Password dimenticata?

CineIndie - La Terza Serata

Martedì 20 Novembre 2012 - CinemaMultiAstra

23 Novembre 2012

Terza serata della rassegna CineIndie

Ancora una volta condotta dal “bravo presentatore” Marco Artusi - vessato sempre da una misteriosa voce off femminile - si è svolta al MultiAstra di Padova la terza serata della rassegna CineIndie. Tornato dalla Festa del Cinema di Roma, il regista Padovano Andrea Prandstraller ha commentato le proiezioni assieme agli autori, questa volta in maniera meno soft della precedente, esibendosi addirittura in un perentorio “non mi piacciono i videoclip!”. Accanto a lui il “collega” Ettore Antonini, apparentemente uscito (cinepresa compresa) dagli anni ’70: sedicente autore del documentario Musica e Fango sul festival di Woodstock cui, a suo dire, partecipò all’età di sei anni accompagnato dai genitori. Mah! Curiosa la sua rassomiglianza con il regista iraniano e il prete rock delle serate precedenti. Queste le opere proiettate.

Relictiocortometraggio di Michele Menini

Vincitore della rassegna Tre giorni per un corto presso lo Sherwood Festival 2012 è stato girato in soli tre giorni, secondo prescrizione partecipativa. Come la stesso regista ha raccontato in sala si tratta in sostanza dell’esito di un lavoro collettivo, in cui è difficile stabilire i ruoli, per quanto sia percepibile l’influenza data dal fatto che Menini è anche musicista e sound designer. Il risultato è un horror veloce e compatto non privo di ironia, che sfrutta platealmente i cliché, rende omaggio ad antenati come Blair Witch Project, ma si caratterizza per una sua indubbia personalità.

Danza dell’autunno rosavideoclip dei Talco diretto da Karma Gava

Dall’album Gran Galà e da un’idea del cantante Tomaso, è il racconto del ritrovamento di una vecchia amica da parte della band. La ragazza è vittima delle suggestioni paralizzanti di un uomo politico che sembra incarnare il peggio offerto da questo contesto negli ultimi vent’anni: non a caso il suo si chiama Partito della Banana. Malgrado nella storia aleggi anche uno spettro inquietante gli autori ci garantiscono un happy end solare e ottimista.

Comando e Controllo – Uno Stato in emergenzaFilm documentario di Alberto Puliafito

Ottimismo poco, invece, in questo bel lavoro del 2010, prodotto da Fulvio Nebbia (iK Produzioni) e proiettato in anteprima mondiale a New York all’Università New School. In sala il regista racconta di come si tratti di un film che nasce da un altro film e da una sua permanenza  a L’Aquila durata nove mesi. Volutamente evitato il tema della previsione del terremoto e della mala costruzione precedente, il documentario ruota attorno all’affermazione di una abitante il capoluogo abruzzese secondo cui “la realtà è diversa da quella che ti fanno vedere in televisione”. Facendo propria l’analisi proposta da Naomi Klein nel suo saggio Shock Economy, secondo cui lo shock collettivo generato da un evento catastrofico - quale fu il terremoto in Abruzzo - viene sfruttato dal potere per imporre misure di comando e controllo in modo autoritario e non assoggettabile a verifiche e censure. In un paese da tempo assuefatto alla semantica dell’emergenza le televisioni sono state ( e sono) veicolo potentissimo di distorsione della realtà, attente a non raccontare le sperimentazioni in tema di limitazione delle libertà individuali e collettive, di militarizzazione del territorio attuata anche attraverso strutture paramilitari come fu la Protezione Civile sotto la gestione Bertolaso. Con l’ex ministro democristiano Zamberletti a fare da contraltare storico, sono molte le verità nascoste che le immagini riescono a documentare, come i 30.000 cittadini ancora esiliati sulla costa, nella convinzione che sia di regime anche l’informazione antisistema. Il documentario si apre con manichini immobili davanti alla tv e si chiude con gli abitanti che si passano a catena i secchi colmi di macerie da rimuovere. Perché è ancora tutto lì, come in quel lontano 6 aprile 2009.

In attesa di riprendere nel mese di febbraio prossimo CineIndie invita chi lo ha seguito (e chi per sua sfortuna non ha potuto essere presente) alle proiezioni di martedì 27 novembre, sempre al MultiAstra di Padova, via Tiziano Aspetti, zona Arcella. Buona visione.

 
 

Commenti

Per inserire un commento devi effettuare il login utilizzando il modulo in alto a destra.

Sei nuovo? Registrati subito utilizzando il modulo di iscrizione che trovi qui.

    video

  • CineIndie - Video della terza serata
  • foto

  • CineIndie : 3° Tempo
    Caricamento galleria...
CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...