Password dimenticata?

Presentazione di "The Future is unwritten"

1Novembre2011
 - La Billo

Prima di essere un blog, “ The future is unwritten” è soprattutto il messaggio lanciato sul finire degli anni ’70 e mai caduto nel vuoto, che ha influito su intere generazioni e rappresenta ancora oggi, un punto di vista ed un’ attitudine imprescindibili. Fu Joe Strummer, cantante e leader della punk band inglese “The Clash” l’autore di questa intuizione, in un’epoca socialmente, politicamente ed economicamente colma di contraddizioni e difficoltà, sicuramente molto diverse da quelle odierne, ma con similitudini talmente forti da sembrare grottesche. Strummer disse "Nella vita, devi essere capace di prenderti quello che vuoi, perché nessuno te lo regalerà mai". E oggi, come allora, ci sembra che questo sia un atteggiamento inevitabilmente sempre più condiviso e pervaso da una volontà crescente di praticarlo.

Non si spiegherebbero altrimenti le espressioni di malessere, contrarietà o rifiuto sempre più in aumento e largamente diffuse, di un dato ordine esistente e di un sistema vigente, ritenuti sfavorevoli, negativi, oppressivi, tirannici o repressivi, nei confronti delle reali necessità della popolazione.

Da oriente ad occidente, dall’agire culturale clandestino dei giovani musicisti e registi iraniani agli accampamenti indignati in Spagna, dalla pratica dello skate inviso al regime a Kabul alla Street Art, dalla Primavera araba alla Clown Rebel Army, dai fuochi di Tottenham alla Guerrilla Gardening, dalle polisportive indipendenti alle culture Ultras negli stadi d’Europa, a cosa stiamo assistendo? Di chi si sta realmente parlando? Il futuro non ancora scritto è di tutte queste umanità che camminano in senso contrario a quello imposto, il futuro non scritto si trova nelle forme differenti di realizzare l’esistente in accordo con i bisogni primari reali e negati, il futuro non scritto risiede in episodi che meritano di essere valutati per quello che realmente sono e significano e perché forse, per leggere il nostro presente dovremmo dotarci di chiavi di lettura più adeguate, senza far ricorso a trascorsi storici chiusi ed a modelli interpretativi obsoleti o svianti.

La Billo, Sixxette, Sebi Derozer, Il Ruvido

 
 

Articoli correlati

CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...