<![CDATA[ venice-festival-2012 | Sherwood - La migliore alternativa]]> https://www.sherwood.it <![CDATA[Waterproof - DnB / Dub-step / Jungle]]>

Venerdì 16 Agosto

Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (VE)

Waterproof

DnB / Dub-step / Jungle

1 € può bastare

Lo Sherwood non ha bisogno di presentazioni: Waterproof neanche.

Il parco San Giuliano di Mestre (VE) ospita uno show ad alta tensione, al ritmo DnB / Dubstep che caratterizza i Waterproof. Due didgeridoo, una valanga di effetti elettronici, un contrabbasso ed una batteria.
C'è bisogno di altro?!

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Aldo Tagliapietra “40° Anniversario live 1973-2013”]]>

Lunedì 26 Agosto 2013

Venice Sherwood Festival

Parco San Giuliano, Porta Gialla
Mestre (Ve)

Aldo Tagliapietra

"40° Anniversario live 1973-2013"

1 € può bastare

Aldo Tagliapietra, ex leader del gruppo veneziano Le Orme, presentazione del nuovo album dal titolo: "L'angelo rinchiuso"; data di uscita: 3 settembre 2013.

“40° Anniversario live 1973-2013” è stato allestito per la celebrazione del quarantennale dell'album più famoso delle Orme divenuto un capolavoro della storia del prog italiano: "Felona e Sorona" appunto uscito in Italia nel 1973. Sul palco - accompagnato dalla sua band di musicisti - Aldo Tagliapietra esegue il concept inedito dal titolo “L’angelo rinchiuso” scritto in occasione di questo anniversario e la versione integrale e originale di “Felona Sorona”.

Lo spettacolo, che si è svolto in anteprima il 12 giugno scorso, durante la serata conclusiva del Fasano Jazz Festival e che ha visto la partecipazione straordinaria di David Jackson, ha avuto un ottimo riscontro di pubblico.

Aldo Tagliapietra festeggia quest’anno un importante traguardo, i 50 anni di carriera. Nel 1963 infatti vinse il primo Concorso per cantautori a Venezia. Quale migliore occasione per omaggiare lui, artista di prim'ordine veneziano, e la sua carriera musicale.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[[Web video] Tutti gli incontri e i dibattiti del Venice Sherwood Festival]]>

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[[Gallerie immagini] Tutte le fotografie del Venice Sherwood Festival]]>

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f22e68_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f22e68") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f22e68 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f22e68") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f2514e_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f2514e") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f2514e .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f2514e") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f2749f_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f2749f") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f2749f .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f2749f") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f297bb_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f297bb") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f297bb .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f297bb") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f2d608_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f2d608") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f2d608 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f2d608") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f2f933_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f2f933") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f2f933 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f2f933") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f3203f_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f3203f") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f3203f .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f3203f") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f35306_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f35306") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f35306 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f35306") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f3762d_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f3762d") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f3762d .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f3762d") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f39993_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f39993") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f39993 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f39993") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f3bcb9_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f3bcb9") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f3bcb9 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f3bcb9") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f3dfa3_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f3dfa3") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f3dfa3 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f3dfa3") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f402ce_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f402ce") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f402ce .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f402ce") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });});

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53d8b37f425f3_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f425f3") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53d8b37f425f3 .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53d8b37f425f3") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[[Web video] Tutte le interviste al Venice Sherwood Festival]]>

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[[Web video] Tutti i live del Venice Sherwood Festival]]>

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]>

Chi l'avrebbe mai detto?

Per il terzo anno di fila, il 2012 è stato un successone.

Dopo il primo anno del Venice SunSplash in cui l'ultimo giorno fu rovinato da una brutta tempesta e dopo il secondo del 2011 che fu un po' difficile per orari, permessi e locali post concerti... possiamo dire che questo 2012 lascia il segno per la nuova avventura del SunSplash italiano.

Un festival ricco di collaborazioni...

Oltre a noi di Zion Train Radio che abbiamo vissuto questi tre giorni magici in collaborazione con ReggaeRevolution rappresentato dal fratello Alekeno di Bologna, questo SunSplash 2012 è frutto di un collaborazione ormai solida da anni ma che ha fruttato oggi nel mondo reggae con questo big evento.

Radio Sherwood e RastaSnob hanno creato proprio quello che ci voleva come buone vibrazioni in levare.

Radio Sherwood con l'attrezzatura, l'impianto e tutto il festival che da Padova si è trasferito al parco San Giuliano e RastaSnob con Steve, aiutato da Alex dei BomChilom che organizzavano la parte musicale e pubblicitaria, invitando grossi artisti e personaggi di spicco nel mondo reggae odierno.

La locazione eccellente, situata al Parco San Giuliano di Venezia, famoso parco dell'Heineken Jammin' Festival, racchiudeva l'evento tra natura e verde.

Tre giorni fantastici senza pioggia, caldissimo di giorno e temperato la sera... quasi anche fresco da felpa la notte.

Il Festival si è svolto nella seguente modo...

Main Stage: (h. 21.00-24.00)

 

Ore 22.30

Mr. Vegas

& MV Band

 

Open act: (ore 21.00)

Mellow Mood

 

Culture Area: (h. 19.00-20.30)

Presentazione di "Salento fuoco e fumo" di Nandu Popu (SSS)

leggi articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

Roots Family (Treviso) + Pharmakos (Venezia) 

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

Mr. Robinson, Zion Train Radio & Dutty Spritz


Main Stage: (h. 21.00-24.00)

 

Ore 22.30

Morgan Heritage

 

Ore 21.00

Sud Sound System

& Bag A Riddim Band

 

Culture Area: (h. 18.30-20.30)

Presentazione di "Dear Dad" a cura di Nadia Montanari (Best Jamaica)

leggi articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

Makako Jump (Trieste) + Pidduck & The CoolTones (Schio, VI) 

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

Dj Gusma-T & Musou Sound


Main Stage: (h. 21.00-24.00)

 

Ore 22.30

Beres Hammond

& The Harmony House Band

Ore 21.00

Tarrus Riley + Dean Fraser

& Blak Soil Band

 

Culture Area: (h. 18.30-20.30)

Lampa Dread

Racconta la storia della musica jamaicana

Leggi l'articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

Ultima Fase & The Riddim Shooters Band (Rovigo) + Anima Caribe (Vicenza) 

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

BomChilom, NoBorder & WildCat

 

Tutti i concerti meravigliosi hanno lasciato il segno, come i film proiettati e l'area cultura, che hanno lasciato un ricordo non solo di festa e musica, ma come il SunSplash e RastaSnob fanno e contuneranno a promuovere: la musica e la cultura Reggae.

Mettiamo in evidenzia lo splendido concerto con il ritorno dei Morgan Heritage e Dean Fraser!!!

Tanto da dire, tanto è stato vissuto e sentito che non ci sono parole per capire come è stato questo Venica SunSplash 2012, quindi, vi lasciamo alle foto scattate e ai video effettuati con interviste, ricordandovi che il prossimo anno sarà sicuramente ancora meglio.

Aspettando il Venica SunSplash 2013...

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice SunSpalsh 2012 - Live Report]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Elio e Le Storie Tese Live Report]]>

Chi può avere così tanto coraggio e faccia tosta da fare una cover di Baba O’Riley e poi farla passare per una canzone di un pasticcere che ha fatto male il suo lavoro? Solo gli Elii, che aprono il concerto di Mestre con una Babà Oribly cantata da Rocco Tanica. Eccoli finalmente sul mainstage: dopo il rinvio di due settimane fa, può cominciare il delirio progressive-metal-samba-comedy-core-gore-psycho rock del gruppo milanese.

Si parte con Burattino senza fichi, una delle tante storie di sofferenza e frustrazione che gli Elii sanno dipingere sapientemente con il loro gusto musicale e il talento poetico di Elio, aiutato questa sera da uno special guest di rilievo: un pollo di gomma che in alcuni momenti ha persino messo in ombra con il suo grande carisma l‘intera immagine della band.

Pollo ha un ruolo fondamentale anche in Gargaroz: i riferimenti e le citazioni delle performance del grande shredder romano Richard Benson e delle sue svisate infernali si sprecano. Il Pollo ci sa davvero fare.

Il momento in cui si fa sul serio però arriva presto: gli Elii sanno quando bisogna fare sul serio, e infatti affrontano un argomento che, a detta loro, sono stati i primi a portare alla luce del sole in Italia. Si parla di Omosessualità, iniziata con un blues e trasformata poi nella classica versione hard rock, a cui segue una breve parentesi in cui Rocco Tanica dimostra tutta la sua tolleranza e accoglienza per gli omosessuali. Ad Heavy samba succede un brano dedicato agli Area, che è un esperimento progressive pieno di cambi di tempo e campionamenti della voce di Demetrio Stratos.

Non mancano le frecciatine dirette ai politici e qualche parola spesa in difesa dell’informazione libera, soprattutto quella riguardante la pornografia di nicchia, a rischio censura da un sistema corrotto e ottuso. Ed è per rivendicare la liberta di poter usare il proprio corpo come si vuole,che gli Elii continuano con il brano che dà il nome al tour, Enlarge your penis: una canzone che è a dimostrazione di come questa band sia attenta ai giovani e ai loro problemi di spam e dimensioni insoddisfacenti.

C’è spazio anche per i proletari lombardi che combattono per un Abbecedario, o per avere un angolo di verde nella loro città (Parco Sempione), magari però senza i fricchettoni che rompono i maroni con i bonghi. Una delle canzoni preferite dagli ambientalisti urbani.

Elio è sempre capace di stupire il pubblico, ma questa volta ha voluto esagerare: Rock and Roll in versione acustica (o almeno l'inizio) sono cose che si vedono una volta nella vita, come il bosone di Higgs, o una reunion dei Jalisse

Momenti di nostalgia con la coppia vintage La bella canzone di una volta e Discomusic, che permette finalmente a Mangoni di poter indossare i suoi stivali in paillettes rosa, il sogno proibito di ogni fan.

La prima parte del concerto si conclude con La visione e la cavalcata chierico-dance Born to be Abramo, che è stata al centro di una grande bagarre giudiziaria dopo il plagio nel '78 da parte di Patrick Hernandez.

La fine del concerto (che purtroppo prevede solo due canzoni) comincia con un brano cantato in inglese dalla bravissima Paola Folli, che da qualche anno segue in tour Elio e il suo complesso (inteso come band, ma forse anche come problema).

Prima di concludere però, il maestro Pollo di Gomma dà prova un'altra volta della sua capacità vocale, improvvisando un assolo di voce sulle note di Smoke on the water: è l'elemento fondamentale della band, si parla già di una collaborazione prolungata.
Il concerto si chiude con l'immancabile Tapparella, il capolavoro degli Elii che rappresenta anni di aranciate amare, pomiciate mancate e odore da ascelle durante gli anni delle medie. L'inno agli ormoni insoddisfatti e di amicizie di cortesia, la colonna sonora dei traumi adolescenziali con il baffo.

Che dire poi della band: Nicola Riccardo Fasani (nome d'arte Faso) è come sempre una macchina da groove di quelle che manco all'Ikea o dai cinesi riesci a trovarne una simile; Cristian Meyer è preciso come un uovo di cioccolato svizzero; Cesareo è sempre Cesareo; Jantoman che come sempre racimola tonnellate di reggiseni e mutandine grazie al suo charme irresistibile; Rocco Tanica si dimostra un grande cultore della cultura culturale e delle culture di culti, è praticamente un'enciclopedia vivente che sa dare ai concerti il tocco di Piero Angela che manca; Elio interagisce bene col pubblico e le sue urla a caso, e per finire Mangoni: rapper, omosessuale, vittima del rock, impiegato sfruttato, disco-dancer, fricchettone, coso vestito di bianco con una scopa in mano... passa la maggior parte del suo tempo in gabbia, perché, a detta di Elio, è pericoloso e morde: probabilmente sotto effetto della droga che rende zombie. Un architetto dalle mille personalità, inquietanti e conturbanti allo stesso tempo, sempre disposto a sacrificarsi per la causa del rock and roll, un vero animale da palco... che va tenuto al guinzaglio.

Chi non è venuto, è un vitello dai piedi di balsa.

"); this.fullscreenMessageTimeoutId = setTimeout(function(){ $(".fullscreenMessage").fadeOut(function(){$(this).remove()}); },5000); }); } });$(".galleria-53da644280e5d_fullscreenHook").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53da644280e5d") { this.enterFullscreen(); } }); });$("#galleria-53da644280e5d .galleria-stage .galleria-image img").live("click",function(){ var galleries = Galleria.get(); $.each(galleries,function(){ if ( $(this._target).attr("id") == "galleria-53da644280e5d") { if ( this.isFullscreen() ) { this.next(); } else { this.enterFullscreen(); } } }); });}); ]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Venice Sherwood Festival 2012]]>

Dal 20 Luglio al 5 Agosto 2012: Venice Sherwood Festival
Al suo interno dal 2 al 4 Agosto: Venice Sunsplash

VENICE SHERWOOD FESTIVAL

@ Parco San Giuliano

Mestre (VE)

20 luglio - 5 agosto 2012

Quest’anno a Venezia si apre un nuovo spazio di socialità, di musica, di incontro e partecipazione nel vario e vasto panorama musicale, artistico e culturale di questo territorio.

I primi nomi confermati per questa 1° edizione sono:

Sabato 21 Luglio - Elio e le storie tese

Venerdì 27 Luglio - Negrita

Parte integrante del Venice Sherwood Festival sarà dal 2 al 4 Agosto il

Venice Sunsplash

in collaborazione con Rastasnob dedicato agli affezionati della reggae music con le esibizioni di artisti affermati a livello mondiale e nazionale come Busy Signal, Sud Sound System, Morgan Heritage, Mellow Mood ma anche di band e sound systems del territorio Veneto.

Per la 3 giorni è prevista l'apertura di un'area attrezzata che potrà essere utilizzata per il campeggio.

Il Venice Sherwood Festival vuole intrecciare i grandi nomi della musica italiana e internazionale che si esibiranno sul Mainstage con una programmazione del Secondstage che valorizzi il territorio e le realtà locali.

Per questo saranno numerosissimi gli interventi live e i djset di artisti e band emergenti a rappresentare la ricchissima produzione indipendente presente sul territorio senza esclusione di generi. Ma ci sarà spazio anche per il teatro, l'arte, i dibattiti e le presentazioni di libri.

Dall’indierock al reggae, Venice Sherwood Festival propone al suo pubblico un intrattenimento vivace e accessibile che sia al contempo un valido strumento di intreccio, approfondimento e scambio, con un’attenzione particolare alla qualità e alla sostenibilità.

Venice Sherwood Festival è un festival indipendente che vuole offrirsi come spazio aperto alle associazioni e ai gruppi informali sia nell'ambito artistico e culturale che nel sociale e nella solidarietà.

La nostra indipendenza è possibile anche grazie al lavoro volontario di decine di persone.
Chi volesse collaborare al festival può farlo contattandoci via mail all'indirizzo: venicefestival@sherwood.it

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Info e press]]>

Tutto il materiale ufficiale del Venice Sherwood Festival utilizzabile dalla stampa, da chi ci ama o ci vuole solo bene.

Per info al pubblico:
www.sherwood.it/venice2012
www.facebook.com/festival.sherwood
Infomail: venicefestival@sherwood.it
Ticket: ticket@sherwood.it

Informazione alla stampa:
Ufficio stampa Sherwood Festival:
Propapromoz | P.r & Communication
Tel. +39.02.4986292
Flavio Zocchi | flavio.zocchi@propapromoz.com
Chiara Rizzitelli | chiara@propapromoz.com

Per informazioni sui banchetti:
Nella mail devi specificare tipologia di prodotti, dimensioni dello spazio espositivo e fotografie del tuo banco.
venicefestival@sherwood.it

Per collaborare:
Vuoi collaborare con il Venice Sherwood Festival? Leggi l'articolo
venicefestival@sherwood.it

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]>

Venice Festival 2012... un festival indipendente

20 Luglio - 05 Agosto

Parco San Giuliano, Mestre (Venezia)

Acquista i biglietti on line
senza diritti di prevendita
su www.sherwood.it
Clicca qui

Venerdì 20 Luglio @ Main Stage
Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451
1 € può bastare

Domenica 22 Luglio @ Main Stage
Sherwood Hip Hop Day: Stokka & MadBuddy + Mistaman & Shocca
1 € può bastare

Lunedì 23 Luglio @ Second Stage
Kill Your Boyfriend + Zabrisky + Checco Merdez
1 € può bastare

Martedì 24 Luglio @ Second Stage
Faida + La Febbre Suina
1 € può bastare

Mercoledì 25 Luglio @ Second Stage
Lo Stato Sociale + Edo
1 € può bastare

Giovedì 26 luglio @ Second Stage
Smart Cops + Gli Sportivi
1 € può bastare

Venerdì 27 Luglio @ Main Stage
Negrita
25 € su www.sherwood.it - 25 € + d.d.p. nei circuiti abituali

Sabato 28 Luglio @ Main Stage
Altavoz De Dia
Ingresso 18 € 

Domenica 29 Luglio @ Main Stage
Radio Zastava
1 € può bastare

Lunedì 30 Luglio @ Second Stage
Punk Fest: Ska-Workers, Out of Office & Bacaro Tour
1 € può bastare

Martedì 31 Luglio @ Main Stage (Recupero data)
Elio e Le Storie Tese
Open act: Stiv
20 € su www.sherwood.it - 20 € + d.d.p. nei circuiti abituali

Mercoledì 01 Agosto @ Second Stage
Serata Flat benefit per l'Emilia: Bob Corn + Guest
1 € può bastare

Giovedì 02 Agosto
Venice Sunsplash 2012 - Day 1
Main Stage:
Mr. Vegas + Mellow Mood
Second Stage: Roots Family + Pharmakos
15 € Prossimamente disponibili su www.sherwood.it 

Venerdì 03 Agosto
Venice Sunsplash 2012 - Day 2
Main Stage: Morgan Heritage + Sud Sound System
Second Stage: Makako Jump + Pidduck & The Cooltones
20 € Prossimamente disponibili su www.sherwood.it 

Sabato 04 Agosto
Venice Sunsplash 2012 - Day 3
Main Stage: Beres Hammond + Tarrus Riley & Dean Fraser
Culture Area: Workshop con Lampa Dread
Second Stage: Ultima Fase & The Riddim Shooters Band + Anima Caribe
20 € Prossimamente disponibili su www.sherwood.it 

Domenica 05 Agosto @ Main Stage
Ska-J
1 € può bastare

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutti gli eventi del Venice Sherwood Festival 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Prevendite ON LINE per il Venice Sherwood Festival 2012]]>

Sul sito di Sherwood da questa edizione è attiva la vendita ON LINE dei tickets di ingresso.

I biglietti sono acquistabili dagli utenti senza nessun costo di diritti di prevendita.
Per acquistare i ticket è necessaria la registrazione (anche con login federato Facebook o Google) e seguire la procedura indicata.

Gli utenti, al termine dell'operazione, dovranno stampare un voucher che consegneranno in una biglietteria dedicata per ritirare il biglietto.

Se riscontrate dei problemi durante la fase di acquisto, scrivete a ticket@sherwood.it

Perchè acquistare i biglietti on line
direttamente sul sito di Sherwood?

Perchè eviti le code usando gli ingressi dedicati;
Perchè ti sei assicurato l'ingresso anche in caso di sold out;
Perchè non spendi un centesimo in più. Da noi non ci sono diritti di prevendita;
Perchè è facilissimo e sicuro.

Clicca sui box gialli qui a destra.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tutte le info sugli orari e sul camping del Venice Sunsplash]]>

Info utili sugli orari e sul camping del Venice Sunsplash

• L'area che siamo riusciti ad ottenere è un'area sosta solitamente adibita ai camper. Per i 3 giorni del festival sarà divisa in due zone: area camper e area campeggio con tende. Vi consigliamo di portarvi stuoini, materassini e teli per riparare la tenda dal sole.

• L'area sosta aprirà alle ore 14.00 di Giovedì 2 Agosto e chiuderà alle ore 14.00 di Domenica 5 Agosto. La registrazione al camping potranno avvenire il 2 agosto dalle 14.00 alle 21.00 oppure il 3 e 4 agosto dalle 9.00 alle 21.00.

• Nel momento della registrazione è necessario essere già in possesso dei biglietti del concerto e bisognerà esibire un documento di identità valido.

• I biglietti per i concerti sono acquistabili presso la biglietteria all'ingresso del Venice Sunsplash (a pochi metri dal campeggio) dalle ore 14.00 del 2 Agosto e dalle ore 9.00 del 3 e 4 Agosto.

• L'area sosta sarà disponibile fino ad esaurimento posti, non sono necessarie prenotazioni e il pagamento avverrà sul posto. I pernottamenti non sono inclusi nel biglietto del concerto.
I prezzi sono i seguenti (sia per le tende che per i camper)
1 notte: 10 € (a persona)
2 notti: 20 € (a persona)
3 notti: 20 € (a persona)

• Può accedere all'area camping solo chi è registrato e quindi in possesso dell'apposito braccialetto.

• Sia nell'area campeggio che nell'area concerti i bambini fino a 12 anni entreranno gratis.

• L'area sosta è recintata ma non custodita, la nostra organizzazione non risponde di eventuali furti.

• Nell'area sosta sono disponibili 18 bagni e 18 docce.

• Nell'area sosta non ci sono prese di corrente elettrica. Le uniche disponibili si trovano nei servizi bagni e docce.

• Le pulizie verranno garantite dal nostro staff una volta al giorno ma vi preghiamo di avere il massimo rispetto dello spazio.

• Nell'area non è consentito accendere fuochi liberi

• Nell'area di sosta (e nell'area concerti) i cani potranno entrare, ma solo se tenuti sempre al guinzaglio.

• Nell'area campeggio non potranno entrare bottiglie di vetro, quindi vi chiediamo di dotarvi solo di bottiglie in plastica.

• Presso l'area camping potrete avere anche informazioni su come raggiungere Venezia o le spiagge più vicine.

• Per entrare nell'area concerti non sarà sufficiente il braccialetto del campeggio (e viceversa). Per entrare nell'area concerti dovrete sempre esibire il biglietto acquistato al botteghino, quindi attenti a non perderlo.

• L'area del Venice Sunsplash il 2 Agosto aprirà alle ore 18.00, mentre il 3 e 4 Agosto sarà aperta dalle ore 9.00 per garantire il servizio bar e ristorazione per la prima colazione e il pranzo. Il Bar Centrale/Caffetteria con servizio di prima colazione, birre, bibite e gelati sarà aperto dalle ore 9.00 per tutto il giorno. La Pizzeria e lo Stand con Carne alla Griglia, Friggitoria, Paninoteca e Primi Piatti saranno aperti dalle ore 12.00 alle ore 15.00. Dalle ore 18.00 in poi saranno aperti tutti gli stands.

Per ulteriori informazioni potete scrivere a: venicesunsplash@sherwood.it

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Tutte le info sugli orari e sul camping del Venice Sunsplash]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutte le info sugli orari e sul camping del Venice Sunsplash]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutte le info sugli orari e sul camping del Venice Sunsplash]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutte le info sugli orari e sul camping del Venice Sunsplash]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Tutte le info sugli orari e sul camping del Venice Sunsplash]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Prevendite On Line Venice Sunsplash 2012]]>

Sul sito di Sherwood è ora attiva la vendita ON LINE dei tickets di ingresso per il Venice Sunsplash 2012.

I biglietti e gli abbonamenti sono acquistabili dagli utenti senza nessun costo di diritti di prevendita.
Per acquistare i ticket è necessaria la registrazione (anche con login federato Facebook o Google) e seguire la procedura indicata.

Gli utenti, al termine dell'operazione, dovranno stampare un voucher che consegneranno in una biglietteria dedicata per ritirare il biglietto.

Se riscontrate dei problemi durante la fase di acquisto, scrivete a
ticket@sherwood.it

Ricordiamo che questo biglietto non comprende il costo del campeggio, tale servizio potrà essere pagato in loco, presto vi forniremo maggiori info.

Perchè acquistare i biglietti on line
direttamente sul sito di Sherwood?

Perchè eviti le code usando gli ingressi dedicati;
Perchè ti sei assicurato l'ingresso anche in caso di sold out;
Perchè non spendi un centesimo in più. Da noi non ci sono diritti di prevendita;
Perchè è facilissimo e sicuro.

Clicca sui box gialli qui a destra.

 
 

A breve sarà comunque possibile acquistare i tickets nei circuiti di prevendita abituali.

 
]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[AltaVoz De Dia]]>

Sabato 28 Luglio 2012
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Mestre (Ve)

Altavoz De Dia

Apertura cancelli ore 18.00

Ingresso 18 €

International Guests:

Speedy J

Kenny Larkin

Guti

Untold

 

Altavoz artists:

Max D. Blas

Kaysand

Alex Piccini

Autre

The Smoking Guys

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[AltaVoz De Dia]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[AltaVoz De Dia]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[AltaVoz De Dia]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[AltaVoz De Dia]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[AltaVoz De Dia]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Radio Zastava]]>

29 Luglio
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

 

Radio Zastava

 

1 € può bastare


Radio Zastava:

Nato nel 2005 come brass marching band di supporto all'artista girovago Gigi Miracol, il "funambolico eptetto" Radio Zastava traduce in musica il mescolamento culturale della propria regione, il Friuli, terra di confine e porta con i balcani e l'Austria.
A caratterizzare le influenze sonore di questo ensamble di fiati e percussioni sono inoltre le variopinte origini friulane, asburgiche, slovene e serbo bosniache dell'organico.
Sorpresi dal successo ottenuto con le prime deliranti esibizioni i Radio Zastava si rifugiano da principio nello studio di brani classici del repertorio balcanico e klezmer, per approdare in seguito alla composizione di pezzi originali dove far confluire le proprie influenze swing, manouche, folk e punk...
E così, in un arco di tempo molto breve, i Radio Zastava hanno già dato centinaia di concerti fra Italia, Austria, Slovenia e Francia, Germania e Regno Unito, partecipando a numerosi festival internazionali: Fete de la Musique (Parigi), Balkan Beats e Paradise Gardens (Londra), Frequenzen Festival (Meldorf-Germania); diventando a pieno titolo una delle formazioni balkan oriented più richieste e conosciute in Italia.
Forti dell’acquisito virtuosismo unito ad una prorompente teatralità, i Radio Zastava hanno prodotto i lavori discografici "The Funambolic Heptet" (2008) e “The Funambolic Experiment” (2010) dimostrando di sapersi smarcare da una abusata riproposizione dei classici della tradizione dell’est Europa ed approdare ad un repertorio originale condito da insospettabili influenze electro/dub e drum & bass....


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Headlines Box Contest]]>

27-28-29 Luglio
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

Headlines Box Contest

Urban-code ed il team di Sherwood presentano la prima edizione del contest di graffiti writing marchiato Headlines. Le crew ed i writers più rappresentativi della scena veneta si contenderanno i premi di miglior writer e miglior gruppo dipingendo le superfici dei box costruiti nel cuore del festival. 

Durante i tre giorni dj set a cura di: Dj Rumble & Manekistefi 

Maggiori info su www.urban-code.it

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Headlines Box Contest]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Headlines Box Contest]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Headlines Box Contest]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Headlines Box Contest]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Headlines Box Contest]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Flat Night: Bob Corn]]>

01 Agosto
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

in collaborazione con l'Associazione Flat

Flat Night: Serata benefit per l'Emilia

Bob Corn

Open Act:

The Great Northern X

(in the bottle records)

So.Lo


Dj-Set:

Je Cri

(electronicgirls)


1 € può bastare

Bob Corn Bio:

Un sound suggestivo e parole che arrivano al cuore.
Questi è Bob Corn, l'uomo con la chitarra. S. Martino Spino è una frazione di Mirandola, comune del modenese immerso nel verde e luogo di nascita (nel 1968) di Tiziano 'Tizio' Sgarbi in arte Bob Corn. Nonostante la dimensione rurale in cui cresce, il ragazzo individua subito nel mondo della musica la strada da intraprendere, inizialmente dietro le quinte come organizzatore di show, festival e tour per band emergenti, e poi come discografico indipendente con l'etichetta Fooltribe, che negli anni successivi scopre e lancia diversi artisti.
Ma il ruolo di addetto ai lavori apprezzato e rispettato non basta a Sgarbi, che presto sente l'esigenza di comporre personalmente la propria musica. I suoi primi scritti e componimenti risalgono al 2001 ed è proprio in quel periodo che nasce Bob Corn, l'alter ego che soddisfa le sue urgenze creative, mentre il più regolare Tiziano continua a rivestire le funzioni di sempre.
Con la sua inseparabile chitarra acustica e i suoi testi sull'amore e sulle persone, Bob inizia ad esibirsi in giro per l'Italia dividendo il palco con gruppi quotati come One Dimensional Man e Xiu Xiu. Nel 2003 l'artista incide su disco quello che lui stesso definisce 'sad punk' anche se di punk ha davvero poco. Nasce così "Sad Punk And Pasta For Breakfast", un album genuino e puro in cui voce e chitarra emozionano in modo spontaneo e diretto, con echi non troppo lontani di Will Oldham ma anche di Damien Jurado e Devendra Banhart.
Dopo molti concerti, anche all'estero, Bob Corn torna in studio di registrazione per "Songs From The Spiders House" (2006), che riprende il discorso introdotto dal primo disco e lo sviluppa con pezzi folk bucolici e brani country, parole semplici che si muovono su una chitarra pizzicata con maestria.
Con l'album "We Don't Need The Outside", uscito nel 2007, Bob Corn raggiunge anche un discreto successo grazie a 10 tracce folk, originali e personali, che scaldano il cuore.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Flat Night: Bob Corn]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Flat Night: Bob Corn]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Flat Night: Bob Corn]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Flat Night: Bob Corn]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Flat Night: Bob Corn]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[II° Happening di Muay Thai UISP]]>

Domenica 29 Luglio 2012
dalle 19 alle 21
@ Venice Sherwood Festival
Porta Gialla - Parco San Giuliano - Mestre (VE)

II° Happening di Muay Thai UISP
Free Training - Dimostrazioni - Allenamenti - Info

Vieni a vedere e a partecipare all'allenamento prova di Muay Thai tradizionale e sportiva, coordinato dalla ASD I Cinque Elementi di Padova e dalla Palestra Popolare Rivolta di Marghera. Potrai praticare Muay Thai, assistere alle esibizioni e chiedere informazioni per i corsi di Marghera che partiranno dal prossimo settembre.

Vedi il video promo dello scorso happening svoltosi a Padova.

Se sei titolare di una palestra, o di una scuola già avviata di arti marziali e vuoi portare il tuo contributo o allenarti in compagnia chiama 3335343675 o scrivi apalestrapopolare@rivoltapvc.org

Per ulteriori info visita:
www.rivoltapvc.org
facebook Rivolta PVC
www.icinqueelementi.com

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[II° Happening di Muay Thai UISP]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[II° Happening di Muay Thai UISP]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[II° Happening di Muay Thai UISP]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[II° Happening di Muay Thai UISP]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[II° Happening di Muay Thai UISP]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Grandi navi a venezia. Perchè no. ]]>

Lunedì 30 luglio
Ore 21.00
@ Venice Sherwood Festival
Spazio Sherwood.it

Parco San Giuliano
Mestre (Venezia)

Dibattito

Grandi navi a venezia. Perchè no.

Il Comitato No Grandi Navi - laguna Bene Comune si presenta e racconta con video e documenti i danni irreversibili che il passaggio delle navi provoca alla città ed al suo ambiente. Nel corso della serata verrá presentato il testo della petizione popolare e le prossime iniziative del comitato.

Intervengono:
Silvio Testa Luciano Mazzolin Cristiano Gasparetto Tommaso Cacciari.

a seguire Jam Session con Rosa Brunello & guests

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Elio E Le Storie Tese]]>

** ATTENZIONE **

I biglietti già acquistati per la data del 21 Luglio rimarranno VALIDI per la nuova data.

Modalità di rimborso dei biglietti:

Se non potrete assistere al concerto di Elio E Le Storie Tese il 31 Luglio e volete richiedere il rimborso del biglietto le modalità sono queste:

- Se avete acquistato il biglietto sul sito www.sherwood.it dovrete scrivere una mail a ticket@sherwood.it richiedendo il rimborso indicando il codice del biglietto e allegando la ricevuta di pagamento.

- Se avete acquistato il biglietto attraverso gli altri circuiti richiedete il rimborso direttamente al servizio assistenza o al punto vendita dell'operatore da voi scelto.

Martedì 31 Luglio 2012
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Mestre (Ve)

Elio e Le Storie Tese

Enlarge your penis tour 2012

 

Apertura cancelli ore 19.00

Inizio show ore 21.00

 

Open act: Stiv

Aftershow Dj-Set: Mondo Cane

 

Puoi acquistare i biglietti a 20 euro
senza diritti di prevendita
cliccando sul box giallo qui a destra.

Se hai problemi con i biglietti scrivi a ticket@sherwood.it

Elio e le Storie Tese tornano con un nuovo tour teatrale che vi costringerà quantomeno a rivedere le impostazioni di sicurezza della vostra casella email: ENLARGE YOUR PENIS TOUR.

Anche se la scaletta del tour è ancora rigorosamente avvolta da mistero, state certi che non mancheranno le sorprese. Elio (cantante, flautista), Rocco Tanica (pianola), Cesareo (chitarra alto), Faso (chitarra basso), Christian Meyer (batteria), Jantoman (ulteriori pianole), Paola Folli (cantante) e Mangoni (artista a sé) vi danno appuntamento al Parco San Giuliano per scoprire di più!

Elio e le Storie Tese bio:
Elio e le Storie Tese nasce a Milano nel 1980 ad opera di Elio. Elio prende il nome dalla sua prima canzone che si intitola “Elio”.
La prima formazione, che si esibisce nel primo concerto tenutosi nel luglio 1980 alla festa del CAF San Siro davanti a un pubblico di una decina di pensionati, è composta da Elio (chitarra e voce), Cortellino (basso) e Zuffellato (batteria).
A Cortellino succederà Chiosco e poi Scaffale, fino all’arrivo nell’85 di Faso, oltre il quale non è davvero possibile andare.
Zuffellato lascerà il posto a Cosma e poi, dall’entrata di Rocco Tanica nel 1982 fino all’arrivo di Christian Meyer nel 1988, il “posto” scompare, sostituito dalla più economica e meno ingombrante Drumulator di Rocco Tanica, del quale i frequentatori del Magia Music Meeting di via Salutati ricorderanno i divertenti siparietti, ogni tre canzoni, per ingannare l’attesa del caricamento della song da registratore a cassetta.
All’inizio Elio, oltre a cantare, è anche il chitarrista del gruppo poi, quando nell’84 arriva una delle migliori chitarre rock della piazza milanese, Cesareo, preferisce dedicarsi a fare il frontman a tempo pieno con misuratissime incursioni di flauto traverso.
Nel 1988, la bravura e la verve di Christian Meyer hanno ragione della Drumulator e, più o meno contemporaneamente, entra nel gruppo Feiez; canta, suona le percussioni, il sax, la chitarra, fa ridere, il tutto a livello Elio e le Storie Tese (cioè altissimo): il sogno di ogni band sulla faccia della terra, durato dieci anni, grazie Feiez.
Nel 1992, all’inizio per volontà di Elio e, ben presto, per acclamazione, entra a far parte della band (pur rimanendo, come dice Elio, “un artista a sé”) Mangoni, compagno di classe di Elio al liceo, che viene chiamato a fare se stesso sul palco (un pirla, icona definitiva del pirla che è in ciascuno di noi) pur essendo nel frattempo diventato marito e padre amorevole nonché stimato architetto (autore, tra l’altro della “Mangoni Tower” di via Nervesa, facilmente visibile a chi transita sul cavalcavia da Piazzale Bologna a Piazzale Cuoco, guardando verso sinistra).
Ultimo arrivato, nel 1999, Jantoman o, come sempre più a furor di popolo sembra accreditarsi, “Uomo” che, in simbiosi perfetta con Rocco Tanica, condivide le numerose e complesse parti di tastiera e costituisce il “polo tecnologico” di Elio e le Storie Tese, in continua dialettica con il versante “analogico” di Faso, Meyer e Cesareo, i performer puri del gruppo.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Mr. Vegas & Mellow Mood]]>

2-3-4 Agosto2012
Venice Sunsplash 2012
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

 

Venice Sunsplash 2012 - Day 1

 

Giovedì 02 Agosto

 

Puoi acquistare il biglietto a 15 euro
senza diritti di prevendita
o l'abbonamento per più giorni
cliccando sul box qui a lato.

 

Main Stage: (h. 21.00-24.00)


Ore 22.30


Mr. Vegas

Backed by MV Band

"Sweet Jamaica Tour 2012"

 

Open Act: (ore 21.00)

Mellow Mood

 

Culture Area: (h. 19.00-20.30)

Presentazione del libro di Nandu Popu dei Sud Sound System,
“Salento fuoco e fumo” (Ed. Laterza).

leggi articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

Roots Family + Pharmakos

vai all'articolo del Second Stage

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

Mr. Robinson

Zion Train Radio

Dutty Spritz

 

Ingresso 15 €

 

All'interno del festival sarà allestita un'area camping attrezzata
(non inclusa nel prezzo del biglietto)
Tutte le info qui

Evento Facebook

Mr. Vegas Bio

Clifford Smith aka MR Vegas inizia la sua carriera musicale sin da giovane irrompendo nella scena internazionale nel 1997, con hit quali “Nike Air” e “Heads High”. Entrambi i pezzi lo portano subito all'attenzione del mercato musicale, tanto da finire in heavy rotation su MTV e molti altri canali musicali. Definito come una delle voci migliori della musica reggae, riesce a mixare il suo timbro vocale proponendo l'arte del Sing-Jay, ispirandosi ad artisti quali Barrington Levy ed Ekk-A-Mouse.
Dal disco di esordio - “Heads High”- in poi, MR Vegas produce innumerevoli singoli di successo e altri fortunati albums tra cui “Hot It Up” – “Pull Up” – “Damn Right”, tutti contenenti tunes di grandissimo successo come “Mus Come a Road”, “Tamale”, “Long Time”, “Gimme the Light” featuring Sean Paul, e moltissimi altri successi che fanno ballare i dancehall fans di tutto il mondo.
Nel Febbraio 2012 arriva finalmente l'attesissima pubblicazione dell' ultimo album “Sweet Jamaica”, doppio CD con influenze e rivisitazioni reggae roots, ska e rocksteady, senza tralasciare il genere dancehall con un intero CD dedicato. MR Vegas presenterà al Venice Sunsplash il suo nuovo album e proporrà dal vivo le migliori tunes che recentemente hanno fatto ballare e spopolato in tutto il globo come “I m Blessed” e “Sweet Jamaica” featuring Shaggy e Josey Wales, e la sua ultima hit “Bruk It Down

Mellow Mood Bio
Se c’è una realtà reggae che, negli ultimi anni, si è imposta a livello italiano ed internazionale, questa è senza dubbio costituita dai Mellow Mood. 
Una band che ha compiuto grandi progressi, a partire da quando ha partecipato alle finali di Italia Wave 2008 nelle vesti di singolare alfiere della reggae music in una manifestazione spesso votata al rock.
Un anno dopo, ad ulteriore conferma della validità dei nostri, il Rototom Sunsplash – il festival reggae più grande al mondo – li incorona come miglior band reggae d’Italia e come terza migliore band europea.
Il 2009 è anche l’anno del debutto discografico. “Move!”, prodotto da Paolo Baldini (Africa Unite, The Dub Sync, Tre Allegri Ragazzi Morti, ecc.), vende più di 6.000 copie senza una distribuzione ufficiale. Inizia un lunghissimo tour che vede i Mellow Mood esibirsi sui palchi più importanti d’Italia e d’Europa.
Prestigiosi passaggi radiofonici, importanti collaborazioni con Africa Unite e Tre Allegri Ragazzi Morti, una miriade di dubplate per i soundsystem di tutta la penisola, tutte testimonianze di un consenso in forte crescita. Il pubblico della rete premia il video di “Dance inna Babylon” con più di un milione di visualizzazioni.
A fine 2011 esce “Inna Jail”, brano ipnotico e potente, che anticipa il secondo disco.
Il 18 maggio 2012, ancora una volta con la produzione di Paolo Baldini, i Mellow Mood pubblicano il nuovo album, intitolato “Well Well Well”, per l’etichetta indipendente La Tempesta International.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Mr. Vegas & Mellow Mood]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Mr. Vegas & Mellow Mood]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Mr. Vegas & Mellow Mood]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Mr. Vegas & Mellow Mood]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Mr. Vegas & Mellow Mood]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Presentazione del libro "Salento fuoco e fumo" di Nandu Popu (Sud Sound System)]]>

Giovedi 02 Agosto
Ore 19.00
@ Venice Sunsplash Culture Area
Parco San Giuliano
Mestre (Venezia)

Presentazione del libro:

 

"Salento fuoco e fumo"

Laterza ed. 2012

presentato dall'autore Nandu Popu (Sud Sound System)

 

Nandu Popu (SSS) - "Salento fuoco e fumo" (Ed. Laterza)

La musica, il mare e una banda di fanatici delle due ruote; una sgangherata famiglia e uno sporco, sporchissimo affare di rifiuti tossici da districare. Strade antiche costrette da muretti a secco. Strade volute dalle vigne e dagli ulivi. Strade colorate dal rosso della terra arsa e dal bianco delle rocce calcaree. Ne ho visti di ulivi strani in vita mia, ma quelli di queste parti hanno forme fuori da qualsiasi logica progettuale, come se la natura li avesse affidati a un artista strambo che con le sue sculture vuole esprimere solo stupore. Gli ulivi sembrano l’istantanea di un movimento convulsivo. Alberi autolesionisti che si squarciano il ventre per creare caverne in cui vivono animali, insetti e folletti dai cappelli rossi. Alberi che annodano i propri rami per ingannare le simmetrie, e che anche quando il vento è assente e sono immobili appaiono fluidi e impetuosi come dervisci roteanti. Gli ulivi di queste brulle e arse pianure posano come divi esibizionisti che ostentano le proprie forme sicuri di essere unici.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Roots Family + Pharmakos]]>

Giovedì 2 Agosto
Venice Sunsplash 2012
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

Puoi acquista i biglietti oppure
l'abbonamento per più giorni

senza diritti di prevendita
cliccando sul box qui a lato.

Second Stage

Roots Family

(Treviso)

+

Pharmakos

(Venezia)

Roots Family
La band "Roots Family" festeggia quest'anno 23 anni di vita ed è tuttora presente nel panorama reggae italiano; dalla fine degli anni 80 si diverte e fa divertire con il loro Original Roots Reggae I componenti attuali sono anche i fondatori (Gino voce, Claudio chitarra, Maurizio sax). Hanno collaborato diversi, tanti musicisti ma pochi hanno continuato la strada con i Roots, da non dimenticare pero' fratelli ancora della Roots come, Scusso tastierista, Giovanni batterista ora in Ghana, Cristiano dal Lido sax e tutti queli che collaborano in questo periodo, musicisti giovani, bravi e consapevoli di suonare della buona roots reggae music in un'original Roots Family.
L'impegno, i concerti e la passione per la musica reggae sono sopravissuti alle varie difficolta' della vita di ogni giorno, figli, famiglia, lavoro e la pressione di Babylon System che non ci molla. La nostra musica e' original roots reggae, semplice e immediata, arriva al cuore e nelle gambe. I testi hanno sempre contenuti di denuncia o di incazzatura per i mali che fa il System alla Natura ed all'Uomo. Il nostro messaggio, il nostro impegno, e' stato concretizzato con il primo Cd nel 2007 "Grandmother wood". Ultimi concerti a Mortegliano; spalla degli Israel Vibrations per la seconda volta, partecipazione al Sunsplash 08 nello Showcase ed al wintersplash2009.

Pharmakos
I Pharmakos nascono a Venezia con il progetto di suonare musica ska nel 2008, da un’idea di Gabriele Dian (batteria), Emilio Emma (basso) e Paolo Zennaro (sax contralto).
In seguito all'alternarsi di vari membri si arriva alla fine del 2009 a una formazione stabile composta da basso, batteria, sax contralto a cui si aggiungono Lorenzo Battistel (set di percussioni), Corinna Venturini (chitarra) e Marsha Picone (voce); formazione con cui nel maggio 2010 il gruppo partecipa a diversi eventi. Durante l'estate dello stesso anno si assiste all'ingresso nel gruppo di Costantino Vecchi (banjo).
Nel frattempo va delineandosi sempre di più il genere musicale a cui si vota il gruppo, con influenze sostanziose di ritmiche latine e reggae che arricchiscono vivacemente il caratteristico levare dello ska.
La svolta decisiva si ha con la formazione di una sezione fiati stabile, che dà finalmente al sound del gruppo la sua forma definitiva. Con Giacomo Aldegheri alla tromba e Giacomo Zanetti al sax tenore a fianco di Zennaro, nel 2011 i Pharmakos riprendono a esibirsi dopo alcuni mesi di assenza dalle scene, sfruttati per ampliare il repertorio con alcune composizioni originali. Nel'ottobre 2011 il gruppo si imbarca nell'impresa di registrare un demo di cinque tracce (All Original Style Massive International of Skamba), con la gradita partecipazione, in uno dei pezzi, di Cosimo Curatola, rapper con cui tutt'ora i Pharmakos collaborano anche nei live.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Morgan Heritage & Sud Sound System]]>

2-3-4 Agosto2012
Venice Sunsplash 2012
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

 

Venice Sunsplash 2012 - Day 2

 

Venerdì 03 Agosto

 

Puoi acquistare il biglietto a 20 euro
senza diritti di prevendita
o l'abbonamento per più giorni
cliccando sul box qui a lato.

 

Main Stage: (h. 21.00-24.00)


Ore 22.30


Morgan Heritage

"The Reunion Tour 2012"


Ore 21.00


Sud Sound System

& Bag A Riddim Band

"The Best of Sud Sound System Tour 2012"

 

Culture Area: (h. 18.30-20.30)

Presentazione di “Dear Dad - Autobiografia ufficiale di Ky-Mani Marley”
(Ed. Chinaski) a cura di Nadia Montanari (Best Jamaica)

leggi l'articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

Makako Jump + Pidduck & The CoolTones

vai all'articolo del Second Stage

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

Dj Gusma-T

Musou Sound

 

Ingresso 20 €


All'interno del festival sarà allestita un'area camping attrezzata
(non inclusa nel prezzo del biglietto)
Tutte le info qui

Evento Facebook

Morgan Heritage Bio
I Morgan Heritage sono un gruppo musicale roots reggae formatosi nel 1994 da 8 dei 29 figli dell'artista Denroy Morgan, nati negli Stati Uniti ma cresciuti in Giamaica nella cultura rastafari.
Malgrado il fatto che il giovane gruppo sia entrato subito sotto l'ala della MCA subito dopo il debutto al Reggae Sunsplash di Montego Bay del 1992, il debutto è molto difficile. Dopo soli due anni esce il loro primo album, Miracle, che subisce però l'influenza dell'etichetta che impone una scelta musicale più commerciale; le critiche al prodotto sono particolarmente dure e parlano dell'album come di un disco reggae senz'anima. Lo stesso gruppo si rende presto conto che quello contenuto nell'album non è il reggae che hanno intenzione di fare.
Subito dopo l'album il gruppo torna in Giamaica, a corto di tre membri: restano infatti solo più Una, Peter e Gramp alla voce, Luke alla chitarra e Mr. Mojo alle percussioni. I membri del gruppo diventano più uniti tra di loro e la musica diventa più spirituale, pur mantenendo l'influenza della musica hip hop e r'n'b data dalla loro infanzia passata negli Stati Uniti. Registrano quattro album nello spazio di due anni: il primo è Protect Us Jah, uscito nel 1997 sotto VP Records e prodotto da Bobby "Digital" Dixon. In questo album il gruppo inserisce brani più roots come Exalt Jah o What Man Can Cry e pezzi più lovers rock come Let's Make Up o Me or You. L'anno successivo è la volta di One Calling, sempre per la VP Records, prodotto da Llyod "King Jammy" James. All'album partecipano giganti della musica reggae come Philip "Fattis" Burrell, Donovan Germaine, Tony Rebel o il sassofonista Dean Fraser, membro degli Stim Turban. Questi due album vengono registrati simultaneamente, e permettono al gruppo di guadagnare in Giamaica quella credibilità che avevano minato con il primo album, decisamente più commerciale. Nel 1999 arriva la prima compilation, Morgan Heritage Family and Friends Volume 1. Lo stesso anno arriva sempre per la VP Records e prodotto nuovamente da Bobbie Dixon un altro album in studio, Don't Haffi Dread, che li impone definitivamente sulla scena internazionale, portandoli al successo anche in Europa. I testi parlano di pace, l'amore e il senso della famiglia. Il titolo dà scandalo, visto che significa "Non serve avere dreadlock per essere un rasta", e pone i Morgan Heritage come leader di un movimento rasta più aperto.
Nel 2001 esce More Teachings, sempre per la VP Records, in cui i testi approfondiscono le tematiche spirituali di sempre. L'album viene seguito da un tour che tocca Stati Uniti, Europa e Africa.
Attualmente la struttura dei Morgan Heritage si occupa sia della parte artistica e sia della parte economica, che li aiuta a produrre i LMS, formato da tre fratelli minori, Lara, Miriam e Shy-Poo, che hanno pubblicato il loro primo album, Reality Check, nel 2000. Sono considerati tra i migliori gruppi reggae al mondo e collaborano con sia artisti contemporanei come Luciano, Buju Banton e Capleton che con veterani come Toots Hibbert e Edi Fitzroy.

Sud Sound System:
A chiusura della celebrazione di vent’anni di carriera e in attesa della pubblicazione, prevista per giugno, della compilation “Best Of Sud Sound System”, i SUD SOUND SYSTEM, pionieri del raggamuffin italiano, tornano in tour a partire dal 25 aprile.
La compilation “Best Of Sud Sound System” (distribuita da Universal Music) racchiude i brani più significativi degli ultimi dieci anni di carriera della band salentina, estratti dagli album “Lontano”, “Acqua Pe Sta Terra”, “Dammene Ancora” e “Ultimamente” a cui si aggiungono gli ultimi singoli di successo “Orizzonti” (in collaborazione con il Dj Riva Starr) e “Beddhra Carusa”, (in collaborazione con Ludovico Einaudi).
Arricchiscono la playlist due brani inediti: “Vola Via” e il “Mai Come Ora” featuring Rubens, oltre al remix del brano più popolare dei Sud Sound System “Le Radici Ca Tieni”, rivisitato e reinterpretato insieme al gruppo giamaicano T.O.K., a riconferma dell’amicizia, dei valori di condivisione e rispetto fra differenti culture, rinforzando il ponte tra la Giamaica e il Salento.
È in uscita il primo romanzo scritto da Nando Popu “Salento Fuoco e Fumo” (Edizioni Laterza). La musica, il mare e una banda di fanatici delle due ruote. Una sgangherata famiglia e uno sporco, sporchissimo affare di rifiuti tossici da districare: il Salento raccontato dalla voce storica dei Sud Sound System.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Morgan Heritage & Sud Sound System]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Morgan Heritage & Sud Sound System]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Morgan Heritage & Sud Sound System]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Morgan Heritage & Sud Sound System]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Morgan Heritage & Sud Sound System]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Presentazione del libro "Dear Dad" con Nadia Montanari]]>

Venerdì 03 Agosto
Ore 18.30
@ Venice Sunsplash Culture Area
Parco San Giuliano
Mestre (Venezia)

Presentazione del libro:

"Dear Dad"

Autobiografia ufficiale di Ky-mani Marley

Ed. Chinaski

presentato da Nadia Montanari (Best Jamaica)

curatrice e traduttrice della versione italiana

"Dear Dad" Chinaski) traduzione a cura di Nadia Montanari

“La storia raccontata dal trentaseienne artista giamaicano ha sconquassato dalle fondamenta la torre dorata della Marley family, rivelando per la prima volta cosa è realmente successo a seguito della morte di Bob. Dear Dad è il racconto di un figlio escluso dalla protezione del padre per la prima metà della sua vita e costretto a sopravvivere alla miseria e alla disperazione, perso per le strade infestate da delinquenti in uno dei ghetti più violenti di Miami, Liberty City. Inizialmente allontanato dai suoi fratelli e tagliato fuori da qualsiasi utile della Proprietà Marley, il giovane Ky-Mani racconta in questa avvincente biografia come si sia riscattato da una vita crivellata da colpi di pistola e miseria per arrivare ad essere un artista candidato ad un Grammy che calca con successo i palcoscenici internazionali”.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Makako Jump + Pidduck & The CoolTones]]>

Venerdì 3 Agosto
Venice Sunsplash 2012
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

Puoi acquista i biglietti oppure
l'abbonamento per più giorni
senza diritti di prevendita
cliccando sul box qui a lato.

Second Stage

Makako Jump

(Trieste)

+

Pidduck & The CoolTones

(Schio, Vicenza)

Makako Jump

I Makako Jump sono una "power-reggae" band nata 10 anni fa a Trieste, nell'estremo nordest italiano, antico porto commerciale al centro della mittleuropa fin dai tempi dell' Impero Austro Ungarico. Hanno suonato in tutta Europa e hanno prodotto già 7 cd, e nel 2012 pubblicheranno il loro nuovo discografico chiamato "Munchies", per festeggiare il loro decimo anniversario.
Seguirà un CD raccolta nei prossimi mesi, quando i "makaki" metteranno assieme tutti i pezzi della loro divertente storia. In questi anni infatti hanno avuto il piacere e l'onore di suonare nei più importanti festival europei (Sziget, Free Rototom, Soca RiverSplash, finali del Primo Maggio 2008 a Roma, finalissima del Tim Tour 2004, e tanti altri ancora) e hanno toccato le punte di Rostock e Palermo, suonando nella maggior parte dei paesi membri della comunità europea, e anche oltre i confini di "Schenghen".
Il loro nuovo CD rappresenta il nuovo e fresco suono "power-reggae". Da quando il vecchio cantante LorE ha lasciato la band nel 2008, i Makako Jump hanno continuato la ricerca della loro sonorità più adeguata e moderna, cambiando un sacco di cantanti, creando così nel tempo una line up con due cantanti (i giovanissimi Dr. D e Mr. Happy) e l'ospite proveniente dalla scena reggae slovena Tadiman, da Maribor, nel cuore della balkan music, che suonerà tutti gli strumenti necessari ad arricchire il sound dei makaki, infiammando la massive ai concerti con le sue super tunes ultra d'impatto. In questi anni i makaki hanno continuato nella ricerca del sound scrivendo nuove canzoni con un'attitudine puramente "reggae and roll", e il nuovo show dei Makako Jump è senza dubbio tra i più potenti di tutta Europa. Interventi di fiati, cori calibrati, salti, bombe, fiamme, piroette, lanci …. 10 anni di onorata carriera non fermeranno mai la voglia di "party" dei Makako Jump.

Pidduck & The CoolTones

Il progetto Pidduck&TheCoolTones nasce da una combinazione di stili ed esperienze diverse tra persone che nella musica ricercano da sempre la via tramite la quale esprimere la propria identità,senza uniformarsi ma rispettando quella altrui..
L'autunno 2010 vede l'inizio della collaborazione in studio tra Pidduck (cantante di madrelingua inglese & chitarra ritmica) e Bebo (basso) per la stesura e l’arrangiamento dei pezzi; poco dopo al duo si aggiunge anche Simon, percussionista e compagno di esperienze di vecchia data.
Da questo momento il trio comincia a costruire attorno a se una vera e propria roots reggae band.
L'attuale formazione dei CoolTones vede un'organico strumentale ridotto formato da: batteria & percussioni, basso, due chitarre, tastiere e voci.
Lo scopo del progetto è di proporre uno stile innovativo ma comunque radicato sulle tradizionali sonorità del roots giamaicano, senza cadere nei moderni e pacchiani stereotopi di certo reggae attuale.
Grazie all'intensa passione,alla sinergia e alle molteplici influenze dei musicisti,le dolci liriche di Pidduck iniziano pian piano a miscelarsi con le note ed il ritmo deciso e "rigoroso" della band,formando così un sound inedito ,incisivo e potente.
I suoni e le parole che utilizziamo sono lo sfondo di un messaggio importante e sincero di impegno e di rispetto nei confronti di tutti i fondamentali valori che salvaguardano la libertà e la dignità umana.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Beres Hammond + Tarrus Riley & Dean Fraser]]>

2-3-4 Agosto2012
Venice Sunsplash 2012
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

 

Venice Sunsplash 2012 - Day 3

 

Sabato 04 Agosto

 

Puoi acquistare il biglietto a 20 euro
senza diritti di prevendita
o l'abbonamento per più giorni
cliccando sul box qui a lato.

 

Main Stage: (h. 21.00-24.00)

 

Ore 22.30

 

Beres Hammond

& The Harmony House Band

 

Ore 21.00

 

Tarrus Riley + Dean Fraser

& Blak Soil Band

 

Culture Area: (h. 18.30-20.30)

Lampa Dread (One Love HP)

Racconta la storia della musica jamaicana

leggi l'articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

 

Ultima Fase & The Riddim Shooters Band + Anima Caribe

vai all'articolo del Second Stage

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

 

BomChilom

NoBorder

Wildcat

 

Ingresso 20 €


All'interno del festival sarà allestita un'area camping attrezzata
Tutte le info qui

Evento Facebook

Beres Hammond Bio
La voce inconfondibile, la classe straordinaria ed il cantare con immenso trasporto di temi universali che appassionano allo stesso modo persone dalle esperienze più diverse fanno di Beres Hammond uno dei cantanti più amati in Giamaica ed acclamati in tutto il mondo dagli appassionati di reggae. Ha iniziato giovanissimo cantando in una vena soul prima di diventare nel 1975 il vocalist del super-gruppo Zap Pow. Passando attraverso momenti duri ed un soggiorno a New York, Beres ha perseverato fino a centrare negli anni novanta e nel primo decennio del nostro secolo una serie magnifica di grandi hits come 'Putting up resistance', 'Tempted to touch', 'Fire', 'Rock away' e 'They gonna talk' solo per citarne alcuni. Sull'etichetta Penthouse sono passati alla storia i suoi duetti con personaggi come Marcia Griffiths o Tony Rebel mentre anche come produttore ha lanciato grande musica con la sua Harmony House preparando il terreno al grande successo di un artista come Jah Cure.

Tarrus Riley & Blak Soil band:
Nato nel 1979, Tarrus Riley si è affermato negli ultimi cinque anni come il migliore tra i nuovi cantanti a raccontare il doloroso quotidiano della gente giamaicana che ha nella musica una importante fonte di conforto ed orgoglio culturale, diventando la quintessenza del revival roots reggae che sta invadendo l'isola.
Figlio del cantante Jimmy Riley, Tarrus si lega fin da giovane al sassofonista, produttore e scopritore di talenti Dean Fraser e nel 2004 debutta in CD con 'Challenges'. E' però 'Parables' del 2006 a dargli il grande successo a livello mondiale grazie a canzoni stupende come la numero uno in Giamaica 'She's royal', 'Stay with you', 'Micro chip' e 'One two order'. Con il successivo 'Contagious' ha mantenuto standard qualitativi elevati anche grazie al singolo dancehall 'Good girl gone bad', in combination con Konshens. Di recente ha raccontato la magnificenza dei regni africani in 'Shaka zulu pickney' e il 17 aprile è uscito, su etichetta Soulbeats , il suo nuovo CD acustico intitolato 'Mecoustic' con versioni acustiche dei suoi brani migliori.
Vengono riproposti in questa nuova forma 15 canzoni delle quali 5 estratte dall’album di debutto “Challanges”, cinque da “Parables” e cinque dall’ultimo “Contagious”.

Dean Fraser
Dean Fraser (nato Dean Ivanhoe Fraser, Kingston, Jamaica 1955) è il più noto sassofonista nella storia del reggae. Dalla metà degli anni '70 ha inciso centinaia di dischi tanto da essere premiato con la medaglia Musgrave dal governo giamaicano nel 1993 per il suo fondamentale apporto alla cultura del suo paese.
Inizia a suonare il clarinetto all'età di 12 anni per poi passage al sax a 15. La sue prima formation è un trio con Ronald 'Nambo' Robinson e Junior 'Chico' Chinn che, negli anni '80, conquista una certa notorietà in Giamaica. Dalla fine deli anni '70 comincia a registrare in studio assume a Dennis Brown in molti dei suoi dischi per l'etichetta di Joe Gibbs. Sarà quest'ultimo, nel 1978, a produrre il primo album di Fraser, 'Black Horn Man', seguito da 'Pure Horns and Double Dynamite' e 'Revolutionary Sounds'. Dai primi anni '80 Fraser diventa il sax ufficiale di Sly & Robbie sia nelle registrazioni di studio che in tour, mentre nel decennio successivo il sodalizio artistico fondamentale è quello con Luciano. Negli ultimi anni si è dedicato molto anche alla sua attività di produttore capace di scoprire e lanciare ottimi talenti come Tarrus Riley e Duane Stephenson. Le sue ultime produzione discografiche sono: una raccolta di 16 tracce, 'We Remember Gregory Isaacs', uscita nel 2011 su VP Records e l'ultimo album di Tarrus Riley.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Beres Hammond + Tarrus Riley & Dean Fraser]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Beres Hammond + Tarrus Riley & Dean Fraser]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Beres Hammond + Tarrus Riley & Dean Fraser]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Beres Hammond + Tarrus Riley & Dean Fraser]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Beres Hammond + Tarrus Riley & Dean Fraser]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Lampa Dread racconta la storia della musica jamaicana]]>

Sabato 4 Agosto
Ore 18.30
@ Venice Sunsplash "Culture Area"
Parco San Giuliano
Mestre (Venezia)

Lampa Dread

(One Love Hi-Pawa, Roma)

Racconta la storia della musica jamaicana

e non solo ...

 

Sabato 4 Agosto dalle 18.30 alle 20.30 avremo il piacere di ospitare nella "Culture Area" del Venice Sunsplash Lampa Dread "The Italian Dancehall Godfather" from One Love Hi-Pawa. Lampa Dread sarà protagonista di un workshop in cui ci racconterà la Storia della musica jamaicana ma non solo, infatti, grazie ai molti anni passati in Jamaica, saranno moltissimi gli aneddoti sulla vita dell'isola del reggae, sul suo mercato discografico e sulla nascita e lo sviluppo della cultura dei Sound System, passando anche attraverso la sua esperienza con One Love Hi-Pawa, uno dei primi sound system nati nel nostro paese nonchè il primo ad essersi affermato a livello internazionale.

Lampa Dread

Nato nel 1962, salernitano di origine, si trasferisce sin da giovane a Roma dove agli inizi degli anni ’80 conduce uno dei primi programmi radiofonici reggae della capitale e tra l’89/’90, col fondersi di due trasmissioni , “live&direct” e “rebel soul”, prende vita la trasmissione “daje pure te”, che ancora oggi viene trasmessa sulle frequenza di Radio Onda Rossa.
Nel 1991, fonda uno dei primi sound system della penisola: One Love Hi Pawa, che si afferma prima come uno dei sound più famosi d’Europa e successivamente del mondo, avendo al suo attivo un gran numero di dances ad alto livello e di partecipazioni a vari sound clash, le sfide tra sound system. Nel curriculum di One Love Hi Pawa figurano infatti le partecipazioni al Fully Loaded (Jamaica), alla UK Cup (Inghilterra), al Riddim Clash (Germania), al World Clash (New York / Toronto), al prestigioso “Death Before Dishonour” (Jamaica), alla World Cup Clash e al World Tag Team Clash (entrambi a Londra). A coronamento della loro quasi ventennale attività, nel 2010 arriva la vittoria nella sezione Most Popular Selector/Sound ai prestigiosi International Reggae & World Music Awards evidenziando così l’apprezzamento ed il seguito del sound romano in tutto il mondo.
Inoltre Lampa e compagni aprono nel quartiere romano di San Lorenzo il famoso negozio One Love Music Corner, per la vendita di reggae d’importazione giamaicana.
Per supportare al meglio le attività di One Love, Lampa Dread si trasferisce nel ‘93 a Kingston (Jamaica) dove viene aperto One Love Jamaica Int’l Distributors che avvia la distribuzione a livello mondiale delle uscite discografiche giamaicane oltre che lanciare la propria etichetta One Love Records.
Attualmente Lampa Dread risiede di nuovo in Italia continuando ad essere un punto di riferimento fondamentale nella promozione del reggae e della sua cultura.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Ultima Fase & The Riddim Shooters Band + Anima Caribe]]>

Sabato 4 Agosto
Venice Sunsplash 2012
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)


Puoi acquista i biglietti oppure
l'abbonamento per più giorni
senza diritti di prevendita
cliccando sul box qui a lato.


Second Stage

Ultima Fase & The Riddim Shooters Band

(Rovigo)

+

Anima Caribe

(Vicenza)

Ultima Fase & The Riddim Shooters Band

Ultima Fase nasce nel 1998 come gruppo hip hop/raggamuffin, poi successivamente il passaggio definitivo alla musica reggae/dancehall.
Il gruppo ha all'attivo ben 7 album:
"Schiacciati da un buco"- 2000, "Solo questa musica" - 2002, "Ancora un altro po" - 2003, "Onda Anomala" - 2006, "Cinque Elementi" - 2008, "Cosa vuoi che sia" - 2009, "Punti di vista" - in uscita 2011.
Nel corso degli anni sono state moltissime le esibizioni live, sia nei club, centri sociali e festival come Rototom Sunsplash (2008, 2009), Venice Sunsplash (2011) condividendo il palco con artisti della scena reggae come Shaggy, Israel Vibration, Andrew Tosh, 99 Posse, Alborosie, Richie Spice, Villa Ada, Mama Marjas, Bunna (Africa Unite), Assalti Frontali, Pitura Freska, Piotta, Il Generale, Jaka, Esa e molti altri...
In questo momento il gruppo sta lavorando alla realizzazione del nuovo cd, oltre a promuovere il nuovissimo live accompagnato dalla Riddim Shooters band.

Anima Caribe

Il gruppo si forma intorno alla fine del 2004, dall’unione di tre amici e dalla loro grande passione per la musica Reggae. Dopo un breve periodo di lavoro in studio, il gruppo comincia a proporre il proprio reperto-rio dal vivo. Grazie ad una scaletta composta da brani del passato e da quelli più recenti della musica giamaicana, la band muove i suoi primi passi nei locali e nei festival della zona. Bob Marley And The Wailers, Peter Tosh, Aswad, Burning Spears, Luciano, Steel Pulse, Morgan Heritage, Israel Vibration sono solo alcuni degli artisti che fin dall’inizio influenzano lo stile della band e grazie ai quali i concerti si trasformano in vere e proprie DanceHall in perfetto stile giamaicano.
Il 2007 rappresenta un anno cruciale per gli Anima Caribe: dopo tre anni trascorsi cercan-do di definire il proprio stile, il gruppo comincia a comporre brani propri, tracciando così gli inizi di quel percorso che porterà la band alla pubblicazione del loro primo cd autoprodotto.
Nel frattempo si moltiplicano le serate Live e, a seguito delle numerose richieste da parte del pubblico, fra il 2008 e il 2009, con alle spalle 2 cd “Live” promozionali tratti delle loro esibizioni dal vivo, la band decide di rinchiudersi in studio per la loro prima produzione.
Con le radici ben piantate nell’originale “roots reggae”, contaminazioni del “dub” più radicale e qualche strizzatina d’occhio al “raggamuffin” delle moderne dancehall, la band dà vita a Zion Rules, sette brani inediti più una dub version, che racchiudono lo sforzo e il messaggio della band vicentina.
Nel 2011, grazie alla collaborazione con Alberto Angeli e ACNmusic, la band torna in studio (Green Villas Production) per la registrazione del secondo album. Nasce In Tempo Reale, importante produzione per i 7 vicentini, che così accettano la sfida delle liriche in italiano e dei suoni più decisi e moderni del “new roots” contemporaneo.


]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Smart Cops + Gli Sportivi]]>

26 Luglio
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

Smart Cops

 

Gli Sportivi

 

1 € può bastare

Smart Cops:

Gli Smart Cops sono una macchina impazzita di alienazione sociale, sarcasmo, ribellione e paranoia, un gruppo definito da un'idea musicale e di immagine. Il suono, le parole, sono veloci e rumorose, semplici e dirette. Chitarre sgracchianti e una batteria con colpi ossessivi. Il look è importante tanto quanto la musica; giacche di pelle nera, pantaloni neri con strisce rosse lungo i fianchi, maglia nera con logo rosso e guanti di pelle neri. Un'uniforme che ben rappresenta il non-sense tra genere punk e rigore militare e sottolinea lo spirito situazionista del progetto. Dopo numerosi tour tra Stati Uniti, Israele ed Europa, ed in seguito all'uscita di tre 45 giri esplosivi, stampati per etichette come Sorry State (USA) e Adult Crash (Danimarca), finalmente arriva il disco intero dal titolo "Per proteggere e servire", prodotto in versione cd/digitale da La Tempesta Dischi e in versione vinilica sempre dall'americana Sorry State. Gli Smart Cops sono il risultato finale di quattro ragazzi che hanno passato gli ultimi dieci anni a suonare in ogni parte del mondo. Marco Rapisarda, oltre ad aver fondato i più influenti gruppi punk degli ultimi dieci anni (La Piovra, L'Amico di Martucci), ha intrapreso un percorso parallelo suonando con gruppi americani del calibro di Crocodiles e Blank Dogs, e dividendo i palchi con The Horrors, Raveonettes e molti altri. Dirige inoltre un'etichetta indie, la Hell, Yes!, che vanta un roster di artisti nazionali (Mojomatics, Movie Star Junkies, ecc…) ed internazionali (Dum Dum Girls, Crocodiles ecc..). Nicolò Fortuni invece arriva dalla malattia dei gruppi indie/noise statunitensi e giapponesi e ha per anni suonato nella band With Love, conosciuta per le performance live devastanti e distruttive, per i concerti sparsi tra USA, Canada, Giappone ed Europa e per aver realizzato l'ultimo disco con l'etichetta "avant" per eccellenza, la californiana GSL (The Mars Volta, The Locust, Vanishing… ). Edoardo Vaccari, dopo l'esperienza come chitarrista nella band skate punk Ban This, si è unito alla storica band Oi! Klasse Kriminale e coltiva la sua passione per la musica soul ed il movimento mod. Chiude la quaterna Matteo Vallicelli, giovane sbandato della riviera romagnola, il cui trascorso nelle "balere" gli ha sempre fatto prediligere il corteggiamento di giovani vergini al fascino violento e ribelle del giro punk. Gli Smart Cops sono influenzati dalla tradizione del migliore punk new yorkese '77 (Dead Boys, Ramones), il garage '60 e lo spirito del beat italiano degli anni '60 (I Ribelli, i New Dada), anche per quanto concerne i testi. Sarebbe troppo semplice stereotipare i propri contenuti contro la polizia… qui si va ben oltre, ironizzando sulle piccole debolezze poliziottesche (che poi si rispecchiano nella vita di ogni individuo), le incertezze quotidiane, l'essere goffi e maldestri. L'uscita del disco è prevista per l'8 febbraio 2011 e verrà accompagnata dal primo singolo, "Il Cattivo Tenente".

Gli Sportivi:

Lorenzo Petri (chitarra e voce) e Nicola Zanetti (batteria) sono Gli Sportivi. Il loro traguardo è quello di spingere al massimo il rock’n roll ed il blues minimale in un’atmosfera densa di energia positiva, canzoni d’amore che puzzano di vecchi Fender, adrenalina, voci sature e suoni vintage.

Da qualche tempo il duo si esibisce ai party più cool d’Italia offrendo un live carico di energia travolgente e di passione che fa tornare indietro nel tempo. Registrano i loro pezzi in analogico, ed incidono il loro primo singolo “Gimme Gimme Your Hand” su un 7” rosso fiammante, una scelta nata dalla volontà di mantenere sonorità d’altri tempi, ma spinte fino al limite. La loro pagina ufficiale è https://www.facebook.com/glisportivi.fanpage

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Smart Cops + Gli Sportivi]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Smart Cops + Gli Sportivi]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Smart Cops + Gli Sportivi]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Smart Cops + Gli Sportivi]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Smart Cops + Gli Sportivi]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Lo Stato Sociale + Edo]]>

25 Luglio
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

Lo Stato Sociale

Turisti della democrazia Tour

 

Open Act: Edo

 

1 € può bastare

Lo Stato Sociale:

Lo Stato Sociale è uno dei progetti più freschi, intelligenti e irriverenti in circolazione. Vengono da Bologna, macinano tutto ed il suo contrario risputandolo con groove elettronici, rime e melodie che ti si incollano al cervello. Dal vivo sono una forza della natura con oltre 100 date all'attivo ed un seguito in rapida crescita in tutta Italia. Presenteranno Il nuovo album "Turisti della democrazia", uscito il 14 Febbraio 2012.Lo Stato Sociale esiste dall’estate del 2009. Lo Stato Sociale è sempre esistito. Lo Stato Sociale è la storia nella storia di un amicizia, quella tra Alberto Cazzola, Alberto Guidetti e Lodo Guenzi, nata attorno ai microfoni di Radio Città Fujiko a Bologna. Succede che i due Alberto fanno musica insieme da anni, succede che Lodo dopo essersi diplomato in accademia a Udine torna a Bologna. A casa sua Alberto Cazzola ha nel frattempo allestito una piccola sala prove, chiamata il rifugio.I tre si chiudono lì dentro a bere e scrivere popsongs in una di quelle estati che a Bologna non c’è proprio un cazzo da fare. Fanno qualche concertino e scoprono che il gioco gli piace, allora, con fatica e grazie alla collaborazione dell’amico Paolo Torreggiani (My Awesome Mixtape) pubblicano un primo ep, Welfare Pop. Da lì, in pochi mesi, cambia tutto. 90 date in tutta Italia e un crescente clamore attorno, il consolidarsi come una delle realtà live più fresche e coinvolgenti che si possano incontrare sul suolo italico e la crescente fama su internet. I tre diventano poi cinque, con altri 2 membri all'elettronica. Nel 2011 la band pubblica un paio di singoli digitali in esclusiva per Italian Embassy e per Rockit in preparazione dell’uscita, ad aprile, dell'EP "Amore ai tempi dell’Ikea" (Garrincha Dischi).

Edo:

Edo è Edoardo Cremonese, classe 1986, un passato da musicista grunge nel Veneto, un presente da cantautore a Milano.
A 19 anni si butta da un paracadute, a Padova la sua città, sul palco di Trl, proprio nel momento in cui suonavano i Muse, insieme a Giorgia Surina e sotto lo sguardo allibito di migliaia di persone. Si fa firmare la chitarra da Matthew Bellamy che si premura che lo strumento non venga venduto subito dopo su Ebay e lo suona in tutte le date che verranno con la sua prima band che fa grunge e si chiama Isterica. Passano solo una manciata di mesi, dal salto nel vuoto, e mentre matura gli studi di Belle Arti a Venezia, dopo aver registrato e mai pubblicato un album com Marco Fasolo dei Jennifer Gentle mette da parte l'esperienza musicale collettiva e decide di mettersi in proprio, cambiare rotta, faccia ma soprattutto nome, Edo ed intessere così l'ordito di un primo Ep: Naso a tramezzino, registrato fra le ante del suo armadio, che segna il suo debutto nel cantautorato italiano ed è puro divertissement, appena fuori dai banchi di scuola.
Raccoglie storie e ispirazioni, si sposta dall'armadio all'altro lato della camera,
sotto il suo letto a soppalco dell'Ikea e nasce totalmente autoprodotto: Per
Vedere Lost, prima prova sulla lunga distanza in cui fa tuttò da sè: scrive, canta, suona tutto il necessario (chitarra, percussioni, basso, sintetizzatore, piano), ricercando atmosfere volutamente intime e low-fi. La quotidianità raccontata seguendo cambiamenti e migrazioni, l'amore ai tempi dell'Università, le relazioni precarie in cui ci si avvicina lentamente cercando in tasca un decalogo delle istruzioni, le serate felici fra i colori delle feste Erasmus, gli Spoiler di Lost, l'omaggio ad Albanese e al suo uomo d'acqua dolce. Fermarsi un attimo e chiedersi che cosa farà un'intera generazione dopo l'Università.
Una personalità istrionica, che prende fa musica per bene ma non si prende eccessivamente sul serio, scegliendo come unica e migliore compagna di viaggio, una squisita e schietta ironia provinciale.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Lo Stato Sociale + Edo]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Lo Stato Sociale + Edo]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Lo Stato Sociale + Edo]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Lo Stato Sociale + Edo]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Lo Stato Sociale + Edo]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Lo Stato Sociale + Edo]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Faida + La Febbre Suina]]>

24 Luglio
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

Serata del Coordinamento degli studenti Medi Venezia-Mestre

 

Faida

 

La Febbre Suina

 

1 € può bastare

Faida:

Il progetto Faida nasce da un manipolo di quattro musicisti di lungo corso che nel 2006 decidono di unirsi per dar sfogo alla loro rabbia repressa contro il Sistema attraverso il genere musicale del crossover che meglio si adatta alla molteplici sfumature del loro messaggio, della loro provenienza etnica ed artistica. I Faida sono Alessandro Numa alla voce (Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451, One, ex Snapshot, ex Cappellaio Matto), Giuliano Da Re alla chitarra (Snakioplatz), Iggor Di Cataldo al basso (ex Matley), Fabio Giaggio (Snakioplatz) e Ivan Calza agli skratches (dj Muto). Tutti ugualmente incazzati...
I Faida sono prodotti dai loro estimatori. Tutti i contributi che ricevono attraverso il loro impegno musicale, reinvestono nell’espansione della forza e della qualità del messaggio di libertà. Nessun passo è più lungo della gamba. I Faida sono ciò che il loro pubblico vuole che siano...
Il Sistema che tutto sorveglia col pretesto della libertà, col veleno della schiavitù. Il Sistema, il “Master Control Program” deve trovare una giusta e potente opposizione. Subdolo, sottile tutti i giorni manipola la nostra realtà e mentre Lui ci conosce bene, noi di Lui sappiamo ben poco. Punta il tuo dito contro, accusa, divulga, combatti e sveglia chi ti circonda...
I Faida indossano delle maschere nere in carbonio, non per egocentrismo, al contrario per un’idea di uguaglianza sociale. Noi tutti siamo Faida se agiamo con buon senso, quel sottovalutato luogo comune che dovrebbe coincidere con il giusto agire nell’interesse della comunità: scontato ma tutt’altro che praticato. A volte bisogna combattere, è necessario. A volte dobbiamo unirci. Ci si avvicina, ci si confronta. Il ciclo storico in cui viviamo è al tramonto.
E’ quindi il momento di scegliere se risvegliarci col quel poco di buon senso acquisito o ricominciare dall’inizio per ricommettere gli stessi errori. ..Combatti duramente per i tuoi diritti, aggrega con giusti ideali e non ledere i tuoi compagni.

Il 2011 ha visto l'allargamento della famiglia dei Faida a Ivan Calza aka DjVendetta. Benvenuto.

Nel 2012 Mattia Da Lio aka Zero (ex G.O.D., ex Nothing More) lascia il progetto. Al suo posto al basso entra Iggor Di Cataldo (ex Matley).

Attivi live in tutta la penisola e oltre, hanno preso parte tra le altre a Materiali Resistenti 2010 (Carpi MO), le finali del Tour Music Fest 2011 (PiperClub Roma) e molti Festival di rilevanza nazionale. 

La Febbre Suina:

"La Febbre Suina" sono un power duo di genere Rock Marrone / Rock-Funk Sperimentale, formatosi a Venezia nel 2009.

Hanno iniziato a suonare insieme dopo che Furio Ganz ha comprato la prima batteria elettronica e Marco Centasso andava nello scantinato del batterista per qualche jam session. Quando i pezzi hanno cominciato a diventare un paio e non più solo jam session si è formato il gruppo.
I due si sono fatti riconoscere ben presto, oltre che per il genere molto particoltare, per l'abbigliamento elegante e le classiche maschere da suini che portano per dimostrare l'ignoranza, la grande ispirazione ai "Primus" (in qualche live il leader dei Primus, Les Claypool, porta una maschera da maiale).
Inizialmente il nome della band era "2♠", ma è stato presto sostituito per omonimi e per la difficile reperibilità a causa del simbolo "♠".
Il duo è ossessionato dal contagiare con il proprio genere. E' da qui che vieneil nome "La Febbre" .
Le loro più grandi influenze per quanto riguarda la parte strumentale sono: Primus, Les Claypool, System Of A Down, Frog Brigade, Teatro Degli Orrori, The Residence, Tool.
Mentre per i testi e le melodie vocali: Sick Tamburo, Tre Allegri Ragazzi Morti, Prozac+, Primus.

-Marco "grifo" Centasso: basso elettrico e voce
-Furio "grugno" Ganz: batteria, percussioni e seconda voce

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Faida + La Febbre Suina]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Faida + La Febbre Suina]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Faida + La Febbre Suina]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Faida + La Febbre Suina]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Faida + La Febbre Suina]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Sherwood Hip Hop Day: Stokka & Madbuddy + Mistaman & Dj Shocca]]>

22 Luglio
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

Sherwood Hip Hop Day

 

Stokka & Madbuddy

Presentazione del nuovo disco ‘#bypass’

 

Mistaman & Dj Shocca

Presentazione del nuovo disco ‘La Scatola Nera’

 

+ Freestyle Battle

(a breve tutte le infos)

 

1 € può bastare

Stokka & Madbuddy
Presentazione del nuovo disco "#bypass"

Nel panorama hip-hop meridionale spiccano due ragazzi siciliani, amatissimi dagli ascoltatori per il loro stile, ovvero Ciccio Stokka & MadBuddy.
I due ragazzi (veri nomi Francesco e Marco), originari di Palermo, si incontrano nel 1994 e stringono rapporti d'amicizia. Sono entrambi amanti del rap e cominciano a frequentare insieme le prime jams e gli street-contest. Si parla delle prime sfide, in quel periodo la Zona Dopa organizza contests ovunque e le possibilità di farsi sentire certo non mancano! Solo nel 2001, però, incidono un lavoro di coppia. "Palermo Centrale", demo d'esordio, ha un buon riscontro con il pubblico. Continuano a far gavetta nelle jams e nel 2003 pubblicano l'EP "La Cura Del Microfono", apprezzato dalla critica e dagli ascoltatori di rap che li considerano ormai personaggi di spessore nazionale.
La ricetta è molto semplice: Stokka è il producer che di tanto in tanto si dà alle rime mentre MadBuddy è l'MC. I due si amalgamano bene, costituendo un duo completo e sicuro. Punto certamente a loro favore è la presenza di temi in molte loro canzoni, che li eleva dalla massa autocelebrativa italiana.
Stokka & Buddy girano l'Italia con lentourage dei Tasters e il marchio GoTaste diventa un simbolo del Sud Italia musicale. Collaborano con vari esponenti della scena e certamente da ricordare è la loro partecipazione a "60 Hz" di DJ Shocca, producer veneto: per la compilation sfornano "GhettoBlaster", traccia pluridecorata nella quale duettano con lo storico dj Double S, componente dell'Alien Army e protagonista di svariate ere del rap. Producono brani anche per la "Street Flava Compilation 2nd Avenue" di Radio Italia Netwok, per la precisione "Giorni Di Sole", e "Beatgym" (pezzo in questione "19:30 Jungla Urbana"). Stokka si unisce a Frank Siciliano e Roc Barakys (a.k.a. Shocca) formando l'Unlimited Struggle Team. Buddy non sta a guardare e partecipa al contest di freestyle 2TheBeat. condotto da Inoki e Lugi. Nel 2005 compaiono su "Parole" di Mistaman e terminano il loro primo disco "a tutti gli effetti": "Blocknotes", considerato da molti il miglior prodotto dell'anno, è composto da ben diciotto tracce che confermano i due talentuosi palermitani una promessa e al contempo una realtà del rap nostrano.


Mistaman & Dj Shocca
(Unlimited Struggle)
Presentazione del nuovo disco "La Scatola Nera"

Mistaman

Nato e cresciuto in una realtà di provincia che sta sempre più stretta, viene a contatto con la cultura hip hop circa nel 92. I primi contatti li trova a Mestre, Padova e Treviso scoprendo un movimento che lo coinvolgerà fin dall’inizio.
Dopo anni di palestra sui palchi delle jam assieme a dj Shocca e Ciacca forma il gruppo Centro13 che si fa notare nel 1998 con un album di debutto originale e arrichito da featuring di alcuni degli artisti più affermati della scena hiphop italiana, “Acciaio” incontra le critiche positive della stampa del settore. Nel 2000, in un periodo di sostanziale disinteresse da parte dei media nei confronti del movimento, autoproduce assieme a dj Shocca “Colpi in aria”, un prodotto maturo e diretto, destinato a diventare un piccolo classico nell’underground e che mette Mista e Shocca sulla mappa della scena. Inizia una collaborazione più stretta con Frank Siciliano, mc con un’attitudine complementare allo stile ruvido di Mista. Numerose sono le collaborazioni e le apparizioni in vari lavori di altri artisti che mettono in luce le sue capacità indiscusse. Il 2005 si apre con l’uscita del suo primo attesissimo album solista intitolato “Parole” sotto etichetta Vibra Records. Mistaman ha saputo comunicare la sua musica al meglio nel suo esordio come solista. Il suo ‘Parole’ contiene elementi lirici e musicali di diversa ispirazione e natura ma che si sanno sposare in una miscela unica. Il funk, lo stile di produzione hip hop anni ’90 e il soul fanno da tappeto per le parole sveglie e pungenti di Mista. Un alto grado di comunicatività musicale in grado di colpire chi ascolta in maniera unica, grazie alla musicalità semplice ma mai banale del disco.

http://www.mistaman.com
http://www.myspace.com/mistamanmusic

DJ Shocca

Matteo Bernacchi meglio conosciuto con gli pseudonimi di DJ Shocca, Roc Beats, Roc Beatz, Roc B o Roc Barakys (Treviso, 28 marzo 1979) è un disc jockey e beatmaker italiano, membro delle crew Unlimited Struggle e The Italian Job.
Debutta nel 1998 con Uno, DJ Shocca, nel 2001 collabora con alcuni artisti come nel caso di Colpi In Aria, insieme a Mistaman. Pubblica l’album 60 Hz nel 2004, con etichetta Vibrarecords.
Nel maggio del 2007 collabora con Frank Siciliano al progetto “Unlimited Struggle”, con cui produce “Struggle Music”, l’album presenta perla dopo perla, basi che presentano campionamenti e parti suonate, fondendo le due correnti di produzione. L’album espone talenti come Frank Siciliano, Mistaman, Stokka & MadBuddy, Bassi Maestro, Club Dogo, Ghemon, Tony Fine, Amir, Jack The Smoker e altri talenti della scena Hip Hop italiana. Il 16 settembre 2007 esce il nuovo disco degli Special Teamz, di cui Dj Shocca Produce Classical, in mezzo a produtto

http://www.unlimitedstruggle.com/
http://www.myspace.com/rocbeatz

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Ska-J]]>

05 Agosto
@ Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano - Mestre (Venezia)

Ska-J

 1 € può bastare

Gli SKA-j propongono musica jazz arrangiata in chiave afro-jamaicana

La strumentazione è acustica ed è formata da voce, batteria, chitarra, contrabbasso, due sax e un trombone.

2002- 2012 - 10° Anniversario di Indipendenza!

Storie vere! Miga Bae! 10 Anni, 10 dischi! 550 concerti! 20000 copie vendute! oltre 10000 scarichi legali su iTunes!

In occasione del decimo compleanno degli Ska-J si preannunciano ben due uscite discografiche. A Marzo il best of "Cielo! Mio marito! 10 anni con gli Ska-J" in uscita con Azzurra music e la distribuzione attraverso le edicole del triveneto. A Giugno il nuovo e attesissimo cd con i nuovi brani originali.

L'anno scorso la strenna di Natale "desCanta Claus i discanti di Natale" ha traguardato le 3500 copie vendute in soli 20 giorni con gli inevitabili tormentoni nelle radio nazionali come Caterpillar rai2, Radio Italia, Radio Cuore ecc. Durante il 2009 e il 2010, gli Ska-j hanno suonato in importanti rassegna jazzistiche (Fiemme Ski Jazz Festival e Ubi Jazz) e nel main stage del più importante festival reggae Italiano (Sunsplash) ribadendo la loro predisposizione al connubio jazz e musica jamaicana; hanno registrato un live triplo, per un totale di due ore di musica, presentato durante il carnevale di Venezia 2010 nell’innovativa confezione che raccoglie i tre CD nella forma del vinile (cm 32x32) con in copertina un disegno del Maestro Marino Ingrassia. Gli Ska-J hanno lavorato alle musiche del lungometraggio di animazione prodotto dal gruppo Alcuni per RaiGulp dal titolo "Il Codice di Marco Polo". Questi sono i risultati di un anno di intensa attività di rinnovamento del gruppo dopo che Filippo Vignato (trombone), Luca Scaggiante (chitarra) e Alan Liberale (batteria) sono subentrati rispettivamente a Federico Nalesso, Tommaso Viola e Cristiano Pastrello, storici componenti degli Ska-J dalla fondazione. Alla fine del 2010 è uscito il loro settimo album "Brube" con un tour radio che li ha visti protagonisti presso Radio2 Social Club con Luca Barbarossa, Caterpillar e Ottovolante con Savino Zaba. Importante passaggio in video come house band presso Parla con me con Serena Dandini e Dario Vergassola.

Nel 2009, un sondaggio del MEI (Meeting degli Indipendenti), colloca "Santamarta" gli Ska-j all'ottavo posto tra le canzoni dialettali più amate degli ultimi 20 anni (al primo posto Curre curre gagliò dei 99 posse,al secondo Pin Floi dei Pitura freska).

Nei due anni precedenti si erano aggiunti alla formazione originale la voce di Ilenya De Vito e l'organo Hammond di U-ge Muner storico tastierista dei Pitura Freska. Questi innesti hanno permesso una visione più ampia negli arrangiamenti dell’album “Adesso eh!”, uscito nell’ottobre 2007, i cui provini erano stati registrati nel marzo 2006 e sondati come sigle radiofoniche per RadioRai e Radio Padova. Nel 2006 le date sono state 55 delle quali 11 all'estero; nel 2007 è stato sfondato il muro dei 300 concerti dal vivo dalla formazione del gruppo datata 2002.

Il 2005 è stato un anno fortunato per gli Ska-J. Più di 80 concerti in Italia dove abbiamo toccato soprattutto il Triveneto ma anche le più grosse città Italiane (Torino-Hiroshima, Milano-Live, Perugia-Marcia della Pace eccetera) con ottimi risultati, concludendo l'anno in Sicilia a Palermo. Brevi apparizioni in luglio in Germania. Abbiamo inoltre registrato per SkySport in occasione della presentazione del campionato di Lega Basket, RadioBlu per TeleChiara e la diretta per Radio PopolareNetwork dal Parco Pini di Milano di Appunti Partigiani. La trasmissione radiofonica di Rai Radio2 Caterpillar, indica “Marilù” come una delle 9 canzoni più suonate dell’anno, oltre ad aver inserito “Venice Goes Ska” nella selezione “10 album x 10 anni” per l’anno 2003.

[Teèk:] l'album uscito a Maggio (Alternative produzioni-Venus) ha raggiunto le 1500 copie in 7 mesi trovando anche un'accordo per la distribuzione in Germania attraverso la Mad Butcher. Ci siamo avvalsi di jazzmen italiani (Riccardo Tesi della "Banda Italiana", Sandro Gibellini e David Boato) e la mitica Banda Osiris. I primi singoli sono stati in rotazione su radio DJ e programmi di RaiRadio2.

La precedente uscita discografica risale al giugno 2004 con il cd live “Men in the street” registrato durante i concerti dell’estate e autunno 2003. Mentre a maggio l’anteprima dell'album [teèk:] e relativo videoclip con la collaborazione di gran parte dello staff cinematografico cittadino. Si tratta del brano “Quizas, quizas, quizas” (O. Farres). Presentato al XXVI Girofestival registrato a Reggio Calabria e trsmesso su RAI3. Per tutta l’estate il video è stato in rotazione su il programma “Azzurro” (reteA allmusic) ed il singolo in alta e media rotazione su molte radio italiane. Altra grande novità, aver inciso insieme alla Banda Osiris la sigla del Cateraduno 2004, il brano si intitola “Movite” contenuto insieme al brano “Skadele” nella compilation Caterpillar vol 7. Inoltre abbiamo registrato due sigle televisive per Italia1: I Muncheis e Papirazzi.

L’attività live ha dato sfogo durante il 2004 al primo tour europeo ospiti a festival jazz in Austria e Germania (Francoforte, Kempten, Magonza) che, insieme al progetto men in the street(14 live in 12 giorni di carnevale) ha portato a 60 i concerti tenuti fin dall’inizio dell’anno. A questi si sommano i 2 eventi promozionali, che sono stati una diretta televisiva su AllMusic, durante la trasmissione Play.it, e la registrazione di una puntata del programma Sala Prove per il canale satellitare RockTv.

Nel 2003 i concerti sono stati più di 60, oltre a una decina di apparizioni promozionali come ad esempio un live per il portale Kataweb al Motorshow, a RockTv,a uno showcase in diretta radiofonica nel programma Caterpillar di Radio2 e sempre per Radio2 nel programma Terazza Baldini prima del concerto Spritz On Tha Beach al lido di Jesolo; per Radio1 diretta in occasione della manifestazione Veneziasuona. Nello stesso anno alcuni dei nostri brani sono usciti in compilation: Caterpillar Volume 6 (Santamarta, intensamente programmata in trasmissione durante tutto l’anno), per il mensile musicale tedesco Clarino (Well You Needn’t) e Skannibal Party (In The Mood For Ska). Nei mesi di settembre/novembre siamo stati impegnati nella realizzazione del video di Santamarta, girato a Venezia al LABORATORIOMORION nato come conseguenza al disco uscito in febbraio dal titolo Venice Goes Ska, nostro primo lavoro, registrato “ live in studio “ nel novembre del 2002. Stampato da KOB per l’Italia e da Mad Butcher per il nord Europa, ne sono state vendute 3000 copie, gran parte durante i concerti. Sempre nel 2002 avevamo avuto l’onore di fare più volte da guess band ai Wailers, ai New York ska jazz ed agli Sakatalites.

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451]]>

Venerdì 20 Luglio 2012
Venice Sherwood Festival
Parco San Giuliano
Mestre (Ve)

Grande Inaugurazione del Venice Sherwood Festival

Sir Oliver Skardy

&

Fahrenheit 451


"Piragna Tour"

1 € può bastare!

Bio

La storia di Sir Oliver Skardy, al secolo Gaetano Scardicchio, nato a Venezia il 14 giugno 1959 del segno dei gemelli è stata, nell’arco degli ultimi vent’anni abbondanti, indissolubilmente legata a quella della più popolare reggae band
italiana, i Pitura Freska.

La popolarità di Sanremo, unita alla travolgente schiettezza comunicativa di Skardy ne hanno fatto, a volte suo malgrado, un personaggio che incontra le simpatie di un pubblico estremamente trasversale: considerato di volta in volta come il “sindaco” della Marghera in via di riscatto, l’alfiere della legalizzazione della marijuana, il portavoce dei musicisti trascurati dai mass media per mancanza di sex appeal, l’esponente di spicco del movimento musicale veneziano, Skardy rappresenta per tutti l’anima “popolare” di una
canzone italiana legata alle periferie, alla voglia di riscatto e di pace sociale.

Dalle cantine di Marghera dove comincia a suonare la chitarra con il “mitico” amico Ciuke, passando per “l’illuminazione” sulla via di San Siro, dove Marley gli indica la via del reggae (da lui declinato in veneziano), fino all’incontro con i “veneziani” (Valerio Silvestri, Marco Forieri e Cristiano Verardo ) che con Francesco Duse daranno la forma definitiva ai Pitura Freska che tanti successi hanno raccolto, la storia di Sir Oliver Skardy è quella semplice di una passione per la musica prima, per il reggae in particolare poi, coniugata con l’espressione spontanea e coinvolgente dei suoi testi che hanno permesso a migliaia di fan di appassionarsi e sentirsi partecipi delle “storie” di ordinaria
quotidianità raccontate con il disincanto e la comicità, spesso, di un
autore di razza.

Skardy, è stato l’anima del gruppo; con la sua trascinante forza comunicativa ha fatto dei Pitura Freska la band più importante della scena musicale veneta con una popolarità che è andata al di là dell’estrazione sociale, dei gusti musicali e della generazione d’appartenenza. Poiché è inimmaginabile che sia stato il reggae ad abbattere queste barriere, il vero motivo va ricercato nella capacità compositiva dei testi di Skardy che sa comunicare attraverso i suoi 
Phoca PDFtesti, in dialetto veneziano ed in italiano, la sua personalità, parlando in modo schietto del suo modo di vedere la politica, l’amore, i fatti di cronaca e l’attualità, il tutto condito da espressioni di sincera “rabbia popolare” e una notevole dose di autoironia e gusto musicale.

Il successo, nato a livello locale negli anni ‘80, si è poi espanso nel resto dell’Italia tanto che a tutt’oggi i quattro album del gruppo hanno venduto oltre 500.000 copie conquistando due dischi di platino e due dischi d’oro.
La straordinaria vena compositiva di Skardy ha prodotto alcuni fra i brani che fanno ormai parte della storia della musica italiana, come lo straordinario affresco sui Pink Floyd a Venezia Pin Floi , o l’inno di un’intera città prima, e del movimento antiproibizionista poi, Marghera; un altro hit Picinin, il fumetto in musica di La pianta e Le sorti de un pianeta che diventerà, molti anni dopo testimonial di una campagna di Emergency. Per tornare alla battaglia per la legalizzazione con Olanda ed arrivare al ritornello che è stato sulla bocca di “grandi e piccini” Papa nero.

Nell’arco della sua carriera con i Pitura Freska ha firmato molti album: Na bruta banda (1991), straordinario successo schiettamente reggae; Duri i banchi (1993), ricco di ritmi e sapori di tutto il mondo; Yeah (1995), a segnare il ritorno al reggae del primo album con un’aumentata capacità compositiva e il “fratello” Yeah in dub (1996) con la sua rivisitazione in chiave Dub e la produzione di Peter Mash degli Aswad; Gran calma (1997), l’album della consacrazione con il Festival di Sanremo. Da aggiungere anche Piatti roventi (1999 alma music / Lion), disco risultato del progetto I Piatti Roventi il Sound System dei Pitura Freska, rilettura in chiave dance dei successi del gruppo e l’atteso doppio album dal vivo Olive Vol. 1 & 2 (1998) che offre la testimonianza dell'energia e la trascinante carica che il gruppo riesce ad esprimere on stage che hanno decretato il successo dei loro concerti sui palcoscenici della penisola.

Come in molti matrimoni, però, la vita in comune nei Pitura Freska nel corso degli anni comincia ad andare stretta. Molti progetti individuali cominciano a prendere forma, Skardy in particolare è da sempre attratto verso nuove strade e collaborazioni, che l’hanno già visto “duettare” con Elio e le storie tese o Raul Casadei e la sua Orchestra Italiana, recitare con Anna Galiena, Alessandro Haber e Roberto Citran nel film di Phoca PDF Maurizio Zaccaro Cervellini fritti impanati o esordire con un singolo da solista President Buana (2001 alma music / Lion) realizzato in collaborazione con Mauro Ferrucci (dj e
produttore di Moony e Db Boulevard).

Ma anche queste attività “parallele” non bastano, Skardy ha bisogno di più spazio e così, alla fine del 2002, viene deciso lo scioglimento del gruppo: i Pitura Freska non esistono più!
Passano dalla cronaca alla storia della musica, e Skardy ne raccoglie con diritto l’eredità tornando a vestire i panni di Sir Oliver Skardy (“nome d’arte” con cui Skardy teneva una sua personalissima cronaca della Mostra del Cinema di Venezia sulle colonne de Il Gazzettino) iniziando un nuovo percorso.

Dopo le prime anticipazioni live, che lo vedono partecipare alle più importanti kermesse musicali nazionali come Arezzo Wave nel 2003, il “controfestival” Mantova Musica Festival e il Rototom Sunsplash nel 2004, Sir Oliver Skardy si dedica alla preparazione di un nuovo disco destinato a proporre una nuova svolta musicale per il “poeta di Marghera”.

Il disco si chiama Grande bidello (2004 alma music / Lion - distribuzione Venus) e vede la produzione artistica di Leonardo di Angilla e Gianluca Ballarin (di li a poco entrati rispettivamente nella band di Tiziano Ferro e Jovanotti, e di Elisa). Nel cd Sir Oliver Skardy propone nuovi temi a supportare la sua innata capacità di saper dire in poche schiette frasi quello che noi tutti vorremmo saper dire, con la semplicità e naturalezza che lo contraddistinguono e con quella incisività ed efficacia che gli hanno sempre permesso di arrivare dritto al cuore della gente.

Canzoni come Bideo, autobiografica invettiva contro l’istituzione scolastica, Nord Est, terra natia diventata far west e governata da sindaci “sceriffi”,  Super skank selezionata per il Festival di Sanremo e poi rifiutata (pare per l’assonanza del titolo con un particolare tipo di droga leggera, super skunk) e Ah mi no so miga sa, nuovo manifesto antiproibizionista, diventano in poco tempo pietre miliari della sua nuova carriera da solista.

Nel 2006 nasce con “Fahrenheit 451 meets Skardy” la collaborazione tra Sir Oliver Skardy e i Fahrenheit 451. Lo show era suddiviso in due parti in cui il gruppo ska veneziano presentava il proprio repertorio prima di offrirsi come backing band per il live del principe del reggae. Il sodalizio si è Phoca  DFrafforzato nel tempo attraverso una fortunata serie di concerti ed è sfociato nella realizzazione del progetto Destra Sinistra (2008 alma music / Lion), singolo accompagnato da un videoclip, basato sull’attualizzazione musicale e
contenutistica del brano di Giorgio Gaber. Si è trattato in realtà di un doppio tributo/rivisitazione: il video infatti riprende e personalizza un altro “classico”,
antesignano degli attuali videoclip, ovvero Subterranean Homesick Blues di Bob Dylan.

La stessa versione di Destra Sinistra fà parte dell’album Piragna (2010 alma music / Lion - distribuzione Venus), show che attualmente Skardy e Farenheit 451 stanno portando in Tour.
L’album, con in copertina una vignetta di Vauro Senesi, abbandona le venature di pop e rock che hanno caratterizzato le precedenti produzioni di Sir Oliver Skardy e si immerge nel reggae di prima maniera, grazie anche al missaggio di Paolo Baldini (coproduttore e bassista degli Africa Unite). Ad anticipare l’uscita dell’album il singolo tormentone Fame un spritz accompagnato da un fortunato videoclip.

www.skardy.it

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Sir Oliver Skardy & Fahrenheit 451]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]>

Venice Sunsplash 2012
2-3-4 Agosto 2012
@ Venice Sherwood festival
Parco San Giuliano – Mestre (VE)


Anche quest'anno l'estate veneta si colorerà di rosso, giallo e verde grazie alla terza edizione del

Venice Sunsplash

L'edizione di quest'anno si svolgerà dal 2 al 4 Agosto all'interno del Venice Sherwood Festival presso il Parco San Giuliano di Mestre (VE), un'imperdibile tre giorni di grande reggae music ricordando l’originale Reggae Sunsplash jamaicano.

Il nome Sunsplash vuol dire grande festa della musica giamaicana e quindi Sherwood, Rasta Snob e BomChilom non potevano che portarvi alcuni degli artisti più rappresentativi dell'odierna scena musicale dell'isola del reggae.

Acquista il tuo biglietto o il tuo abbonamento
senza diritti di prevendita
cliccando sul box qui a lato.

Main Stage: (h. 21.00-24.00)

 

Ore 22.30

Mr. Vegas

& MV Band

 

Open act: (ore 21.00)

Mellow Mood

 

Culture Area: (h. 19.00-20.30)

Presentazione di "Salento fuoco e fumo" di Nandu Popu (SSS)

leggi articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

Roots Family (Treviso) + Pharmakos (Venezia) 

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

Mr. Robinson, Zion Train Radio & Dutty Spritz


Main Stage: (h. 21.00-24.00)

 

Ore 22.30

Morgan Heritage

 

Ore 21.00

Sud Sound System

& Bag A Riddim Band

 

Culture Area: (h. 18.30-20.30)

Presentazione di "Dear Dad" a cura di Nadia Montanari (Best Jamaica)

leggi articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

Makako Jump (Trieste) + Pidduck & The CoolTones (Schio, VI) 

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

Dj Gusma-T & Musou Sound


Main Stage: (h. 21.00-24.00)

 

Ore 22.30

Beres Hammond

& The Harmony House Band

Ore 21.00

Tarrus Riley + Dean Fraser

& Blak Soil Band

 

Culture Area: (h. 18.30-20.30)

Lampa Dread

Racconta la storia della musica jamaicana

Leggi l'articolo

 

Second Stage: (h. 19.00-21.00)

Ultima Fase & The Riddim Shooters Band (Rovigo) + Anima Caribe (Vicenza) 

 

Dancehall Area: (h. 24.00-02.00)

BomChilom, NoBorder & WildCat

 

per ulteriori informazioni visita il sito:

www.venicesunsplash.org

]]>
info@sherwood.it (Sherwood Network)
<![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network) <![CDATA[Venice Sunsplash 2012]]> info@sherwood.it (Sherwood Network)