<![CDATA[cso-pedro | Sherwood - La migliore alternativa]]> https://www.sherwood.it/tags/974/cso-pedro/articles/1 <![CDATA[Worries In The Area 6: Foundation VS Stereo 5]]>

Sabato 29 Febbraio 2020Centro Sociale Occupato PedroVia Ticino, 5 – Padova, Italy


BomChilom Sound presents:

Worries In The Area 6

www.facebook.com/worriesinthearea

Dubplate Soundclash


"Highest Level Soundclash" 2018 Winner:

Foundation Sound

(Groningen, Olanda)

www.facebook.com/foundationsound1


VS

"US Rumble" 2019 Winner:

Stereo 5 Sound

(New York, U.S.A.)

bit.ly/Stereo5sound


Apertura Cancelli: 22.00

Inizio Clash: 24.00 (puntuali)

Ingresso: 15 Euro

Informazioni:

worriesinthearea@gmail.com
www.facebook.com/worriesinthearea
www.facebook.com/bomchilom


Come raggiungere la location:

In auto: 
Coordinate GPS - 45.424055, 11.870935

In treno: 
(Per info sugli orari: www.trenitalia.com) Stazione Padova Centrale, imboccare il sottopasso e prenedere "Uscita Arcella", girare a sinistra e proseguire per circa un chilometro su via Annibale da Bassano finchè sulla sinistra si trova Via Ticino (davanti al benzinaio ERG).

In aereo: 
Padova è facilmente raggiungibile dall'Aeroporto di Treviso (TSF) e da quello di Venezia (VCE) con bus di linea BUSITALIA (www.fsbusitalia.it). Dall'Autostazione di Padova entrare nella Stazione dei treni, imboccare il sottopasso e seguire le indicazioni riportate nel punto precedente.


Dove dormire:

Hotel Giovanni
Via Terenzio Mamiani, 17 – Padova
www.hotelgiovanni.it
+39 0498073382
2,6 km dalla location / from the venue

Bed and Breakfast Gioia
Via Pietro Liberi, 10 - Padova
www.bbgioia.com
+39 3930116407
874 mt dalla location / from the venue

Hotel Casanova
Via Annibale da Bassano, 45 - Padova
www.hotel-casanova.it
+39 0498643889
304 mt dalla location / from the venue

Hotel Al Cason
Via Frà Paolo Sarpi, 40 - Padova
www.hotelalcason.com
+39 049662636
670 mt dalla location / from the venue

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Link Up In The Area 3]]>

Venerdi 28 Febbraio 2020C.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


BomChilom Sound
 presents:

Link Up In The Area 3

Worries In The Area Soundclash 6 Pre Clash Link-Up

Vai all'evento del clash


International Reggae Dancehall Juggling Night

Are you going to attend "Worries In The Area 6" ? Reach Padova on Friday February the 28th! Join us at #LinkUpInTheArea and play some gems from your dub box. All soundmen are invited to juggle their dubplates and 45. please let us know at worriesinthearea@gmail.com

The line-up will be released as soon as possible


Dalle 18.00 alle 4.00

Ingresso: 3 Euro

Pizza / Food / Beer / Cocktail

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Efog 27 al Cso Pedro]]>

Venerdì 13 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Efog 27 w/
Katatonic Silentio

 

Katatonic Silentio è sound designer, produttrice e ricercatrice indipendente in arti sonore e performative, nuove tecnologie e studi sul corpo. Potrebbe bastare questo per incuriosire se non fosse che le sue release sono state suonate in innumerevoli set dai dj di mezzo mondo. Il suo live per #EFOG27 sarà un concentrato di energia ad altissima intensità.

Nel mezzo Cristiano Nonnato, dj difficilmente etichettabile e con una bag di dischi che nemmeno Jurij Gagarin... E i nostri fidati resident con dj set, live e visual show.


Apertura cancelli ore 23.00 - Ingresso 5 euro


Line up:

Katatonic Silentio
live set

Idga
dj set

RDMGRL
live set

Cristiano Nonnato
dj set

Algrain
vj


Katatonic Silentio - live
Sound designer, produttrice e ricercatrice indipendente in arti sonore e performative, nuove tecnologie e studi sul corpo. Tra le espressioni musicali e culturali che la spingono ed alimentano troviamo la sound art e l’art-ivismo in generale, il cyberfemminismo e la queer culture di più ampio spettro.
Musicalmente, i suoi set spaziano da atmosfere profonde a veloci passaggi cinematici, ispirati da jungle, deep drum and bass, sperimentale, break e downtempo.
Ha pubblicato release per Bristol Normcore, CyberSpeak, Haunter Records, Biodiversità Records, One Instrument, Beat Machine Records.
www.soundcloud.com/katatonicsilentio

Idga - dj set (51beats / Electronic Fog)
Idga è un compositore e perfomer fortememte influenzato dalle sonorità post punk. Amante dell’idm, industrial e techno i suoi brani sono caratterizzati da sonorità scarne e trasversali: beat scuri, introspettivi e melodie mai banali fanno l’occhiolino al dancefloor. Esordisce nel 2011 su Stato Elettrico con l'ep selftitled (SE029), arriva nel 2013 alla prova dell’album "Horror Pleni" (51bts040) per 51beats, pubblica nello stesso anno su Electronic Fog l'ep "In the meantime" (EFOG003D) e nel 2015 sforna il 12" in vinile "No Glitter, No Pictures" [51vin003], sempre per 51 beats. Nel 2017 partecipa con due tracce alla compilation "Gravity and Quantum Mechanics 2" [51bts051-51bts005CD] VV.AA. Nel luglio 2018 pubblica l'ep "SPIN UP" (EFOG012).
soundcloud.com/idga

RDMGRL - live set (Electronic Fog / Parallel Horizon)
Synth, drum machine ed effetti danno origine ad un set orientato al dancefloor ma senza cedere a compromessi: sonorità crude, acide e talvolta distorte. Nel nuovo live si possono trovare tutte le influenze e le esperienze passate: dall'ambient ipnotico ai breakbeat hiphop, dai caldi bassi del dub alle celestiali melodie IDM. Tra le ultime release da segnalare quella su Electronic Fog (Vexed EP) e su Parallel Horizon (This Space Sucks EP).
www.electronicfog.net/artists/rdmgrl

Cristiano Nonnato - dj set
Cristiano Nonnato è un dj che difficilmente può essere etichettato. Nei suoi set non esiste regola e stile se non l’avida e onnivora fame di musica. L’importante è che il pezzo abbia ”quel-non-so-che” e che il risultato finale sia un moonwalking spiritato.
www.mixcloud.com/cristiano-nonnato

Algrain - visual show (Electronic Fog)
Inizia nel 2013 la sua esperienza e collaborazione come live performer VJ, video/teaser maker per il gruppo electro-pop NYŪ (I), vanta collaborazioni in campo internazionale rispettivamente con gli austriaci Elektro Guzzi (A), The Analogue Cops (D), Lucretio (I) e lo sloveno Christian Kroupa (SLO). Nelle sue performance unisce video manipolati analogicamente da sintetizzatori-video e mix analogici uniti a computer graphics per ottenere pattern ed entità tridimensionali strobo caleidoscopiche. Attualmente oltre ad essere parte del collettivo Electronic Fog dove assieme a Nichi List cura la parte di visual, collabora anche con il duo berlinese The Analogue Cops (D) e lavora a vari progetti A/V tra cui Nightjars (D) ed Epilessie (I).
www.algrain.xyz

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[10 years of Bad Vibes al Cso Pedro]]>

Sabato 7 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


 

10 years of Bad Vibes

 

Bad VIibes compie 10 anni: vi consigliamo di venire a festeggiarli con noi! Per l'occasione, terzo appuntamento della stagione, abbiamo pensato di dare spazio a due tra i migliori producers italiani: Invadhertz b2b Ephyum. Fuoco assicurato!


Apertura ore 23 - Ingresso 5 euro


Line up:

Invadhertz
(Bad Taste Recordings, Flexout Audio)

b2b

Ephyum
(Cause4Concern, Bad Taste Recordings)

Fractale
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex

Hosted by:

Mc Buzz outta Massima Tackenza b2b Mc Shado

Scratches by:

Linch

Special 3D Videomapping by:

Audiogram Lab

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Una pizza per Lesvos Calling]]>

Venerdì 6 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Una pizza per Lesvos Calling

 

Venerdì 6 dicembre dalle ore 19.30 vieni a sostenere la campagna di solidarietà attiva per le migliaia di persone confinate sull’isola di Lesvos in Grecia.

Una serata per finanziare la spedizione degli indumenti raccolti per le persone che si trovano nel campo hotspot di Moria.
Una serata per sostenere il progetto Kit igienico per donne nel campo di Moria a Lesbo, una raccolta fondi per l’acquisto di prodotti per l’igiene intima per donne e ragazze (circa il 30% della popolazione del campo di Moria): fai la tua donazione, clicca qui: sostieni.link/23800


È richiesta la prenotazione: chiama il 348 0099411 o scrivici a lesvoscalling@gmail.com


Pizza e bibita/birra grande 15 euroPizza e bibita/birra piccola 12 euro


Sono gradite donazioni!

17.535 tra donne, bambini e uomini vivono dentro e fuori il campo di Moria, sull’isola greca di Lesvos, accampate all'interno di tende o baracche improvvisate attendendo fino anche a due anni l'inizio del proprio iter per la domanda d'asilo. Ciò è causato dalle politiche di chiusura dei confini da parte dei governi europei e dell’ignobile accordo firmato tra UE/Turchia nel marzo 2016. Questo accordo obbliga le persone che arrivano in Grecia e sulle isole greche a rimanere confinate nell'isola "per legge". Una clausola di "restrizione geografica", sostenuta dall’Unione europea per impedirne il movimento. infatti, costringe le migliaia di persone in Grecia e sulle isole.
L'alto numero di arrivi degli ultimi mesi ha fatto “esplodere” il campo (anche definito come hotspot di Moria), rendendo estremamente difficoltoso l'accesso a servizi primari come cibo, acqua calda, vestiti puliti o un letto.

La situazione a Lesvos e sulle altre isole hotspot è ormai al collasso.

Dopo il viaggio conoscitivo sull'isola (bit.ly/2OxKACe) nel mese di ottobre abbiamo deciso di attivare alcune iniziative di solidarietà concreta.
La raccolta di indumenti e scarpe invernali che abbiamo lanciato è andata molto bene, vogliamo ringraziare tutte e tutti coloro che hanno risposto al nostro appello (bit.ly/2QI0UU1).
Ora è il momento di organizzare la consegna.
Vogliamo che sia una consegna collettiva con una delegazione che si recherà a Lesvos i primi di gennaio 2020.
Il viaggio in furgone degli indumenti raccolti e i kit igienici per le donne ha dei costi molto alti per questo ti/vi invitiamo a questa cena di finanziamento. Il ricavato andrà a sostegno della spedizione a Lesvos.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Andrea Laszlo de Simone al Cso Pedro - Live Report]]>

 

Il Black fra i dei di Andrea Lazslo De Simone

 

Tutta la volontà d’un tratto se ne va, di fronte all’ovvietà, tutto questo è immensità.


Ombre, fumo e neon lattescenti tratteggiano il palco disposto ad orchestra, tra sovra-elevati e terreni. Un suono celestiale condotto magistralmente dagli archi conduce alla figura in ombra di Andrea Lazslo De Simone che a poco a poco compare sulla scena.

L’identikit di Lazslo è riassumibile in questa descrizione: baffi alla Frank Zappa, capelli in disordine, giacca di velluto ed una bocca sghemba che racchiude una sigaretta perennemente accesa.

È come ritrovarsi hic et nunc seduti a fissare estasiati un palcoscenico da teatro, il tutto però all’interno di un Centro sociale come il Pedro e per lo più in piedi tra un pubblico ben fornito.

Sono proprio nel mezzo di quel pubblico concentrato e un po’ immobile, tra le quali serpeggiano informazioni più varie «Questa è Immensità, nuovo disco», un ragazzo spagnolo dichiara «Me gusta mucho». Dietro di me ho lasciato due amici: Cristina resta dietro, ha necessità di concentrarsi fuori dal mucchio, Antonio, nonostante la premessa che sarebbe andato via presto, resta fino alla fine e, non avendo mai ascoltato prima Lazslo dichiara: «Un mix italiano Battisti-Modugno e Battiato, ma con il
riferimento ai Portishead».

Questi connotati musicali vengono pedissequamente associati al progetto di De Simone, ma proprio venerdì ho pensato a tutt’altro. Il personalissimo tocco armonico e compositivo va oltre ad ogni riferimento, che, per carità, in via mediata e superficiale ci stanno tutti. Il live però si atteggia ad una vera e propria colonna sonora di un film autobiografico un po’ retrò, in cui essere essenzialmente se stessi. Stop.
La prima parte del concerto è dedicata alla suite di quattro tracce racchiuse in un’unica sinfonia. Rispetto a quanto si ascolta in vinile ed in digitale, il portato live è sul serio incantato, fra code lunghissime, gingillii delle pianole a mo’ di carillion meccanico, pizzicature di corde e chorus sfocati.

I 4 pezzi scorrono con un’unione sincronica dei 9 componenti. Non siamo dinanzi ad Andrea Lazslo più accompagnatori, ma ad un tutt’uno, affiatato ed empatico, che rende con chiarezza tangibile, quanta passione è racchiusa in tale progetto, ad oggi con le news di Giulia Pecora al violino, Clarissa Marino al violoncello e Stefano Piri Colosimo alla tromba e al flicorno.

I pochi silenzi vengono subito colmati con lunghi e scroscianti applausi da parte del pubblico. Mentre inizia Conchiglie, un fascio di luce centrale si dispone proprio in un guscio di led, mi volto a guardare i volti illuminati attorno a me: una ragazza si asciuga una lacrima miscelata a mascara colante, quasi intravedo la felicità che galleggia nei suoi fondali. È forse proprio qui che ho compreso quanto può, realmente, la musica.

Il nuovo lavoro del 2019, per l’appunto Immensità targato sempre 42 Records, è un esperimento musicale a 360°, dal particolare all’universale, da ascoltare come una traccia unica onde evitare di perdere la magia che interconnette ogni singola unità.

La seconda parte del live prende piede con l’incipit «Che ne dite se facciamo i pezzi di Uomo Donna?» (l’album d’esordio del 2017), e da qui a Sogno l’amore è un attimo.
Il pezzo procede in tutta la sua magnificenza, d’altronde siamo dinanzi ad una delle migliori canzoni scritte (almeno) nell’ultimo quinquennio. Chiudo gli occhi e mi lascio trasportare. Ho un flashback bianco e nero di una processione di fedeli, tra una Madonna Addolorata ed un Gesù deposto, in una sorta di connessione trascendentale tra realtà e sogno.

Subito dopo Vieni a salvarmi viene eseguita in una sorta di recap psichedelico e più veloce rispetto alla versione studio. Gli stacchi circolari di piano e chitarra, scandiscono un tempo vorace, mentre la paura che tutto stia per finire si accavalla.

Il gruppo ripercorre quasi tutta la tracklist dell’album, dalla sentimentale Meglio, con il piano grande protagonista, a La Guerra dei Baci con i chorus anni ’60 di «Pappapparapappappà» e gli arpeggi acustici, sino ad un bis conclusivo con la viscerale Solo un uomo.

Sento le parole del pezzo che mi coinvolgono, «A volte perdo parti di me, resto così solo, in stati di abbandono», mentre l’armonia ancestrale mista alla melanconia tutt’altro che latente, esplode con un repeat incessante di «Sono-solo-un-uomo».
Le luci si abbassano, gli applausi faticano a cessare, e non resta che imbottigliare l’emozione in un nuovo giorno.

Andrea Lazslo lo si ritrova come un amico simpatico e fedele al bancone del bar mentre abbraccia il suo pubblico, firma i dischi e fa fotografie con i tanti che attendono religiosamente in fila. Mentre lo fisso e attendo anche io di parlargli, proprio come una vera fan-quindicenne, penso che probabilmente è stato uno dei pochissimi concerti in cui gli smartphones son rimasti più in tasca che in aria. Un miracolo.

In finale, credo che Andrea sia in tutto e per tutto un artista che sa toccare le corde più nascoste e distanti, in maniera inconsapevole e inconsueta. È per me, una sorta di comfort food dell’anima.

La data di Padova è purtroppo una fra le sole 4 date annunciate del tour invernale, ad oggi terminato. È tempo infatti di attendere un nuovo arrivo in famiglia, tutto il resto può entrare momentaneamente in pausa.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tecniche Perfette XVII al Cso Pedro]]>

Sabato 23 NovembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Tecniche Perfette VII
Semifinale Veneto

 

Opening act:

Apollo Kids (TN)
www.instagram.com/apollo_kids


Hosted by:

Kiave
(Blue Nox Academy)
www.facebook.com/kiaveofficial

Mastafive 
(TP/ MTV Spit!)
www.facebook.com/Mastafive

Dj Double S 
(TP/CitySound/Fabri Fibra offical dj)
www.facebook.com/djmais


Co-host:

Mbassadò
(EAD/intl live/Ear 2 the Street)
www.facebook.com/IntlliveHipHopItaly


Apertura ore 22 - Ingresso 5 euro


Dal 2003 Double S e Mastafive sono in giro per la penisola in cerca del migliore MC da battaglia.
Una battle dopo l'altra si sono distinti rapper del calibro di Mondo Marcio, ENSI, Clementino, July B, Emis Killa, Nitro, Noema, CaneSecco, Kenzie, Moreno MC, Kenzie, Fatt, Lethal V,Maik Brain, Morbo, Reiven, Shekkero, BLNK, Frenk.


Iscrizioni:

bit.ly/IscrizioniTPXVII
(Iscrivetevi sul link o in orario utile entro le 22.15 in loco, per favore non postate le iscrizioni tramite post sulla bacheca)
Per poi perfezionarle sotto forma di conferma in loco la sera stessa dell'evento entro le h22.15

Come raggiungerci:

In auto: uscita Padova Ovest poi segui per il centro scendi dal cavalcavia Camerini te lo trovi sulla destra dopo rotatoria in via Ticino appena prima del benzinaio ERG.
In treno/ a piedi/bici: Per raggiungere il Cso Pedro dalla stazione dei treni di Padova, uscite al sottopasso uscita Arcella, poi sono meno di 10 minuti a piedi seguendo via A.da Bassano, all'altezza del Benzinaio ERG troverete via >Ticino alla vostra sin.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[No Borders dj Night al Cso Pedro]]>

Venerdì 22 Novembre
C.S.O. Pedro
Via Ticino, 5 - Padova

 

No Borders Dj Night

 

La scuola di italiano libera e gratuita per stranieri Liberalaparola è lieta di invitarvi alla festa di autofinanziamento No Borders Dj Night!


Apertura ore 21.30 - Ingresso 2 euro*


*I proventi della serata serviranno a finanziare le attività della scuola di italiano per stranieri Liberalaparola


Line up della serata:

 

Workshop di danza afro con il gruppo Ringopeople

Je Rino aka dj Rino
(Afro beat dj)
+
SlimSoldier Ibhasuote
(rap)

Dj Galleh
(original sound from Gambia)

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Brusco al Cso Pedro - Live Report]]>

É un sabato sera davvero piovoso quello del 16 novembre, siamo nel pieno dell’autunno e questo tempo solletica, assieme alle feste imminenti, l’immaginario invernale. Ma per alcuni, invece, i pensieri sono ancora rivolti all’estate, alle good vibes, a quelle nottate senza fine dove stare assieme agli amici, godendosi il caldo che rallenta tutto fino a fare sembrare il tempo infinito.

Brusco sarà live tra poco al Cso Pedro e mentre entriamo nel posto le gocce bagnano il viso offuscando la vista, l’umidità assale le ossa e la famosa canzone di Gianni Morandi risulta una verità inattaccabile. Il ricordo della bella stagione passata si fa costante nella fantasia, e già la Padova detestata per l’afa appare meno brutta.

Ma, la vita è sempre un Ma. Le cose migliori a volte accadono senza che te l’aspetti. Entriamo al Pedro e siamo travolti dal sound system dei Bomchilom, giustamente Brusco è l’ospite per festeggiare i primi 15 anni della loro storia, e la sala non è ancora piena. La gente è in coda, o appoggiata al bancone del bar, gira qualche sigaretta al piano di sopra e noi ordiniamo delle birre belga per riscaldarci.

Il set dei Bomchilom non sta già sulle vette dancehall, per ora c’è del reggae molto soul che corrobora l’ambiente e lascia piacevolmente sospesi. Lo vedi nei visi rilassati, nelle espressioni contente. È come se il tempo si fermasse, come in quelle sere d’estate. La pioggia e scazzi annessi sembrano solo un ricordo lontano, di qualche viaggio nordeuropeo di mesi prima, frammenti confusi dalla dissolutezza.

Così trascorre la prima ora e mezza, fra una parola a una risata, un ballo lento, dinoccolato, sciolto nel mare di birra e vociare, nemmeno fossimo distesi sulla superfice del mare, durante un bagno la notte. Sappiamo che arriverà Brusco, sappiamo che la gente, sempre più, si sta affacciando sottopalco.

Se ti chiedono perché il Pedro è un mondo a sé, bello, un qualcosa di alieno, positivo, Istanbul (alla Litfiba) rispetto al resto del clima padovano, citagli pure queste “buone vibrazioni”. Lasciagli questa scia di informazioni, condividigli lo Shazam di Romain Virgo Need You che campare sullo schermo del mio telefono.

Brusco esce, sale sul palco, finalmente! Infiamma la folla e abbatte le ultime barriere prima del lasciarsi andare totale. È una grande onda che il pubblico segue e canta, dalle hit pop alle nuove gemme citando cultura, rispetto, origini per un sound e determinate filosofie di vita. Non gli si può dare torto quando dice, riassumendo: “alle persone normali che gliene frega dei tiraggi di certi artisti?”.

Se ci sono dei concetti che le figure di Bomchilom e di Brusco possono trasmettere, comunicare, più che insegnare, sono un’attitudine, un’esperienza diverse nel modo di vivere la musica, le quali hanno una loro profondità e un loro senso, distanti dal vuoto di sentimenti, intenzioni e volontà che spesso caratterizzano le produzioni odierne. Quella di Brusco è musica impegnata, impegnata rispetto a ciò che ci rende umani sociali.

Una volta finito il live, la nottata prosegue profonda con altre danze, e qui i Bomchilom scaldano e danno misura del groove generando una dancehall “polleggiata” ed energica, distesa e positiva. Questi sono sabati da ricordare (e che ci ricorderemo).

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Efog 26 al Cso Pedro]]>

Venerdì 15 NovembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Efog 26
w/ Good Cynical Practice

 

L'esordio nei club per i Good Cynical Practice sarà il momento clou di EFog26. Il trio padovano, con un bagaglio di esperienze che parla da solo, ha preparato per l'occasione un live che è un torpedo ad alta velocità per voce, sintetizzatori analogici e batterie elettroniche, in cui un arrangiamento dandy dei testi é combinato al minimalismo più acido alla funzionalità ritmica proto-rave.
L'apertura delle danze è affidata a Shazwa e alla sua inseparabile Roland Sp404.
Nel mezzo i nostri fidati resident djs e vj.


Apertura cancelli ore 23.00 - Ingresso 5 euro


Line up:

Good Cynical Practice
live

Federico Gabrielli
dj set

M.T.M.
dj set

AlGrain
vj

Good Cynical Practice - live
Good Cynical Practice é il trio wonky-techno-punk formato da due Mamuthones, Alessio Gastaldello (veterano che può vantare con i Jennifer Gentle un contratto per la leggendaria SubPop di Seattle) e Matteo Polato (fine compositore e sound artist padrino di RADIA), e Domenico Cipriani, conosciuto ai più come Lucretio, fondatore di Restoration Records, poliziotto analogico e adepto di Kyma .
Questa garage band d’eccezione unisce la matrice più sperimentale della psichedelia padovana con lo stato dell’arte del rinomato Sound of Brenta.
Per la prima volta in un club, il loro live per Electronic Fog sarà un torpedo ad alta velocità per voce, sintetizzatori analogici e batterie elettroniche, in cui un arrangiamento dandy dei testi é combinato al minimalismo più acido alla funzionalità ritmica proto-rave.
www.facebook.com/machinesstate
soundcloud.com/mamuthones

Shazwa - opening act
Beatmaker hip hop e DJ di periferia nel padovano, fa parte del collettivo rap emergente Ida Killa Crew nelle vesti di produttore. Partecipa a diversi contest (online e non) proponendo strumentali di carattere introspettivo e duro, ma nel contempo ritmico. Ha prodotto diversi rapper in giro per l'Italia, ma in particolare nel bacino locale padovano. Il suo contatto con la musica elettronica avviene quasi spontaneamente, per via del forte interesse nell'introdurre particolari nuovi e complessi nelle sue produzioni, spaziando tra IDM, techno e house. Prende ispirazione da artisti come Black Milk, The Gaslampkiller, eLan, Flying Lotus, e si avvicina ai campionatori osservando i live set di Nosaj Thing e Melo X su youtube. Da qui incomincia a perfezionare il proprio live set, mentre nel frattempo fa uscire progetti lofi e hip hop come "Foggy Daylight Beam", "Estensioni" sotto l'etichetta Hashetic Front Records, e trap come l'ultimo beattape "xXx". Tutti i progetti rintracciabili su Bandcamp. È autore del recente beatcontest "Dig the Gig", dove i partecipanti compongono le strumentali live con le proprie attrezzature.
www.facebook.com/Shazwa

Federico Gabrielli - dj set (Electronic Fog)
Federico Gabrielli ricerca ossessivamente tra le pieghe più insolite di techno e house, futuro remoto e passato anteriore uniti in un suono dreamy e sperimentale; artigliando il floor con trax ad alto contenuto esoterico e ambientale. A volte è un dream altre volte è un bad trip.
www.mixcloud.com/dreamhousedee

M.T.M.- dj set (Electronic Fog)
Colonna portante del collettivo Electronic Fog, professionista del dancefloor, spazia dall'house alla techno senza tralasciare sonorità decisamente più balearic e funk, 100% vinile.
www.electronicfog.net/artists/m-t-m

Algrain - visual show (Electronic Fog)
Inizia nel 2013 la sua esperienza e collaborazione come live performer VJ, video/teaser maker per il gruppo electro-pop NYŪ (I), vanta collaborazioni in campo internazionale rispettivamente con gli austriaci Elektro Guzzi (A), The Analogue Cops (D), Lucretio (I) e lo sloveno Christian Kroupa (SLO). Nelle sue performance unisce video manipolati analogicamente da sintetizzatori-video e mix analogici uniti a computer graphics per ottenere pattern ed entità tridimensionali strobo caleidoscopiche. Attualmente oltre ad essere parte del collettivo Electronic Fog dove assieme a Nichi List cura la parte di visual, collabora anche con il duo berlinese The Analogue Cops (D) e lavora a vari progetti A/V tra cui Nightjars (D) ed Epilessie (I).
www.algrain.xyz

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bad Vibes - Locals Only al Cso Pedro]]>

Sabato 9 NovembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Bad Vibes - Locals Only

 

Per il secondo appuntamento della stagione, abbiamo pensato di fare una cosa un po' speciale, forse perché siamo vicini ai 10 anni di Bad Vibes: un back2back2back devastante con la squadra al completo. Fractale, No One Knows e Beeonex si alterneranno ai controlli tutta la notte per rompervi definitivamente le ginocchia, accompagnati da Mc Buzz b2b Mc Shado e con gli scratch di dj Linch!


Apertura ore 23 - Ingresso 5 euro


Line up:

Fractale
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex

Hosted by:

Mc Buzz outta Massima Tackenza b2b Mc Shado

Scratches by:

Linch

Special 3D Videomapping by:

Audiogram Lab

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Afro Night al Cso Pedro]]>

Venerdì 8 NovembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova 

 

 Afro Night
w/ Falafel Fazz Familia

 

Sentite ancora gli ultimi strascichi dell'estate, o forse sono gli effetti del #climatechange?

Sarà una serata caldissima!
Le Afro-Vibes dei Falafel Fazz Familia vi faranno ballare, assieme ai ritmi caraibici di Dj Svampish!


Apertura cancelli ore 22.00
Falafel Fazz Familia live set: ore 0.00
Dj set a cura di Dj Svampish: fino alle 03.00
Ingresso: 3 euro

 

Falafel Fazz Familia presenta:
SAVIGNANO-OH (live set)

SAVIGNANO-OH è lo spettacolo di punta di Falafel Fazz Familia. A metà tra canzone, varietà e mal d’Africa.

Tonino Tremila e Jesa Old-Fi remixano brani pop dello Zimbabwe facendo piovere laser e cantando il Sentimento che pervade la valle del Rubicone, armati di due phon e molleggiate sgambettate.

Non è la Romagna degli ombrelloni ma dei sexy incompresi, dell’allegro provincialismo che assume la forma di tendenza in tutti i Savignano del mondo.

Il loro ultimo disco è SENTIMENTO PERLINEO, diario emozionale di mesi passati a mollo nelle perline, tra festini afropunk e chiusini in salaprove alla farfisa.
Storie d’amore ultraleggere e gomitoli di ciani.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Intervista ai Jennifer Gentle]]>

In occasione della presentazione al Cso Pedro del nuovo album dei Jennifer Gentle, Indica intervista la mente dietro alla band ovvero Marco Fasolo, andando ad esplorare la strada che lo ha portato lungo questi 10 anni alla creazione di un disco eclettico e davvero denso, da scoprire ascolto dopo ascolto.

L'intervista è una di quelle che si avrebbe sempre il piacere di fare per la ricchezza di contenuti nelle risposte e il background musicale e culturale che le ha ispirate.

Leggete anche il report del concerto aperto dagli Orange Car Crash, a cura della redazione Radio Sherwood.

_

Ascolta o scarica l'intervista qui a destra e segui Indica su Facebook e Instagram!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA["Apocalypse No" - Presentazione di Jacobin Italia n. 4]]>

Giovedì 7 NovembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Apocalypse No
Presentazione di Jacobin Italia n. 4

 

I movimenti climatici e le lotte contro la crisi ecologica stanno introducendo un nuovo lessico politico e sociale. Un lessico che si nutre di dati scientifici, ma vede la scienza come campo di battaglia. Un lessico che vede il clima non solo come un’emergenza, ma come la somma di contraddizioni storiche che si sono sedimentate all’interno del capitalismo.

Classe, razza, genere, gerarchie di potere: sono questi i principali elementi che si intrecciano nella crisi climatica. Per queste ragioni le risposte non possono che guardare a una radicale mutazione del paradigma produttivo e del modello sviluppista insito nel capitalismo industriale e post-industriale.

Le ricerca di una soluzione alla crisi climatica non può che passare innanzitutto da due piani: redistribuzione della ricchezza e democrazia reale. Due temi che accomunano tanti movimenti che stanno attraversando il pianeta, dal Cile al Libano, dall’Amazzonia alla Francia.

Cosa hanno in comune i movimenti climatici con le altre lotte?
Com’è possibile tracciare una visione globale a partire dal nesso giustizia climatica-giustizia sociale?


Ne parleremo con:

Lorenzo Zamponi
(ricercatore e collaboratore di Jacobin Italia)

Sandro Chignola


Inizio presentazione ore 20.30
Apertura ore 19, sarà attiva la pizzeria!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Do you hear me now? - Jennifer Gentle al Cso Pedro, Live Report]]>

 

Do you hear me now?

Il concerto dei Jennifer Gentle al Cso Pedro di Padova
Con l’egregia apertura del gruppo spalla Orange Car Crash



Un sabato nero di pioggia inaugura il mese di novembre. Siamo a Padova e attendiamo che alle 22.00 in punto il Cso Pedro apra i battenti, mentre la pioggia scorre sugli impermeabili scuri della mini-folla appostatasi alle porte.

Siamo in attesa che inizi un concerto, cosa meglio di un comfort food per scaldare l’animo in una giornata uggiosa come questa.

La kermesse del giorno propone una doppia esibizione in salsa padovana: l’apertura con gli Orange Car Crash e il proseguimento con niente meno che i Jennifer Gentle, per la presentazione del nuovo disco omonimo, pubblicato per La Tempesta Dischi.

Il primo gruppo in lista varca il palco con disinvoltura, il numeroso gruppo si dispone agli strumenti più variegati. Gli OCC ormai son pronti: le luci si affievoliscono e parte turbinosamente il sound.

Se dovessi descrivere la band a chi non li ha mai ascoltati né visti direi: si tratta di un gruppo similar jazz ma che fa psycho rock. Ma una precisazione, a questo punto, è d’obbligo!

Gli strumenti utilizzati sono tanti e vari: dalla doppia chitarra si passa al double-percussion con batteria ora e tamburi poi, ci sono poi tastiere, un organetto anni ‘70 e ovviamente il basso. Non sembrerebbe un sestetto pronto a creare uno scenario intellettual-chic?

Ed invece no. L’abito, da sempre, non fa il monaco.

Le voci sono modulate a 360° su più sfaccettature, attraversano l’acuto ed il grave, la ritmica viene spesso accompagnata da chorus di sottofondo, mentre riff psichedelici distorcono l’aria e fuoriescono con impeto distonie da space-battle.

La virtual reality degli Orange Car Crash è un virtuoso giro di boa verso la chiusura. Il pubblico laude ed accompagna il lascito distorto della band in una fremente attesa per il prosieguo.

La linea di congiunzione tra i due gruppi, come risaputo, è composta dai Mamuthones, progetto solista di Alessio Gastaldello, fondatore ed ex batterista dei Jennifer Gentle, mentre gli Orange Car Crash sono il progetto di Andrea Davì, attuale batterista per i Mamuthones; il concerto è dunque una sorta di ritrovo speculare, in cui auto-influenzarsi e ascoltarsi in famiglia.

Dopo un bel po’ di drink plastic-free e qualche sigaretta rollata, il pubblico si riaffolla verso le transenne che delimitano il palco, le luci lampeggiano frementi al ritmo di un tamburo incessante e distorsioni reiterate all’unisono, quasi in una sorta di annunciazione col botto: ecco My inner self, traccia del nuovo album uscito il 4 ottobre 2019, composto da 17 tracce.

Dopo l’inizio introspettivo, i JG voracemente propongono un pezzo celebrità I do dream you proveniente dall’album Valende del 2005, primo in Italia ad essere pubblicato per l’etichetta Sub Pop Records (già Nirvana, Soundgarden, Mudhoney).

Dal 2005 si passa al 2002, con My Memories Book da Funny creatures lane, secondo album autoprodotto e poi remixato da Bomba Dischi. Lo sfoglio dell’album dei ricordi termina sino al ritorno al presente musicale (Tiny Holes) condotto in maniera sentimentale tra arpeggi e conduzioni armoniche di chitarra, batteria e xilofono.

Quel che si accorge fin da subito nel portato live è l’egregia conduzione di Marco Fasolo, elegantissimo nella sua tenuta morbida in velluto, che ringrazia il pubblico e la band che lo accompagna in live.

Il concerto prosegue rapido con pochissime interruzioni, tra tracce consolidate e la presentazione del nuovo disco.

Lo stato di salute dei Jennifer è sicuramente sano, con un trasporto alterno tra momenti di silente attesa e stridori voraci e pedanti.

Il sound della band è, per antonomasia, peculiare, il rock psichedelico fuoriesce negli arzigogolati assoli, il garage rock diviene impetuoso nelle percussioni martellanti, sino a rilievi più classici, tra pianoforte ed echi riverberati, in cui sentirsi annebbiati e al contempo stretti in un caldo abbraccio.

L’approdo al singolo Guilty è ben apprezzato dal pubblico con un sound radiofonico pazzesco, in grado di risvegliare da ogni torpore dato dall’ora tarda. La bella voce graffiata si sposa benissimo con le modulazioni tonali e le pieghe circolari del piano impazzito.

L’alternarsi di tracce più cupe ed introspettive a quelle ben più ballabili crea una sorta di spettacolo riflessivo. Il pubblico si diverte ma al contempo ascolta, venendo trascinato nelle linee più fluo e distopiche.

I Jennifer Gentle sono in grado di oltrepassare gli schemi tipici melodici, alternando scenari onirici ora, e realistici poi, tra il volo pindarico che precipita sollecitamente sull’asfalto.

Le code finali sono virtuose, gli schemi vocali sono ben impostati e non resta che attendere un ultimo bis con Where are you in un outro a mo’ di dedica melanconica e sognante.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Jennifer Gentle]]>

Sabato 02 NovembreCentro Sociale Occupato PedroVia Ticino, 5 - Padova


Jennifer Gentle

Presentazione del nuovo disco "Jennifer Gentle"

www.facebook.com/jennifer.gentle.official


Unica data Nord-Est

Opening act:

Orange Car Crash

www.facebook.com/OrangeCarCrash


Aftershow:

The Mojos DJ-Set

http://bit.ly/TheMojos


Apertura ore 21.00

Ingresso 10 € - No prevendite

(Biglietti disponibili in cassa la sera del concerto)

In collaborazione con:

DNA concerti


Dopo un’attesa lunga un decennio, uscirà il 4 ottobre per Tempesta Dischi il nuovo album della band capitanata da Marco Fasolo. Intitolato semplicemente Jennifer Gentle e composto da 17 brani per sessanta minuti di musica, si tratta del disco di gran lunga più completo ed insieme accessibile realizzato da Fasolo (il quale, dopo le collaborazioni con Verdena e Bud Spencer Blues Explosion, di recente ha prodotto l’album d’esordio degli I Hate My Village con cui è attualmente in tour).

“Guilty” è il primo singolo estratto dal nuovo album ed è stato pubblicato il 3 settembre insieme al videoclip diretto dallo stesso Marco Fasolo. Girato non a caso al Nadir di Padova, vuole essere un omaggio alla ricca e vibrante scena padovana. Nel ruolo dei Jennifer Gentle ci sono infatti vari musicisti locali, tra cui Folake Oladun (Hit Kunle) nella parte della cantante e diversi membri della band Il Fulcro, mentre l’assolo di chitarra è “suonato” da Julian Fasolo, figlio di Marco.

I Jennifer Gentle sono forse una delle più bizzarre e improbabili rock bands italiane di sempre, tanto da divenire il primo gruppo tricolore ad essere messo sotto contratto dalla leggendaria etichetta americana Sub Pop (Nirvana, Soundgarden, Mudhoney e Shins). Negli anni hanno collezionato una lunga quanto eterogenea lista di fans (comprendente nomi come Graham Coxon , Jarvis Cocker, Julian Cope, Mars Volta e membri di Architecture in Helsinki e Dandy Warhols) che li ha trasformati in una delle formazioni indie italiane più conosciute all’estero.

Il nucleo originale del gruppo nasce alla fine del 1999 attorno alle figure dell’allora 19enne Marco Fasolo (cantante, chitarrista e autore di testi e musiche) e del batterista Alessio Gastaldello. Con un debole per il rock n roll anni 50, la visceralità garage punk dei 13th Floor Elevators e il pop psichedelico dei Pink Floyd, i JG (a questo punto rimpinguati dal chitarrista Isacco Maretto e dal bassista Nicola Crivellari) incidono e autoproducono il primo album I Am You Are nel 2001, bizzarra combinazione di sgangheratezze beefheartiane e luminoso pop barrettiano.

Il secondo cd Funny Creatures Lane vede la luce l’anno successivo sempre sulla propria etichetta Sillyboy: a fronte del sostanziale disinteresse riscosso in patria, Funny Creatures Lane ottiene invece attenzione negli Stati Uniti e Inghilterra, paesi in cui la vena psichedelica e giocosamente inquietante della band è particolarmente apprezzata. Sempre nel 2002, i Jennifer Gentle registrano con il chitarrista giapponese Makoto Kawabata (Acid Mothers Temple) il live The Wrong Cage, poi ristampato da A Silent Place nel 2008.

Nel 2003 entrambi gli album di studio vengono ripubblicati come doppio cd dalla label australiana Lexicon Devil – alla fine del 2004, in conseguenza dell’interesse suscitato da questa ristampa, i JG (ormai ridotti al duo Fasolo/ Gastaldello) firmano per Sub Pop. Il nuovo album Valende esce l’anno seguente, ottenendo ottime recensioni e preparando il terreno ad un primo lungo tour americano, che comprende anche concerti sold out a New York e Los Angeles.

Alla fine del 2006, Alessio lascia la band e Marco (dopo aver registrato in perfetta solitudine l’enigmatico Midnight Room) recluta un nuova formazione comprendente Andrea Garbo alla chitarra,Francesco Candura al basso, Liviano Mos alle tastiere e Paolo Mongardi alla batteria.

Nel 2007 i JG (dopo due brevi tournées in Cina) si imbarcano per un altro tour americano di un mese e mezzo a cui fanno seguito diverse puntate in Inghilterra, in conseguenza della grande attenzione suscitata in terra d’Albione da Midnight Room. Il brano “Take my hand” è infatti incluso sia in un cd allegato alla rivista MOJO che nella tradizionale compilation Rough Trade Shops che segnala le migliori uscite indie dell’anno e sempre per MOJO Fasolo registra una cover di Syd Barrett per un tributo al leader dei Pink Floyd in cui i JG appaiono a fianco di REM, Hawkwind e Marc Almond tra gli altri.

Dopo la pubblicazione per il mercato inglese dell’EP Evanescent Land (maggio 2008), i JG (ora ridotti a Marco Fasolo e Liviano Mos, ai quali si aggiunge Stephen “Stuffy” Gilchrist, batterista di Graham Coxon) proseguono la loro tournèe in Europa, suonando in Germania, Francia, Inghilterra, Belgio, Svizzera, Olanda e partecipando all’importante festival europeo di Groningen Eurosonic.

Con Fasolo impegnato nel suo lavoro di produttore (tra gli altri ha collaborato con C+C = Maxigross, Slumberwood, Mamuthones, Samuel Katarro e Father Murphy), la band ritorna a suonare con una certa regolarità a partire dal 2010 e questa volta con l’amichevole aiuto da Luca e Alberto Ferrari dei Verdena, impegnati rispettivamente alla batteria e al basso.

Infine, ad aprile 2013 Fasolo lancia il progetto di studio Universal Daughters, con il quale pubblica l’album Why hast Thou forsaken me, raccolta di covers appartenenti alla tradizione anglo-americana e interpretate da un cast internazionale nel quale tra gli altri appaiono Jarvis Cocker, Chris Robinson dei Black Crowes, Alan Vega, Verdena, Mark Arm dei Mudhoney e Gavin Friday.
L’album, stampato in Italia da Santeria (l’edizione europea con due brani in più vedrà la luce il prossimo settembre a cura di Rough Trade), rappresenta un ulteriore passo in avanti nella personale ricerca sonora di Fasolo e testimonia la sua padronanza di stili musicali distanti dalla tradizione italiana come il country, il gospel e il rhythm n’ blues delle origini. Tutti i proventi della realizzazione saranno devoluti alla Città della Speranza, organizzazione da sempre attiva nella cura di bambini gravemente ammalati.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Fire Halloweed #15 w/ Heavy Hammer]]>

Giovedi 31 Ottobre 2019 > (Prefestivo)Centro Sociale Occupato PedroVia Ticino, 5 – Padova


BomChilom Sound Presents:

Fire Halloweed 15

100% Reggae/Dancehall Night


Heavy Hammer Sound

The Italian Reggae Soundkiller – Since 1999

www.facebook.com/heavyhammersound


longside:

Bomchilom Sound

The Sound of Padova – Since 2004

www.facebook.com/bomchilom


Starts h. 22.00

Ingresso 5 Euro

Ormai è un classico. Anche quest'anno arriva al C.S.O. Pedro il consueto appuntamento con il "Fire Halloweed".

Per questa quindicesima edizione l'ospite d'onore sarà uno dei sound più rappresentativi della nostra penisola: Heavy Hammer Sound System.

Le danze saranno aperte e chiuse, come sempre, da Bomchilom Sound.


Heavy Hammer Sound System

Nasce nel 1999 in Salento, la terra che molti definiscono la “Giamaica d’Italia”. Consiste in team di mcs e djs che girano tutto il mondo suonando reggae, dancehall e hip-hop music, vantano tour di serate e di sound clash in tutta Europa incluso il Regno Unito, negli Stati Uniti, in Giappone e in Giamaica. Conosciuto a livello internazionale per la grandezza della sua dubplate box e per il modo innovativo con cui si esibisce nei sound clash e nei dancehall party.

Heavy Hammer è resident sound nella più grande yard estiva italiana, la famosa spiaggia del Mamanera Reggae Beach.

La crew è composta attualmente da otto membri: Raffa, Gecky, Gigi, Quasta, Lep, Boris, Lele e Charly.

L’esperienza di Heavy Hammer Sound System nei sound clash è notevole; vince per la prima volta nel 2007 al “One Shot One King” battendo a Roma il sound di casa Love Massive di fronte a 1200 persone. Diventa subito uno dei più pericolosi sound killer italiani; qualche anno dopo, nel 2010, la crew porta a casa il trofeo del “World War 3 Soundclash” a Stoccarda (Germania) battendo Deebuzz (Germania), Captain C (ex dj di Mighty Crown dal Giappone) e Ruff Pack (Svizzera); solo pochi mesi dopo rappresenta l’Italia nel clash numero 1 in Europa, il Riddim Clash, sfidando City Lock (Germania), Guiding Star (Francia), Rootsman (Canada), Poison Dart (Antigua) e Blunt Posse (Stati Uniti); dopo aver vinto tutti i round si aggiudica la coppa battendo Blunt Posse al dub fi dub; da qui inizia a girare il mondo partecipando ai clash più prestigiosi come il “Sound Fi Dead 2011” (Amazura, New York) dove perde solo al dub fi dub contro Bass Odyssey; nel 2012 è tra i sette sound che si sfidano al World Clash di Montego Bay (Giamaica) insieme a Killamanjaro (Giamaica), Bass Odyssey (Giamaica) , Black Blunt (Giamaica), Black Cat (Giamaica), Code Red (Giamaica) e Rootsman (Canada) dove perde solo in un discusso quarto round contro Bass Odyssey e Killamanjaro; nello stesso anno in estate è il primo sound Europeo a partire in Giappone per un tour di sound clash, tutti vinti, da Osaka fino a Yokohama e tante altre città; l’anno finisce con la performance al “Global Clash 2012” a Brooklyn (New York) sfidando sound del calibro di King Addies e Soul Supreme.

Passa poco più di un anno ed Heavy Hammer è di nuovo in competizione per la “UK Cup 2014” a Londra; in questa competizione i Salentini escono di scena al dub fi dub contro Bass Odyssey, risultato molto discusso dalla massive di cui si continuò a parlare anche nelle settimane successive.
Il soundkiller torna a rappresentare l’Europa al “Sound Fi Dead 2015” nel Bronx (New York) sfidando Bass Odyssey, Riddim Force, Camouflage e Kosmik Movements; il clash viene interrotto alla fine del terzo round quando il presentatore non è in grado di decidere con il voto della gente chi tra Heavy Hammer e Bass Odyssey deve essere eliminato. Dopo trenta minuti di stop e alcune controversie un ulteriore round da cinque minuti manda Bass Odyssey al round finale contro Riddim Force, ma il dub fi dub non è mai realmente terminato in quanto RIddim Force lascia il clash solo dopo i primi due tune ed il “Sound Fi Dead 2015” resterà così uno dei più controversi sound clash della storia del Sound System.

Dopo un breve periodo di lontananza dalla guerra musciale i Dubplate Masters Italiani sono tornati nell’arena a marzo 2018, nella competizione europea più grande che esista attualmente, il “War Ina East” di Berlino in un testa a testa contro Warrior Sound terminato 4 a 0 per Heavy Hammer; Nel Dicembre 2018 è stato il primo sound europeo a partecipare al “Sound Clash At Sea” a bordo della “Welcome To Jamrock Reggae Cruise” contro Bass Odyssey, Renaissance e Tony Matterhorn; raggiunge il dub fi dub contro quest’ultimo, perde per 6 a 4, ma lascia un segno indelebile in questa competizione e rappresenta al meglio l’Europa del sound system culture.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Taiwan MC - Chinese Man Rec.]]>

Sabato 26 OttobreCentro Sociale Occupato PedroVia Ticino, 5 - Padova


Taiwan MC

from Chinese Man Rec. - Francia

www.facebook.com/TaiwanMcChineseManRecords

www.facebook.com/ChineseManRecords


Unica data Nord-Est

Dopo 2 anni dall'incredibile show del 2017 ritorna a trovarci Taiwan MC - Chinese Man Records con il suo nuovo EP "Nah leave me corner".


Prima e dopo il live:

Dreadlion Firestarter Sound Dj-Set

www.facebook.com/Dreadlionsound


Apertura ore 22.00 

Ingresso 13 € - No prevendite

(Biglietti disponibili in cassa la sera del concerto)

In collaborazione con:

Low Fi promo

Catch a Fire events


Nel 2009, Taiwan ha cominciato la sua proficua collaborazione con la Chinese Man Records partecipando alla realizzazione dell’album Racing with the Sun e del successivo tour di oltre 120 date nei più grandi festival di tutto il mondo con innumerevoli sold out.

Dopo questi due anni di frenetica corsa, ha pubblicato per la stessa Chinese Man Records il suo primo EP da solista, sei tracce e collaborazioni importanti con Son Of A Pitch, Chinese Man, Biga Ranx e altri.

Nel suo stile unico trova compimento una perfetta sintesi di influenze che spaziano dalla dubstep più scura, alla dancehall fino all’hip hop classico degli anni ’90 .

Mentre è in tour con i Chinese Man per i 10 anni dell’etichetta, Taiwan Mc torna in studio per registrare il nuovo lavoro da solista, il risultato è Diskodub, un disco ibrido dalla matrice digital reggae, ma con sfumature funk anni ’80, danchehall retro-futuristica e dub psichedelico.

A questo segue l'album Cool & Deadly, ispirato anche dalle sue esperienze live, con testi composti durante i tour, questo nuovo lavoro rivela un universo personale, e getta le basi di un sound che incrocia la sound system culture giamaicana, la club culture londinese, e i block-party newyorkesi.

Nel 2019 è il turno dell'EP "Nah Leave Me Corner", al quale seguirà il nuovo attesissimo album.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Ensi live al Cso Pedro]]>

Sabato 19 OttobreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Ensi
Presentazione dell'album Clash Again


Backed by: dj Madkid

Opening act: Mulayaka, Black Fingers

Hosted by: Mbassadò


Apertura ore 22 - Ingresso 10 euro

 

Ensi è uno dei più signficativi mc e rapper italiani, con una consolidata carriera musicale ed un percorso in crescita costante.
Classe 1985, nasce e cresce ad Alpignano nelle periferie di Torino, una realtà che racconta spesso nelle sue canzoni, così come la sua seconda casa, la Sicilia, e la sua città di adozione Milano, dove vive con la compagna e il figlio Vincent, a cui ha dedicato l’ultimo disco.
Il freestyle fa di Ensi un'icona del genere. Il suo palmares è il più ricco, si ricordano le vittorie negli eventi riconosciuti come i campionati Italiani di freestyle: Tecniche Perfette (vincitore a Milano e finalista nazionale nel 2003), 2TheBeat (vincitore nel 2005, e finalista nel 2006) e la prima edizione di MTV Spit (vincitore), in onda su MTV nel 2012. Nello stesso anno, si esibisce dal vivo con Samuel dei Subsonica sul palco degli MTV Hip Hop Awards e vince il premio come Best Freestyler.
Clash l'ultimo album rappresenta i due mondi e le due anime di Ensi da un lato il freestyle che l’ha sempre caratterizzato, dall’altra una dimensione più lirica e personale che adesso emerge grazie alla sua maturità artistica, cresciuta in un percorso graduale ad ogni album.
Clash è un album denso, un conflitto, quello che Ensi combatte con sé stesso e i propri pensieri, ma anche quello che vive con una parte della scena del rap italiano, che si allontana troppo dalla sua visione artista e personale.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bad Vibes w/ Inward, Hanzo & Randie al Cso Pedro]]>

Sabato 12 OttobreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Bad Vibes w/
Inward, Hanzo & Randie

 

Nuovo anno, nuova stagione di BAD VIBES! E per l'apertura di stagione, abbiamo pensato di portarvi Inward, Hanzo & Randie aka IHR, direttamente da Roma: se ci seguite da un po' sicuramente avrete già sculettato con loro, ma se non li conoscete preparatevi, perché vi spaccheranno le ginocchia, e ne vorrete ancora!


Apertura ore 23.00 - Ingresso 5 euro


Line up:

Inward, Hanzo & Randie
(C4C Recordings / Methlab)

Fractale
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex


Hosted by:

Mc Buzz outta Massima Tackenza b2b Mc Shado


Special 3D Videomapping by:

Audiogram Lab

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[En?gma & Kaizén al Cso Pedro]]>

Sabato 11 MaggioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


En?gma & Kaizén
Presentazione dell'album Booriana

www.facebook.com/enigmartist


Opening act:
Bomber Citro (Massima Tackenza) & Dj Apoc
Presentazione dell'album
L'ombra del fumo sul muro 3
Special guest: Azot-1

www.facebook.com/Bomber-Citro

Hosted by: Mbassadò

Dj set: Apoc


Sarà anche l'occasione di festeggiare i 30 anni della trasmissione Ear 2 The Street, in onda su Radio Sherwood dal 1989!


Apertura ore 21.30 - Ingresso 5 euro


En?gma
En?gma, mc/rapper olbiese classe 1988, inizia a registrare i primi brani e a maturare esperienze di musica dal vivo intorno ai vent'anni. Amante del cinema, affonda le sue radici musicali in diversi generi dai Prodigy ai Daft Punk, al metal-crossover dei primi 2000, avvicinandosi successivamente alla cultura hip-hop. Trova subito nel rap un mezzo per racchiudere l'amore per la scrittura e tramite esso riversa, nelle parole, sia sé stesso sia il resto delle proprie passioni.
Nel 2008 raccoglie quelli che erano i suoi testi iniziali in un demo di 15 tracce su strumentali non originali, intitolato Anonimi, del quale stampa poche decine di copie distribuite solo a livello locale. Sono dell'anno dopo le prime esperienze sopra un palco, sempre nella propria città; dalla fine del 2009 fino al 2010 si affianca a RockBirken, altro mc olbiese col quale inizia a collaborare.
A settembre del 2010 fonda la crew Machete con Hell Raton, Salmo e Dj Slait, con i quali intraprende numerosi concerti dapprima in Sardegna e poi in tutto il territorio nazionale. Nel 2011 pubblica il suo street album, “Coma”, di cui cura ogni aspetto, comprese le produzioni musicali. Da settembre 2011 è parte integrante del tour The Island Chainsaw Massacre di Salmo ed è presente in due brani dell’omonimo acclamato esordio di quest'ultimo. Prima dell'estate 2012 figura, con una canzone che firma per intero in Death USB, secondo fortunato album di Salmo. Nel conseguente tour, continua a essere co-protagonista delle performance che coprono l'intera penisola arrivando perfino in Spagna. Nello stesso anno partecipa attivamente alla ideazione e produzione dei primi due Machete Mixtape, dove è una delle voci protagoniste. A maggio 2013 En?gma pubblica Rebus Ep, prima uscita ufficiale di Machete Empire Records.

Ad aprile 2014 pubblica il suo album di esordio, Foga, che subito conquista il primo posto della classifica album di iTunes Italia, al quarto della classifica FIMI con un caloroso apprezzamento della critica. Nel frattempo inizia a collaborare con il duo di produttori Kaizén per l’EP Random, di cui En?gma è unica voce e autore di tutti i testi. Nell’estate 2015 è la volta di Dedalo, EP che rappresenta l’evoluzione del suo stile: la ricerca della melodia nei ritornelli, l’impatto delle rime come si trattasse di un freestyle, l’alternanza del suo classico stile d’autore alternato con passaggi autoironici.
Nell'autunno 2016 pubblica il suo secondo album ufficiale dal titolo Indaco, album che rappresenta da un lato una sostanziale svolta artistica, dall'altro un cambiamento dell'assetto produttivo. Da questo cd, infatti, En?gma diventa produttore di sé stesso muovendosi in totale autonomia in tutti i passaggi della produzione in modo del tutto indipendente. Il nuovo lavoro è distribuito da Artist First.
Il 5 Aprile 2019 è la release date ufficiale del nuovo album dal titolo Booriana, quinto album nonché il nono progetto solista della carriera del trentenne artista sardo. Il titolo, come spiega lo stesso artista “È la tempesta perfetta di En?gma, il trambusto che mette ordine, il disco della maturità“. En?gma torna a lavorare al fianco del produttore Kaizén coinvolgendo anche molti ospiti provenienti dalla scena rap nazionale. 

Booriana
Booriana, tempesta, temporale, uragano. Questi i significati sottesi al titolo del nuovo album di En?gma, il nono della sua carriera e il primo dove partecipa completamente anche alla produzione musicale. Qui l’artista sardo firma a quattro mani assieme a Kaizèn tutti i beat, coniugando un ordine artistico che lo stesso mc descrive quale tempesta perfetta e disco della maturità. Se Kaizèn è sempre stato presente nella discografia di En?gma, col nuovo lavoro il sodalizio è ulteriormente consolidato: suoni impetuosi e sconnessi confluiscono in un temporale dove i campionamenti tornano a essere il fiore all’occhiello di tutta la produzione. Proprio le strumentali costituiscono la cifra stilistica di Booriana: un sound slegato dalle classiche atmosfere Hip-Hop, campionamenti a 360° che attingono dal Crossover al Soul/Funk, passando per il cantautorato con l’uso di synth e una grande varietà di batterie. Il risultato è una fusione dei background musicali dei due musicisti. Dal canto suo, En?gma alterna episodi di citazionismo a un’insolita irriverenza, senza tralasciare i suoi lati più conscious e narrativi. Nelle liriche non manca la tipica componente mistica, lati oscuri e intimi presenti nei testi sono riferiti all’esperienza personale come ad argomenti sociali, passaggi ironici e attenzione all’attualità. Il parterre dei featuring rispecchia infine i gusti eclettici dell’artista, che coinvolge Inoki, Tormento, Emis Killa, Shade, Ghemon, Claver Gold e Anagogia.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bad Vibes + Efog - Season Finale! al Cso Pedro]]>

Sabato 4 MaggioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Bad Vives + Electronic Fog
Season Finale

 

Quest'anno la stagione elettronica vogliamo chiuderla con il botto, e con una valanga di bassoni: in Main Stage vi farà sculettare la drum&bass di Bad Vibes, con la squadra al completo, e nella The Hole la techno di Electronic Fog con i resident djs!


Apertura ore 23.00 - Ingresso 5 euro


Main Stage:

Fractale 
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex

Hosted by:

Mc Buzz outta Massima Tackenza b2b Mc Shado

Scratches by:

Linch

Special 3D Videomapping by:

Audiogram Lab

 

 

The Hole:

Idga

M.T.M.

Matthew Skud

AlGrain
vj

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Apollo Brown & Big Pooh al Cso Pedro]]>

Sabato 20 AprileC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Apollo Brown & Big Pooh
The Sounds Write Tour 2019

 

www.facebook.com/ApolloBrown
www.facebook.com/RapperBigPooh1


Opening act: Tripla B
www.facebook.com/TriplaBofficial

Hosted by: Mbassadò

Dj set: Dj Key One



Apertura ore 22 - Ingresso 10 euro



Apollo Brown
Il boom-bap producer di Detroit (Motown)
che ha attinto il suo nome dalla divinità greca della Musica, ha consolidato il suo nome come uno dei produttori più acclamati dell'Hip-Hop rievocando i fasti della grande tradizioni di Detroit, pur mantenendo un suono della Golden era.
Definito anche il soul-sampling synphonist, ha firmato produzioni per grandi interpreti dell'Hip-hop, da Danny Brown a Ghostface Killah (Wu Tang Clan), da Ras Kass a P.Monch, Westside Gunn arrivando fino a OC (DITC), Skyzxoo e lo stesso Masta Ace (Juice Crew) e Guilty Simpson. Anche Chance the Rapper s'è avvalso di un paio dei beat Apollo nei suoi mixtape di debutto.
Conosciuto per valorizzare il meglio dei musicisti, Apollo ha un talento naturale nel creare classici senza tempo, confermandolo in questo nuovo album Mona Lisa già acclamato dai favori della critica. Per questo live tour si fa affiancare dall'esplosivo mc Rapper Big Pooh che ha collaborato con top rappers del calibro di Drake, Kendrick Lamar (Pulitzer Winner), Kanye West e Lil' Wayne. Esordio presso la ABB Records, inseguito dalle "major" discografiche ha finito per firmare per Atlantic "perché l'etichetta indipendente ABB ha ritenuto che Atlantic fosse la strada migliore sia per loro che per noi". Il suo accordo con Atlantic termina nel 2007.

Nel 2007, Rapper Big Pooh è apparso sul Mixtape solo download Little Brother intitolato And Justus for All, che è stato rilasciato gratuitamente su internet il 13 febbraio 2007, mixato da DJ Mick Boogie.
Nel gennaio 2014, Rapper Big Pooh firma un contratto per due album con l'etichetta indipendente Mello Music Group - l'etichetta discografica che ospita anche Apollo Brown, Oddisee e Kenn Starr. La prima uscita sarà un album prodotto interamente dal produttore della Virginia Nottz, mentre il secondo progetto sarà un EP prodotto dal roster di produzione dell'etichetta.
Nel 2015 collabora col superproducer di Detroit Apollo Brown con cui pubblica il classico Words Paint Pictures (2015).

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Efog 24 al Cso Pedro]]>

Venerdì 19 AprileC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova



Efog 24 
w/ Andrea Daniel, Vettori



Arriva l'ultima data per concludere al meglio questa stagione 2018/2019. Per l'occasione vi portiamo non uno, ma due guest! Il primo, Andrea Daniel, aveva folgorato il dancefloor con un set techno acid da manicomio. Il secondo, Vettori, ci presenta live in apertura di serata il suo nuovo lavoro Stato Brado.
Nel mezzo i nostri fidati resident djs e vj.


Apertura cancelli h. 23.30
Ingresso 5 euro



Lineup:

Andrea Daniel
dj set

Vettori
live opening act

Iskø
dj set

RDMGRL
dj set

AlGrain
vj



Andrea Daniel - dj set (Indipendent of all)
La definizione che preferisce è quella del ricercatore sonico, lo ''strumento'' del mixer porta con se la chiamata, la cosa che gli interessa è l'effetto che la musica può avere sulle persone: non solo il groove ma anche tutto quello che ci sta intorno. Per Electronic Fog sarà il suo lato Techno ad essere rappresentato.
www.mixcloud.com/andreadaniel81

Vettori - live opening act
Una dose di elettronica-dance, un'altra di cantautorato italiano, un pizzico di video-art: Davide Vettori, trevigiano classe 1981, esordisce nel 2012 con l'album "Visione cosmetica" e rilancia nel 2015 "L'impero della luce". Dal 2016 inizia la collaborazione con il dj Andrea Bertolini e pubblica i singoli "Primitivo" e "Repetitive walk", dal 2018 si affianca alla produzione dj Pisti (Motel Connection, Krakatoa, Mangaboo): con questo team realizza il nuovo album "Stato brado" (2019), impreziosito dalle collaborazioni con Madaski (Africa Unite), I'm not a blonde e Pietro Berselli.
www.davidevettori.it/motion.html

Iskø - dj set (Electronic Fog)
Si avvicina alla scena elettronica underground negli anni '90. Ha condiviso il palco con artisti del calibro di Dj Spooky e Deadbeat e ha suonato in ogni genere di situazione, dai rave party a performance multimediali in musei. In studio e nei live set utilizza principalmente hardware dedicato: synth, drum machine, campionatori, effetti. Le sue produzioni e selezioni sono un mix di house, techno, breakbeat e dubstep, in una continua personale ricerca di ritmiche intricate e sincopate, bassi profondi, suoni modulati e groove incalzanti.
soundcloud.com/isko_isko

RDMGRL - dj set (Electronic Fog)
Da sempre vicino alla roots and street culture, condensa le influenze, le esperienze e le più recenti produzioni musicali in un dj set orientato al dancefloor ma senza cedere a compromessi: sonorità crude, acide e talvolta distorte.
www.electronicfog.net/artists/rdmgrl

Algrain - visual show (Electronic Fog)
Inizia nel 2013 la sua esperienza e collaborazione come live performer VJ, video/teaser maker per il gruppo electro-pop NYU (I), vanta collaborazioni in campo internazionale rispettivamente con gli austriaci Elektro Guzzi (A), The Analogue Cops (D), Lucretio (I) e lo sloveno Christian Kroupa (SLO). Nelle sue performance unisce video manipolati analogicamente da sintetizzatori-video e mix analogici uniti a computer graphics per ottenere pattern ed entità tridimensionali strobo caleidoscopiche. Attualmente oltre ad essere parte del collettivo Electronic Fog dove assieme a Nichi List cura la parte di visual, collabora anche con il duo berlinese The Analogue Cops (D) e lavora a vari progetti A/V tra cui Nightjars (D) ed Epilessie (I).
www.algrain.xyz



]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Dischi Sotterranei Night, le interviste alle band]]>

Radio Sherwood presenta in questo podcast le interviste realizzate durante la Dischi Sotterranei Night, avvenuta al Centro Sociale Pedro sabato 16 marzo 2019.

L'occasione ha offerto una panoramica inedita sugli artisti curati dell'etichetta del collettivo undeground padovano, nella cornice del CSO Pedro, vera "house of blues" patavina dove da 30 anni si sussegue la scena indipendente locale e non, un vero spazio storico che ha contributo a formare gusti e stili della nuove band, dettaglio venuto fuori dalle varie risposte ricevute.

Le interviste alle band hanno la durata di 10 minuti ciascuna e sono nell'ordine qui sotto elencato, intervallate da brani dei vari gruppi cosi da farvi sentire un po' della loro arte se non siete potuti essere sotto palco assieme a noi!

1) Jesse the Faccio - intervista
2) Jesse the Faccio - Gennaio (Diaframma cover)

3) LaScimmia - intervista
4) LaSciammia - Parco Comunale

5) Roncea - intervista
6) Roncea - Presente

7) Winter Dust - intervista
8) Winter Dust - Quiet January

9) Alberto Almas - intervista
10) Alberto Almas - I

11) Commento alla serata + Jesse the Faccio - Inverno (chiusura)

Le interviste sono state curate da Matteo (del programma Indica) e Gianluca "Pino" (del programma Deathline)

Buon ascolto! Il podcast, scaricabile, lo trovate qui a destra.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Efog 23 al Cso Pedro]]>

Venerdì 29 MarzoC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Efog 23
w/ Doc Enthusiastic, Mill3ristic

 

#EFog23 segna il ritorno di Doc Enthusiastic. La scorsa stagione ci ha fatto ballare senza sosta al ritmo della sua 909 e del suo sistema modulare, quest'anno torna con un nuovo live set tutto per Electronic Fog!
L'apertura è affidata a Mill3ristic, inseparabile dalla sua Sp404 con la quale campiona dischi in vinile rielaborandoli e creando beats nostalgici e chill.
Ad affiancarli i nostri fidati resident djs e vj.
La proposta di artisti locali, sia in apertura sia come ospite principale, non è di certo casuale, siamo convinti che valorizzare l'underground, il nostro underground, sia fondamentale per la crescita artistica e culturale delle nostre città. Farlo mantenendo una proposta musicale di alto livello è il nostro obiettivo. See you on da floor


Apertura cancelli ore 23.30
Ingresso 5 euro


Lineup:

Doc Enthusiastic
live set

Mill3ristic
live opening act

Idga
dj set

Federico Gabrielli
dj set

AlGrain
vj

 

Doc Enthusiastic - live set (Padova)
Musicista elettronico e sound designer, si dedica da anni alla generazione e manipolazione di un'ampia gamma di suoni techno.
Per la sua performance dal vivo utilizza un sistema modulare, una Roland TR909 e molti altri apparecchi per aumentare il potenziale creativo.
www.facebook.com/doc.enthusiastic.7

Mill3ristic - live opening act
Vinyl digger, appassionato di musica jazz, easy listening e groove tropical, la lista per descrivere Andrea Allumi aka Robert Miller, in arte Mill3ristic, sarebbe ancora lunga, dalle sue origini come bassista nella roots reggae band Uprisers e come selecter di Foundation Hi-Fi alle attuali produzioni Lo Fi Hip Hop. Lo troviamo presente in numerose collaborazioni e mixtape, inseparabile dalla sua Sp404 con la quale campiona groove jazz, fusion, funk, rigorosamente da dischi in vinile, per rielaborarli con il fine di anestetizzare le nostre orecchie con le sue storielle fatte di beats nostalgici e chill. Ci affideremo a lui per l'apertura di questo evento, certi che non riuscirete a fare a meno di muovere la testa a tempo. File under Herbert, Max Graef, Wayne Snow.
www.facebook.com/mill3ristic

Idga - dj set (51beats / Electronic Fog)
Idga è un compositore e perfomer fortememte influenzato dalle sonorità post punk. Amante dell’idm, industrial e techno i suoi brani sono caratterizzati da sonorità scarne e trasversali: beat scuri, introspettivi e melodie mai banali fanno l’occhiolino al dancefloor. Esordisce nel 2011su Stato Elettrico con l'ep selftitled (SE029), arriva nel 2013 alla prova dell’album "Horror Pleni" (51bts040) per 51beats, pubblica nello stesso anno su Electronic Fog l'ep "In the meantime" (EFOG003D) e nel 2015 sforna il 12" in vinile "No Glitter, No Pictures" [51vin003], sempre per 51 beats. Nel 2017 partecipa con due tracce alla compilation "Gravity and Quantum Mechanics 2" [51bts051-51bts005CD] VV.AA. Nel luglio 2018 pubblica l'ep "SPIN UP" (EFOG012D).
soundcloud.com/idga

Federico Gabrielli - dj set
Federico Gabrielli ricerca ossessivamente tra le pieghe più insolite di techno e house, futuro remoto e passato anteriore uniti in un suono dreamy e sperimentale; artigliando il floor con trax ad alto contenuto esoterico e ambientale. A volte è un dream altre volte è un bad trip.
www.mixcloud.com/dreamhousedee

Algrain - visual show (Electronic Fog)
Inizia nel 2013 la sua esperienza e collaborazione come live performer VJ, video/teaser maker per il gruppo electro-pop NYU (I), vanta collaborazioni in campo internazionale rispettivamente con gli austriaci Elektro Guzzi (A), The Analogue Cops (D), Lucretio (I) e lo sloveno Christian Kroupa (SLO). Nelle sue performance unisce video manipolati analogicamente da sintetizzatori-video e mix analogici uniti a computer graphics per ottenere pattern ed entità tridimensionali strobo caleidoscopiche. Attualmente oltre ad essere parte del collettivo Electronic Fog dove assieme a Nichi List cura la parte di visual, collabora anche con il duo berlinese The Analogue Cops (D) e lavora a vari progetti A/V tra cui Nightjars (D) ed Epilessie (I).
www.algrain.xyz

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Mecna live al Cso Pedro]]>

Venerdi 15 MarzoC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Mecna live

 

Apertura cancelli ore 22.00
Inizio show ore 23.00

Ingresso 12 euro
No prevendite

 

MECNA, classe 1987, è una delle voci più importanti della scena rap italiana, capace di raccontarsi in modo intimo e personale attraverso produzioni raffinate, caratterizzate da tappeti elettronici e atmosfere soffuse che unite alla liriche autobiografiche ma mai autoreferenziali creano uno stile inedito e inconfondibile. MECNA è stato la rivelazione della stagione 2012/2013: il suo album d'esordio “Disco Inverno” (Macro Beats/Audioglobe) ha conquistato subito i media specializzati, il pubblico Hip Hop e tutta la scena indipendente italiana, portando il rapper foggiano in un lunghissimo tour che ha toccato più volte ogni regione d'Italia, fino ad esibizioni su palchi importanti come quello dell'Hip Hop TV B-Day al Mediolanum Forum di Milano (sia nel 2012 che nel 2013) e del Miami Festival. Nell'aprile 2013 esce "Disco Inverno - Rare & Unreleased" (Macro Beats/Audioglobe), uno spin-off del fortunatissimo “Disco Inverno” che ha riportato Mecna ancora in tour. Nel settembre 2013 il MEI, Meeting delle Etichette Indipendenti, ha voluto premiare Mecna con la Targa Giovani MEI 2.0 come Miglior Solista. Ha inoltre vinto lo speciale Premio “Social”, assegnato al giovane artista che fa il miglior uso dei social network per la diffusione della propria musica. Nel gennaio 2015 esce il suo secondo album "Laska" (Macro Beats/Universal Music) che consacra definitivamente il rapper e debutta alla posizione numero 8 della classifica FIMI degli album più venduti in Italia. Il lungo tour conta quasi cinquanta date quasi tutte sold-out nei migliori club della Penisola, accompagnato da Iamseife al live programming e Alessandro Cianci ai synth, per uno show che si discosta dal classico concerto rap per avvicinarsi ad un vero e proprio live set dove le strumentali vengono costruite, dilatate e riarrangiate. A gennaio 2017 pubblica a sorpresa "Lungomare Paranoia" (Macro Beats/A1 Entertainment), debuttando al nono posto della classifica FIMI dei dischi più venduti e all'ottavo posto nei vinili. "Blue Karaoke" è il quarto disco in studio di Mecna, uscito il 22 giugno 2018.

“Blue Karaoke”, il quarto album di MECNA, continua la linea di rottura dagli schemi e dalle forme tradizionali del rap italiano intrapresa con il precedente e fortunato lavoro “Lungomare Paranoia”. "Blue Karaoke" è, ancora una volta, un disco imprevedibile: energico, nonostante le sfumature malinconiche delle liriche e le sonorità scure delle produzioni; multiforme, in grado di mettere insieme episodi che a tratti sembrano discostarsi dal percorso e dall'immaginario tipico dell’artista ma che condividono uno stesso mood, una stessa attitudine che fa da collante. In “Blue Karaoke” MECNA parla di amore, come in tutti i suoi dischi precendenti, catturato in tutte le sue sfaccettature con immediatezza e confidenzialità, diventati ormai un tratto riconoscibile della sua scrittura. Il disco è una raccolta di canzoni che si sviluppano su melodie semplici e lineari, come succede per i brani immortali, a cui l'artista ha cucito addosso sonorità ricercate, aprendosi a territori elettronici inesplorati per sperimentare nuove forme di scrittura e struttura. Diverse le collaborazioni all’interno dell’album, con le metriche di CoCo in “Tu ed Io”, la voce di Ghemon in “Ottobre Rosso”, una lettera aperta alla scena rap nazionale e il featuring di Fabri Fibra in “Hotel”, brano dalle sfumature buie, quasi romantiche. Continua il sodalizio artistico con LVNAR e Iamseife, che hanno curato la produzione del disco insieme a Yakamoto Kotzuga e Godblesscomputers, nomi caldi della scena elettronica italiana. In “Un drink o due” il beat è targato Big Fish, uno tra i più influenti producer e beatmakers del rap italiano. L'album è stato registrato al Macro Beats Studio, mixato e masterizzato da Gigi Barocco allo Studio 104 di Milano

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bad Vibes w/ Dabs al Cso Pedro]]>

Sabato 9 MarzoC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Bad Vibes w/ Dabs

 

Per l'appuntamento con i bassoni di marzo, dopo tanti anni, torna a trovarci uno dei veri pesi massimi della scena italiana: Dabs, direttamente da Roma! Uno dei pionieri della Drum'n'Bass in Italia, con uscite su Dispatch Recordings, Eatbrain, e label manager dell'italiana Avantgarde Recordings, vi garantiamo che la sua tech-funk vi farà muovere i culi alla grande!


Apertura ore 23.00 - Ingresso 5 euro



Line up:

Dabs
(Dispatch Recordings / Eatbrain / Avantgarde Recordings)

Fractale
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex


Hosted by:

Mc Buzz outta Massima Tackenza b2b Mc Shado


Scratches by:

Dj Linch


Special 3D Videomapping by:

Audiogram Lab

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tre Allegri Ragazzi Morti ]]>

Sabato 2 Marzo 2019C.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Tre Allegri Ragazzi Morti

"Sindacato dei sogni" Tour 2019

www.facebook.com/treallegriragazzimorti

www.treallegriragazzimorti.it


Orari:

22.00 Apertura Cancelli

22.30 Pissed Lane

23.00 Tre Allegri Ragazzi Morti

a seguire Momostock DJ-Set


Ingresso 10 € - No Prevendite


Tre allegri ragazzi morti ritornano in tour con il nuovo album 'Sindacato dei sogni'. Il disco arriva a tre anni dal precedente ‘Inumani' ed è pubblicato da La Tempesta, l’etichetta indipendente fondata dai Tre allegri nel 2000. Omaggio già nel titolo al rock psichedelico (sindacato dei sogni è la traduzione di The Dream Syndicate, il gruppo californiano esponente del movimento musicale paisley underground) il nuovo disco dei Tre allegri contiene molte dolcissime novità.

Il disco rimette al centro del sound l’incontro musicale tra Davide Toffolo, Luca Masseroni ed Enrico Molteni. Prodotto assieme a Matt Bordin (Mojomatics, Squadra Omega) ’Sindacato dei sogni' è stato suonato con strumenti preziosi e registrato dai tre di Pordenone, affiancati da Andrea Maglia, in alcune sessioni estive all’Outside Inside Studio sul bordo del magico bosco collinare del Montello, vicino a Montebelluna (Tv).

Il nuovo concerto sarà l’occasione giusta per dare spazio a queste nuove canzoni ma anche per riproporre le tracce più belle ed amate scritte in questi anni dai Tre allegri ragazzi morti.

✉ concerti@latempesta.org
✉ info@treallegriragazzimorti.it

IG @treallegri
FB @treallegriragazzimorti

Spotify ♫ http://bit.ly/tre_allegri

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Jamil live - Festa studentesca al Cso Pedro]]>

Sabato 23 FebbraioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Jamil live
Festa Studentesca

 


Most Hated live
www.facebook.com/JamilBaida
www.instagram.com/jamil.baida
www.youtube.com/user/JamilOfficial

Special guests: VACCA+DIUM

Opening act:
Rayan (Gold Leaves)+ Wairaki (Vandaland)
www.facebook.com/Samuraymc
www.facebook.com/wairaki
V3in & Pedro
youtu.be/6WQSlp5Ti8M
youtu.be/g12pIGeZ0wY

Apertura ore 22 - Ingresso 5 euro

Lo scopo di questa festa studentesca è quello di autofinanziare il Coordinamento Studenti Medi Padova.



Jamil
Jamil nasce a Verona il 9 Gennaio 1991. Cresce a San Vito, dove inizia con il rap ascoltando i primi rapper della sua città. Scrive e recupera materiale, fino a quando non da luce ai suoi primi video autoprodotti con Romanzoprod.
Reclutato da Vacca come elemento di spicco delle neonata “Voodoo Cod”, Jamil è uno dei nomi nuovi e più caldi del rap italiano. Il suo mixtape d’esordio “Black Book” ne ha alimentato le aspettative nell’underground e l’artista veronese ora è pronto ad allargare i propri orizzonti. L’etichetta Produzioni Oblio, distribuita da Universal Music e punto di riferimento nella scena, pubblica nel 2014 “Il Nirvana”, l’attesissimo album d’esordio, che vanta al suo interno svariate collaborazione coi nomi più importanti della scena e diversi singoli estratti, tra cui la più famosa "King del Bong". Finalmente, il 14 Dicembre 2016, esce il nuovo album BLACK BOOK 2, frutto di due anni di lavoro. Il King Del Bong in questo momento è lanciatissimo: il video di “Scarpe Da Pusher“, primo estratto dall'album, ha già totalizzato tantissime views. "Black Book 2" è il seguito del mixtape che ha lanciato il rapper veronese nel 2012. Il progetto è discograficamente indipendente al 100%, e contiene i tre singoli usciti nel corso del 2016 e inedite collaborazioni con artisti del panorama rap italiano e internazionale: Vacca, Emis Killa, Mboss, Amill Leonardo, Dium, Canesecco, Ntò, Egreen, Tormento, Madman, Gemitaiz e Mac Lucci, membro della Dogg Pound Gangsta, ossia la crew di Snoop Dogg.
Nel 2017 si segnala per il singolo “Calcio di strada”, scritto per la seguitissima pagina facebook di Calciatori Brutti, con il fortunatissimo video di “Mike Tyson” che su Youtube ha superato i 3MLN di views e per l’ennesimo dissing, questa volta rivolto nei confronti dell’interprete romano Noyz Narcos, in una canzone dal titolo più che esplicativo “Noyz Diss”, che darà vita ad un fervido scambio di rime.
Jamil è infatti conosciuto per la lunga serie di dissing fatti durante la sua carriera. Nelle sue canzoni ci sono rime contro Kill Mauri, Gué Pequeno, Sfera Ebbasta, Fedez, Fatt MC, Noyz Narcos e il vj e speaker Michele “Wad” Caporosso.
Anche nel 2018 il rapper scaligero non sembra smentirsi, nel clamoroso inedito “Nuovo Inoki”, Jamil non le manda a dire ad uno dei più famosi esponenti trap, Vegas Jones. Insieme a Vacca ha dato vita ad un nuovo capitolo della fortunata serie feat che li vede duettare sulle stessi basi, “ C’est la Vie”, prodotta da PrinceVibe.
Il 23 Novembre è uscito l'ultimo album "Most Hated" con ft.di J-ax, Vacca e Laioung, un titolo provocatorio e che può calzare a pennello con il rapper di San Vito considerati i dissing passati e un paio di avvenimenti accaduti durante i suoi concerti che hanno causato una lunga scia di polemiche e attacchi al diretto interessato.

Coordinamento Studenti Medi
Il CSM è una realtà studentesca autorganizzata presente e attiva ormai da diversi anni all’interno degli istituti superiori a Padova come in altre città d’Italia.
Siamo dichiaratamente antifascisti e apartitici.
Il nostro obiettivo è quello di promuovere il confronto e il dibattito all’interno delle scuole per coinvolgere e rendere protagonisti sempre più studenti nelle battaglie che portiamo avanti.
Lottiamo per difendere ed estendere i diritti degli studenti, calpestati da assurde politiche governative, organizzando assemblee nelle scuole, iniziative e mobilitazioni.
Creiamo momenti di socialità e autofinanziamento organizzando eventi all’interno dei nostri spazi sociali (CSO Pedro e LSO LaTana) e collaborando ogni anno con Sherwood Festival, dove gestiamo uno stand.
Tutte queste attività vengono progettate grazie al confronto di diverse opinioni e progetti presentati nei nostri incontri settimanali.
Diventa parte attiva e porta anche tu le tue idee all’interno dei
nostri incontri e collabora presso i nostri spazi!

www.facebook.com/coordinamentostudentimedi.padova
www.instagram.com/csm_padova

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Efog 22 al Cso Pedro]]>

Venerdì 22 FebbraioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Efog 22
w/ Giordano, Coeden/Wavefold



Se volete la techno, ad #EFog22 la avrete, senza se e senza ma. L'ospite, o meglio, gli ospiti di questo nuovo appuntamento sono eccezionali. Giordano, fresco di stampa con due EP bomba su Soma Records e Decision Making Theory, e il duo Coeden/Wavefold, con un set noise elettronico da paura.
Oltre ai nostri resident djs e visual.


Apertura cancelli h. 23.30
Ingresso 5 euro


Lineup:

Giordano
live set

Coeden/Wavefold
live opening act

Diego B
dj set

M.T.M.
dj set

AlGrain
vj

Nichi List
vj

 

Giordano - live set (Soma Records - Decision Making Theory)
Giordano è famoso per i suoi energici dj e live set. Con l'orecchio attento al dancefloor, il suo live è una una ossessiva ricerca di droni, frasi melodiche e ritmi che cambiano e si evolvono costantemente.
La sua prima uscita su Wunderblock Records "Our World" ha segnato il suo debutto nei club: Corsica Studios e Bloc. a Londra, Tresor e About Blank a Berlino, Affekt Club a Frosinone, Rashmon Club a Roma, Altavoz a Venezia e molti altri.
Le sue produzioni sono uscite su label importanti come Funk You, Affekt Records, Illegal Allien, Granulart Records, Decision Making Theory, Secret Words e ultima, la più recente, Soma Records.
www.facebook.com/giordanoofficial

Coeden/Wavefold - live opening act
La collaborazione tra Coeden e Wavefold è uno scontro sonoro tra risonanze e rumori forti, che oscilla tra dinamicità ritmica e incursioni nel reame del noise/ambient sperimentale.
www.facebook.com/burncoeden
www.facebook.com/pg/wavefold

Diego B - dj set (Electronic Fog)
Cresce ascoltando musica a 360°: dal soul al punk, passando dal rock’n'roll ai primi tapes marchiati Cosmic e Baia degli Angeli. Poi i contatti con la techno tedesca e la folgorazione per produzioni marchiate Ostgut Ton, Token e quelle sonorità tipiche berlinesi che ancora oggi predilige nei sui set.
www.electronicfog.net/artists/diego-b

M.T.M. - dj set (Electronic Fog)
Colonna portante del collettivo Electronic Fog, professionista del dancefloor, spazia dall'house alla techno senza tralasciare sonorità decisamente più balearic e funk, 100% vinile.
www.electronicfog.net/artists/m-t-m

Algrain - visual show (Electronic Fog)
Inizia nel 2013 la sua esperienza e collaborazione come live performer VJ, video/teaser maker per il gruppo electro-pop NYŪ (I), vanta collaborazioni in campo internazionale rispettivamente con gli austriaci Elektro Guzzi (A), The Analogue Cops (D), Lucretio (I) e lo sloveno Christian Kroupa (SLO). Nelle sue performance unisce video manipolati analogicamente da sintetizzatori-video e mix analogici uniti a computer graphics per ottenere pattern ed entità tridimensionali strobo caleidoscopiche. Attualmente oltre ad essere parte del collettivo Electronic Fog dove assieme a Nichi List cura la parte di visual, collabora anche con il duo berlinese The Analogue Cops (D) e lavora a vari progetti A/V tra cui Nightjars (D) ed Epilessie (I).
www.algrain.xyz

Nichi List - visual show (Electronic Fog)
Nichi List è attivo dal 2015 come VJ e videomaker. I suoi visuals nascono dall'incontro tra ciò che stupisce il suo sensore digitale e ciò che impressiona il suo cervello. Frammenti di vita e pattern glitchati si fondono, per donare colore e forma ai beats. Attualmente collabora stabilmente con AlGrain per le serate dell'etichetta indipendente Electronic Fog.
www.youtube.com/watch?v=q7qyk6GfoTU


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bad Vibes w/ Synth Ethics al Cso Pedro]]>

Sabato 9 FebbraioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Bad Vibes w/ Synth Ethics

 

Per il quarto appuntamento della stagione tornano a trovarci al Cso Pedro dei grandi amici, e dei grandi producers: i Synth Ethics! Le loro releases su Critical Music, Shogun Audio e l'italianissima The Dreamers, per citarne solo alcune, vi faranno sculettare alla grande all'insegna della Neurofunk.


Apertura ore 23.00 - Ingresso 5 euro



Line up:

Synth Ethics
(Critical Music / The Dreamers)

Fractale
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex


Hosted by:

Mc Buzz outta Massima Tackenza b2b Mc Shado


Special 3D Videomapping by:

Audiogram Lab

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Metal Punk Fest vol. III al Cso Pedro]]>

Sabato 2 FebbraioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

 

Metal Punk Fest vol. III

 

 

Terza edizione del Metal Punk Fest al Cso Pedro, il festival organizzato in collaborazione con Trivel, che vede alternarsi sui due palchi ben 12 band da tutta la penisola, con sonorità che spaziano dal punk al metal. 

Oltre ai concerti, presente un'area espositiva con numerosi banchetti di merchandise, vinili e molto altro, compresa l'esposizione di SoloMacello, illustratore milanese autore dell'artwork dell'evento. 



Apertura ore 19.00 - Ingresso 5 euro

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Dutch Nazari]]>

Venerdi 01 FebbraioC.S.O. Pedro Via Ticino, 5 - Padova


Dutch Nazari

"Tour Europeo in Italia"

www.facebook.com/dutchnazari


Apertura cancelli 22.00

Ingresso 8 €

No prevendite

Biglietti disponibili in cassa la sera dell'evento

Dutch Nazari torna con il suo “cantautorap” unico, atipico, sempre personale.

Sonorità elettroniche che ora si fanno più incalzanti, suoni stratificati che si mescolano con le metriche del rap e la cifra comunicativa dei poetry slam. Al centro del brano il testo: una carrellata di immagini, situazioni, eventi raccontati attraverso un flow mozzafiato ed una tagliente ironia.

Classe 1989, è nato e cresciuto a Padova, dove all’età di 16 anni si è avvicinato alla scena hiphop, contribuendo a fondare il collettivo Massima Tackenza. Negli anni dell’università, l’incontro con il poeta Alessandro Burbank e con il producer Sick et Simpliciter (al secolo Luca Patarnello) lo portano ad avvicinarsi a sonorità elettroniche e a mescolare le metriche del rap con la cifra comunicativa dei poetry slam.

Nel 2014 Dutch Nazari entra nel roster di Giada Mesi, etichetta fondata da Dargen D’Amico, con la quale nell’autunno dello stesso anno pubblica l’ep dal titolo “Diecimila Lire”. Interamente prodotto da Sick et Simpliciter, riscuote grande interesse sia da parte della critica che del pubblico, posizionandosi ai vertici delle classifiche dei “migliori dischi del 2014” dei principali portali del settore.

Nell'estate del 2016 l’uscita dell’ep “Fino a Qui” prepara la scia per il primo album ufficiale: "Amore Povero" esce a marzo 2017 per Undamento/Giada Mesi. L'album è ancora una volta il frutto della collaborazione con Sick et Simpliciter, presente sia in studio nella realizzazione del progetto, che sul palco nelle performance live.

L’uscita dell’album “Amore Povero” porta alla consacrazione nazionale, con un tour di oltre sessante date in tutta Italia, e la partecipazione a festival di grande prestigio come il Mi Ami (Milano) e l'AMA Festival (Asolo). L’album riceve recensioni positive da riviste e giornali dall’estrazione più varia, da Rockit a La Repubblica, proiettando il progetto al di fuori del genere musicale “rap”.

Tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 escono due nuovi singoli (“Qui da Poco” e “Mai Via”)

Il 16 novembre 2018 è uscito per Undamento "Ce lo chiede l'Europa" il suo nuovo album.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Rancore - Live report]]>

 

Sabato scorso, 26 gennaio 2019, presso il Centro Sociale Pedro, qui a Padova, è arrivato il rapper Trek Iurcich, che probabilmente così non vi dirà nulla, se non fosse che è conosciuto ai più col suo alias RANCORE. Il palco è stato tenuto inizialmente col DJ Set di Dj PLAKU+DJ LINCH, a cui si son succeduti Cross e Colpo di Stato Poetico.

Rispetto ai precedenti live in tour, Rancore veste la maschera malinconica e depressissima, portando sul palco oltre ai suoi giocattoli, fatti con i cubi di un abaco, anche la sua Orquestra, con tanto di maschere coi bottoni al posto degli occhi.

La sua logorroica parlantina intermezza i breaks spiegando quanto significhi per lui un pubblico vivo e corposo sotto il palco: Rancore è umile e disincantato, non si sarebbe mai aspettato che Musica per Bambini, l’ultimo album, potesse esser ben compreso da un pubblico ampio. Parliamoci chiaro, non perché sia un disco aulico, elevato o fuori dalle righe, bensì per la composizione intima e privata, fuori da circuiti in cui i più potessero riconoscersi.

Ed eppure eccolo lì, nella top ten delle nuove uscite del giungo 2018, tra Sfera e basta, Irama e Gemitaiz (e magari anche Benji e Fede). Un risultato inaspettato ed inatteso anche per lo stesso Trek, come specificherà nel corso del live.

Quel che si nota subito a pelle è la volontà precipua di voler parlare, colloquiare, sputare al mondo rabbia, odio e antichi livori, mentre ci si butta addosso un velo di Maja costruito a causa di un periodo strano e disastroso, dal quale probabilmente il nostro rapper pare ancora ne debba uscire.

Si intervallano nel corso della scaletta le new entries tracks con i pezzi da 90 del passato targati Dj Myke come la soleggiata SUNSHINE e la dark electro DARKNESS. L’atmosfera di luci fluo ed ombre si riempie di melodiche provenienti da libri di favole e di scuola: giri di carillion in Giocattoli, arpeggi di piano melanconici nella fantasy Sangue di Drago, colonne sonore di cartoni animati in Beep Beep. In quest’ultimo caso parliamo di un asmatico quanto assurdo pezzo, in cui Rancore inghiotte rime su rime alla velocità della luce, riprendendo fiato attraverso un nebulizzatore pensato ad hoc.

Chissà se è irriverente cantare Centro Asociale in un centro sociale occupato, è un’antinomia interessante, così come la frase topica “è meglio fare il black block che stare a casa ad aprire un bel blog?”.

Troppo bella anche live è la traccia Arlecchino in cui la similitudine dei vestiti composti con disarmonici pezzi di stoffa, di diversi colori, rappresenta l’Italia, da Bergamo a Napoli, da Bolzano a Lampedusa.

Possiamo immaginare, magari perché lo abbiam provato, quanto sia difficile uscire da un labirinto mentale che si manifesta materialmente in cumuli di carta bianca, mentre si tenta di scrivere, scrivere, scrivere; lo specifica Rancore con anafore ripetute all’inverosimile fino a scavare un buco nel cervello degli ascoltatori: l’empatia drizza i peli e crea pelle d’oca, “Abbiamo capito!” pensiamo tutti nelle nostre teste, ma alla fin fine scrolliamo le spalle e continuiamo ad assistere un concerto di chi, conosce infiniti modi di comunicare, ma sol con l’italiano gli solletica la lingua. La nostalgia raggiunge vette apicali con la conclusione capeggiata da Skatepark, in cui la narrazione si concentra sul passaggio dal passato rumoroso e frequentato all’attuale abbandono del parchetto. Riflessioni amare e ricordi condensati fanno ben riflettere su quanto significa oggi esser all’interno di spazi pubblici e sociali.

In conclusione, dopo 1 ora e 45 min di live, pare proprio che i sei anni intercorsi dal precedente album Silenzio, non hanno fatto scolorire alcun ologramma, piuttosto lo hanno evidenziato, con nuove immagini e dissonanze presenti sullo schermo.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Rancore live al Cso Pedro]]>

Sabato 26 GennaioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Rancore
Musica per bambini Tour

 

Opening:

Cross
www.instagram.com/crossbabarflow

Colpo di Stato Poetico (Alfre D' | Geema | Polly)
www.facebook.com/colpodistatopoetico

 

Apertura ore 22 - Ingresso 10 euro





Musica per bambini (in Tour)
Dopo l’ultimo tour dove Rancore ha sperimentato il palco a 360 gradi, mischiando musica, teatro e magia, il rapper torna sulla scena con un nuovo disco e porta sul palco un nuovo spettacolo: Musica Per Bambini (in Tour).
Rancore porta i suoi ‘’giocattoli’’ sul palco trasformandolo in una cameretta dove i musicisti sono bambole di pezza con bottoni al posto degli occhi.
Ecco come nasce questo nuovo show.
Paura di tornare bambini?
Come sempre, dove c’è la firma di Rancore, le sorprese non mancheranno.

Il disco:
Rancore è da anni considerato uno degli artisti più interessanti del panorama del rap italiano, capace di trovare la giusta alchimia tra rime, tecnica, fantasia e significati.
Dopo un periodo di importanti dischi e collaborazioni, torna con un nuovo e imponente lavoro, molto più esplicito, ironico e provocatorio, ma mantenendo un alto grado di cervellotica complessità, ormai alla base del suo rap ermetico.
Musica per bambini come ogni disco di Rancore è il viaggio di una vita, analizzata ed interpretata in più brani e da più punti di vista.
Ogni barra viaggia sul filo del rasoio e sembra fatta apposta per avere infiniti significati.
Il rapper non ha paura di spogliarsi fino a mostrare i suoi sentimenti più profondi e come sempre i suoi dischi aprono a molte domande.
Perché il titolo Musica per bambini?
E’ solo il momento particolare che sta vivendo?
Oppure questo momento si è trasformato in una provocazione fatta di musica? Le risposte le scorpirete solo venendo all'imperdibile live!


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Isola di Mr. Robinson 25th Anniversary al Cso Pedro]]>

Giovedì 24 GennaioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Isola di Mr Robinson 25th Anniversary


25 anni di Isola di Mr Robinson a Radio Sherwood!


Giovedì 24 gennaio verranno celebrati i 25 anni dello storico programma di musica e cultura gamaicana di Radio Sherwood.
A festeggiare questo quarto di secolo ininterrotto di dirette, ci saranno ospiti live, sound system, collegamenti telefonici con artisti e personaggi che a vario titolo hanno avuto modo di "naufragare" nell’isola di Mr. Robinson.
L’evento sarà aperto al pubblico e l’appuntamento sarà al Cso Pedro.



Contributo ingresso: fino alle 21.30 offerta libera, in seguito 3 euro


>>> Sostieni Radio Sherwood, sostieni l'informazione indipendente! <<<


Il ricavato della serata andrà a sostegno dei progetti della radio e per l'acquisto di nuove attrezzature.



Programma:

 

19.00
Apertura cancelli
Vieni a berti un aperitivo in compagnia!

20.00
Apertura della pizzeria 
Menu pizza+bibita a 10 euro

21.00-22.30
Diretta radio L'isola di Mr. Robinson - Speciale 25th Anniversary
Con interventi di:
Nando Popu (Sud Sound System)
Prince Lion (from Manchester)
Forelock
Virtus
Bunna (Africa Unite)
Sir Oliver Skardy
Chisco Mat
Kg Man

22.30-00.30
Dj set Mr. Robinson & friends:
Bomchiom Sound
Jungle Fever
Rude Boys Crew


L'Isola di Mr. Robinson

Mr. Robinson nasce a Padova il 07/01/1969 fin da piccolo 5/6 anni la musica diventa una magia un gioco che gli entra nell’anima. Suo padre accorgendosi che il ragazzino si diverte a cantare mentre lui strimpella con la chitarra lo iscrive per scherzo ad un programma televisivo “Il carnevale dei bambini “condotto all’epoca da Francesco Salvetti poi divenuto patrono del Festivalbar. Arriva così perfino a classificarsi al terzo posto con una canzone di Toni Santagata “ Lu maritiello”. Inizia così la vera passione per la musica. Nell’1981 giocando a palla quadrati (gioco di strada quando le auto nelle vie di periferia erano ancora poche) grazie alle sorelle di un amico che teneva le casse fuori dalla finestra mentre si giocava …la palla rimbalzava al ritmo del grande Bob Marley ed è così che il reggae diventa una “strada da seguire” Nell 82 Bob se ne và e colpisce nel cuore tutti i ragazzi che continuano però a coltivare il seme della musica Giamaicana. A 15 anni si comincia a comperare i primi dischi l’impianto stereo del papi viene utilizzato per festini e mini dance hall e le casse utilizzate dal Mr. per diffondere le note reggae dalla finestra ai vicini di casa “oggi sarebbe sicuramente arrivata una querela”. A 20 anni inizia la carriera di dj in un locale che al giovedì nella periferia di Padova attira da tutto il triveneto gente semplice serenamente multietnica. Il locale è il “Bikos di Montà “ uno dei primi veri circoli culturali degni di questo nome”. E’ il periodo delle posse (Africa Unite,Sud Sound System, Pitura Freska, 99 Posse etc..) Il progetto delle serate reggae di concerti e buone vibrazioni continua con crescente successo per 5 ,6 anni , poi arriva lo sfratto e il locale cessa l’attività come spesso succede quando si lotta per creare qualcosa di diverso. Inizia così per Mr. Robinson un periodo di riflessione trovandosi purtroppo da solo nel proporre il jamaica style nella sua città. La realtà musicale degli anni 90 in Europa non era certamente favorevole per il reggae . Il diffondersi nei locali alternativi della musica house e techno andava in direzione completamente opposta . Le dancehall però continuano nei circoli privati come l’Athanor, Eyes club, Magic Bus con live e dj set di vari atisti. Nel 1993 Robinson trova i contatti per creare un programma radiofonico nelle frequenze di radio Sherwood nasce così L’Isola di Mr.Robinnson programma ancora in onda tutti i venerdì sera dalle 20:00 alle 22:00. Lo stimolo fantastico e singolarmente interpretativo espresso dall’ascolto radiofonico va a creare particolari intense situazioni, nelle quali gli ascoltatori divengono naufraghi e possono interagire con stregoni, poeti, folletti e ospiti che in qualche modo orbitano nel pianeta della musica caraibica. Nell’isola di Mr.Robinsdon, nel corso degli anni, approdano artisti nazionali e Giamaicani di un certo spessore tra i quali Freddie Mc Gregor, Morgan Heritage,Wain Wonder,Boom da bash,Mama Marja’s,Il Genertale,Jaka,Paolo Baldini,Africa Unite,Sud Sound System,Sir Oliver Skardy,Anansi,Lion D,Ras Twelde,99 Posse,Raphael, Virtus,Brusco,Alborosie etc…” Nel 2004 grazie all’amicizia con Matteo”Princelion” nasce un’importante collaborazione nel programma radiofonico L’isola di Mr.Robinson, con il quale fonda uno dei primi sound system a Padova : Kareggae Sound System, che per quattro anni hanno portato in giro per il nord Italia ottime vybz fino all’inizio del 2008. Mr.Robinson dal 1993 scrive articoli , recensioni per radio Sherwood e sulla Storica rivista Rasta Snob ( 1988) di Steve Giant ed ha collaborato come artista(selecter nel Main Stage,roots yard,free yard,con l’amico Anti coi guanti veterano della scena reggae italiana) giornalista dal 1994 al 2009 alle edizioni del Rototom Sunsplash . Mr. Robinson a collaborato in tutte le edizioni dello Sherwood festival e del Venice Sunsplash . Ha suonato con innumerevoli sound : Bomchiloom aperto concerti live tra i quali UB 40, S.S.S, Aswad, Steel Pulse,Antony B,Richie Spice,Skatalites,Alborosie,Yellow man, Alpha Blondy,Culture,Andrew Tosh,Africa Unite,Coco Tea,Luciano,Frankie Paul…Con il ritmo e la musica ogni essere esprime le proprie radici .Da sempre ancor prima della parola esiste una sola vibrazione dove l’anima canta la storia di ogni profonda cultura e civiltà, il reggae ne è la prova.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bad Vibes & Electronic Fog al Cso Pedro]]>

Sabato 19 GennaioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Bad Vibes & Electronic Fog
Special guest: Ephyum

 

Per il terzo appuntamento della stagione, e il primo del 2019, i ragazzi di Bad Vibes hanno deciso di portare al Cso Pedro uno dei locals veneti più stilosi della scena: tocca a Ephyum, con bombette uscite sulle storiche Cause4Concern e Bad Taste Recordings, per citarne solo alcune. Vi assicuriamo un viaggio tra le sfumature più cool della Neurofunk. Iniziate già con il riscaldamento!

Apertura ore 23.00 - Ingresso 5 euro


Mainstage - Bad Vibes:

Ephyum
(Cause4Concern / Bad Taste Recordings)

Fractale
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex


Hosted by:

Mc Buzz outta Massima Tackenza b2b Mc Shado


Special 3D Videomapping by:

Audiogram Lab

 

 

Second Stage - Electronic Fog:

Idga
dj set

M.T.M. dj
dj set

RdmGrl - Riddim Guerrilla
dj set

AlGrain
vj

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Io e la Tigre]]>

Venerdi 18 GennaioC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Verso il Padova Pride 2019

Io e la Tigre

"Grrr Power Tour"


Ingresso 5€

Apertura cancelli: 20.30

Live Io e La tigre: 23.00

Aftershow fino alle 4.00 > 2€

In vista del Padova Pride 2019, che si si svolgerà Sabato 1 Giugno, siamo felici di annunciare il primo di una lunga serie di eventi di avvicinamento! Venerdì 18 Gennaio al C.S.O. Pedro con Io e La Tigre, con il loro nuovo disco GRRR Power.
Il GRRR POWER è un coro di voci che si uniscono a quelle di IO e la TIGRE per diventare una Fanzine che le contenga e le amplifichi che sarà distribuita durante la partecipazione della band, accanto ai compagni di scuderia CIMINI e i Botanici, al prossimo Indie Pride (Indipendenti contro omotransfobia, bullismo e sessimo).

Sarà una serata all’insegna della socialità e del divertimento, della libera espressione del proprio corpo e della propria creatività per liberarci insieme da omo-bi-transfobia, sessismo, razzismo e fascismo e iniziare a celebrare i cinquant’anni dai moti di Stonewall in attesa dell'Onda Pride che percorrerà il Veneto fra maggio e giugno.


"GRRR POWER" è un disco che vuole e si fa manifesto: "Il GRRR POWER per noi è la forza di affrontare le sfide della vita accettando la propria parte più fragile e vulnerabile. La forza che ti fa andare avanti anche se tutto attorno sembra voglia farti sembrare non adatta. Una forza che affonda le radici nel confronto e nel sostegno reciproco e non nell'individualismo. Una forza che non ha bisogno di farsi bella per sentirsi importante”. Prodotto artisticamente da Andrea Comandini il GRRR POWER è un album scritto e composto da Aurora Ricci e Barbara Suzzi, che in questo album canta due brani, proiettato verso un presente capace di guardare più al futuro e meno al passato. GRRR POWER punta ad essere più che un disco un messaggio musicato: “Noi in questo preciso momento siamo l'emblema del tirare fuori questo GRRR POWER e del fregarcene del fatto che siamo inadatte agli standard. E con questo messaggio non vogliamo farci belle ma dare un segnale a chi come noi risulta molto spesso fuori luogo. Essere ciò che si vuole essere nonostante tutto richiede tanta forza e purtroppo ancora oggi è un gesto assolutamente anticonformista”. Il GRRR POWER è un coro di voci che si uniscono a quelle di IO e la TIGRE per diventare una Fanzine che le contenga e le amplifichi che sarà distribuita durante la partecipazione della band, accanto ai compagni di scuderia CIMINI e i Botanici, al prossimo Indie Pride (Indipendenti contro omotransfobia, bullismo e sessimo). IO e la TIGRE - GRRR POWER Dal 31 ottobre avrà inizio Il “GRRR POWER tour" che vedrà IO e la TIGRE protagoniste con un show completamente nuovo rispetto al passato. Ad accompagnarle sul palco, infatti, ci sarà la Grrr Power Band: Simona Sansovini alla seconda chitarra e Lorenzo Gasperoni al basso.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[All You Can Dance | Christmas Bash]]>

Martedi 25 DicembreCentro Sociale Occupato PedroVia Ticino, 5 - Padova


All You Can Dance

Christmas Bash

Quale modo migliore per festeggiare il Natale se non quello di ritrovarsi tutti assieme al Cso Pedro per farsi gli auguri, ballare tutta la notte e smaltire i vari pranzi coi parenti?

Se il panettone vi ha appesantiti e vi tiene ancorati al divano, don’t worry, venite qua che vi rimettiamo in sesto noi, con il nostro fantastico #AllYouCanDance in versione natalizia!

I nostri bellissimi e amati sound si alterneranno alla consolle per farvi tenere il ritmo giusto, con reggae, drum’n’bass, hip-hop & rare grooves, trash, mentre al bar ci preoccuperemo di non far mancare materia prima per i vostri brindisi.


Sul palco a condurre le danze:

BomChilom Sound, Bad Vibes Dj Plaku,

Otisday (Olol Jackson Trash All Stars)


❉❉❉ Ancora indecisi su cosa fare a Natale? ❉❉❉

Apertura cancelli ore 23.00

Ingresso 3 Euro

Line up:

Mainstage - 23.00 > 04.00


BomChilom Sound (Reggae/Dancehall)

www.facebook.com/bomchilom


Bad Vibes (100% Drum'N'Bass)

www.facebook.com/badvibesdnb


DJ Plaku (Hip-Hop & Rare Grooves)

www.facebook.com/Dj-Plaku-289898784462091


Otisday (Trash/Revival 'til you die)

www.facebook.com/ololjacksontrashallstars

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Axos live - Festa studentesca al Cso Pedro]]>

Sabato 22 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Axos live
Festa studentesca

 

Opening:

Delta Primo Squad
www.facebook.com/deltaprimosquad

Black Fingers
www.instagram.com/blackfingers_gla

 

Apertura ore 22 - Ingresso 5 euro

Lo scopo di questa festa studentesca è quello di autofinanziare il Coordinamento Studenti Medi Padova. 


 

Axos
Andrea Molteni, in arte Axos, inizia il suo percorso musicale in giovanissima età.
Ad 11 Anni aveva già riempito una scatola di scritti e di testi.
Innamorato della musica, entra in possesso, tra una pila di cd Metal e rock acquistati dal fratello grande di un amico, dei primi cd di Eminem. Ispirato da quello che fu per lui il traghettatore, il mentore, incomincia a dare una forma musicale ai suoi testi, tenendo pur sempre la cosa privata. Un esercizio personale. Una valvola di sfogo.
Un giorno Andrea parte per un viaggio, alla volta della Germania, che consoliderà quel nome “Axos” che gli era stato ispirato da una vecchia storia su Achille letta in un libro e che gli viene appiccicato addosso da una ragazza Greca che senza saperne niente gli disse, “tu sei un Achos (AXOS italianizzato), significa suono, in tutte le sue forme, una parola antica ed inutilizzabile nel greco moderno...sei musica e non sei sfruttabile”
Queste parole convincono Axos che davanti un destino più grande lo stava aspettando.
Dopo un anno tra le panchine e la pioggia tedesca, decide di tornare per dedicarsi alla musica. Davvero.
La sua capacità descrittiva e il suo linguaggio naturalmente ricercato non passano inosservati. Il suo ritmo e le sue influenze d’altri generi, principalmente Rock e Metal vengono fuori, creando un suono unico.
Viene contattato da Machete per collaborare al Machete mixtape 3 e al Bloody Vynil. 
Ne esce Mitridate. Mitridate in breve tempo diventa una pietra miliare dell’hardcore italiano, anticipato da Liberami dal Male, video che fa innamorare subito Machete in maniera definitiva e non solo.
Viaggia, suona, ma soprattutto un giorno riceve la proposta di Machete. Definitiva.
Axos in machete pubblica Anima Mea. Anima Mea macina piu di 4 milioni di ascolti su Spotify.
Andrea però non è soddisfatto.  La ricerca è diventata assillante. La sua vita è in studio.  Mette su un team musicale fortissimo di professionisti che credono in lui e nella sua musica.  Esce da Machete per ritrovarsi di nuovo.  Per scrivere un secondo Mitridate, ma che stavolta diventi pietra miliare per tutta Italia.
Il 29 Giugno esce la prima tappa di questo viaggio. IRON MAIDEN.
Il 23 novembre pubblica l'ep CORPUS: L'AMORE SOPRA.

Black Fingers
Black Fingers è la crew composta da Tere ed Ozy-D, prima dediti a progetti individuali e tornati fianco a fianco per dare vita al primo disco ufficiale per quanto riguarda il loro progetto più longevo.
Nel 2015 infatti i Black Fingers debuttano nella scena veneta con “Wendy Mixtape” un tape improntato su strumentali americane che ha permesso alla giovane crew (entrambi classe ’95) di girare e farsi conoscere soprattutto attraverso svariate date in veneto in apertura a grandi nomi del mondo del rap italiano.
“Bad News” è l’urlo dei Black Fingers contro la società di oggi, e contro le persone false che ogni giorno vivono sulle menzogne e sulle bugie raccontate agli altri, e che finiscono inevitabilmente per portare a tutte le loro “prede” nient’altro che brutte notizie, “Bad News”.
Ozy-D e Tere dimostrano con una grande attitudine che contenuto e sonorità possono ancora convivere trasmettendo una forte energia all’interno di una traccia che anticipa un disco dal carattere maturo, fuori molto presto.

Coordinamento Studenti Medi
Il CSM è una realtà studentesca autorganizzata presente e attiva ormai da diversi anni all’interno degli istituti superiori a Padova come in altre città d’Italia.
Siamo dichiaratamente antifascisti e apartitici.
Il nostro obiettivo è quello di promuovere il confronto e il dibattito all’interno delle scuole per coinvolgere e rendere protagonisti sempre più studenti nelle battaglie che portiamo avanti.
Lottiamo per difendere ed estendere i diritti degli studenti, calpestati da assurde politiche governative, organizzando assemblee nelle scuole, iniziative e mobilitazioni.
Creiamo momenti di socialità e autofinanziamento organizzando eventi all’interno dei nostri spazi sociali (CSO Pedro e LSO LaTana) e collaborando ogni anno con Sherwood Festival, dove gestiamo uno stand.
Tutte queste attività vengono progettate grazie al confronto di diverse opinioni e progetti presentati nei nostri incontri settimanali.
Diventa parte attiva e porta anche tu le tue idee all’interno dei
nostri incontri e collabora presso i nostri spazi!
www.facebook.com/coordinamentostudentimedi.padova

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Mellow Mood "Large Tour"]]>

Sabato 15 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

Mellow Mood

"Large Tour"

www.facebook.com/mellowmood


Prima e dopo il live:

BomChilom Sound

The Sound of Padova

www.facebook.com/bomchilom


Apertura cancelli ore 22.00

Ingresso 15 Euro - No Prevendite


Mellow Mood

Dopo il successo del tour estivo europeo, che li ha visti tra i protagonisti dei principali festival reggae Europei, i Mellow Mood portano il loro ultimo disco ("Large", uscito ad aprile per La Tempesta Dub) in tour nei club del Bel Paese.

Tre anni dopo il fortunato “2 The World”, la band friulana ha pubblicato il suo disco più bello e ambizioso, con cui mira a confermare il proprio status di band di punta del reggae europeo nel panorama mondiale, senza smettere di stupire e divertirsi.

“Large” è il disco più roots dall’esordio “Move!” del 2009, ad oggi l’album più amato dai fan della band, che fu una dichiarazione d’amore alla scrittura di Bob Marley. Dopo i successivi anni di esplorazioni in chiave dj-style e dancehall, ecco il ritorno a casa, sebbene con un panorama più pop intorno.

Dodici tracce che affrontano molte tematiche sociali, dalle fake news al consumismo, senza tralasciare una sempre presente componente “romantica”. Un disco nato per essere suonato in mezzo alla gente, vissuto, condiviso.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Efog 21 al Cso Pedro ]]>

Venerdì 14 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Efog 21
w/ Bakunin Tapes, Sergio Wow

 

Dopo le prime due date di questa nuova stagione, a #Efog21 vi facciamo una mega sorpresa e vi portiamo un live mai sentito prima: l'esordio presentazione del progetto Bakunin Tapes.
Premiere assoluta a Efog che vedrà, inoltre, il ritorno di un artista poliedrico che in passato ci ha lasciato piacevolissimi ricordi. Felicissimi di riavere con noi Sergio Wow!
Il live opening act è invece affidato a Shazwa, beatmaker e produttore hip-hop che contamina i suoi suoni con influenze ben più ampie.
Resident Efog della serata sarà Idga, uscito qualche mese fa con il suo nuovo "Spin Up EP".


Apertura cancelli ore 23.30
Ingresso 5 euro


Lineup:

Bakunin Tapes
live set

Sergio Wow
dj set

Shazwa
live opening act

Idga
dj set

AlGrain
vj

Nichi List
vj

 

Bakunin Tapes - live set
Come la libertà altrui diventa condizione necessaria per la propria, così far ballare chi li ascolta diventa condizione necessaria per le produzioni in comune di Iskø e Jester. Già compagni di ventura nella band Lindustria insieme a Sergio Wow e Idga, si cimentano questa volta in una collaborazione prettamente elettronica. Drum machine, campionatore e synth diventano i mezzi di comunicazione e di interazione. Il ritmo incalzante e il groove sono le basi di discussione per lunghe dissertazioni musicali (e non). Torridi pomeriggi estivi e umidi sabati invernali si trasformano lentamente in un progetto dai contorni non ben definiti ma con un chiaro intento, il dancefloor.
Siamo lieti di presentarvi ad #EFOG21 il debutto assoluto di Bakunin Tapes.

Sergio Wow - dj set
Dj/producer italiano che con la band The Magicake (MOFA Schallplatten) debutta nell'elettroclash nei primi anni 2000. Dopo anni di attivitá e performance che confermano il suo carisma ed eclettismo sonoro, atterra a Berlino, dove la frequentazione della club night con i djs producers più famosi del panorama della musica elettronica, lo portano verso situazioni e sensibilita’ musicali più sperimentali, portandolo a giocare nelle sue produzioni con la Chicago House, la Nu-Disco e la New Wave.
Dopo il concept album Olympus Mons (Rustblade) lo troviamo in diverse release dentro al progetto CLIMA (Cocktail D'Amore Music/Bordello a Parigi) e più recentemente con la traccia Black Rumba (Nimiq Records).
www.facebook.com/Sergio-Wow

Shazwa - live opening act
Beatmaker hip hop e DJ di periferia nel padovano, fa parte del collettivo rap emergente Ida Killa Crew nelle vesti di produttore. Partecipa a diversi contest (online e non) proponendo strumentali di carattere introspettivo e duro, ma nel contempo ritmico. Ha prodotto diversi rapper in giro per l'Italia, ma in particolare nel bacino locale padovano. Il suo contatto con la musica elettronica avviene quasi spontaneamente, per via del forte interesse nell'introdurre particolari nuovi e complessi nelle sue produzioni, spaziando tra diversi generi. Prende ispirazione da artisti come Black Milk, The Gaslampkiller, eLan, Flying Lotus, e si avvicina ai campionatori osservando i live set di Nosaj Thing e Melo X su youtube. Da qui incomincia a personalizzare il proprio live set.
www.facebook.com/Shazwa

Idga - dj set (51beats / Electronic Fog)
Idga è un compositore e perfomer fortememte influenzato dalle sonorità post punk. Amante dell’idm, industrial e techno i suoi brani sono caratterizzati da sonorità scarne e trasversali: beat scuri, introspettivi e melodie mai banali fanno l’occhiolino al dancefloor. Esordisce nel 2011su Stato Elettrico con l'ep selftitled (SE029), arriva nel 2013 alla prova dell’album "Horror Pleni" (51bts040) per 51beats, pubblica nello stesso anno su Electronic Fog l'ep "In the meantime" (EFOG003D) e nel 2015 sforna il 12" in vinile "No Glitter, No Pictures" [51vin003], sempre per 51 beats. Nel 2017 partecipa con due tracce alla compilation "Gravity and Quantum Mechanics 2" [51bts051-51bts005CD] VV.AA. Nel luglio 2018 pubblica l'ep "SPIN UP" (EFOG012D).
soundcloud.com/idga

Algrain - visual show (Electronic Fog)
Inizia nel 2013 la sua esperienza e collaborazione come live performer VJ, video/teaser maker per il gruppo electro-pop NYŪ (I), vanta collaborazioni in campo internazionale rispettivamente con gli austriaci Elektro Guzzi (A), The Analogue Cops (D), Lucretio (I) e lo sloveno Christian Kroupa (SLO). Nelle sue performance unisce video manipolati analogicamente da sintetizzatori-video e mix analogici uniti a computer graphics per ottenere pattern ed entità tridimensionali strobo caleidoscopiche. Attualmente oltre ad essere parte del collettivo Electronic Fog dove assieme a Nichi List cura la parte di visual, collabora anche con il duo berlinese The Analogue Cops (D) e lavora a vari progetti A/V tra cui Nightjars (D) ed Epilessie (I).
www.algrain.xyz

Nichi List - visual show (Electronic Fog)
Nichi List è attivo dal 2015 come VJ e videomaker. I suoi visuals nascono dall'incontro tra ciò che stupisce il suo sensore digitale e ciò che impressiona il suo cervello. Frammenti di vita e pattern glitchati si fondono, per donare colore e forma ai beats. Attualmente collabora stabilmente con AlGrain per le serate dell'etichetta indipendente Electronic Fog.
www.youtube.com/watch?v=q7qyk6GfoTU

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tecniche Perfette XVI - Semifinale Veneto al Cso Pedro ]]>

Sabato 8 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Tecniche Perfette XVI
Semifinale Veneto

 

Dal 2003 Double S e Mastafive sono in giro per la penisola in cerca del migliore MC da battaglia.
Una battle dopo, l'altra si sono distinti rapper del calibro di: Mondo Marcio, Ensi, Clementino, July B, Emis Killa, Nitro, Noema, CaneSecco, Kenzie, Moreno MC, Kenzie, Fatt, Lethal V, Maik Brain, Morbo, Reiven, Shekkero, BLNK.

Passano le ere, passano gli anni e bisogna evolvere.
Due novità quest'anno: host di Kiave e nuovo regolamento diviso in due fasce d'età 15 -20 e 20 in su


Opening act:

Mr. Thief
www.facebook.com/mr.thiefoffical


Mbassadò B-day Bash

Hosted by:

Kiave
www.facebook.com/kiaveofficial

Mastafive
(TP/ MTV Spit!)
www.facebook.com/Mastafive

Dj Double S
(TP/CitySound/Fabri Fibra offical dj)
www.facebook.com/djmais


Co-host:

Mbassadò
(EAD/intl live/Ear 2 the Street)
www.facebook.com/IntlliveHipHopItaly


Iscrizioni
bit.ly/IscrizioniTPXVI
Per poi perfezionarle sotto forma di conferma in loco la sera stessa dell'evento entro le h22.15

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Presentazione dell'EP "Rising of the Paupers"]]>

Venerdi 07 Dicembre (Prefestivo)Centro Sociale Occupato PedroVia Ticino, 5 - Padova


100% Reggae/Dancehall Night

Presentazione ufficiale di

"Rising of the Paupers"

Il primo EP di Paupers

www.facebook.com/paupers.krubally


Disco prodotto da Skinny B e Nevo X BomChilom Productions

Samba Krubally in arte Paupers Child , è un ragazzo originario del Gambia che arriva in Italia portando il suo talento versatile (non solo canta, ma suona e recita) e l'amore per la musica reggae.

Incrocia BomChilom Sound nei primi mesi freddi del 2018 ad una serata al CS Rivolta. Da quella volta sono passati mesi, costantemente in studio assieme, sperimentando provando, costruendo riddim e melodie, realizzando così il primo EP: "Rising of the Paupers".


Prima e dopo il live:

BomChilom Sound

The Sound of Padova

www.facebook.com/bomchilom


Apertura cancelli ore 22.00

Ingresso 3 Euro

Alle ore 19.30

Pizzata sociale a sostegno della Palestra Popolare Galeano

www.facebook.com/events/363907427690184

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bad Vibes w/Rido al Cso Pedro]]>

Sabato 1 DicembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Bad Vibes w/ Rido

 

Per il secondo appuntamento della stagione i ragazzi di Bad Vibes hanno deciso di portare al Cso Pedro uno dei loro producers preferiti in assoluto della scena Drum & Bass: tocca a RIDO, direttamente da Praga (CZ), con releases sul Blackout e Eatbrain, per citarne solo alcune. RIDO vi farà conoscere il suo sound potente ma concettuale, all'insegna della Neurofunk più stilosa.


Apertura ore 23 - Ingresso 5 euro



Main Stage - Bad Vibes

Rido
[CZ] (Blackout / Eatbrain / Metalheadz)

Fractale
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex


Hosted by mc Buzz outta Massima Tackenza b2b mc Shado

Special 3D Videomapping by Audiogram Lab



Second Stage - Decompression

Lorenzo Rigo

Tracya

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Ubris + Ropsten al Cso Pedro]]>

Venerdi 30 NovembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Andamento Lento vol. 2 
Ubris + Ropsten

 

Tempi dilatati, ritmi pesanti e atmosfere oniriche.
Per la seconda serata marchiata Andamento Lento - Stoner Doom Night non vogliamo proprio risparmiarci e a far crollare le mura del Cso Pedro saranno gli Ubris, che proporranno dal vivo il nuovo disco, Hobolo (JetGlow Recordings) e, prima di loro, i Ropsten.

 

Come sempre potrete bere delle ottime birre artigianali, long drink e cocktail e mangiare le deliziose pizze della pizzeria La Pizza Loca.


Apertura cancelli ore 22.00
Contributo all'ingresso 3 euro

 

Inizio live:
Ropsten 23.00
Ubris 00.00

 

 

Ubris

Ubris è il progetto che prende forma nella primavera 2015 a Padova. Morgan ed Enrico, musicisti dalla consolidata esperienza, decidono di far salire a bordo prima Diego e poi Alessia. Tra varie sessioni di distorsioni affilate e bassi assordanti emerge un rock dal retrogusto stoner, potente e immediato.
www.facebook.com/ubrisband


Ropsten

I Ropsten si formano a Cornuda (Treviso, Italia) nel 2009 come quartetto strumentale. Nel 2011 pubblicano il primo EP autoprodotto "... and I fell asleep on a chair, downstairs in the corner", attirando l'attenzione dell'etichetta canadese Dwyer Records, che ne stampa una versione limitata in cassetta. Segue, nel 2014, un altro EP autoprodotto, "Fault". In questo periodo i Ropsten condividono il palco con Tides From Nebula, The White Mega Giant, Iosonouncane, suonano in locali storici come il Vinile di Bassano del Grappa e partecipano a Sherwood Festival aprendo, insieme ai Winter Dust, i concerti di God Is An Astronaut e Blonde Redhead.
Nel 2018 il primo album, Eerie, pubblicato da Seahorse Recordings.
www.facebook.com/rpstn

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[BomChilom 14th Anniversary w/ Young Hawk]]>

Sabato 24 Novembre Centro Sociale Occupato Pedro Via Ticino, 5 – Padova


BomChilom 14th Anniversary

100% Reggae Dancehall Night


Special guest:


Unica data italiana

Young Hawk Sound

Represented by Jaime Hype

from Bronx, New York City (USA)

www.facebook.com/jaimeyounghawk.hype


longside

BomChilom Sound

The Sound of Padova - Since 2004

www.facebook.com/bomchilom


Starts h. 22.00

Ingresso 5 Euro

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Efog 20 al Cso Pedro]]>

Venerdì 23 NovembreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova

 

Efog20 w/ Marcello Biggie

 

Dopo un'apertura di stagione esplosiva, #EFog20 vi porta due ospiti veramente eclettici: dj Marcello Biggie e in apertura Mill3ristic. Marcello, che tanti di noi hanno conosciuto come organizzatore del sempre interessante Nu-Fest, propone un mash-up killer di electro, acid house, breakbeat, techno e bleeps collezionati negli anni, con un fortissimo accento anni '90 e quel sound dirty ed acido della tb303.
Il live opening act è invece affidato a Mill3ristic, inseparabile dalla sua Sp404 con la quale campiona dischi in vinile rielaborandoli e creando beats nostalgici e chill.



Apertura cancelli ore 23.30
Ingresso 5 euro


Lineup:

Marcello Biggie
dj set

Mill3ristic
live opening act

RdmGrl
live set

M.T.M.
dj set

AlGrain
vj

Nichi List
vj

 

 

Marcello Biggie - dj set (Work It)
Marcello è da sempre innamorato della black music, si avvicina all'elettronica più ricercata con le produzioni Ninja Tune, Nobukazu Takemura, Alva Noto, Pan Sonic. In giovane età scopre la techno e la sound system culture che lo porteranno a frequentare assiduamente rave in tutta Europa. Dal 2007 al 2011 collabora con Veneto Jazz alla realizzazione del progetto Nu Fest. Nel 2010 si trasferisce a Londra e entra a far parte della storica crew Acme Soundz girando dischi tra UK, Italia, Spagna, Francia, Olanda e Repubblica Ceca. Ritornato in Italia riattiva il progetto Nu Fest e continua a dedicare la sua esistenza alla musica, all'arte del djing ed al proselitismo musicale, spingendo dischi e frequentando warehouse e block parties, clubs e rave in tutta Europa, alimentando la sua collezione di vinili in una continua ricerca di sonorità che lo contraddistinguano in console. Propone un mash-up killer di electro, acid house, breakbeat, techno e bleeps collezionati negli anni, con un fortissimo accento anni '90 e quel sound dirty ed acido della tb303, mischiando talvolta hip hop e prediligendo uno stile tipicamente dutch & UK assieme a quello "ghetto" della scuola Detroit e Chicago. Su quest'onda fonda recentemente, nel 2018, il suo progetto personale e brand WORK IT assieme all'amico di sempre, il dj partenopeo di casa inglese Poison.
facebook.com/DJmarcelloBiggie

Mill3ristic - live opening act
Vinyl digger, appassionato di musica jazz, easy listening e groove tropical, la lista per descrivere Andrea Allumi aka Robert Miller, in arte Mill3ristic, sarebbe ancora lunga, dalle sue origini come bassista nella roots reggae band Uprisers e come selecter di Foundation Hi-Fi alle attuali produzioni Lo Fi Hip Hop. Lo troviamo presente in numerose collaborazioni e mixtape, inseparabile dalla sua Sp404 con la quale campiona groove jazz, fusion, funk, rigorosamente da dischi in vinile, per rielaborarli con il fine di anestetizzare le nostre orecchie con le sue storielle fatte di beats nostalgici e chill. Ci affideremo a lui per l'apertura di questo evento, certi che non riuscirete a fare a meno di muovere la testa a tempo. File under Herbert, Max Graef, Wayne Snow
www.facebook.com/mill3ristic

RDMGRL - live set (Electronic Fog)
Synth, drum machine ed effetti, danno origine ad un set orientato al dancefloor ma senza cedere a compromessi: sonorità crude, acide e talvolta distorte.
www.electronicfog.net/artists/rdmgrl

M.T.M.- dj set (Electronic Fog)
Colonna portante del collettivo Electronic Fog, professionista del dancefloor, spazia dall'house alla techno senza tralasciare sonorità decisamente più balearic e funk, 100% vinile.
www.electronicfog.net/artists/m-t-m

Algrain - visual show (Electronic Fog)
Inizia nel 2013 la sua esperienza e collaborazione come live performer VJ, video/teaser maker per il gruppo electro-pop NYŪ (I), vanta collaborazioni in campo internazionale rispettivamente con gli austriaci Elektro Guzzi (A), The Analogue Cops (D), Lucretio (I) e lo sloveno Christian Kroupa (SLO). Nelle sue performance unisce video manipolati analogicamente da sintetizzatori-video e mix analogici uniti a computer graphics per ottenere pattern ed entità tridimensionali strobo caleidoscopiche. Attualmente oltre ad essere parte del collettivo Electronic Fog dove assieme a Nichi List cura la parte di visual, collabora anche con il duo berlinese The Analogue Cops (D) e lavora a vari progetti A/V tra cui Nightjars (D) ed Epilessie (I).
www.algrain.xyz

Nichi List - visual show (Electronic Fog)
Nichi List è attivo dal 2015 come VJ e videomaker. I suoi visuals nascono dall'incontro tra ciò che stupisce il suo sensore digitale e ciò che impressiona il suo cervello. Frammenti di vita e pattern glitchati si fondono, per donare colore e forma ai beats. Attualmente collabora stabilmente con AlGrain per le serate dell'etichetta indipendente Electronic Fog.
www.youtube.com/watch?v=q7qyk6GfoTU

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Bad Vibes Season Opening w/ Kiril al Cso Pedro]]>

Sabato 27 OttobreC.S.O. PedroVia Ticino, 5 - Padova


Bad Vibes Season Opening
w/ Kiril

 

Per il primo appuntamento della stagione vogliamo farvi conoscere uno dei talenti più fresh e stilosi della scena Drum & Bass italiana: tocca a Kiril, direttamente dal Lago di Como e fresco fresco di un EP sulla Critical Music di Kasra Critical, e releases sulla Invisible Recordings dei Noisia e l’italianissima The Dreamers. Kiril ci farà conoscere il suo sound concettuale, con un viaggio che parte dalle sonorità della Jungle arrivando a NeuroDeep e Rolling.



Apertura ore 23 - Ingresso 5 euro



Special guest:

Kiril
(Critical Music / The Dreamers / Invisible Recordings)


Mainstage:

Fractale
(RAM Records / The Dreamers / Vandal Records)

No One Knows

Beeonex

 

Hosted by:


MC Buzz outta Massima Tackenza b2b ViK aka liltrick


Special 3D Videomapping by:

Audiogram Lab




Second Stage / Deompression:

Lorenzo Rigo

Tracya

Shazwa

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)