanze per la cosiddetta sicurezza, tuttavia, abbiamo assistito ad uno svuotamento dai suoi abitanti, ad una presenza sempre più ridotta degli studenti e all'esclusione delle diversità. Lo svuotamento è stato poi ulteriormente aggravato dagli svariati modi di progettazione di Piazza Portello senza render conto dei reali bisogni e dei desideri di coloro che quotidianamente ci passano o vivono nei dintorni.

Vediamo come sia difficile pensare alla solidarietà e ad un miglioramento della vita di quartiere. Eppure, in questi mesi abbiamo visto che una possibilità di interazione nel quartiere esiste: le realtà autogestite della Tana dello Studente e della Palestra Popolare hanno rappresentato dei punti di riferimento per l’aggregazione dei giovani e degli studenti. Il primo passo della lotta al degrado, è restituire ai suoi cittadini spazi urbani aperti alle relazioni nel quartiere; perché il degrado si combatte non lasciando dei luoghi chiusi e fatiscenti all'abbandono

Vogliamo invitare tutto il quartiere ad una festa di presentazione dei vari progetti che abbiamo portato avanti in tutto questo periodo, con lo spirito che li ha sempre caratterizzati, e di intrattenimento. Vorremmo che fosse un momento in cui Piazza Portello sprigioni energia e venga usata dagli abitanti per quella che dovrebbe essere la sua funzione principale: far incontrare le persone e condividere. Portiamo in piazza le nostre sedie, dei tavoli, tutto quello che manca e che è necessario per renderla vivibile; condividiamo il cibo, la musica, lo sport. Iniziamo a far risvegliare il quartiere e a mostrare la sua ricchezza solidale.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Chiuso! Marlene Kuntz al Pedro: biglietti omaggio]]>

Sabato 13 dicembre 2014 - CSO Pedro - via Ticino, 5 - Padova



MARLENE KUNTZ
"Catartica Tour 994 / 014"

 

Info sull'evento : articolo / facebook

 

In occasione della data al cso Pedro dello speciale tour per celebrare il ventennale di Catartica ed i venticinque anni dei Marlene Kuntz; Sherwood.it mette in palio 2 biglietti omaggio per l'attesissimo live.

 

Partecipare al contest è semplice, solo tramite i pulsanti qui sotto, condividete questo articolo sul vostro social network preferito e mandate una mail con i vostri dati (nome, cognome) a contest@sherwood.it con oggetto "Contest Marlene Kuntz".

 

I vincitori che verranno estratti saranno contattati via mail


CONDIVIDI ►►►►    ◄◄◄◄ CONDIVIDI

+

MAIL con i tuoi dati (Nome e Cognome) a >> contest@sherwood.it


CONTEST CHIUSO // I biglietti sono stati assegnati, seguici per i prossimi contest

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sugarpulp 2013 - Le culture del pop]]>

Giunto alla sua terza edizione e forte delle 7.500 visite registrate l’anno passato, torna anche quest’anno Sugarpulp, Festival che nelle giornate del 4, 5 e 6 ottobre trasformerà Padova nella capitale delle culture pop. Il progetto del Festival resta infatti saldamente ancorato nella letteratura di genere popolare, ma quest’anno si allarga per dare voce a nuove forme di narrativa come quelle rappresentate da cinema e videogames, ma anche altre forme d’espressione metropolitana, fra cui writing e parkour.

Presentata oggi da Giacomo Brunoro e Matteo Strukul, l’edizione 2013 di Sugarpulp vedrà già in apertura, venerdì 4 ottobre, uno dei suoi momenti più attesi con la presentazione della nuova serie Bonelli Orfani, la prima a colori della storica casa editrice, alla presenza dell’autore Roberto Recchioni, fra l’altro fresco neocuratore della serie Dylan Dog. Marco Pettenello e Simone Falso, lo sceneggiatore e l’aiuto-regista del recente film La prima neve di Andrea Segre, parleranno invece del cinema a Nord-Est fra low budget ed innovazione.

Il giorno successivo, sabato 5, l’evento forse più atteso del festival vedrà Tim Willocks, Massimo Carlotto e Nicolai Lilin interrogarsi sul rapporto fra libri e cinema, a partire dall’esperienza dei film tratti da tre dei loro libri più noti, rispettivamente Bad city blues, Arrivederci amore ciao ed Educazione siberiana. Seguirà la presentazione in anteprima nazionale dell’ultimo libro di Massimo Carlotto, il terzo della serie delle Vendicatrici (Einaudi).

Domenica 6, la criminologa Roberta Bruzzone parlerà di femmincidio, mentre la presentazione di Metro 2033, l’ultimo romanzo post-apocalittico di Tullio Avoledo, e la consegna del Sugar Prize a Massimo Carlotto chiuderanno il Festival. Un Festival legato al territorio ma dal respiro internazionale, che non ha paura delle contaminazioni e, partendo dalla letteratura di genere, produce cultura e relazioni.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[La regola del rumore]]>

Si può essere denunciati per interruzione di pubblico servizio mentre è in corso uno sciopero generale? Si può essere denunciati per violenza e lesioni perché uno scudo di polistirolo può diventare un'arma? Si può prendere per buona una prognosi di 45 giorni riferita a un agente colpito da un petardo? L'ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari di Padova afferma che non solo si può, ma che per questo si va in galera. Ha caratteri surreali l'ordinanza che dispone gli arresti domiciliari per due attivisti, l'obbligo di firma per altri due, l'autorizzazione a procedere penalmente per altri cinque. A un giurista certamente sembreranno fuori luogo e strumentali i richiami alla giurisprudenza consolidata più volte esibiti. Ma non servono competenze quando si legge che la locale azienda per il trasporto pubblico ha denunciato un disservizio protrattosi per altri 40 minuti (!) dopo la fine ufficiale dello sciopero; che gli “scudi utilizzati erano perfettamente idonei non solo a proteggersi, ma anche a cagionare lesioni” (pag. 7 ordinanza); che dallo scoppio di un petardo si possa ottenere quel tempo di guarigione che consente di disporre misure privative della libertà.

E' di libertà che stiamo parlando. Quella che i nostri padri e i nostri nonni hanno difeso con le armi. Quella che nella nostra città, come altrove, vale sempre meno. Quella che certi amministratori pubblici in carriera, con un passato di militanza a sinistra, ritengono vada sacrificata sull'altare del “diritto inalienabile alla proprietà”. Quella che i cinguettii del sindaco auspicano vada tolta a quei “patetici” attivisti che si battono per spazi e diritti che garantiscano una migliore qualità della vita. E' una miseria politica locale che trova perfetta collocazione nel quadro generale che caratterizza le modalità di risoluzione del conflitto sociale. Negli ultimi cinque anni al ministero di Giustizia si sono succeduti tre responsabili diversi per provenienza e collocazione politica. Al segretario particolare di Berlusconi Alfano, promosso a segretario fantoccio del Pdl, è succeduto il magistrato Nitto Palma, sostituito oggi dalla ministra “tecnica” Severino. Ma nulla è cambiato. Perché non è un problema di Giustizia: l'abbandono del welfare impone di governare sempre nello stesso modo le problematiche sociali. Il più semplice e il più educativo: quello dell'uso feroce della forza poliziesca, della criminalizzazione, della privazione parziale o totale della libertà, del carcere.

Sembrano lontane le sentenze definitive di quest'estate che condannavano a pene fino a 15 anni una manciata di manifestanti al G8 di Genova per aver danneggiato degli oggetti, ma è di queste ore la condanna a sei anni di reclusione per sei manifestanti (ai domiciliari da aprile) presi a caso tra quelle centinaia che il 15 ottobre 2011 si sono difesi in piazza San Giovanni dalle cariche omicide praticate dalle nostre polizie. Ancora una condanna pesantissima a fronte di un tema di prova che non riesce a mettere in evidenza la responsabilità oggettiva dei singoli. Ancora galera. Bisogna far rumore. Bisogna che un paese assuefatto da qualche decennio alla semantica dell'emergenza sia intontito, assordato da quattro polizie perennemente in assetto antisommossa e da inchieste che isolano e puniscono i violenti. Così può concentrarsi su una scaramuccia di pochi secondi davanti alla stazione di Padova e dimenticare il volto tumefatto e insanguinato di quell'adolescente che nelle stesse ore a Roma veniva preso a calci in faccia da un poliziotto. E le altre decine di feriti, molti gravi, che si sono registrati in tutte le principali piazze del paese in una giornata di lotta diffusa. Così può domandarsi se, a fronte della profonda crisi economica e di impoverimento crescente, è opportuno battersi per la difesa del posto di lavoro, del reddito, dello studio, dei diritti per tutti.

Questa di Padova è una squallida operazione di intimidazione nei confronti di soggetti tra i più attivi nei quadranti delle lotte territoriali, obbedendo in parte a motivazioni di carattere localistico. Ma dall'altra parte si colloca coerentemente nello scenario più ampio del conflitto sociale, sottolinea nodi non risolti nella determinazione dei rapporti di forza: cavalca le opportunità offerte da quel vuoto, aperto da più di un decennio, relativo alle regole di ingaggio, all'uso della forza e delle armi in funzione di ordine pubblico, all'identificabilità delle divise, alla mancata introduzione del reato di tortura (mentre lo scudo diventa offensivo). Lavora a dimensionare come condivisibili iniziative giudiziarie assolutamente sproporzionate rispetto alle pretese di imputazione e ai relativi sostegni accusatori. Collabora a rendere compatibile lo stato della crisi. E' dunque fortemente politica, collusa. Per questo va energicamente rifiutata, combattuta, smontata.

Non ci avrete mai come volete voi.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Blitz della polizia ed arresti per gli scontri a Padova del 14 Novembre 2012]]>

Padova 7 gennaio ore 7.30: è in corso un'operazione di polizia con perquisizioni e misure cautelari per la giornata europea di sciopero del 14 novembre. Finora si sa di 4 perquisizioni con notifica di arresti domiciliari e obblighi di firma.

Il 14 novembre 2012, anche a Padova, come in tutta Europa, in migliaia studenti, precari, lavoratori erano scesi in piazza e dopo un lungo corteo per la libertà di movimento, la polizia aveva caricato i manifestanti nel piazzale della stazione.

Aggiornamento:

Ore 10.30 - E' confermato che sono state effettuate 4 perquisizioni e sono stati notificati 2 arresti domiciliari e 2 obblighi di firma oltre a risultare denunciate altre 5 persone.

Le accuse riguardano i fatti del 14 novembre 2012 (ovvero la giornata di mobilitazione europea) e sono quelle di interruzione di pubblico servizio, resistenza aggravata a pubblico ufficiale e lesioni in concorso. L'operazione è firmata dal PM Matteo Stuccilli.


"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8710ee971e_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8710ee971e") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8710ee971e .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8710ee971e") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

Comunicato del CSO Pedro

PADOVA LIBER@ TUTTI, LIBERI SUBITO!

Questa mattina la Questura di Padova ha notificato a quattro attivisti, dopo averne perquisito le abitazioni, gravi misure di restrizione della libertà personale. Le imputazioni sono legate alla giornata di iniziative europee del 14 novembre a Padova.

Ci ricordiamo a tutti cosa ha significato quella giornata:
nell'ambito di una vastissima mobilitazione di sciopero europeo, centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza in centinaia di città, in Italia ed in Europa. Anche a Padova oltre 5000 studenti e precari si sono riconquistati il diritto di lottare per il proprio futuro, andando oltre i confini del percorso previsto e bloccando tutta la città fino ad arrivare in stazione, gioiosi e determinati. Proprio nel piazzale delle FS il corteo, come è avvenuto in tantissime città d'Italia dove è stata ampiamente documentata la violenza delle Forze dell'Ordine, è stato brutalmente caricato dagli agenti in tenuta antisommossa quando ha deciso, in maniera condivisa e collettiva, di avvicinarsi agli ingressi della Stazione. Nonostante la violenza della celere tutti gli studenti sono ripartiti per le strade continuando la manifestazione. Tutto si è svolto alla luce del sole.
Già dall'alba i lavoratori delle cooperative avevano iniziato a bloccare la zona industriale, mentre durante il corteo studentesco migliaia tra studenti medi e universitari, lavoratori, migranti e precari, hanno affermato il loro rifiuto delle logiche dell'austerity e dei sacrifici come soluzione ad una crisi che nessuno di noi ha causato.

Il ciclo straordinario di occupazioni nelle scuole che da quella giornata è scaturito, così come le altre giornate di mobilitazioni successive, racconta il carattere costituente di alternativa che le pratiche del 14 novembre, condivise da tutto il corteo, hanno rappresentato.

Ci ricordiamo anche la criminalizzazione che nei giorni successivi ha occupato il dibattito politico cittadino, dove i soliti settantenni nostalgici degli anni '70 (quelli si sono sempre gli stessi) hanno dato libero sfogo all'ormai trito repertorio di accuse e teoremi. Il modo migliore di sottrarsi al confronto con la realtà di quella giornata, che ha parlato invece del protagonismo di un'intera generazione che vuole conquistarsi un futuro degno.

Stiamo parlando di chi, con la criminalizzazione dei movimenti, cerca di nascondere la sua incapacità di trovare soluzioni concrete ai problemi che ci troviamo oggi ad affrontare: loro grigi e proni all'austerity, noi sempre più liberi e pensanti.

Se credono di spaventarci così, si sbagliano di grosso!

Appuntamento domani,
martedì 8 gennaio alle 12.30 in stazione,
per una conferenza stampa

in cui faremo chiarezza sulle menzogne relative al 14 novembre e per lanciare le prossime mobilitazioni.

Finché Zeno ed Enrico non saranno liberati e finché tutte le misure non saranno ritirate non ci fermeremo.

Non ci avrete mai come volete voi!

Cso Pedro

Dalle scuole alla città... liber* tutt* subito!

Questa mattina, lunedì 7 gennaio, la polizia si è presentata e ha perquisito le case di quattro attivisti accusati di violenze durante il corteo della manifestazione del 14 novembre, altri cinque sono indagati.

E' stata la manifestazione più grande e partecipata di un autunno intensissimo che ha visto gli studenti di tutta Italia mobilitarsi per il proprio futuro. Quel giorno, nella data di sciopero europeo contro le politiche di austerità, eravamo migliaia a manifestare per le vie del centro: studenti, professori, universitari, disoccupati, lavoratori, precari e migranti, tutti uniti per costruire un'alternativa al modello economico della crisi.
In migliaia non ci siamo accontentati del percorso imposto al corteo e abbiamo scelto, tutti insieme, di proseguire, sfidando i blocchi e le zone rosse imposti da chi ritiene che la protesta di una generazione precaria sia solo un problema di ordine pubblico.
Arrivato in stazione il corteo era determinato a continuare i blocchi e nel momento in cui ha tentato di avvicinarsi al piazzale abbiamo assistito all' immediata reazione della polizia, che ha violentemente caricato i manifestanti senza freno e controllo, come del resto abbiamo visto accadere in troppe città d'Italia quel giorno.

Oggi quattro dei manifestanti sono stati prelevati all'alba dalle loro abitazioni e portati in questura, dove sono stati notificati arresti domiciliari e obbligo di firme cautelari in quanto "organizzatori" delle violenze.

Il 14 Novembre in piazza ed in stazione c'eravamo tutti e tutti insieme, determinati, abbiamo scelto di riprenderci il diritto di far sentire la nostra voce e di continuare a denunciare le profonde lacune nel sistema scolastico italiano che non ci danno la formazione adeguata per sperare in un futuro dignitoso nel mondo del lavoro.
Siamo gli studenti che da sempre lottano per la propria scuola, per il proprio futuro e per quello di chi vive attorno a noi: per questo riteniamo inaccettabile tale operazione che altro non è se non un tentativo di intimidire un movimento che negli ultimi mesi ha dimostrato la propria forza e determinazione.

Abbiamo manifestato in piazza numerose volte, abbiamo occupato decine di scuole per dimostrare quanto sia importante un cambiamento.
Chiediamo a nome di tutti gli studenti che si sono mobilitati negli scorsi mesi l'immediata revoca di queste misure cautelari e l'apertura di un dibattito costruttivo sulle problematiche che ci hanno portati in piazza perchè la risposta non può e non deve essere questo ridicolo tentativo di repressione della polizia, derivato da una politica cittadina ottusa, che chiude gli occhi di fronte al dissenso.

Per questi motivi nei prossimi giorni parteciperemo e saremo tra i protagonisti di tutte le mobilitazioni contro la vergognosa operazione di questa mattina, che saranno lanciate nella conferenza stampa di domani, martedì 8 gennaio alle ore 12.30 in Stazione FFSS, luogo simbolico in cui il 14 Novembre qualcuno ha tentato di chiudere la bocca a chi invece vuole continuare ad urlare.

Coordinamento Studenti Medi Padova

Da Napoli: libertà per i compagi del Pedro!

Apprendiamo con rabbia dell'operazione di ps che alle prime luci dell'alba è scattata contro i nostri compagni di Padova con arresti domiciliari e perquisizioni.

La Procura e la Questura di Padova hanno messo agli arresti domiciliari due compagni del CSO Pedro ed hanno costretti altri due all'obbligo di firma quotidiano.

I reati contestati sono quelli che riguardano la straordinaria mobilitazione del 14 novembre scorso che vide il protagonismo di migliaia di studenti ed attivisti in tutto il paese ed anche a Padova. Una settimana di mobilitazione che si aprì con la cacciata del ministro Fornero da Napoli durate in occasione del vertice italo-tedesco e proseguì con le mobilitazioni in tutto il paese fino allo sciopero europeo del 14 novembre, primo grande esperimento – riuscito – di mobilitazione europea reale.

Oggi per la giornata di lotta di Padova giudici e poliziotti chiedono di pagare il conto a Zuzzu, Zeno, Mattia e Zenzi, quattro nostri fratelli a cui oggi viene ristretta la libertà.
Siamo nati per rompere i recinti e non per rimanerci chiusi dentro.

Rompere il recinto delle politiche di ausetrità dettate dalla troika e dal Fondo Monetario Internazionale. Rompere il recinto di un teatrino della politica intendo a programmare la continuità delle politiche di rigore con o senza Monti.

Rompere anche quel processo continuo di criminalizzazione e repressione delle lotte sociali che stanno mettendo in campo in tutto il paese.

Siamo vicini ai nostri compagni colpiti dalle restrizioni delle libertà, a tutti i compagni e compagne del CSO Pedro di Padova. Pronti a mobilitarci per la liberazione immediata dei nostri fratelli.

Laboratorio Occupato Insurgencia
D.A.D.A.
Laboratorio Mezzocannone 12
Auditorium Occupato Carla e Valerio Verbano
Rete Commons

Comunicato di solidarietà da Trieste

Il 14 novembre eravamo in piazza, a Trieste come a Padova e come in moltissime città italiane ed europee. Era una giornata di sciopero generale europeo ed nelle strade eravamo in tanti, studenti, operai, insegnanti, disoccupati, precari. Quei tanti che sono le prime vittime di una crisi che non hanno causato, quei tanti che continuano a lottare
contro l’austerity e che vogliono, pretendono un futuro possibile, bello, libero e degno. Quel giorno si è ripetuta nelle strade – e la vediamo ripetersi oggi - una storia vecchia e già vista, ma non per questo meno orribile e pericolosa: il tentativo di reprimere i movimenti attraverso una violenza da parte delle Forze dell’Ordine del tutto spropositata e attraverso operazioni di repressione come quella che abbiamo visto compiersi oggi a Padova nei confronti dei nostri compagni.

E allora ci ritroviamo ancora una volta a dire che questo è solo l’ennesimo tentativo di criminalizzare chi lotta per un futuro migliore, chi ci crede e vuole realizzarlo, assieme, ogni giorno, nelle strade come negli spazi sociali e nelle scuole. E’ un tentativo che già conosciamo, e che non ci spaventa. Dà solo conferma alla nostra forza, alla nostra libertà e alla nostra consapevolezza di avere ragione. Le loro gabbie non ci spaventano né ci fermano, sono solo specchi del loro essere servi dell’austerity, e della loro paura di chi è libero e pensante.

Gridiamo forte tutta la nostra solidarietà e fratellanza a Enrico e Zeno, ai compagni sottoposti al vincolo di firma e a tutti i compagni denunciati.

Non ci avrete mai come volete voi!

Casa delle Culture Trieste



]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)